IL MIO INSEGNANTE LA TEASE Parte 3

2.7KReport
IL MIO INSEGNANTE LA TEASE Parte 3

Mi sono svegliato con il sole che entrava dalla mia finestra e un'erezione furiosa. Oggi è stato il giorno, sono saltato fuori dal letto, mi sono fatto una doccia, ho preso una ciotola di cereali e sono corso fuori dalla porta con la mia macchina fotografica al sicuro nello zaino. Mentre camminavo per andare a scuola, il sole mi scaldava il viso e mi sentivo dannatamente bene. Avevo tutto il mondo che andava per me. Sono passato davanti alla casa della signorina Cs e speravo che avesse visto l'e-mail (deve aver avuto la sensazione che oggi niente sarebbe andato contro di me)



La lezione iniziò ea pranzo riuscivo a malapena a contenermi. Ero seduto con i miei amici in mensa quando la signorina C è entrata. La mia mascella ha colpito il pavimento, aveva visto la mia e-mail e ha obbedito. Dev'essere il suo turno oggi a supervisionare la mensa. Indossava una minuscola gonna a tubino rossa che le si attaccava al culo come un cazzo, si fermava a metà della sua coscia e indossava calze nere che svegliavano il mio cazzo dal suo sonno. Indossava un cardigan nero e dei tacchi a spillo rossi. Penso che ogni ragazzo della mensa fosse completamente stordito dal desiderio.



Entrò e recuperò una ciotola di zuppa e si sedette da sola a un tavolo direttamente di fronte a me che potevo vedere le sue gambe così perfettamente dal mio posto che un gemito doveva essermi sfuggito dalla bocca, prima ancora di guardare la sua zuppa ha controllato il telefono. Nessun messaggio. Un'espressione di puro sollievo le apparve sul viso. Sapevo di averla. Beveva la zuppa lentamente, potevo capire perché tremava dai nervi, la sua mano riusciva a malapena a portare la zuppa alla bocca. Mi è piaciuto guardare mentre le sue labbra carnose scivolavano lì sopra il cucchiaio. Cazzo, aveva delle belle labbra da pompino e stavano solo meglio mentre indossava un lucidalabbra trasparente, mentre il campanello andava a significare la fine del pranzo, si alzò lentamente tirò giù la gonna corta per nascondere il fatto che indossava calze non collant e si allontanò mentre il suo culo ondeggiava da una parte all'altra. Riportò la sua scodella di zuppa sulla fila di vassoi sporchi per il pranzo. Poi si è girata e ha stabilito un contatto visivo diretto con me dopo circa 2 secondi il suo viso è diventato rosso brillante e ha abbassato lo sguardo e si è diretta verso la sua lezione successiva.


Non vedevo l'ora che arrivasse l'ultimo periodo. Mentre lottavo per le tre lezioni successive, la mia mente era su una cosa, la signorina C. Entrai nella classe con un sorriso da un orecchio all'altro e il mio cazzo si alzò mentre mi sedevo e vidi la signorina C in piedi lì. Ho tirato fuori il telefono e le ho mandato un messaggio "imposta un esercizio scritto per tutta la classe x"



Un attimo dopo mi ha guardato con uno sguardo perplesso sul viso, io ho dato solo uno sguardo di conformazione e all'inizio della lezione ha distribuito un esercizio sull'ultimo poeta che avremmo fatto e tutti nella classe (tranne me) hanno iniziato a lavorare a testa bassa. Perfetto ho pensato. Tirai fuori il telefono e le dissi di sedersi sulla scrivania di fronte a me. Ho sentito la sua sedia essere spinta lungo il pavimento e si è alzata e si è seduta di fronte a me dopo due secondi ha accavallato le gambe. Mentre lo faceva, allungai la mano e li spinsi indietro. Vidi un lampo di rosso e sapevo che indossava il perizoma rosso. Mentre guardavo più da vicino potevi vedere chiaramente dove era stata la mia sborra poiché un grande segno biancastro era visibile proprio all'ingresso della sua dolce figa. Il mio cazzo era duro da morire perché sapevo di averla nel palmo della mia mano.




