Avventure selvagge

1.3KReport
Avventure selvagge

Mi sveglio intontito e confuso, la gola estremamente dolorante, non ho idea del perché sto dormendo sul pavimento di mio fratello. Tutto quello che riesco a ricordare è che Lauren mi ha versato un altro drink e mi ha mostrato le sue tette. Mio fratello entra e mi dice buongiorno. Gli chiedo cosa sia successo e lui ha risposto che Lauren ha preso la mia verginità ieri sera, poi gli ho chiesto dove fosse. Ha detto che aveva lasciato la stanza in modo da poter avere privacy.

Gli dico che non riesco a ricordare nulla di ieri sera e lui ride dicendo che l'alcol lo farà. Provo ad alzarmi e cado di nuovo giù, lui mi aiuta ad andare in bagno e invece di alzarmi mi siedo a fare pipì. Sono seduto all'altezza degli occhi e posso vedere il contorno del suo uccello, mi vede fissarlo ma non dice nulla. Mi aiuta a rialzarmi e il lato della mia faccia colpisce il suo cazzo, potevo sentire che era semi eretto. Torniamo nella stanza e lui mi mette sul letto e dice che tornerà subito, pochi istanti dopo torna con l'aspirina e del succo.

Lo prendo e dico grazie. Si siede accanto a me e dice che deve mostrarmi qualcosa, tira fuori il telefono dalla tasca e apre un video. Mi ha passato il telefono e ho guardato, ho visto la mia parte inferiore del busto con Lauren sopra di me che mi cavalcava. La telecamera inizia a scendere e poi vedo la mia testa penzolare, mio ​​fratello che mi scopa lentamente la gola. Il video si interrompe e porgo il telefono a mio fratello.

Dopo qualche minuto di silenzio gli chiedo "adesso sono come quelle ragazze di cui parli?" lui dice di no e mi chiede se voglio qualcosa da mangiare, io dico di sì e lo seguo in cucina. Vedo Lauren al tavolo che mangia delle uova strapazzate e mi fa l'occhiolino, io arrossisco e guardo in basso mentre mi siedo al tavolo. Lauren mi chiede "come mi sento"? Le dico che ho mal di testa, lei si avvicina a me, mi abbraccia e mi pianta un bacio sulla guancia dicendo che andrà tutto bene.

Mio fratello lascia la stanza per un secondo e chiedo a Lauren a bassa voce se posso guardare lei e mio fratello fare sesso, lei sorride e dice che lo risolverà. Più tardi quel giorno Lauren lo manda al negozio mentre aspetta con me. Quando se ne va lei mi dice di nascondermi nell'armadio della sua stanza, io entro lì e aspetto con la porta appena spaccata in grado di vedere il letto.

Circa 15 minuti dopo entrambi entrano, dice a mio fratello che sono andato a casa di un amico e che sarei tornato più tardi. La guardo mentre si inginocchia e tira fuori il suo cazzo dai suoi pantaloncini, lo accarezza lentamente mentre inizia a crescere completamente eretto. Lei gli porge una benda e gli dice di indossarla, lui ride e obbedisce.

La guardo mentre posa le labbra sulla punta e inizia a succhiare. Mi fa un cenno con la mano e io in silenzio esco dall'armadio facendomi strada lentamente verso di loro, mi siedo in ginocchio accanto a lei mentre guardo il suo cazzo andare sempre più a fondo imbavagliandola per la prima volta. Lui le mette le mani sulla testa e la fa oscillare su e giù, io mi siedo lì a guardare da vicino ogni centimetro scomparire nella sua gola. Tiro fuori il mio cazzo e le prendo la mano per farmi accarezzare mentre guardo. Afferra il mio cazzo e lo accarezza lentamente mentre lui le pompa in gola. Osservo il suo rigonfiamento muoversi avanti e indietro più diventa profondo, più lei si imbavaglia.

