Fucking the Pooch o Al's Vacation

1KReport
Fucking the Pooch o Al's Vacation

Mentre ero seduto nella taverna a bere birra e sparare cazzate con Al, il proprietario di questo bel locale, stavamo parlando del suo problema. Sembra che la sorella di Al, Naomi, abbia vissuto in Romania e voglia che Al la visiti. L'unico problema è che Al ha paura di viaggiare da solo e vuole che qualcuno viaggi con lui. È qui che entro.

"Al, non posso credere che un ragazzo come te abbia paura di viaggiare da solo?" Ho riso di lui.

"Semplicemente non mi piace andare in un posto dove le persone parlano un'altra lingua" si lamentò Al.

“Ma ho sentito dire che molti rumeni parlano inglese” risposi.

"Lo so. Naomi dice che starò bene, ma ho ancora paura di avere problemi", ha detto.

"Non credo di aver mai incontrato Naomi?" Ho chiesto.

"No, penso che si fosse già trasferita prima che tu iniziassi ad uscire qui" rispose Al. “La sua compagnia le ha offerto un trasferimento in Romania e lei l'ha accettato. Le piace stare lì, ma ha una specie di nostalgia di casa e vuole davvero che io venga a trovarla. È single e più giovane di me. Ecco, guarda le foto che mi ha mandato”.

Ho scattato le foto e le ho guardate. Naomi era una donna di colore molto attraente, di circa trentacinque anni, immagino. Le foto la mostravano in bikini che giocava con un grosso Labrador nero lungo una bella spiaggia. I suoi capelli lunghi e il suo corpo dall'aspetto fantastico mi hanno davvero eccitato.

"Questa bella donna è TUA sorella?" ho preso in giro.

"Sì, lei ha il cervello e io ho l'aspetto" rise Al.

"Cazzo, è bellissima" risposi. "Hai detto che è single?"

“Tutto quello che fa è lavorare” disse Al “E giocare con il suo cane Max. Lei e Max sono piuttosto stretti. Credo che se qualcuno avesse mai provato a fare del male a Naomi, Max lo avrebbe fatto
mangiali vivi. Si prendono cura l'uno dell'altro".

"Probabilmente litigherei con Max per un pezzo di quello" scherzai.

"Naomi ti scoperebbe sciocco, sciocco ragazzo bianco", ha scherzato Al. "Una bella ragazza di colore ti rovinerebbe."

"Ora aspetta un minuto, stronzo" ribattei "Ho scopato ragazze nere prima e sì, erano brave, ma non così brave".

"Sì, beh, Naomi è mia sorella e dico che ti scoperebbe sciocca" Al sorrise. "Ti consumerebbe e poi ti getterebbe via."

“Scommetto che una volta che l'avrei scopata, non avrebbe più voluto un vecchio cazzo nero. Mi seguiva in giro e mi pregava di scoparla di nuovo. Io spiegai.

«Hai bevuto troppo, ragazzo bianco. Stai iniziando a parlare di merda ora" Al rise.

Abbiamo scherzato ancora un po' e ho guardato Naomi in tutte le foto che aveva Al. Era molto attraente e sembrava essere alta circa un metro e ottanta ed era in ottima forma. Aveva delle belle tette e i suoi addominali erano chiaramente definiti. La sua vita era piccola e aveva le gambe lunghe e un bel culo. Puoi solo dire così tanto dalle immagini, ma sapevo che mi sarebbe piaciuto vedere questa bella donna di persona.

Nelle due settimane successive, Al e io abbiamo parlato di lui che avrebbe visto Naomi. Ho cercato di convincerlo che i suoi dipendenti avrebbero potuto gestire il bar per un paio di settimane e che gli sarebbe piaciuto molto andare a trovare sua sorella minore. Non era che non potesse permetterselo, perché Al giocava a calcio professionistico ed era uno dei ragazzi che ha investito saggiamente i suoi soldi. Era andato bene e aveva dei soldi con cui giocare. Alla fine ho vinto e Al ha accettato di andare in Romania per vedere Naomi. L'unica cosa era che dovevo andare d'accordo.