Ho tirato fuori il telefono e ho detto "Allarga quelle gambe sexy più larghe" pochi istanti dopo ho visto i suoi occhi spalancarsi e ha pronunciato la parola "cazzo", mi ha guardato e poi ho guardato mentre la sua bocca sembrava formarsi in un sorriso, rendendomi conto che lei si controllò mi guardò negli occhi e allargò le gambe in modo che potessi vedere tutto. Le sue calze nere andavano perfettamente contro la sua pelle giallastra, il perizoma trasparente rosso mostrava tutto, il suo monticello glabro sembrava incredibile dato che potevo appena vedere la parte superiore della sua figa. Mentre lo faceva sembrava agitarsi e circa trenta secondi dopo una piccola macchia scura apparve sulle sue mutandine. Santo cazzo era bagnata. Questa presa in giro ha davvero amato ogni secondo. Ho tirato fuori la mia fotocamera e l'ho impostata per registrare e l'ho guardata mentre si rendeva conto che stava scavando un buco più grande per se stessa




Ho tirato fuori il telefono e le ho dato l'istruzione di girarsi e chinarsi sulla scrivania. fai finta di guardare un libro e dimena quel culo” mi vide mandare il messaggio e stava già guardando il suo telefono. Lei immediatamente saltò giù felice di nascondere il suo inguine e lentamente spinse fuori il culo e si chinò finché le sue tette non furono appoggiate sulla scrivania. Quindi iniziò a far oscillare lentamente il suo enorme sedere da un lato all'altro. Il suo culo era stupendo e potevo vedere il fondo delle sue chiappe. Volevo allungare la mano e toccare la pelle liscia del suo culo voluttuoso. Il mio cazzo era duro come un diamante e anche la signorina C lo sapeva. Lei sollevò delicatamente la gonna attillata di qualche centimetro e rivelò quasi tutto il suo culo e potevi vedere chiaramente il perizoma rosso che era profondo tra le sue chiappe. Ero troppo eccitato per pensare e lei lo adorava, cazzo.



"Siediti alla tua scrivania e togliti quel cardigan, spero che non ti sia ricordato del reggiseno." Si avvicinò alla sua scrivania, si sedette e iniziò a sbottonarsi il cardigan. Man mano che ogni bottone veniva slacciato, era ovvio che questa maglia non avrebbe lasciato molto all'immaginazione. Mentre il cardigan le scivolava via dalle braccia, le sue tette vivace e i capezzoli marroni erano evidenti a tutti. I suoi capezzoli marroni erano alti e orgogliosi e sapevo che la signorina C si stava divertendo tanto quanto me.



Ho preso la mia sedia e il foglio e sono andato alla sua scrivania la mia macchina fotografica stava registrando tutto "Ehh signorina C puoi aiutarmi con questo esercizio" alcuni dei miei compagni di classe hanno riso della mia apparente stupidità, non sapevano cosa stava per accadere .



Mentre fingevo di mostrarle il mio "problema" l'ho guardata e le ho detto tranquillamente dammi le tue mutandine.

"Che cosa? No, non mi dispiace divertirmi un po', ma questo è troppo, Carl", ha detto con uno sguardo indignato.


“Ok signorina C, sarebbe un vero peccato per quei video doversi ritrovare sulla scrivania del preside” andai ad alzarmi per completare la farsa. Mi prese per mano e mi tirò di nuovo al mio posto. La mia erezione era chiaramente visibile attraverso i miei pantaloni, l'aveva visto come poteva non farlo. Ha controllato per assicurarsi che gli studenti stessero ancora lavorando sodo sull'esercizio, poi ha sollevato la gonna e si è infilata le mutandine. Stavo per scoppiare quando la mia sexy insegnante di inglese si è seduta accanto a me indossando una minuscola gonna con calze senza reggiseno o mutandine. Mi porse le mutandine umide e io le intascò. Sembrava un misto di rabbia e si eccitava, quindi le ho chiesto di aiutarmi con un problema che stavo avendo. Poi ho sbottonato i miei jeans e ho lasciato che il mio cazzo si stendesse per farlo vedere. Sussultò per l'arroganza che possedevo e mosse lentamente la sua piccola mano verso il mio cazzo.


"Lo ami" le sussurrai


"Non ne hai idea" rispose lei poi iniziò ad accarezzare lentamente il mio membro.


Essendo il gentiluomo che sono, ho ricambiato il favore e ho fatto scivolare lentamente il dito verso la sua figa gocciolante, ho iniziato a muovermi lentamente dentro di lei, mentre lei ha risposto pronunciando una o e cercando di non allertare la classe, ho iniziato a raccogliere il accelera e ha aggiunto un dito in più alla sua vagina bagnata ora fradicia, stava lottando per non gemere e ha iniziato ad accarezzarmi il cazzo con più ritmo. Ha spostato lentamente anche la mano libera sul seno coperto dalla maglietta, quindi ha iniziato a massaggiare il capezzolo duro , se qualcuno dei miei compagni di classe fosse stato fortunato sarebbe stato palesemente ovvio che qualcosa non andava.