Poi spinge molto forte e lascia andare la sua testa, lei indietreggia tossendo poi si alza in piedi conducendolo al letto. Lui si sdraia sulla schiena e lei si arrampica sopra. Guardo da vicino come la testa del suo cazzo entra nella sua figa. Guardo come si allunga invitandolo ancora di più, lei inizia a cavalcarlo emettendo gemiti sensuali. Comincio a masturbarmi mentre mi godo lo spettacolo, guardando il cazzo dei miei fratelli scomparire dentro di lei, lei che chiede di più. Poi mi guarda negli occhi e fa un sorriso diabolico mentre mi guarda accarezzarmi. Mi mordo il labbro mentre comincio a venire.

Le dice che verrà presto e lei mi fa segno di andarmene prima che si tolga la benda. Si siede sopra di lui, il suo cazzo si ammorbidisce lentamente dentro di lei. Si china e gli dice all'orecchio "voglio che domani porti tuo fratello a casa mia e lo baci". Dice va bene. Ci sediamo tutti in soggiorno e guardiamo un film. Ci addormentiamo tutti sul divano.

Mio fratello mi sveglia la mattina e mi dice che devo uscire a casa di Laurens mentre lui fa delle commissioni, io sorrido e dico ok. Ci lascia e lei apre la porta, vedo 2 ragazzi dell'età di mio fratello sul divano che giocano a una PlayStation. Mi presenta John e Ryan. John era molto magro con i capelli neri e Ryan aveva i capelli biondi con dei muscoli. Lauren mi dice di andare di sopra nella prima stanza e aspettarla, la lascio parlare con i suoi coinquilini. Entra nella stanza e si siede accanto a me sul letto, mi chiede se mi è piaciuto lo spettacolo e che glielo devo. Ho detto sì, l'ho fatto e sono sicuro di tutto quello che vuoi. Si sporse sotto il letto e tirò fuori una scatola.

Dentro c'erano dildo, manette e una benda. Ha preso il vibratore e mi ha detto di non preoccuparmi, questo è per lei. Mi mise le mani dietro la schiena e poi si mise la benda. Dopo ha cominciato a togliermi i pantaloni e ha iniziato ad accarezzarmi. Mi ha chiesto gentilmente "ti fidi di me?" Ho detto di sì, poi mi ha detto di mettermi in ginocchio. Mi ha messo il suo dildo sulle labbra e io mi sono aperto all'istante. L'ho sentita spingerla dentro e fuori dalla mia bocca, mi ha messo una mano sulla testa e ha cominciato ad abbassarmi. Non lo sapevo, ma Ryan e John erano nella stanza entrambi nudi, Ryan si inginocchiò accanto a lei accarezzandosi fino a raggiungere un'erezione completa.

Lauren ha poi tirato fuori il dildo dalla mia bocca solo per un secondo e poi ho sentito di nuovo la punta, ho avvolto le mie labbra attorno ad esso e ho iniziato a succhiare senza sapere che Ryan aveva sostituito il suo dildo. Mi siedo in ginocchio a succhiare inconsapevolmente un vero cazzo, Lauren si muove dietro di me con il suo dildo e la lubrificazione. Ne mette un po' sulla punta del dildo e lo mette contro il mio buco del culo, sento una leggera pressione mentre inizia a premere più forte e lo sento entrare dentro. Smetto di succhiare in modo da potermi abituare allo stiramento doloroso che sto sopportando, lo sento spingere più in profondità nel mio culo facendomi emettere un lamento. Poi lo rimuove e john si inserisce dentro di me.

Sento una mano sulla testa e sento Lauren che mi dice di continuare a succhiare il dildo, non ho scelta perché le mie mani sono legate dietro la schiena e sono penetrata in entrambe le estremità. Quando comincio a succhiare, ecco che la realtà è entrata in vigore, sento 2 mani sulla testa e 2 mani sul culo, entrambe hanno iniziato a pompare dentro di me. Ogni volta che John si spinge in avanti, il cazzo di Ryan mi va più a fondo in gola. Non mi ero mai sentita così piena in vita mia, Lauren mi chiede se mi diverto e non riesco a parlare, gli unici rumori sono rumori di soffocamento e lamenti leggeri ogni volta che mi penetrano il culo.

