L'avventura di Tracy continua

1.1KReport
L'avventura di Tracy continua

Si prega di leggere la prima parte di questa storia affinché tutto abbia un senso.
Abbiamo fatto le nostre docce separate, pulendo il sesso dai nostri corpi. Ci siamo incrociati nel corridoio tra una doccia e l'altra e lei si è avvicinata a lei, mi ha baciato e mi ha sussurrato all'orecchio: "Sono entrata nella doccia solo pensando a te". Le ho baciato la schiena, le ho accarezzato il culo coperto dall'asciugamano e mi sono diretto in bagno per la mia doccia.

Ho fatto la doccia, il mio cazzo sull'attenti per tutto il tempo, considerando cosa avevano in serbo la notte e il resto del fine settimana. Ero in piedi davanti al lavandino nudo, a radermi la faccia, quando sento la porta che si apre silenziosamente. Mi voltai e vidi mia moglie, Jen, scivolare nella stanza. Mi voltai per vederla, sorridente.

Immagino che a questo punto sia importante presentare gli altri coniugi. Mia moglie è l'amica, l'amante e la moglie più meravigliosa che un uomo possa immaginare. Insieme abbiamo esplorato più avventure sessuali di quante ne abbia la maggior parte delle persone in una vita. Non abbiamo quello che definirei un matrimonio "aperto", ma a entrambi piace il sesso abbastanza da capire che a volte succedono delle cose. Abbiamo condiviso un numero di persone in trio, partecipato ad alcune orge e sicuramente siamo stati con alcune persone in privato.

In più di un'occasione sono tornato a casa profumato del profumo di un'altra donna (o della sua fica), o di lei con la fica piena di sperma. Viene sempre suggerita una notte di sesso folle e selvaggio tra noi due mentre raccontiamo la storia della giornata. Basti dire che ero sicuro che non le sarebbe dispiaciuta la mia avventura con Tracy. In effetti, ero abbastanza sicuro che avrebbe voluto che Tracy si unisse a noi almeno una volta prima della fine del fine settimana.

E, ultimo ma certamente non meno importante, Dio ci aveva benedetti con il nostro primo figlio, che attualmente era di 5 mesi a Jen. Jen ha attraversato circa un mese di brutte nausee mattutine (beh, davvero, tutto il giorno) durante le quali non voleva avere niente a che fare con me. Ma dopo circa 2 mesi e mezzo qualcosa si è acceso dentro di lei e da allora è stata insaziabile. E dato il bagliore della gravidanza e il piccolo bernoccolo che inizia a mostrare sulla sua pancia, non riesco a toglierle le mani di dosso. Sapevo che quando le ho detto di Tracy avrebbe voluto scopare subito.

Il marito di Tracy, Tom, d'altra parte, non era così aperto e disposto a condividere sua moglie. In effetti, ero abbastanza sicuro che se avesse scoperto questa situazione avrebbe potuto uccidermi. E non lo intendo in senso figurato. Ero un po' preoccupato di poter essere a rischio di morte. Ovviamente questo non mi avrebbe fermato.

Mi voltai, ancora nuda, per vedere Jen in piedi con un vestito nuovo. Si voltò di scatto, il vestito lungo fino al ginocchio le roteò intorno. Ho sorriso, "Sì piccola, è molto bello." Nemmeno io mentivo, era stupenda. Sorrise, si fermò con il sedere rivolto verso di me e sollevò il vestito quel tanto che bastava per farmi vedere che non indossava mutandine. Il mio sorriso è diventato ancora più grande.

Mi ha guardato, la mia erezione infuriata, "Beh, sembra che qualcuno sia felice di vedermi." Ho sorriso, tirandola vicino a me, l'ho baciata. Le ho sollevato il vestito e le ho appoggiato il culo nudo sul bancone. Mi inginocchiai tra le sue gambe e le baciai le labbra della figa. Sorrisi notando che la sua figa normalmente ben rifinita era completamente calva, "Ti sei fatto la ceretta oggi?"

Lei gemette sommessamente, riportando la mia testa nella sua avida presa, "So quanto ti piace baby." Ho sondato delicatamente le sue labbra, leccando la mia seconda fica pelata della giornata. Era così bagnata, e solo un po' profumata dal lavoro di cera. L'ho leccato delicatamente, sapendo che è un po' tenero dopo che è stata depilata. Ha messo le gambe sulle mie spalle, aprendosi a me. Ho sfrecciato la mia lingua sul suo culo e sono stato ricompensato con uno strillo di gioia. Sentii le sue mani sulla mia testa, che la tiravano verso di me.