Mentre accarezzava il mio cazzo con una certa abilità, il suo inguine iniziò a rispondere alle dita e ora i suoi fianchi rotolavano nella mia direzione mentre il suo orgasmo iniziava a crescere. Si è tesa e si stava mordendo il labbro nel tentativo di non urlare, ci è quasi riuscita e mentre scendeva dall'orgasmo si è chinata e ha lasciato cadere lo sputo dalla sua bocca sul mio cazzo. Questa azione da sola mi aveva pronto a venire. Ho sentito le mie palle irrigidirsi e un enorme getto di sborra è schizzato in aria ed è atterrato sulla sua mano, alla fine la sua mano era ricoperta dal mio sperma. Ha allungato una mano e ha preso le sue mutandine dalla mia tasca e le ha usate come un fazzoletto mentre si puliva le mani e il mio albero da tutto il mio fluido. Ha quindi proceduto a fare la cosa più sexy che abbia mai visto mentre si è infilata le mutandine ricoperte di sperma, si è chinata e ha detto "Adoro la sensazione del tuo sperma che si sfrega contro la mia figa stretta".



Qualche istante dopo la campana andò a significare il fine settimana. Mentre la lezione filtrava per tornare a casa, ho visto la signorina C sistemarsi da sola. Ero l'ultima fuori e mentre me ne stavo andando la signorina C ha gridato "Ehi Carl, buon fine settimana. Poi si è chinata e mi ha mostrato il suo culo stretto e la sua figa, poi ha afferrato le mutandine e le ha tirate di lato mostrando i suoi buchi. "cazzo, sei una presa in giro" ho detto mentre uscivo. “Ci vediamo dopo signorina C”
"Ciao tesoro, lo spero"

Storie simili

Da: Jeff bisessuale? Regole per commentare le mie storie!

Jeff bisessuale ... Regole per commentare le mie storie! A giudicare dalle decine di migliaia di volte che tutte le mie storie sono state lette, la maggior parte di voi le ha apprezzate. Alcuni no e anche questo va bene, non sto cercando di accontentare tutti, o davvero nessuno, sto scrivendo quello che a volte mi ronza in testa. Divertiti, non divertirti ... dipende totalmente da te. Ma NON lasciare commenti di merda su qualcuno che conosci morto di AIDS, per favore, QUESTO non è il sito adatto. Tutti leggono le storie, i titoli praticamente ti dicono qual è la storia...

1.5K I più visti

Likes 0

Venerdì_(1)

Venerdì è arrivato e non sapevo come ce l'avrei fatta. Con ogni file sulla mia scrivania dovevo chiedermi se stavo provando a rivedere Sara o se ne valeva la pena e se dovevo fare la differenza cercando di passare davanti al bar di Lisa mentre tornavo a casa. Inseguire due conigli significava perderli entrambi, inseguire nessuno dei due significava anche perderli entrambi, quindi dovevo pensare a qualcosa. Ho mollato. Tornai a casa, da solo, puntuale. --- Sara si fermò in uno squallido bar non lontano dal lavoro, un locale che non visitava da un po'. Quando si è seduta in un...

1.3K I più visti

Likes 0

Chiamami Giovanna

Chiamami Giovanna È successo tutto così tanto tempo fa che sembra non solo di essere stato in un posto diverso in un momento diverso, ma così diverso come se non fosse quasi mai esistito. Ma lo ha fatto. Tutto ebbe luogo nelle zone rurali del sud dell'Inghilterra in quel periodo meraviglioso dopo la fine della guerra (per noi la guerra significava e significa tuttora la seconda guerra mondiale), nello sbiadito bagliore dorato dell'impero, prima che spiacevoli realtà si intromettessero e spingessero il mondo avevamo conosciuto in una forma nuova e sconosciuta. Le rivoluzioni degli anni Sessanta – sociali, sessuali, politiche –...

937 I più visti

Likes 0

Il Dio e la ragazza

Avevo il respiro pesante, le gambe stanche. Stanco per tutta quella corsa. Da quanto tempo correvo? Venti minuti? Un'ora? I miei passi cadevano veloci producendo uno scricchiolio sulle foglie e sui legni sotto i miei piedi. Non ero sicuro di dove fossi a questo punto. Quei boschi non mi erano familiari e le forti grida dei miei aggressori si facevano più vicine. Non lasciatela scappare! Ho sentito un grido in lontananza. In cosa mi ero cacciato questa volta? Tutto quello che volevo era rubare un paio di cose dal tempio dei Blood Clan in modo da poter avere del cibo per...

