Figa su l'albero

2.7KReport
Figa su l'albero

Quando sono diventato Vigile del fuoco, ho capito che sarei stato chiamato a gestire una serie di servizi per il pubblico. Le pubbliche relazioni sono 3/4 del lavoro. Ho sempre a che fare con il pubblico, da piccole crisi a grandi disastri. Di solito un "grazie" o un sorriso è sufficiente gratitudine per un lavoro ben fatto. In alcune occasioni durante la mia carriera, ho ricevuto biscotti fatti in casa o altre prelibatezze come forma di gratitudine. Nulla è necessario, come sottolineo continuamente a coloro che aiuto. Conclusione: la città mi paga bene per fare il mio lavoro. Non fui sorpreso quando arrivò la chiamata che il gatto di una signora era su un albero, rifiutandosi di scendere. È stato l'indirizzo che mi ha sorpreso. Lavoro in una stazione molto visibile che è circondata da case multimilionarie di proprietà di alcune delle persone più ricche dell'industria cinematografica. A differenza del resto del pubblico, queste persone richiedevano un trattamento speciale. Un gatto bloccato su un albero era considerato un'emergenza.

Quando siamo arrivati ​​a casa, sono saltato dal camion e sono andato a parlare con le donne sconvolte in piedi nel suo prato davanti. È stata una delle attrici più famose del grande schermo. L'avevo vista di recente al cinema, interpretare un personaggio femminile sconvolto. Ha recitato bene la parte. Era vestita con un bikini giallo brillante che copriva a malapena il suo corpo voluttuoso. Si poteva dire che fosse stata sottoposta a numerosi interventi chirurgici, nascondendo questo e quello. Il prodotto finale era perfetto. Non c'era modo che il suo seno potesse essere reale, ma non mi importava quando il mio pene iniziò a rispondere. Alzai lo sguardo e vidi il gatto a pelo corto più bianco, sul ramo più alto dell'albero. Il gatto era in agguato per la vita, miagolando per la sua paura. Le donne continuavano a calmare il gatto, assicurandolo che c'era aiuto. Mi ha guardato con i suoi grandi occhi azzurri, "abbatterai la mia tigre, vero.." L'ho informata di sì, eravamo lì per abbattere "Tigre", in sicurezza. Ho detto ai ragazzi di prendere una delle scale dal camion. Mentre tenevano la scala, sono salito in cima. Ho raggiunto "Tiger" e sono stato ricompensato con tre graffi giallastri sulla guancia. Ho giurato a bassa voce, mentre allungavo di nuovo la mano e afferravo il gatto per la collottola. Con cautela portai di nuovo "Tiger", facendo attenzione a non sentire più il suo dispiacere. Ho consegnato il fagotto di pelliccia spaventata al suo proprietario, che ha espresso la sua più sincera gratitudine. Tenendo il fagotto, come se fosse di vetro, l'attrice entrò in casa sua. I ragazzi hanno fatto crollare la scala e l'abbiamo caricata di nuovo sul camion.

Avendo bisogno della sua firma sui miei documenti, bussai cautamente alla sua porta. Ha risposto alla porta, ancora vestita con il suo piccolo bikini giallo. Quando ha firmato i miei documenti, ha espresso nuovamente la sua gratitudine. Mi ha invitato più tardi per un piccolo "ritrovo", dandomi il suo numero e l'ora. Le ho detto che avrei provato a farcela. Ha detto che avrebbe mandato un'auto più tardi a prendermi. Quando sono tornato alla stazione, non ero sorpreso che avesse chiamato. Aveva parlato con il mio capo, e di nuovo aveva espresso la sua gratitudine. Sono andato in bagno, accedendo al danno alla mia guancia. Non avendo altri lavori quella sera, decisi di partecipare a questo suo piccolo incontro. Mi sono vestita casualmente con un paio di jeans e una camicia di cotone bianca abbottonata. Alle 19 in punto una limousine si fermò alla stazione. L'autista scese e aprì la portiera del passeggero. È scesa con grazia dalla macchina. Indossava un vestito nero corto e attillato che le aderiva come una seconda pelle. Ha chiesto se poteva usare il bagno prima di partire. Le ho mostrato dov'era il bagno e lei mi ha chiesto di seguirla dentro. Ho pensato che avesse bisogno di aiuto per sistemarsi il vestito o qualcosa del genere. Non appena chiuse a chiave la porta, si inginocchiò davanti a me. Mi ha aperto la zip dei pantaloni, tirando fuori il mio cazzo morbido. "Sapevo che sarebbe stato bello e grande", mormorò mentre si metteva la mia lancia in bocca e iniziava a succhiare. Era una ventosa esperta, e ha fatto scorrere la sua lingua sul mio albero e sotto le tenere pieghe della carne sulla mia punta. Mi aggrappai allo stipite della porta mentre gemevo di piacere. Non potevo credere alla mia fortuna. Questa bella attrice famosa mi stava succhiando la canna, proprio qui alla stazione. Ha mosso la sua lingua su e giù per la mia asta mentre continuava a succhiarmi la punta. Passai le dita tra i suoi lunghi capelli, prendendole il viso tra i palmi delle mie mani. Mentre guardavo in basso, ho notato che non indossava alcun reggiseno sotto il suo vestito nero attillato.