Mentre mi alzavo e la baciavo, sentivo che mi guidava verso la sua fessura desiderosa. Mi ha mordicchiato l'orecchio e ha detto: "Ho bisogno di te dentro di me e non abbiamo molto tempo. Papà sta preparando la cena". Non avevo bisogno di molto incoraggiamento, premendo la testa del mio cazzo contro il suo avido buco bagnato, ho sentito la mia testa entrare lentamente dentro di lei.

Lentamente ho riempito la sua figa con il mio membro palpitante, e proprio mentre toccava il fondo mi sono avvicinato al suo orecchio, baciandole il collo, "Ho scopato Tracy oggi". Un sussulto da parte sua, e potevo sentire la sua figa stringersi, le sue gambe attorno a me, che mi tiravano dentro di lei. "Ti piacerebbe leccare la sua figa. Ha quasi lo stesso sapore di te." L'ho sentita scivolare le dita verso il basso, strofinandosi la clitoride mentre iniziavo a scoparla. "La sua figa rosa è calva quasi quanto la tua in questo momento." Ho sentito le sue dita attaccarle la clitoride, segno sicuro che stava per venire. "Le ho infilato un dito nel culo e lei mi ha schizzato in faccia."

Ho sentito la sua figa stringersi attorno a me, i suoi occhi roteare all'indietro. Ho speronato il mio cazzo dentro di lei più forte, sentendo le mie palle stringersi prima che il mio cazzo esplodesse dentro di lei. Il mio seme si riversa nella sua figa incinta, schizzo dopo schizzo. L'ho baciata, le nostre lingue danzavano insieme, le nostre braccia strette l'una intorno all'altra. Ho sentito il suo orgasmo rallentare, il mio cazzo sgonfio che stava per scivolarle fuori. Mi tirai indietro, sul punto di inginocchiarmi e pulirla.

Mi fermò, baciandomi di nuovo: "No, per favore, non voglio sentirti dentro di me, che mi esaurisci durante la cena. Voglio poterti annusare, assaporare anche sul mio dito." Sorrisi, baciandola di nuovo, accarezzandole la pancia dove sapevo che il nostro bambino stava crescendo al sicuro dentro di lei. Scivolò giù dal bancone, "Pensi davvero che Tracy si unirebbe a noi? Sai che mio fratello ti ucciderebbe se lo scoprisse?"

Ho sorriso, "Sulla base delle sue reazioni questo pomeriggio, penso che potrebbe. E, per quanto riguarda il tuo secondo punto, immagino sia meglio essere sicuri che non lo scopra." Detto questo mi ha dato una pacca sul culo ed è scivolata fuori dal bagno per farmi finire di prepararmi per la cena.

Scesi le scale e trovai tutti a casa e il profumo meraviglioso del cibo in casa. Ci sono state alcune chiacchiere sulla giornata, la partita di golf, lo shopping, il tempo e, naturalmente, l'argomento preferito di tutti, il nostro futuro bambino. Ho notato che Tracy sembrava esitare a parlare troppo del bambino, ma l'ho ignorato, senza pensarci molto. Supposi che avesse un po' paura di rivelare quello che era successo quel pomeriggio.

Ci siamo seduti tutti a cena, Tracy e Tom di fronte a me e Jen. Tracy e io stavamo giocando a piedino per tutta la cena. Faceva scorrere le dita dei piedi sulla mia coscia, sfiorandomi le palle attraverso i pantaloni. Di tanto in tanto Jen e io ci mettevamo una mano sotto il tavolo e ci accarezzavamo a vicenda. Non indossava mutandine e si era tirata su la gonna abbastanza da permettermi di accarezzare un po' le labbra calve della sua fica, infilando il dito nel suo buco inzuppato di sperma.

Ho sentito il piede di Tracy sulle mie palle proprio mentre Jen si stava avvicinando per darmi una piccola stretta. Jen ha sentito il piede di Tracy. Ho guardato oltre per vedere gli occhi di Tracy diventare grandi. Non aveva modo di sapere che Jen stava bene con tutto quello che era successo. Jen accarezzò il piede di Tracy, strofinandolo anche un po' su di me, mentre guardava Tracy e sorrideva. Jen le ha fatto l'occhiolino e ho visto Tracy che mi guardava. Ho appena sorriso e le ho fatto un piccolo cenno.