Quelle che sembravano ore erano solo pochi minuti mentre li sentivo entrambi venire dentro di me, sentire un cazzo che pulsava nel mio culo per la prima volta mi faceva venire. Entrambi tengono i loro cazzi dentro di me mentre li sento ammorbidire. John ha tirato fuori il suo cazzo dal mio culo e mentre Ryan ha cercato di tirare fuori la mia bocca, la sborra ha iniziato a fluire lungo le mie labbra e il mio mento, quindi si è premuto indietro aspettando che ingoiassi.

Lauren si toglie le manette e la benda e io guardo ryan e john poi guardo Lauren, lei dice loro di darci un minuto ed escono dalla stanza. Ho guardato a terra e ho detto tranquillamente "mi fidavo di te". Comincia a scusarsi e io la smetto di dirle "mi è piaciuto". Lei sorride e mi chiede se vorrei tornare di nuovo qualche volta. Sorrido dicendo di sì.



Scendiamo le scale e i ragazzi sono tornati alla PlayStation, li ho visti porgerle qualcosa, poi è venuta da me. Mi ha detto di tendere la mano, mi ha dato $ 80 e mi ha detto di tenerlo segreto. Un paio d'ore dopo mio fratello viene a prendermi. Parla con Lauren per un po', poi lei mi abbraccia e mi dice ciao baciandomi la guancia.

Il viaggio di ritorno a casa era tranquillo, nessuno di noi due aveva molto da dire, siamo entrati in casa, ci siamo dati la buonanotte e siamo andati nelle nostre stanze. Rimasi lì per ore a pensare agli eventi alla Laurens. Potevo ancora sentire il sapore di Ryan sulla mia lingua, il mio culo ancora dolorante e perdeva sperma. Alla fine mi sono addormentato solo per essere svegliato da mio fratello.

Stavo dormendo su un fianco quando è entrato. Si è avvicinato a me e ha cominciato ad accarezzarsi mentre dormivo. Mi ha messo delicatamente la punta tra le labbra, l'unica cosa che la blocca sono i miei denti. Lo strofina lentamente su e giù per le mie labbra e per qualche motivo la mia bocca si è aperta. Una volta che ha preso la punta, mi ha stretto la testa colpendomi la gola svegliandomi.

Ho emesso un gemito e ho iniziato a muovermi, lui mi ha afferrato forte la testa e ha detto di stare fermo. Mi tira la testa ad angolo retto e lentamente inizia a spingere. Rimasi lì in silenzio mentre mi usava, continuava a pompare lentamente nella mia gola con un ritmo regolare. Si è quindi piegato in avanti per entrare in una posizione 69 e ha iniziato a spinte molto lente e profonde. Più entrava in profondità nella mia gola, più mi imbavagliavo dandogli più piacere. Ha mantenuto un ritmo lento e profondo per almeno 15 minuti dandomi solo pochi secondi per respirare.

L'ha tirato fuori finché non è stata solo la punta della mia lingua, ho fatto diversi respiri veloci mentre i miei polmoni hanno finalmente ottenuto l'ossigeno. Dopo i miei pochi brevi respiri si spinse indietro entrandomi in gola con facilità. Ho emesso un gemito e in quel momento ha capito che lo volevo, ha iniziato a spingere più velocemente e più forte senza dire nulla solo i suoi grugniti e gemiti. Il suo ritmo inizia a rallentare e si tira fuori dalla mia bocca, mi afferra per i capelli e mi tira a terra in ginocchio.

Mi ha guardato negli occhi e ha detto "apri la bocca" e ho fatto come mi era stato detto. Ha accarezzato il suo cazzo solo poche volte prima che iniziasse a sborrarmi in faccia, sembrava che tutto il mio viso fosse coperto e continuava a sborrarmi tenendomi lì. Finalmente comincia a placarsi. Dice "ci vediamo domani" ed esce dalla mia stanza.