Le ho fatto scivolare le mani sul davanti accarezzandole le tette perfette. Ho spremuto i capezzoli finché non sono diventati duri. Lei gemette di piacere mentre continuava a succhiarmi il cazzo. Inarcai il corpo sentendo crescere l'orgasmo. Ho spinto la sua testa verso il basso, spingendo il mio cazzo più a fondo nella sua bocca, mentre le sparavo il mio carico in gola. Ha ingoiato tutto, succhiando la mia mancia desiderando di più. Ha tirato fuori il mio morbido cazzo scaduto dalla sua bocca e si è leccata allegramente le labbra. "Hai ancora voglia di fare un po' di festa?" ha interrogato. Se la festa avesse significato scoparla... ci sarei stato in qualsiasi momento. Uscimmo dal bagno e salimmo sulla limousine in attesa. Mentre l'autista guidava verso casa sua, mi accarezzava il pene attraverso i jeans. Ero così eccitato, volevo di più. Ho spostato la mia mano sotto la sua gonna corta, sentendo tra le sue gambe. Indossava un piccolo perizoma che era umido per la sua anticipazione. Ho fatto scivolare la mia mano sotto il suo perizoma, sentendo la sua fessura calda e bagnata. Si avvicinò a me, permettendomi di far scorrere le mie dita nella sua calda figa bagnata.

Mentre il suo autista entrava nel vialetto, mi ha tolto la mano dalle mutandine. "Ci sarà un sacco di tempo per questo, signor Fireman!" Ero in uno stato di attesa. Ero curioso di sapere se ci fossero o meno altri partecipanti a questo suo piccolo raduno, perché non ho visto altre macchine. Quando entrammo in casa sua, si tolse il tubino nero. Era in piedi davanti a me con i tacchi alti neri e il suo perizoma. Mi sono meravigliato di quanto fosse perfetto il suo corpo. I suoi seni erano sodi e perfetti. I suoi fianchi erano stretti e la sua pancia piatta, mostrando muscoli sodi. "Sei pronto per mostrare la mia gratitudine?", ha chiesto. Si avvicinò a un armadietto e ci versò da bere. Me ne porse uno, girandosi nel suo soggiorno. Il suo caminetto era stato precedentemente acceso e davanti ad esso era stato steso uno spesso tappeto di visone. Quando raggiunse il caminetto, si voltò ad aspettarmi. Rimase di fronte a me solo per un momento, poi si inginocchiò assumendo una posizione familiare. Mi ha sbottonato e aperto la cerniera dei jeans, tirandoli giù fino alle caviglie. Ha raggiunto e ha iniziato ad accarezzare il mio cazzo fino alla durezza. Di nuovo, lo mise in bocca e iniziò a succhiare. Mi sbottonai la camicia e la gettai sul divano. Ho spostato le mie mani tra i suoi capelli, avvicinando il suo viso al mio cavallo. Ho spinto il mio cazzo in profondità nella sua bocca.