Per il resto della serata ho cercato di passare un minuto da solo con Tracy per spiegare, ma non è mai successo. Ci siamo trasferiti tutti in soggiorno per sentirci più a nostro agio. Io e Jen ci siamo seduti sul divanetto, e lei mi ha messo le gambe sopra, e siccome ha sempre freddo, ci ha coperto con una coperta. Ho guardato Tom e Tracy. Potrei dire che Tracy ci stava guardando, chiedendosi.

Con la coperta che ci avvolgeva, infilai le dita sotto il suo vestito. Li ho fatti scorrere molto delicatamente sulle sue cosce e sulle labbra della figa appena calva. So che questo la fa impazzire. Potevo sentirli bagnarsi mentre il mio sperma e la sua eccitazione stavano gocciolando fuori da lei.

Non eravamo sul divano da molto quando Tom annunciò che sarebbe andato a letto. Guardò Tracy, "Vieni con me?" L'ho vista guardarci prima di annuire e alzarsi. Li ho visti salire di sopra. Pochi minuti dopo Jen, incolpando la gravidanza, disse che era stanca e aveva bisogno di andare a letto.

La nostra camera da letto era proprio accanto a quella di Tracy e Tom. Mentre ci spogliavamo e ci infilavamo nel letto, sentivamo il rumore delle molle che scricchiolavano dalla porta accanto. Jen mi ha appena guardato con un sorriso vigoroso sul viso prima di chinarsi e baciarmi. Ci siamo baciati, i gemiti soffocati e i grugniti della porta accanto alimentano la nostra lussuria. Io e Jen normalmente dedichiamo tanto o più tempo al sesso orale e ai preliminari, ma da quando è entrata in gioco la lussuria della gravidanza, lei mi vuole davvero dentro di lei.

Rotolò sopra di me, i nostri corpi nudi si unirono. Tra la sua eccitazione e lo sperma del nostro precedente appuntamento, sono stato facilmente in grado di scivolare profondamente nella sua figa alla mia prima spinta. La sentii ansimare, baciarmi mentre mi fermavo dentro di lei. Potevamo sentire i suoni della porta accanto prendere velocità. Indovinando che doveva essere vicino al cumming, Jen si è avvicinata al mio orecchio, "Voglio venire insieme a loro."

L'ho girata e Jen si è messa in ginocchio. Mi sono inginocchiato dietro di lei e ho fatto scivolare il mio cazzo nella sua presa stretta. Ho allungato la mano, iniziando a strofinarle la clitoride mentre iniziavo a spingerla dentro. L'ho sentita gemere sommessamente. Si avvicinò al comodino mentre la scopavo, aprendo il cassetto e tirando fuori un giocattolo. L'ho sentita spruzzare un po' di lubrificante sul tappo anale prima di darmelo.

Mi sono appoggiato all'indietro, tirando fuori il mio cazzo quasi completamente, ho infilato il giocattolo ben lubrificato nel suo stretto buco del culo. L'ho sentita gemere, ho sentito la sua figa stringersi mentre scivolavo di nuovo dentro di lei. Abbiamo sentito "sì piccola, sì, sto venendo, riempimi, riempimi, ce la puoi fare" provenire dalla porta accanto. Quella era tutta la motivazione di cui Jen aveva bisogno e l'ho sentita iniziare a venire alla mia prossima spinta dentro di lei. Tra il suo orgasmo, lo spettacolo di sesso dal vivo della porta accanto e il plug anale che le rendeva la figa ancora più stretta, non potevo fare altro che sborrarmi. Ho sentito il mio sperma bianco caldo schizzare nel suo buco desideroso. Spinsi ancora un paio di volte prima di sentire Jen crollare sul letto.

Mi girai, sorridendo. Ho baciato Jen, meravigliandomi della meraviglia della mia vita, crogiolandomi al fatto di aver scopato 2 bellissime donne in un giorno. Potrei dire che Jen stava già dormendo, sapendo che la lunga giornata e il bambino dentro di lei l'avevano stancata. Mi infilai la vestaglia e andai nel bagno in comune a fare pipì.