Avevo un po' di soldi in più e avevo abbastanza vacanze da poter andare avanti. Inoltre questo mi avrebbe dato la possibilità di incontrare la donna che avevo visto in quelle foto. Non vedevo l'ora di incontrare Naomi.

Al le ha mandato un'e-mail e le ha dato la buona notizia. Ci ha promesso che ci avrebbe fatto divertire e non vedeva l'ora di vedere suo fratello maggiore e incontrare anche me. Abbiamo messo in moto tutte le ruote e pianificato la nostra vacanza in Europa. Eravamo come scolaretti che contavano i giorni prima della partenza.

Finalmente è arrivato il giorno per noi di iniziare la nostra ultima avventura. Abbiamo preso un taxi per l'aeroporto ed eravamo in viaggio.

Il volo è stato lungo e tranquillo ed entrambi abbiamo bevuto troppo (come al solito!) e abbiamo dormito un po' lungo il tragitto. Quando siamo atterrati siamo stati accolti da Naomi ed ero sicura che potesse sentire il mio cuore battere mentre mi baciava sulla guancia quando Al ci presentò. Era due volte più bella delle sue foto.

Avevo ragione; era alta circa un metro e ottanta, lunghi capelli neri che le arrivavano quasi alla vita. Le sue tette dovevano essere 36C e non avevano bisogno di un reggiseno per sostenerle. I capezzoli erano lunghi e duri e frugavano nella maglietta che indossava Naomi. I lunghi gioielli penzolanti sul suo ombelico hanno attirato la tua attenzione sul suo ventre piatto e increspato. I pantaloncini di jeans blu che indossava servivano solo a coprire circa la metà dei suoi glutei perfetti ed erano collegati ai suoi piedi da una serie di gambe lunghe e formose come una modella. La sua pelle scura era impeccabile e il suo rossetto era rosso brillante. I suoi bellissimi occhi verdi brillavano mentre mi guardava e stavo diventando duro solo a guardarla.

“Tuo fratello mi ha mentito” spiegai a Naomi “Mi ha detto che tu hai il cervello e lui ha l'aspetto della tua famiglia. Non credo che abbia avuto nessuno dei due!”

Naomi rise e disse "Non è la prima volta che ti mente, scommetto".

"Dai, sii gentile" si lamentò Al mentre raccoglievamo i bagagli e ci dirigevamo fuori dall'aeroporto.

Abbiamo preso un taxi per la casa di Naomi. Aveva una bella casetta ai margini della città ed era molto bella. Quando ha aperto la porta e siamo entrati, siamo stati accolti da Max il cane. Porca puttana, Max era un grosso Labrador nero che probabilmente pesava quasi ottanta chili. Era alto fino alla vita e aveva una testa enorme. Le sue zampe erano grandi quasi quanto le mie mani e quando ti saltava addosso poteva metterti le zampe sulle spalle e guardarti negli occhi. Meno male che Max era gentile!

Aveva sistemato la camera degli ospiti in modo che io e Al avessimo un letto singolo. Si è scusata per aver dovuto condividere una stanza perché il suo posto era solo due camere da letto. Abbiamo detto che non importava e le ho detto che ero solo felice che Al avesse il suo letto perché non pensavo di potermi fidare di lui perché dormivo sempre nuda.

Naomi ha riso mentre Al mi ha accusato di essere uno stronzo malato che comunque non avrebbe scopato.

Abbiamo disfatto le valigie e ci siamo seduti in casa e Al e Naomi sono rimasti coinvolti in tutto ciò che si erano persi negli ultimi due anni. Si potrebbe dire che era davvero felice di vedere suo fratello maggiore. Hanno parlato di famiglia e poi sono passati a raccontarmi storie l'uno dell'altro e cose che avevano fatto quando erano più piccoli.