Vado a guardarmi allo specchio, vedo la mia faccia ricoperta di sperma. Non riesco a smettere di guardarmi in faccia. Non ho mai visto uno spettacolo simile. Senza nemmeno asciugarmi la faccia entro nella stanza dei miei fratelli. È seduto sul bordo del letto sul suo laptop. Entro e mi inginocchio davanti a lui, lui muove il suo laptop e io mi infilo tra le sue gambe e lo guardo. "Ti appartengo"

Storie simili

QUALCOSA DI NUOVO_(0)

Sei pronta, chiese Debbie alla sua amica Maureen mentre si fermava alla scrivania della sua migliore amica, Non vedo l'ora un altro minuto, sono quasi pronta per scoppiare!?! Anch'io, rispose Mo mentre dava gli ultimi ritocchi a un rapporto che il signor Bently le aveva chiesto di preparare prima del suo viaggio a New York più tardi quel pomeriggio, lasciami lasciare questo nell'ufficio del capo, è stato sul mio caso tutta la mattina per farlo prima di mezzogiorno!!!” Nessun problema, ha risposto Debbie mentre si dirigevano verso l'ufficio del signor Bently, il tuo è pieno, il mio sembra che stiano per...

947 I più visti

Likes 0

Il debito di Rachel (Capitolo 3 - Il passato e il dolore)_(0)

Sabato è arrivato e non avevo ancora sentito Rachel. Inoltre non ero ancora pronto a chiamarla per il nostro prossimo appuntamento. Certamente volevo. Prima di Rachel, dall'ultima volta che ero stato con una donna, sembrava che il mio desiderio sessuale si fosse raffreddato. Stare con Rachel l'aveva riacceso, lo aveva portato da quasi dormiente a un inferno torreggiante. Per aspettare il momento, ho guardato i video dei nostri precedenti incontri. Era davvero magnifica. Avrebbe potuto essere una pessima scopata e comunque non avrebbe avuto importanza, il suo corpo giovanile e la sua mente lasciva hanno più che compensato. Non era male...

838 I più visti

Likes 0

Un consiglio da ricordare

Sal, prendi il tavolo 12, ho sentito dire dalla padrona di casa. A poco a poco mi voltai e sbirciai laggiù. «Una bella bruna sulla trentina da sola con un vestito rosa un martedì sera? E wow, non sta nemmeno cercando di nascondere quella rastrelliera, mi sta facendo venire un'erezione ora,' ho pensato prima di iniziare con calma a camminare verso di lei. I miei occhi non si sono mai staccati da lei mentre per il momento si limitava a guardare il menu. Anche se, sono ancora andato da lei. Ciao come stai stasera? Posò il menu e mi guardò. Sto...

1.3K I più visti

Likes 0

Secondo lavoro

Secondo lavoro Mancavano circa 30 minuti alla chiusura quando mi è stato detto che la signora Ochoa voleva vedermi dopo la chiusura. Anche se indossavo un cercapersone per i suoi ordini, non l'ho mai acceso. Fanculo lei. Prima di tutto, se i soldi di questo lavoro non avessero aiutato mio figlio al college, non sarei qui. In secondo luogo, sono un supervisore nel mio vero lavoro, quindi non prendo bene gli ordini. In terzo luogo, da quando la piccola messicana permalosa, la signora Ochoa, è diventata supervisore, ha avuto questi piccoli ordini pignoli che erano solo cazzate. Infine, a dire il...

957 I più visti

Likes 1

Il maestro dell'orologio e l'inventore Parte 4_(1)

Eccoci... gemetti, posando la cassa sul tavolo. Sospirai guardandomi intorno nel ripostiglio; Ancora una volta ero solo in fabbrica, questa volta a organizzare le spedizioni. Gemendo inarcai la schiena. Allungamento; Ero più che dolorante per i giorni di travaglio. Scrap era in un angolo, in attesa dei miei ordini. Tempo di scarto per tornare a casa. In risposta, l'automa si raddrizzò leggermente, sibilò e si avviò con passo pesante verso la porta. L'ho aperto e ho seguito la mia invenzione nelle strade poco illuminate. Le strade erano semivuote, la maggior parte delle persone tornava a casa per la sera; ogni tanto...