Non immaginando che qualcun altro si sarebbe alzato e non volendo scioccare i miei occhi con la luce intensa, ho chiuso la porta quasi del tutto e ho iniziato a fare pipì alla luce della luce notturna. Proprio mentre stavo finendo la porta si aprì. Ho visto Tracy in piedi completamente nuda, e l'ho vista sobbalzare per lo shock quando mi ha visto. Ho detto "Ciao. Mi dispiace spaventarti, non volevo che le luci fossero accese". Mentre se ne stava lì, incerta su cosa fare, mi voltai e mi lavai le mani.

Mentre li asciugavo, lei mi stava ancora guardando. Mi sono avvicinato a lei, ho messo le mie braccia intorno al suo corpo sexy e le ho sussurrato all'orecchio: "Jen e io abbiamo sentito te e Tom. L'ha fatta venire così forte quando ti ha sentito venire. Lei sa tutto di te e me, e ama Puoi unirti a noi ogni volta che vuoi. In effetti, scommetto che a Jen piacerebbe aiutarmi a ripulirti in questo momento." Le diedi un piccolo morso all'orecchio e tornai nella nostra stanza.

Mi sono infilato nel letto accanto alla mia sposa, coccolandola, sentendo il mio cazzo accoccolarsi nel suo culo che si spezzava, sentendo ancora il giocattolo scivolare forte nel suo culo. Fu solo pochi secondi dopo che sentii la porta aprirsi silenziosamente e Tracy che si avvicinava silenziosamente al nostro letto. È scivolata dietro di me, prendendomi a cucchiaiate, preparandomi il ripieno del miglior biscotto Oreo di sempre. Mi ha sussurrato all'orecchio: "Sei davvero sicuro che Jen stia bene con questo? Tom è fuori come una luce, lo è sempre dopo qualche drink e sesso, e nient'altro che un terremoto potrebbe svegliarlo fino al mattino".

Mi voltai verso di lei, baciandola, la mia mano che scivolava sulla sua sexy figa nuda. Ho infilato il mio dito dentro di lei, la sua passera piena di sperma di Tom. Tirai fuori il dito, infilandolo in bocca lo leccai per pulirlo. Ho sentito Tracy ansimare, il rumore che faceva muovere Jen. Jen si alzò a sedere, guardandoci sorrise, chinandosi per condividere il nostro bacio. Ho sentito Tracy allontanarsi da me, baciare Jen. Sorrido mentre li guardo baciarsi, Tracy si tira indietro un po' e dice "Non ho mai baciato una ragazza prima. Siete così fortunati ad avere una relazione così meravigliosa".

Detto questo, Jen è strisciata su di me per raggiungere Tracy. I due si sdraiarono uno sopra l'altro, baciandosi appassionatamente. Ho visto Jen sussurrare all'orecchio di Tracy e poi Tracy si è girata e si è messa sopra Jen in un 69. Ho visto la lingua esperta di Jen iniziare a leccare il buco bagnato e desideroso di Tracy. Il gemito di Jen era un'indicazione sufficiente che Tracy stava facendo lo stesso con lei. Mi sono inginocchiato dietro Tracy e ho iniziato a leccare il suo buco della sborra con Jen. Ci scambiammo un bacio, le nostre teste tra le sue gambe, condividendo il sapore dello sperma.

Mentre Jen si alternava tra la sua clitoride e la sua figa, stavo leccando il buco della sborra di Tracy e il suo stretto buco del culo. Feci roteare la mia lingua intorno al suo sedere, lavorandolo, premendoglielo dentro. Potevo sentirla senza fiato, mi chiedevo se fosse persino in grado di leccare la figa di Jen con il piacere che le stavamo dando. Le allargai le natiche del culo, appiattendo la mia lingua, dandole una lunga e lenta leccata sulla figa e sul culo, trascinando un po' di sperma dalla sua fica sul suo stretto buco del culo.

Ho preso un dito e l'ho infilato nella fica di Tracy. Tirai fuori il dito lubrificato, spingendolo delicatamente sul suo bocciolo di rosa. Scivolai facilmente dentro, sentendo il suo corpo iniziare a tremare. Sapevo che l'esperto assalto di Jen al suo clitoride sarebbe stato inesorabile e che doveva essere vicina all'eiaculazione. Ho sentito il suo buco del culo stringersi al mio dito e tutto il suo corpo convulso mentre gemeva nella fessura gocciolante di mia moglie. "Cazzo sì, non fermarti, sì, sì, SI!" Ho tolto il dito dal suo culo e ho infilato la mia lingua dentro. Stava gemendo, tremando e spingendo indietro il culo verso di me.