Naomi ci ha cucinato un pasto meraviglioso e ci siamo seduti a bere e scambiare bugie fino alle prime ore del mattino. Ci siamo tutti salutati ed è stato bello vedere Naomi e Al che si divertono così tanto. Max ha seguito Naomi nella sua camera da letto come sono sicuro che ha sempre fatto e io e Al siamo andati nella nostra stanza.

Mi sono svegliato la mattina dopo con l'odore del caffè appena fatto. Mi sono alzato, mi sono messo i pantaloni della tuta e sono uscito in cucina. Max mi ha salutato ed era come se fossimo vecchi amici. Era un grosso cane ma altrettanto amichevole possibile. Naomi era seduta lì a leggere il giornale e mi guardò e sorrise. Mi ha offerto una tazza di caffè e le ho detto di dirmi dove erano le tazze e potevo servirmi da solo. Sorrise e indicò l'armadio dove avrei trovato una tazza.

Mi sono versato un caffè e mi sono offerto di riempire il suo.

"Per favore" mi sorrise. ”Mi piacerebbe. Non vengo aspettato molto spesso".

Alzò la tazza e io la riempii di caffè caldo. Non ho potuto fare a meno di notare che indossava un vestitino tipo bambolina che non nascondeva tutte le sue risorse. I suoi seni erano praticamente scoperti e c'era un sacco di gambe in mostra dai suoi pantaloni minuscoli. So che mi ha sorpreso a fissare il suo bel corpo e mi ha semplicemente guardato e sorriso.

"Grazie per essere venuto con Al" disse "Non credo che sarebbe venuto se tu non l'avessi fatto."

“Beh, avevo bisogno di una vacanza e quando mi ha mostrato le tue foto ho capito che dovevo incontrare la bella signora in quelle foto” le ho risposto. “Sono sicuro di essere felice di essere venuto. Sei sicuramente una bella signora. Perché sei ancora single? Scommetto che questi ragazzi qui sono in fila per uscire con te.

"No, non mi sembra di avere molto tempo per una vita sociale" rispose Naomi "Mi sembra di lavorare sempre e credo di essere comunque un po' timida".

"Timido?" Ho chiesto "Non mi sembri molto timido".

Ci siamo seduti a tavola e abbiamo parlato per quello che sembrò molto tempo. Naomi mi ha confidato che non usciva molto e che le mancava la compagnia di un uomo. Non capivo perché era molto intelligente e il cielo sa che è sicuramente bellissima. Penseresti che i ragazzi l'avrebbero inseguita tutto il tempo.

Alla fine Al si alzò dal letto e ovviamente dovevamo dargli l'inferno di bere troppo e di non riuscire ad alzarsi la mattina. Naomi lo prendeva in giro dicendogli che era vecchio e consumato e lui l'afferrò per il collo. Non era una buona cosa da fare dato che Max era al suo fianco e gli ringhiava ad alta voce. Al lasciò la presa su sua sorella e lei calmò Max. Al ha accusato sua sorella di dover essere salvata dal cane e ci siamo tutti messi a ridere.

Naomi ci ha portato fuori e ci ha mostrato in giro per la città e dove lavorava. Ha lavorato come persona di tipo agente di viaggio e ha impostato orari per i viaggiatori d'affari dagli Stati Uniti. Ha detto che le piaceva davvero il suo lavoro e che amava vivere in Romania. Ci siamo divertiti e ci ha detto che saremmo partiti la mattina per la spiaggia di Mamaia. Ha detto che era la migliore spiaggia della Romania e che ci aveva sistemato delle stanze per una settimana. Poi saremmo tornati e avremmo soggiornato a casa sua per la seconda settimana. Aveva la prima settimana di ferie, ma sarebbe dovuta tornare la seconda.

Siamo rimasti seduti a bere e a stronzare per gran parte della notte e alla fine siamo andati a letto per riposarci per l'avventura di domani in spiaggia.