Smise di succhiare e si voltò. Ho spostato il mio cazzo nella fessura del suo culo. Ho inumidito una delle mie dita e l'ho inserita nel suo intero, assicurandomi che fosse pronta per la cosa vera. Si è rifiutata di togliersi il perizoma, spiegando che amava quando il materiale cavalcava tra le sue gambe mentre veniva scopata. Ho tirato su il materiale, assicurandomi che la sua figa sentisse l'attrito mentre spingevo il mio cazzo in profondità nel suo culo. Si dimenò di piacere, facendo sì che il mio cazzo la cavalcasse in profondità. Si aggrappava al mantello del camino, mentre io pestavo la mia carne dentro di lei. Il suo culo era così stretto e così bagnato che in pochi istanti ho sparato il mio secondo carico. Si voltò e mi guardò con piacere. Mi sentivo tra le sue gambe, facendo scivolare le mie dita lungo il suo clitoride umido. Senza togliersi i tacchi, si distese sul visone, invitandomi ad unirmi a lei. Allarga le gambe, facendo scivolare le proprie mani lungo il clitoride. Ha iniziato a giocare con la sua figa rosa mentre la guardavo. Ho messo la mano intorno alla mia asta e ho iniziato a masturbarmi, godendomi la sua esibizione. Si portò una mano al seno e iniziò a giocare con la sua tetta ora eccitata. Mentre continuavo a giocare con il mio cazzo, ho fatto scivolare la sua punta tra le labbra della sua figa stuzzicandola. Sorrise, portando le dita alla bocca assaporando i suoi dolci succhi. Si avvicinò al suo bicchiere di liquore e ne versò un po' sulla sua fica. Mi chinai, mettendo la testa tra le sue gambe e succhiai i succhi combinati. Volevo infilare il mio cazzo nella sua figa e cavalcarla forte e profonda.

Percependo la mia ansia, mi afferrò i capelli, tirando la mia testa verso la sua. Mi succhiò la lingua, assaporando i suoi succhi che erano rimasti nella mia bocca. Ho afferrato le sue tette mentre spingevo spietatamente il mio cazzo duro in profondità nel suo buco accogliente. Inarcò la schiena, accogliendo ogni mia spinta. Ho macinato il mio cazzo dentro di lei, volendo sentire la punta penetrare attraverso la sua pancia. Di nuovo, gemette di piacere, affondando le dita nella mia schiena. Le ho afferrato brutalmente la testa, avvicinando la sua bocca alla mia, mentre mi giravo, posizionandola sopra il mio cazzo. Si è tenuta stretta e mi ha portato a casa. Ci siamo tenuti stretti l'uno all'altro mentre entrambi esplodevamo nell'orgasmo. Quella sera è una che ricorderò per sempre, fino alla morte. Era un mostro sessuale, non si accontentava mai. L'ho scopata tutta la notte. Quando me ne sono andato la mattina dopo, sentendo il suo ultimo suono di gratitudine nelle mie orecchie, ho provato a ricordare quante volte sono venuto. Non ho problemi a tirare fuori le fighe dagli alberi... purché possa godere della gratitudine del proprietario....

Storie simili

Stefano

Ho incontrato Stephanie in un club un paio di anni fa. Stavamo entrambi sbavando per lo stesso ragazzo sexy che sapevamo di non avere davvero alcuna possibilità. Dopo che Mr. Hot Guy se n'è andato abbiamo iniziato a parlare, a spettegolare davvero, della ragazza con cui se n'era andato. Si è piuttosto ubriacata. Non so perché, ma per qualche motivo mi sarei sentito malissimo se l'avessi lasciata al club, avrebbe potuto guidare da sola a casa- l'ultima cosa che volevo era leggere di un guidatore ubriaco che colpisce un albero e uccide lei stessa nell'edizione mattutina del giornale. Invece l'ho fatta...

879 I più visti

Likes 0

...

395 I più visti

Likes 0

L'autista(#4)......Tina e quei pazzi clienti

L'autista…. Tina e quei pazzi clienti Scritto da: PABLO DIABLO Diritto d'autore 2018 CAPITOLO 1 Quando io e Tina lasciammo l'ufficio mano nella mano, sorrisi. Sapevo di essere in una posizione molto più forte prendendomi cura del signor e della signora Jaxson. Erano persone meravigliose. A questo punto, stavo ricapitolando, nella mia testa, cosa mi è successo da quando sono entrato a far parte della Happy, Happee Limo Company: • Ho fatto sesso con Sasha, il mio capo, Tina, la sua assistente, Paula, una collega nella sala telefonica, e Jill, la migliore autista dell'azienda. • Ho ricevuto una mancia di $...

956 I più visti

Likes 0

Volare alto_(0)

Gli altoparlanti nella sala partenze gracchiarono seguiti dal consueto “Ping pong” e una voce automatizzata annunciò che il volo per Sydney era ormai in fase di imbarco. “Ci siamo” pensò Rosa. Si chinò, infilò l'iPad nel borsone e chiuse la cerniera. Poi si alzò e si unì alla coda al gate d'imbarco. Si ritrovò in piedi dietro un uomo alto con spalle larghe e fianchi sottili. Non poté fare a meno di abbassare lo sguardo e fu ricompensata dalla vista di pantaloni attillati che incorniciavano le natiche tornite. Lei continuò a guardare mentre la coda avanzava strascicando i piedi e lui...