Mentre si girava sulla schiena, potevo vedere che il suo viso era coperto dal mio sperma e dai succhi di Jen. I suoi occhi erano ancora vitrei, l'orgasmo la travolgeva ancora. Jen e io abbiamo condiviso un bacio, assaggiando il mix di tutti i succhi sessuali che ci stavamo godendo. Mentre Tracy iniziava a riprendersi dall'orgasmo, ci guardò: "Jen, um, ho notato che hai un giocattolo nel culo. Travis ti fotte nel culo? Fino ad oggi non ho mai avuto nessuno che mi toccasse il culo. Tom pensa che il sesso orale sia sporco, e anche se a volte lo fa se ho appena fatto la doccia, non mi tocca mai dopo aver fatto sesso, tanto meno viene. E non si avvicina nemmeno al mio buco del culo.

Jen non poté fare a meno di ridere un po'. "Sì, sembra proprio mio fratello. Sì tesoro, mi piace quando Travis mi fotte nel culo." Mi ha guardato, e la mia erezione palpitante, "Vorresti che ti fottesse il culo?" Ho sentito il mio cazzo pulsare alla prospettiva. Sapevo che il buco del culo vergine di Tracy sarebbe stato il paradiso, e la mia meravigliosa moglie me lo avrebbe preso.

Ho visto Jen guardarmi, guardare il mio cazzo, "Penso che mi piacerebbe davvero." Jen tirò fuori il lubrificante dal comodino e guidò Tracy in ginocchio. Jen si è messa dietro di lei e ha spruzzato un po' di lubrificante sul suo bocciolo di rosa, infilandoci dentro un dito. Tirando il giocattolo dal suo culo, ha cominciato a strofinarlo intorno al buco del culo di Tracy.

Mi sono mosso davanti a lei, tenendo il mio cazzo, ancora coperto dai succhi secchi del nostro cazzo. Tracy aprì la bocca, accogliendo il mio cazzo dentro. L'ho sentita succhiare la testa del mio cazzo nella sua bocca, gemendo mentre Jen tirava fuori le dita e faceva scivolare la punta del plug anale affusolato all'interno. Tracy ha attaccato il mio cazzo, prendendolo più in profondità ad ogni colpo mentre il giocattolo veniva lavorato dentro di lei. Tracy gemeva, "sì, oh cazzo sì, per favore di più". Ho guardato indietro per vedere la spina completamente nel suo culo. Ho guardato Jen che ha ricambiato amorevolmente il mio sguardo.

Jen e io ci siamo scambiati di posizione, Jen sdraiata di fronte a Tracy, la sua fica spalancata; Potevo vedere i succhi scorrere dalle sue sexy labbra rosa. Mi sono inginocchiato dietro Tracy, spruzzando un po' di lubrificante sul mio cazzo, strofinandolo dentro. L'ho guardata mentre iniziava a leccare la figa di mia moglie, lunghi colpi che si avvicinavano ogni volta al leccarle il culo. Ho premuto delicatamente la testa lubrificata del mio cazzo sulla sua apertura vergine. "Per favore, fottimi, ho bisogno di te dentro il mio culo." Era tutto l'incoraggiamento di cui avevo bisogno.

Ho premuto più forte, sentendo la testa del mio cazzo violare la sua tenera backdoor vergine. Era così stretto che non ero sicuro che ne sarebbe andato di più, ma l'ho spinto un po' più forte e sono stato ricompensato con un lungo gemito mentre il mio cazzo scivolava più a fondo nel suo buco del culo. Mi tirai indietro, spruzzando un ultimo po' di lubrificante sul mio cazzo, e cominciai a scoparla lentamente e dolcemente. Ogni colpo che diventava un po' più profondo, potevo sentire il suo respiro irregolare, sapendo che probabilmente il suo culo stava bruciando. Dopo alcune spinte ero completamente dentro di lei.

Feci una pausa per un secondo, lasciando che si adattasse alla sensazione del mio cazzo nel suo culo. La sentivo spingere indietro contro di me, cercando di farmi spingere di più. Ho sentito la sua tensione intorno a me, sapevo che anche con tutto lo sperma che avevo fatto oggi non sarei durato a lungo. Ho cominciato a fotterla, basando il mio ritmo sul suo movimento del culo. Ho sentito Jen gemere, l'ho vista infilare la testa di Tracy nella fica. Ho sentito un gemito di Jen, l'ho vista alzare i fianchi verso Tracy mentre iniziava a venire.