Ero sdraiato a letto e avevo molta sete. Mi sono alzato e mi sono diretto in cucina. Mentre passavo davanti al bagno non potevo fare a meno di notare la luce accesa e la porta parzialmente aperta. Lì stava Naomi con il top sbottonato e si guardava allo specchio spazzolandosi quei suoi bei capelli. Potevo vedere le sue favolose tette allo specchio e mi sono fermata a fissarla. Poi l'ho vista guardarmi allo specchio e sorridere.

"Vorresti spazzolarmi i capelli?" lei chiese.

“Molto” le sorrisi mentre andavo da lei.

Rimasi dietro Naomi e le accarezzai i capelli lisci e setosi. Si appoggiò alla schiena contro di me e rimasi sbalordito da quanto fosse caldo il suo culo mentre mi toccava le gambe. Ho continuato a spazzolarle i capelli e lei ha iniziato a gemere. Sentii la sua mano allungarsi all'indietro e tastare la mia gamba finché non toccò il mio cazzo che si stava rapidamente irrigidendo. Mi ha strofinato il cazzo e ha continuato a diventare sempre più duro.

Mi sono allungato e le ho preso a coppa il seno sinistro con la mia mano libera mentre continuavo a spazzolarle i capelli con la mano destra. Le strinsi la tetta e poi le feci rotolare il capezzolo tra le mie dita. Il capezzolo è cresciuto lungo e duro con il mio tocco. Ci stavamo guardando allo specchio e ci siamo davvero goduti il ​​nostro contatto.

Naomi mi ha guardato negli occhi e ha detto: "Voglio davvero succhiarti il ​​cazzo. Andrà bene?"

L'ho girata in modo che fossimo faccia a faccia e le ho baciato le labbra carnose. Le nostre lingue si incontrarono mentre ci baciavamo e lei mi risucchiò la lingua in bocca. Ci siamo baciati per un po' e poi ha iniziato a farsi strada lungo il mio corpo. Mi baciò il collo e poi mi tolse la maglietta e mi leccò i capezzoli. Fece scorrere le mani sul mio petto e poi cadde in ginocchio. Ha provato a succhiarmi il cazzo attraverso i pantaloni della tuta e ho potuto sentire il suo respiro caldo sul mio uccello duro. Ha preso le sue mani e mi ha tirato giù i pantaloni fino a quando il mio grosso cazzo bianco è saltato fuori e l'ha colpita nel naso.

L'ho sentita gemere mentre prendeva il mio cazzo tra le mani e lo accarezzava come se lo stesse esaminando. Deve aver superato l'ispezione mentre ci avvolgeva quelle labbra rosse e iniziava a salire e scendere sulla mia rigida virilità. Ogni colpo che ha fatto al mio cazzo è andato più in profondità nella sua bocca e poi nella sua gola. Potrei dire che il mio non era il primo cazzo che questa donna avesse mai succhiato. Sapeva davvero come servire il suo uomo.

Stavo facendo scorrere le mie dita tra i suoi capelli neri e setosi e ho lasciato che le mie mani scivolassero giù in modo da avere ciascuna mano sul lato del suo bel viso. Potrei tenerle la testa e far scorrere il mio cazzo dentro e fuori dalla sua bocca da succhiare.

Mi sono fermato, mi sono chinato e le ho baciato le labbra. Mi sorrise e tornò a lavorare sul mio cazzo. Lo ha succhiato un po' e poi ha preso le mie palle in bocca. Ha fatto rotolare le mie palle con la lingua e poi ha succhiato ognuna di esse. Dopo aver succhiato le mie palle, le lasciava uscire dalla bocca con un forte rumore di sorso. Mi stava portando al limite.

"Se continui così, vengo" le ho promesso.

Questo l'ha solo spronata e ha iniziato a succhiarmi il cazzo più velocemente e più forte di prima. Stava prendendo il mio cazzo in gola ad ogni colpo verso il basso. Stavo arrivando velocemente al punto di non ritorno.

"Baby, sto per venire" l'ho avvertita.

