IncestoStoria veraStuproIngoio di spermaBestialitàMoglieBDSMUmiliazioneScritto da donnePompino

Dominio/sottomissione

L'appuntamento

L'ho aspettata nella camera d'albergo cercando di calmarmi i nervi. Lo abbiamo già fatto in passato, ma questa volta avevo un piano e avevamo preso accordi in anticipo. “Calmati, vecchio mio, non lasciarti trasportare. Questa volta conterà”. Un leggero colpo alla porta mi sveglia dai miei pensieri. Apro la porta e vengo accolto da quel sorriso che chiunque definirebbe innocente ma io lo so. Sono contento che sei venuto. dico mentre entra con quella sicurezza, come se questa fosse la sua stanza di casa. Quasi non l'ho fatto. Lei rispose togliendosi la giacca e appoggiandola su una sedia nell'angolo. Con uno...

506 I più visti

Likes 0

Come sono diventato schiavo

Ho sempre saputo che c'era qualcosa di diverso in me. Quando ero più giovane ricordo che leggevo la storia e non capivo cosa ci fosse di così brutto nell'essere uno schiavo. Non avere schiavi, mente, ma esserlo non sembrava essere poi così terribile. Crescendo mi sono reso conto che era più complicato che servire semplicemente qualcun altro, e la parte pubblica di me si sentiva in colpa per questo, mentre la parte privata di me era ancora calda ed eccitata dall'idea di non avere alcun controllo sulla mia vita. più. Quindi immagino che non dovrebbe sorprendere la rapidità con cui sono...

543 I più visti

Likes 0

Lucio

Sono una mamma single di soli 31 anni. Ho avuto mio figlio quando ero giovane, rendendolo ora un uomo di 18 anni. Essendo single, i tempi erano duri per noi, ho dovuto fare due lavori principalmente per sostenerci anche nelle peggiori condizioni. Vivevamo di stipendio in stipendio finché un fatidico giorno ho ricevuto una lettera dall'avvocato della mia prozia. La mia prozia purtroppo era morta nel sonno solo una settimana prima. Venivo contattato per riscuotere un'eredità che mia zia aveva accantonato per me. Sono rimasto sbalordito dall'importo che ora era legalmente mio. È stato sufficiente per mandare Chris a scuola e...

1.1K I più visti

Likes 0

Vecchi ricordi con papà_(0)

Angel, 17 anni, sarebbe tornata per l'appuntamento con il suo attuale fidanzato. Indossava una camicetta bianca, una minigonna nera e dei tacchi per darle un tocco di seduzione. Sotto il top indossava solo un sottile reggiseno di pizzo bianco con mutandine abbinate sotto la gonna. Questo outfit amplificava il suo corpo snello, era sicura che ne avrebbe avuto un po' stasera. Mentre tornava a casa, intatta, si è diretta verso la sua stanza prima di essere fermata da suo padre. I ragazzi con cui esci... sono così deboli. L'ha fermata nel corridoio nel cuore della notte, sorprendendola mentre tornava a casa...

1.2K I più visti

Likes 0

Scenario 1: vincolato

Si è svegliato incapace di muovere le braccia; poteva sentire le restrizioni attorno alla parte superiore delle braccia e ai polsi. Spostandoli in avanti, non riuscì a portarli sopra la vita. A giudicare dalla mancanza di sensibilità in loro, era legato e in quella posizione da un po'. Il terreno era fresco sotto di lui, senza dubbio un pavimento di piastrelle poiché poteva sentire i solchi della malta nel suo braccio. Lottando per mettersi in posizione seduta, non riusciva ad aprire gli occhi e si rese conto di essere bendato. Il cuore nel suo petto batteva un po' più velocemente per...

820 I più visti

Likes 1

Volare alto_(0)

Gli altoparlanti nella sala partenze gracchiarono seguiti dal consueto “Ping pong” e una voce automatizzata annunciò che il volo per Sydney era ormai in fase di imbarco. “Ci siamo” pensò Rosa. Si chinò, infilò l'iPad nel borsone e chiuse la cerniera. Poi si alzò e si unì alla coda al gate d'imbarco. Si ritrovò in piedi dietro un uomo alto con spalle larghe e fianchi sottili. Non poté fare a meno di abbassare lo sguardo e fu ricompensata dalla vista di pantaloni attillati che incorniciavano le natiche tornite. Lei continuò a guardare mentre la coda avanzava strascicando i piedi e lui...

783 I più visti

Likes 0

Tempi veloci all'Eden S&M - Capitolo 1 - Matricola in paradiso

Era la prima serata di metà maggio e una calda brezza primaverile entrava dalla finestra della camera da letto di Trevor. La sua stazione rock preferita risuonava dagli altoparlanti e dal subwoofer del suo computer desktop. Si rilassava in una poltrona a sacco, riducendo in mille pezzi i suoi amici e venendo annientato a sua volta mentre si godevano una sessione di combattimento mortale prima di cena. Trevor sapeva che avrebbe dovuto concludere presto la faccenda. Poteva sentire l'odore del condimento messicano, della carne sfrigolante e della salsa che proveniva dal piano di sotto. Era la serata dei tacos a casa...

952 I più visti

Likes 0

Addestrare un giovane schiavo

A causa di spammer e altri idioti, la sezione commenti è stata riservata solo ai membri. Puoi anche inviarmi eventuali commenti in privato. Fortunato Mann Questa storia è stata modificata per soddisfare le nuove regole. Addestrare un giovane schiavo Il Maestro Jim aveva 30 anni, era alto un metro e settanta e pesava ben 190 libbre. Sua moglie, la padrona Dora, aveva 28 anni, era alta un metro e settanta e pesava 125 libbre, con capelli castano scuro lunghi fino alle spalle e capelli lunghi fino alle spalle. una bella coppa di tette di classe C che le piaceva mostrare. Tutto...

950 I più visti

Likes 0

La nostra unica speranza, capitolo 08

AVVERTIMENTO! Tutti i miei scritti sono destinati SOLO agli adulti di età superiore ai 18 anni. Le storie possono contenere contenuti sessuali forti o addirittura estremi. Tutte le persone e gli eventi raffigurati sono di fantasia e qualsiasi somiglianza con persone vive o morte è puramente casuale. Azioni, situazioni e risposte sono SOLO fittizie e non dovrebbero essere tentate nella vita reale. Tutti i personaggi coinvolti nell'attività sessuale in questa storia hanno più di 18 anni. Se hai meno di 18 anni o non capisci la differenza tra fantasia e realtà o se risiedi in qualsiasi stato, provincia, nazione o territorio...

881 I più visti

Likes 0

Breve gioco di ruolo sul demone (femmina x [tu])_(0)

Rave era una ragazza dall'aspetto severo. I suoi lunghi e morbidi riccioli viola le cadevano sul viso a causa del vento freddo all'esterno, che faceva risaltare ancora di più la sua pelle pallida. Indossava un grande maglione bianco con sotto calze nere sexy, completandolo con Dr Martin nere e uno zaino con ali del diavolo decorative. I suoi capezzoli vivaci si vedevano attraverso il tessuto a maglia e potevi persino vederne il delicato colore rosa. Non indossava il reggiseno come sempre, perché non riusciva mai a trovarne uno comodo di coppa G. Aveva le mani infilate nel cappotto, ma erano ancora...

911 I più visti

Likes 0