Adesso avevo le mani sui suoi fianchi, entrando completamente in lei con ogni potente spinta nel suo bocciolo di rosa. L'ho sentita gemere, ho sentito il suo anello stringersi sul mio cazzo mentre la penetrava. Potevo sentire la sua umidità mentre le mie palle colpivano la sua figa ad ogni spinta. Ho sentito il familiare rigonfiamento nel mio cazzo, il serraggio delle mie palle. Sapevo che presto sarei venuto, e sarebbe stato un momento importante. Anche Tracy deve averlo sentito, "Per favore, non venire nel mio culo. Voglio sentirti di nuovo nella mia figa."

Per non deludere, le ho tirato fuori il cazzo dal culo. Afferrando uno straccio per la pulizia che abbiamo portato prima, mi sono pulito il cazzo. Ho visto Jen mettersi sotto di lei in un 69, muovendo la lingua sul clitoride di Tracy. Sento Tracy gemere, "per favore, per favore, voglio sentirti venire dentro di me. Ho bisogno di quel cazzo e ne ho bisogno adesso." Mi sono inginocchiato dietro di lei, strofinando il mio cazzo sulla sua figa bagnata. Ho sentito la lingua calda di mia moglie turbinare intorno alla mia testa mentre mi avvicinavo al clitoride di Tracy. "Per favore, smettila di prendermi in giro. Voglio il tuo grosso carico dentro di me."

Ho sentito la mano di Jen sul mio cazzo, guidandomi nella figa liscia di Tracy. In un lungo movimento fluido ho fatto scivolare il mio cazzo completamente dentro di lei. Ho sentito l'amore della mia vita succhiarmi le palle mentre iniziavo a stantuffare dentro e fuori la figa vogliosa di Tracy. Quando ho sentito il mio cazzo gonfiarsi, l'ho afferrata per i fianchi, spingendo il mio cazzo dentro di lei il più profondamente possibile. Ho sentito Jen aprirmi le chiappe e infilare la lingua nel mio buco del culo.

Gemetti, sentendo le mie palle contrarsi, il mio sperma che cominciava a sgorgare dal mio membro gonfio. Ho sentito la lingua di Jen stuzzicare il mio bocciolo di rosa, il mio cazzo trattenuto in profondità nel canale dell'amore di Tracy, il mio seme che scorreva uno scatto dopo l'altro. Non riesco a credere quanto sono eccitato e quanto le vengo dentro. Sento la lingua di Jen scivolare di nuovo sul clitoride di Tracy, leccandola. Il primo tocco della lingua di Jen spinge Tracy oltre il limite, urlando nella figa di Jen mentre viene di nuovo.

La fica di Tracy munge il mio cazzo, ottenendo un altro schizzo solido da me. Riesco a sentire Jen che lecca la mia asta mentre scivola nella figa di Tracy, bevendo il mio sperma mentre fuoriesce da lei. Tiro fuori il cazzo dalla sua figa, cadendo sulla schiena. Sento Tracy e Jen scivolare accanto a me, coccolandomi, i nostri corpi nudi e soddisfatti insieme. Jen guarda Tracy, "Allora, com'è andata?"

Tracy sorride: "Cazzo incredibile. Mi sentivo così piena." Tracy distoglie lo sguardo da entrambi, arrossendo un po'. "Devo dirti una cosa, e so che avrei dovuto dirtelo prima, ma non sapevo come avresti reagito." Prende un bel respiro e posso dire che era nervosa. Buffo come qualcuno possa essere nervoso quando ha appena avuto il tuo cazzo in ognuno dei suoi buchi.

"Tom e io stiamo cercando di rimanere incinta da più di un anno. Siamo stati da uno specialista. Sto bene, ma sembra che Tom abbia un numero di spermatozoi molto basso. Il dottore ha detto di continuare a provare, ma non l'ha fatto Non credo che le nostre probabilità fossero buone." Guardo Jen, guardando il piccolo rigonfiamento nella sua pancia, grato che siamo riusciti a rimanere incinta al primo tentativo. "Ho monitorato il mio ciclo, cercando di ottenere le migliori probabilità possibili. Sono fertile questo fine settimana. In effetti, il motivo per cui io e Tom l'abbiamo fatto stasera è che questo è probabilmente il picco della mia fertilità."