Ha preso il ritmo ancora di più e stava sbavando su tutto il mio cazzo quando ho iniziato a sborrare. I primi due schizzi sono entrati in profondità nella gola di Naomi e poi lei ha tirato fuori il mio cazzo dalla sua bocca. Il successivo l'ha colpita in faccia e le è corso lungo la guancia e le è gocciolato sulla tetta. Gli schizzi della coppia successiva le colpirono le tette e corsero lungo quella pancia stretta. Ha guardato l'ultimo piccolo scatto sparare sulla sua mano e poi ha preso il mio cazzo in bocca e lo ha leccato per pulirlo.

Naomi stava respirando a fatica e ha preso il mio cazzo ammorbidente e l'ha usato per raschiare tutto il mio sperma dalla sua faccia e nella sua bocca. Dopo essersi pulita la faccia, ha leccato il mio cazzo e l'ha baciato sulla testa. Mi guardò e disse: "Grazie, ne avevo bisogno".

"Ti mostrerò di cosa hai bisogno" dissi mentre la sollevavo e la sedevo sul ripiano. "Ora è il mio turno."

Le ho tirato giù i pantaloncini e lei ha sollevato il culo in modo che potessi togliermeli fino in fondo. Le baciai le labbra e feci scorrere la mano sulla sua figa da cima a fondo. Era caldo e umido e avevo bisogno di mangiare questa dolce ragazza di cioccolato.

Mi sono inginocchiato sul pavimento e mi sono trovata faccia a faccia con la sua dolce figa. Era completamente rasato e brillava alla luce. Ho fatto scorrere il dito lungo la fessura e ho potuto vedere il rosa all'interno sulle labbra esterne scure. Mi sono chinato e ho fatto scorrere la lingua dal basso verso l'alto di questo meraviglioso strappo. Naomi gemette e fece scorrere le sue dita tra i miei capelli. Poi mi ha preso la testa tra le mani e mi ha indirizzato dove mi voleva.

"Lecca lì" gemette "Oh sì, tutto qui. Proprio qui. Fallo ancora."

Naomi si appoggiò allo specchio e continuò a gemere mentre attaccavo la sua fica come se fosse il nemico. Ho lavorato la lingua dentro e fuori e ho succhiato il suo clitoride per quello che sembrava molto tempo. Il succo di fica scorreva lungo la fessura del suo culo e la mia faccia era bagnata e stavo leccando il più velocemente possibile. Le strofinai il piccolo buco del culo rosa con il dito e poi le infilai il dito nel culo. Questo è stato tutto ciò che è servito e ha iniziato a venire.

Tutto il suo corpo tremava e io mi stavo aggrappando per la vita mentre lei cavalcava la mia lingua come una giostra di carnevale. Dopo diversi minuti ha smesso di tremare e stava solo gemendo e strofinandomi il viso con le mani. Ha avvicinato il mio viso al suo e mi ha baciato a lungo e profondamente.

“Grazie” mi sorrise e mi baciò di nuovo.

"Voglio davvero fotterti sciocca" ho implorato.

“Oh, lo farai” Naomi sorrise “Te lo prometto. Ma è meglio dormire; domani abbiamo una lunga giornata”.

Sono tornato a letto e Al russava, quindi immagino non avesse idea che stessi succhiando la figa della sua sorellina. Lo scoprirà abbastanza presto.

Ci siamo alzati tutti presto la mattina e siamo pronti per iniziare la nostra avventura in spiaggia. Abbiamo caricato i bagagli nell'auto di Naomi e ci siamo diretti verso Mamaia Beach. Ci ha detto che ci sarebbero volute un paio d'ore per arrivarci e siamo andati tutti avanti guardando lo splendido scenario e raccontandoci storie e bugie mentre viaggiavamo. Continuavo a guardare Naomi e mi chiedevo quando avrei avuto la possibilità di entrare nei suoi pantaloni. Non potevo aspettare.