598 I più visti

Likes 0

La mia fidanzata e la guardia del corpo nera - Parti 04 - 05

Parte 4 Ok, questo aggiornamento è piuttosto lungo e non entrerà in azione fino al prossimo aggiornamento. Venerdì torno al lavoro in studio presto, preparandomi per la sessione e ripercorrendo gli eventi della settimana nella mia testa. Avevo scoperto che la mia fidanzata aveva mandato messaggi alla guardia del corpo nera alta 6'6 pollici che aveva incontrato mentre veniva a trovarmi al lavoro. La mia fidanzata è naturalmente socievole e civettuola, quindi questa non è stata quasi una sorpresa. Ciò che mi preoccupava era che i suoi messaggi venivano sempre cancellati quando controllavo il suo telefono il giorno dopo. La volta...

417 I più visti

Likes 0

3alcune fantasie

Incontriamo un'altra donna in un bar per un paio di drink, indossa un vestitino e si vede che non ha la biancheria intima sotto, io indosso una gonna molto corta, top scollato e calze. Dopo un paio di drink torniamo tutti nella camera d'albergo che abbiamo prenotato, fermandoci lungo la strada per prendere altri drink. Mentre versi da bere io e lei ci sistemiamo di nuovo sul letto e iniziamo a baciarci, prendendoci il nostro tempo perché sappiamo che stai guardando. Comincia a muoversi lungo il mio corpo, iniziando con il baciarmi il collo, le mie mani sulle sue tette, a...

1.4K I più visti

Likes 0

Ragazze di softball parte 2

Il sabato successivo si era svegliato presto per andare al lavoro e aveva una pausa pranzo di 2 ore (aveva beccato la sua cagna sposata di un capo a fare sesso con il box boy), e quando arrivò a casa sua c'erano due macchine il suo vialetto. Erano Laura e Jessi; erano qui per la loro abbronzatura quotidiana, perché si abbronzassero sempre a casa mia non ne sono sicuro, deve essere il facile accesso che le persone hanno alla piscina. Mark rimase a guardare attraverso la finestra della cucina quei due abbronzati, accanto alla sua sexy sorella. No, è sbagliato, si...

1.2K I più visti

Likes 0

Oh papà tutte e tre le parti!

Oh papà, parte 1, La mia lettera a papà A volte il dolore dei miei problemi di salute sconvolge la mia routine; tuttavia, non lascio che regni tutta la mia giornata. Come oggi, mi alzo troppo presto ma solo perché ieri ho fatto un pisolino. Non provo alcun dolore, sono solo arrapato da morire, e me ne sto seduto qui nudo a masturbarmi. Vedi, sono un po' esibizionista e mi piace giocare con me stesso, fantasticando sul mio nuovo amante John. Vorrei che stesse infilando il dito indice in profondità nella mia fica fradicia. Adoro il modo in cui mi fa...

965 I più visti

Likes 0

Un ragazzo e il suo...? 37 Sheeka

Jake stava ancora tenendo Akeesha ciascuno dei suoi Jinn riuniti attorno a entrambi. Nella stanza non si udiva altro che il suono di grandi pianti e singhiozzi. Ci fu un'altra enorme ondata di energia quando apparvero sia Nyrae che Inger. Inger volò verso Akeesha, le lacrime cominciarono a scendere dai suoi occhi. Perché? Perché sta morendo? Se muore, Padron Jake, ti prometto che ti farò soffrire! Inger stava ringhiando a Jake. Morirò presto in un modo o nell'altro Inger. Il legame che ho con i miei Jinn mi ucciderà quando lei morirà. Ho paura che ucciderà anche loro. Vorrei solo che...

651 I più visti

Likes 0

Venditore ambulante e cameriera del motel.

Sono un venditore ambulante e sono stato in viaggio lontano da mia moglie e tre figli adolescenti per una settimana senza molto successo. L’economia fa sì che molti dei miei clienti facciano marcia indietro negli acquisti su cui normalmente posso contare. Di solito trascorrevo circa una settimana in viaggio e il resto del mese in ufficio a fissare appuntamenti e gestire le vendite. Quel giorno pensavo di aver fatto una vendita di $ 50.000 a un'azienda con cui lavoravo da sei anni. All'ultimo minuto mi hanno detto che non avrebbero effettuato l'ordine. Ero schiacciato e arrabbiato, arrabbiato con l'azienda, arrabbiato con...

733 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.