Jen e io ci guardiamo. Il mio sperma, il mio sperma chiaramente molto virile, stava attualmente riempiendo la fica di Tracy. "Stavo per chiederti una donazione. Ovviamente non avevo intenzione di piantarlo direttamente, ma beh, questo è stato ancora meglio. Ma ecco il punto. Tom non può MAI saperlo. Deve sii il nostro segreto. Per favore, so che avrei dovuto chiederlo prima, ma per favore facci avere questo dono. So che non c'è niente che io possa mai..."

Allungai una mano, mettendo un dito sulle labbra di Tracy. Guardo Jen, che mi fa un piccolo cenno. La strinsi a me, la baciai dolcemente. "Non riesco a pensare a onore più grande che farti questo regalo." Detto questo, Jen mette la mano dietro la testa di Tracy, chinandosi su di me per darle un bacio, questo un po' più appassionato.

Jen ha detto: "In effetti, scommetto che se giochiamo bene le nostre carte puoi ricevere un'altra donazione stasera. E c'è sempre domani ..." Con ciò ho sentito due paia di labbra abbassarsi sul mio cazzo, le loro lingue hanno iniziato a pulirsi Me. Potevo sentire la vita tornare al mio cazzo. Ah, la vita è bella.

Mi piace sentire il tuo feedback e le tue idee. Parti di questo si basano sul feedback della prima parte della storia.

Storie simili

Scopata su un tavolo da biliardo_(0)

Martha e Sharon hanno deciso di uscire e giocare a biliardo. Sapevano che potevano rimorchiare i ragazzi al pub locale ed entrambi amavano scopare. Quando sono entrati per la prima volta nel bar era vuoto tranne che per la cameriera. Sono quasi andati via, ma Martha ha suggerito di giocare a biliardo prima di andare avanti. Sharon acconsentì e raccolse le palle. Mentre Martha stava per rompere le palle, due ragazzi sono entrati nel bar e si sono seduti a un tavolo vicino al tavolo da biliardo. Martha ha rotto le palle guidando nella palla da dieci. Ha preso la mira...

1.9K I più visti

Likes 0

Un divertente pomeriggio parte 2

Greg si voltò con la schiena verso le mie gambe, si sdraiò su di esse e mi tenne il cazzo, accarezzandolo dolcemente. Si fermò per un minuto e compose un numero sul cellulare. Non appena ebbe finito, riprese scherzosamente a tirarmi e accarezzare il mio cazzo. Stavo diventando di nuovo duro, pensando a quanto sarebbe stato bello avere un altro orgasmo lento. Greg lasciò andare il mio cazzo e si premette il telefono contro l'orecchio; “Ciao Karen? Ehi, sono Greg, sei occupato? Ho un favore da chiederti. “ “Sì, è una cosa da uomini, ho incontrato un ragazzo questo pomeriggio, davvero...

1.4K I più visti

Likes 0

Naruto: schiavo per te cap. 2

Hinata si svegliò al profumo della colazione. Lentamente, aprì gli occhi e fu sorpresa di non trovarsi nella sua stanza. Poi i ricordi della scorsa notte iniziarono ad emergere nella sua mente mentre cercava il collare intorno a lei. Dopotutto non era stato un sogno. Aveva detto alla persona che amava più di chiunque altro al mondo come si sentiva. Poi notò che Naruto non era nella stanza. Un senso di vergogna la riempì mentre ricordava le sue lezioni dall'accademia. Le era stato insegnato a svegliarsi prima del suo padrone. Per preparargli un pasto per iniziare bene la giornata. Aveva dimenticato...

1.1K I più visti

Likes 0

LESSI Capitoli 7-14

LEXI (Capitolo 7-14) CAPITOLO 7 Siamo finiti in un ristorante italiano preferito nel quartiere in cui a Spence piaceva andare. Era piuttosto affollato e l'unico posto libero era una cabina d'angolo. Abbiamo seguito l'addetto alla reception allo stand e Lexi è entrata per prima e Carmen ha detto. Stan, perché non entri tu il prossimo e riempi la parte centrale tra me e Lexi. Certo ho accettato. Ci sistemammo mentre sia Carmen che Lexi sedevano piuttosto vicine a me. Allora, cosa ne pensi di portare noi ragazze ad un appuntamento? chiese allegramente Lexi. Sì, sei in buone mani Stan mentre Carmen...