Siamo arrivati ​​all'hotel e abbiamo fatto il check-in. Ci sono piaciute tutte le nostre camere e dopo aver disimballato, abbiamo preso Max e ci siamo diretti verso la spiaggia. Camminare lungo la bellissima spiaggia di sabbia bianca con Naomi è stato divertente mentre giocavamo con Max. Potevi lanciare il frisbee il più lontano possibile e Max era sempre lì per prenderlo e riportarlo indietro. Sembrava fosse instancabile. Finalmente abbiamo trovato un posto dove stenderci al sole per un po'. Abbiamo buttato via i nostri teli mare e ci siamo sentiti come a casa.

Naomi ed io stavamo parlando di tutte le cose in generale e Al stava giocando con Max. Eravamo lì da un po' quando un paio di ragazze attraenti vennero lungo la spiaggia. Sono venuti dove eravamo noi e si sono guardati intorno. Max li stava guardando e corse verso di loro e iniziò ad annusare in giro. Al andò a prendere Max e si fermò a parlare con le ragazze.

Sembrava che venissero sempre in questa parte della spiaggia per prendere il sole e non erano sicuri se Max fosse amichevole o meno. Al li assicurò che Max era più un fastidio che un pericolo. Il peggio che farebbe forse è leccarti a morte. Le ragazze risero e iniziarono a fare due chiacchiere con Al.

Ecco questo grande ex giocatore di football nero di circa quarantasette anni che fa due chiacchiere con due bellissimi innamorati rumeni adolescenti. Volevo ascoltare la conversazione e ho detto a Naomi che dovevamo salvare Al. Lei rise e disse che potevamo aiutarlo.

Ci siamo avvicinati alle ragazze e Al ci ha presentato. Non riuscivo a capire come un grande uomo di colore degli Stati Uniti potesse comunicare con queste due belle ragazze. Si scopre che entrambi parlavano inglese e capivano Al abbastanza bene.

"Andrea e Georgia, questa è mia sorella Naomi e il mio amico Mike" Al ci indicò. "Queste ragazze sono clienti abituali qui durante l'estate e amano prendere il sole qui."

Ci siamo seduti tutti intorno e abbiamo parlato mentre le ragazze prendevano il sole e io e Al abbiamo avuto un occhio pieno di belle ragazze rumene. Naomi stava ridendo di noi e ci ha detto che eravamo come una coppia di scolari con le nostre prime erezioni. Ci ha persino ricordato che eravamo abbastanza grandi per essere il loro papà. Questo ha fatto ridere tutti.

La Georgia ha spiegato che avevano sempre amato gli uomini più anziani perché li trattavano meglio. Tutti i giovani volevano solo scoparli e dimenticarli. Gli uomini più anziani si prenderebbero più cura di loro e li tratterebbero meglio.

Max continuava ad andare in giro ad annusare l'inguine delle ragazze e Naomi lo rimproverava e si scusava per il suo comportamento. Sembrava che Max sapesse cosa stava cercando e sembrava perplesso quando Naomi gli urlava contro. Alla fine Max è andato da Naomi e ha iniziato ad annusare la sua figa. Lei lo respinse e lui cercò di montarla. Lei lo respinse e lui le abbaiò.

"Non osare abbaiare a me, signore" lo rimproverò Naomi e gli puntò un dito contro. Saltò e le corse intorno e cercò di montarla di nuovo. Sembrava stesse giocando con lei e forse l'aveva già fatto prima. Ho anche intravisto il suo grosso cazzo di cane rosso che spuntava dalla sua guaina.

"Sembra che Naomi l'abbia già fatto prima" chiese Al. "Qual è l'accordo?"

Georgia e Andrea stavano ridacchiando e non hanno detto niente, ma Naomi sembrava imbarazzata.

"Beh io lavoro tutto il tempo e a volte hai bisogno di un po' di relax" disse "Se capisci cosa intendo?"

Andrea guardò Naomi, sorrise e disse: "A volte può essere il migliore amico di una donna, vero?"

“Sì, può esserlo” sorrise “e non fa domande e non si lamenta”.