516 I più visti

Likes 0

Capitolo 4

Capitolo 4 Erano sicuri che un giorno si sarebbero sposati e Jeff ha sempre trattato Julie in modo speciale, lei significava molto per lui. Stava ricordando una volta in particolare che fece loro sapere che un giorno si sarebbero sposati. Erano al teatro all'aperto con l'auto dei suoi genitori, uno di quei tipi di famiglia che conosci il tipo spazioso. Bene, comunque, si erano seduti sul sedile posteriore per avere più spazio e comodità e si erano rannicchiati l'un l'altro. Jeff le teneva un braccio intorno alla spalla. Inoltre, la stava baciando sulla guancia. Questo li ha fatti iniziare perché si...

1K I più visti

Likes 0

Game Over

Game Over. Chris ha camminato lungo il tappeto. Spinto dalla tentazione di tornare a guardare sua moglie e il suo amante, ma non lo fece, sapendo che era decisamente escluso dall'azione della loro camera da letto, sentendo gli strilli di gioia, i sospiri e i suoni del sesso provenienti dal la stanza a pochi metri ea un paio di porte da lui era puro tormento. La televisione giocava da sola, inosservata e ignorata mentre l'occhio della sua mente trasmetteva le visioni di ciò che sapeva stava succedendo lì dentro. Il corpo di Jacqui si contorceva nel suo modo flessibile, il sudore...

853 I più visti

Likes 0

Un piccolo servizio

Yorkshire, Inghilterra, qualche anno fa. Un piccolo servizio. Stavo lavorando in ufficio a capo pozzo quella mattina, il sole splendeva d'oro sul fumo del locale caldaia, gli uccelli tossivano, non pioveva da due giorni, e questa è ufficialmente una siccità nello Yorkshire. Qualsiasi strada intorno a cui mi stavo occupando della cera d'api quando arriva il capo. Blagthorpe. Sommat si sbagliava. Non era tutto audace come al solito. Era quasi nervoso. Ah giovane Allen, dice, tutto amichevole come quando vuole che i conti vengano manipolati. Chissà se potresti rendermi un servizio? Lo farò se posso gaffer, dico, Cosa sta succedendo? Ora...

1.3K I più visti

Likes 0

Sotto la sua scrivania (Cap3)

L'equipaggio è qui. Li sento ridere e sbattere in giro in studio. Mi sembra di essere in ginocchio qui da molto tempo, ma l'arrivo dell'equipaggio significa che è passata solo un'ora da... beh, da... Da quando il mio padrone bianco mi ha piegato sulla sua scrivania e mi ha mostrato quello che sono Oh chiudi il becco, cervello. Dio cosa è successo?! Quando sono arrivato qui stamattina mi sono sentito così potente e feroce. Stavo prendendo il controllo, portando avanti la nostra relazione. Ora mi sento così indifesa e debole, inginocchiata nuda sotto la sua scrivania e gocciolando lacrime e sperma...

1.3K I più visti

Likes 0

Notte in città

Una notte in città. Ciao, mi chiamo Chas e mia moglie non ne ha mai abbastanza. Si diverte davvero a essere nuda in pubblico e ad avere il suo corpo usato per il piacere degli uomini, scopata in tutti i suoi buchi, frustata, sculacciata, lo chiami lei ama, è così. Se qualcuno mi avesse detto otto mesi fa, che avevo una moglie sgualdrina e che presto avrei permesso a qualsiasi uomo, in effetti gruppi di uomini, di spogliarla nuda e abusare del suo corpo come voleva, di umiliarla, usarla come loro troia, avrei detto loro che erano fuori di testa. Comunque...

1.1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.