1.4K I più visti

Likes 0

Biker Lust... L'inizio

Era una calda giornata autunnale. Stavo guidando senza meta in giro per il paese sul mio Sportster. Tutta l'estate era da tanto che giravo su queste stesse strade e mi sentivo piuttosto annoiato. Stavo cavalcando, perso dentro pensai quando mi imbattei nella piccola valle boscosa con il cimitero lungo la strada. Questo è stato un buon momento come qualsiasi altro per fermarsi a bere un sorso d'acqua. Accostandomi sul ciglio della strada parcheggiai la bici e mi stiracchiai respirando a pieni polmoni il profumo boisé che ho sempre amato. Slacciare le cinghie della bisaccia. Tirai fuori una bottiglia d'acqua e una...

1K I più visti

Likes 0

Una vita non così semplice: parte 4_(1)

La caffetteria è morta, in senso figurato ovviamente, ma dopo mi è sembrato di fissare un gruppo di fantasmi. Ovunque guardassi, incontravo volti pallidi e sbalorditi che facevo del mio meglio per ignorare mentre mi facevo strada tra la folla. Tenendo la testa bassa, sono riuscito a liberarmi dalla massa ea scappare dalla mensa, appoggiandomi al muro per cercare di riprendermi momentaneamente prima di dirigermi verso la mia classe. Quando ero circa a metà strada, ho sentito dei passi precipitosi dietro di me. Mi voltai per controllare chi fosse quando Shawn improvvisamente mi colpì a terra. Sei pazzo! mi gridò all'orecchio...

832 I più visti

Likes 0

Facendo bagnare di nuovo Amy! Di Blueheatt __Amy era brava nel suo lavoro e io ho fatto il mio lavoro, ma i trucchi non si sono mai fermati. Chiamava: “James chiama estendere. 102” La chiamavo e lei mi abbaiava ordini. (le piaceva fare il capo con me, anche se non era il mio capo) “JAMES, la mia sedia ha un cigolio, alzati qui e riparala. CLIC. Ci andrei quando ne ho la possibilità, senza fretta. Prendevo il mio piccolo kit di attrezzi e mi comportavo come se stessi facendo qualcosa. Quando arrivavo lì, la sua assistente mi annunciava di entrare e...

838 I più visti

Likes 0

Ex compagni di gioco di Playboy Parte 9: Il vero desiderio di Tiffanie_(1)

Nota dell'autore:  Questa è la seconda storia di Tiffanie, un ex compagno di giochi di playboy immaginario. Il suo primo è interrazziale. Non devi leggerlo se non vuoi, ma basti dire che nella parte 3 di questa serie, Tiffanie ha assistito a un atto incestuoso a casa sua che ha coinvolto sua sorella maggiore Diane. A differenza di Stephanie, (che ha anche assistito a un atto simile nella parte 3) ha incasinato Tiffanie, facendola impazzire. Ha fatto del suo meglio per evitare i suoi desideri incestuosi interiori, affogandoli con lo sperma degli uomini di colore. La prima e la seconda storia di...

2.6K I più visti

Likes 0

Il maestro dell'orologio e l'inventore Parte 4_(1)

Eccoci... gemetti, posando la cassa sul tavolo. Sospirai guardandomi intorno nel ripostiglio; Ancora una volta ero solo in fabbrica, questa volta a organizzare le spedizioni. Gemendo inarcai la schiena. Allungamento; Ero più che dolorante per i giorni di travaglio. Scrap era in un angolo, in attesa dei miei ordini. Tempo di scarto per tornare a casa. In risposta, l'automa si raddrizzò leggermente, sibilò e si avviò con passo pesante verso la porta. L'ho aperto e ho seguito la mia invenzione nelle strade poco illuminate. Le strade erano semivuote, la maggior parte delle persone tornava a casa per la sera; ogni tanto...

2.2K I più visti

Likes 0

Cyber-sesso con una dea

Ehi ragazzi, questa è la mia prima storia, quindi per favore tenete per voi le recensioni negative. Ok, quindi proprio ora ho avuto una conversazione sul cybersesso e ho pensato che sarebbe stato divertente postarla. Se vi piace, ne posterò un altro ma per ora, ecco qua. *Connessione riuscita* ????: Ciao Io: M o f ????: Ciao. tu? Io: ciao m La sua età Io: la tua prima vera età, niente bugie Suo: ** Io: non mi interessa se sei giovane Me: ** Lei: taglia? Io: 8 pollici (bugia totale tra l'altro) Lei: accidenti Io: sì Io: come la tua taglia...

2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.