Alla fine Al ha capito di cosa stavano parlando e ha detto "Vuoi dire che ti sei fottuto il tuo cane?"

"È iniziato per caso un paio di anni fa ed è così bello che lo faccio da allora" gli rispose Naomi. "Può scopare meglio di qualsiasi uomo con cui sia mai uscito."

Al non sapeva cosa dire e tutto quello che so era che avevo un'erezione che stava per farmi un buco nei pantaloncini. Ho guardato le due ragazze ed entrambe si stavano strofinando le fighe attraverso gli slip del bikini.

Una volta ho sognato di scopare un cane” ha spiegato Andrea. “Ho sempre voluto provarlo. Pensi che Max mi scoperebbe?"

"Baby, Max si scoperebbe chiunque se potesse infilarci il suo cazzo!" Noemi ha risposto.

C'erano molte persone in giro per la spiaggia e non volevamo finire nei guai, quindi abbiamo calmato tutti. Stavamo sdraiati ancora un po' e Andrea non ce l'ha fatta a sopportarlo.

Ha spiegato che era sempre disposta a provare nuove cose sessuali e che aveva sognato che accadesse. Si chiese dove avrebbe mai potuto trovare qualcuno che le avrebbe permesso di scopare il loro cane. Ora che aveva davvero incontrato qualcuno, non voleva lasciarsi sfuggire l'occasione. Ha praticamente implorato Naomi di lasciare che Max si facesse a modo suo con lei. È arrivata persino a chiedere a Naomi di aiutarla a imparare a farlo correttamente.

Stavo per venire nei miei cazzo di pantaloncini quando Naomi ha detto che avrebbe realizzato il sogno di Andrea. Raccogliemmo tutti le nostre cose e ci dirigemmo verso l'hotel.

Mentre camminavamo lungo la spiaggia, pensavo tra me e me che eravamo in spiaggia solo da poche ore e avevo già scoperto che la sorella del mio amico si stava scopando il suo Labrador. E ora stavamo andando in hotel per assistere a una bellissima ragazza rumena (che conoscevo solo da un paio d'ore) farsi scopare dallo stesso cane. Non avresti potuto pianificare una vacanza più perversa se fossi stato ad Amsterdam!

Siamo arrivati ​​all'hotel e siamo andati da Al e dalla mia camera perché era più grande e abbiamo ordinato dello champagne e della birra fredda. Ci siamo seduti tutti intorno e ci siamo conosciuti meglio. Abbiamo raccontato alle ragazze di Al's Bar and Grille negli Stati Uniti e ci hanno spiegato che erano entrambe studentesse del college e che hanno trascorso la maggior parte della loro estate in spiaggia.

Max continuava ad avvicinarsi ad Andrea ea cercare di annusarle l'inguine. Credo che potesse dire che lei voleva scoparlo.

Finalmente stavamo iniziando a rilassarci un po' di più e Naomi disse ad Andrea di aprire un po' le gambe e di far annusare Max. Quando ha mosso le gambe, Max ha arato proprio in mezzo a loro e l'ha fatta cadere a terra. Era come un cane in missione. Le leccò l'interno delle cosce e Andrea non era sicuro di cosa avrebbe dovuto fare.

“Rilassati e lascia che sia lui a fare il lavoro” le disse Naomi “Tira il bikini di lato e lascia che ti lecchi la figa. Ti prometto che sarà meraviglioso, provalo e basta.

Andrea si chinò e tirò di lato il suo bikini, rivelando una bella giovane figa rasata e pulita che avrebbe reso duro qualsiasi uomo. Ho guardato Al e lui era seduto lì a fissare Georgia. Si stava persino strofinando la figa attraverso il fondo del bikini solo guardando la sua amica.

Max ha annusato quella dolce figa e la stava leccando da cima a fondo. Pensavo che Andrea stesse per esplodere. Si irrigidì e potevi vedere l'espressione di stupore sul suo viso mentre la grossa lingua ruvida di Max di Max copriva la sua presa bagnata. Lo leccò ancora e ancora finché non potevi sentire Andrea gemere forte e lei si stava stringendo le tette e si perse nel suo primo orgasmo.