648 I più visti

Likes 0

La baby-sitter parte 2

Tutti gli eventi in questa storia sono fittizi e tutte le persone in questa storia hanno più di 18 anni. Qualsiasi somiglianza con persone o eventi presenti in questa storia è puramente casuale e dovrebbe essere considerato tale, divertiti. La babysitter parte 2 Ho aspettato qualche minuto finché non sembrava tutto tranquillo in cucina, poi ho fatto capolino dietro l'angolo della cucina, Darcy era seduta sulle ginocchia di mamma e si stringeva a lei, la mamma mi ha teso un braccio così mi sono avvicinata e mi sono messa accanto a lei mentre ci coccolava entrambi, la mia erezione era diminuita...

581 I più visti

Likes 0

Porta del cane

Porta del cane Immagina la mia sorpresa quando stavo lavando i piatti della colazione e ho guardato oltre per vedere un bambino che strisciava attraverso la porta del mio cane. La porta era per il mio cane Skippy. Era morta un anno prima insieme a mia madre e mio padre in un incidente automobilistico. Skippy all'epoca aveva tredici anni in termini umani e adorava viaggiare in macchina. Ero al college quando accadde. Ora, quasi un anno dopo, mi mancavano ancora tutti. Sembrava che il bambino avesse qualche problema a mettere le ginocchia sopra la tavola in fondo, quindi mi sono inginocchiato...

576 I più visti

Likes 0

Senza Dio e Senza Fede: 2 Cap 1

Boccali di vetro pieni di acqua del diavolo sferragliavano l'uno contro l'altro, riempiti da donne e ragazze adorabili e poco vestite con sorrisi promettenti sui volti. Gli ufficiali della Coalizione al bar applaudirono, alzando i boccali per celebrare la loro vittoria a Ridgehill sulle forze di Inimi un mese prima. Nel bordello ormai affollato, Axel sedeva con il suo boccale pieno di acqua del diavolo, rimuginando sugli eventi da quando era stato convocato in questo mondo. Quasi dall'inizio, lui e il suo migliore amico Rayner erano stati coinvolti in conflitti, combattendo goblin, soldati Inimi, banditi e persino draghi. Tutto quello che...

1.7K I più visti

Likes 0

Inverno a Beech Mountain Capitolo 5

La giornata è passata velocemente mentre sono rimasto impegnato a lavorare con altri tre ospiti.. Erano signore anziane, che avevano passato tanto tempo sulle loro chiappe quanto sugli sci.. Erano lividi e doloranti, quindi ho fatto del mio meglio per aiutarli.. Le mie pietre calde hanno dato un po' di sollievo e ho usato la mia unità TENS per intorpidire temporaneamente alcune terminazioni nervose.. Sono uscito alle 16:00 e ho fatto la doccia, mi sono cambiato e mi sono diretto a casa di Sandra. Non appena sono entrato Donna mi ha fatto cenno al bar dei succhi.. ho visto la sua...

1.4K I più visti

Likes 0

Aprile - Parte II

Grazie a tutti per i bei commenti e le valutazioni generalmente positive. Mi scuso per il fatto che la parte 2 abbia richiesto così tanto tempo, ma volevo assicurarmi che fosse il migliore possibile prima di pubblicarla. Spero che questa parte vi piaccia e cercate una parte 3 nelle prossime settimane. Per favore continua a valutare e commentare, e se non ti piacciono gli elementi del mio racconto, per favore fammi sapere nei commenti come pensi che potrei migliorare. Rob e April giacevano nel letto di April, persi nei loro pensieri post-coito. Si erano assicurati l'un l'altro che questa sarebbe stata...

1.3K I più visti

Likes 0

Bacchette magiche, per così dire (Una storia di Harry Potter)

Era tarda notte verso la fine di luglio, mancavano ancora pochi giorni al matrimonio di Bill e Fleur. L'intera Tana era tranquilla, quasi. All'interno della soffitta, un Incantesimo Silenziante sulla stanza, se qualcuno fosse nella stanza avrebbe sentito i piccoli gemiti e i forti schiocchi dell'ansioso mago diciassettenne Ron Weasley che leccava, succhiava e leccava la solitamente modesta Hermione Granger. Lei gemeva e piagnucolava, i suoi fianchi si agitavano e si agitavano come un cavallo selvaggio impazzito. Era iniziato in modo abbastanza innocente, Ron scivolava silenziosamente fuori dalla sua stanza e Hermione si materializzava dalla stanza che condivideva con Ginny. Si...

686 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.