Ho guardato Al e non potevo credere a quello che stavo vedendo. Al aveva i pantaloncini intorno alle caviglie e la dolce giovane Georgia stava succhiando il suo grosso cazzo nero come un cono gelato! Al aveva il suo bikini sul pavimento in una pila e stava scopando con le dita questa bella giovane studentessa del college mentre lei lo succhiava.

Naomi si alzò e andò da Andrea. L'ha aiutata a spogliarsi e l'ha messa a terra con le mani e le ginocchia. Max li stava seguendo e non ha mai perso una leccata alla sua figa bagnata gocciolante. Non appena Naomi l'ha messa a pecorina, Max sapeva esattamente cosa fare. Naomi si chinò per dare una pacca sul culo ad Andrea e disse: "Forza ragazzone, fallo come mamma".

Max non aveva bisogno di ulteriori istruzioni, montò sulla piccola Andrea e iniziò a ficcare il suo grosso cazzo di cane rosso nel suo buco bagnato e stretto.

Ora Andrea era una giovane donna molto attraente, alta circa un metro e ottanta. Aveva capelli castani abbastanza lunghi e occhi sexy. La sua abbronzatura e quelle labbra rosse ti facevano venire voglia di baciarla appassionatamente. Aveva delle belle tette (34°C?) e una vita sottile. La sua caratteristica migliore erano i suoi fianchi sinuosi e il bel culo. Le gambe lunghe e formose costituivano il pacchetto completo ed era davvero una bellissima giovane donna.

Naomi raggiunse Max e guidò il suo grosso cazzo di cane rosso e duro nella figa di Andrea. Non appena Max ha sentito il calore della sua figa, ha iniziato a fotterla il più velocemente possibile. Emise un piccolo grido mentre il suo cazzo scivolava dentro di lei. Nessun uomo poteva tenere un ritmo come questo e Max stava martellando questa giovane figa come un cane pazzo.

Naomi è venuta da me e aveva già perso il costume da bagno ed è andata dritta verso il mio cazzo. Prima che sapessi cosa era successo, mi ha tirato fuori il cazzo e me lo stava succhiando come un campione. Mi sono chinato e mi sono procurato una manciata di soda titty nera. Stavo guardando questa bella giovane donna farsi scopare da un laboratorio e allo stesso tempo stavo ricevendo un fantastico pompino.

Ho guardato Al e ho visto Georgia seduta su quel suo grosso cazzo nero mostruoso e ricordo di aver pensato che spero che non le faccia del male con quel suo cazzo di strumento perché penso che mi piacerebbe scopare anche lei! Ho visto il suo grosso cazzo nero scivolare dentro di lei e scomparire. Stava gemendo e si è seduta su di essa finché non si è sentita a suo agio. Poi ha iniziato a rimbalzare su e giù su di esso. Potevo vedere il suo bel buco del culo mentre era di fronte ad Al e aveva le braccia avvolte intorno al suo collo e sembrava che stesse cercando di succhiargli la lingua dalla bocca. La sua verga nera stava scivolando dentro e fuori di lei ora ed era ricoperta dai suoi succhi di figa.

Naomi si alzò e si infilò sulle mie ginocchia e si sedette sul mio cazzo. Il mio lungo cazzo bianco e duro sembrava buono mentre scivolava nella fica di questa meravigliosa donna di colore. Si sentiva come un forno e non appena ho toccato il fondo mi stava scopando forte. L'ho presa per le tette ed era tutto ciò a cui potevo aggrapparmi mentre mi scopava come un coniglio. Stavamo entrambi guardando Andrea e sembrava che Max si stesse avvicinando al matrimonio con lei.

"Ecco che arriva il suo nodo, Tesoro" le disse Naomi "Cerca di rilassarti e lascia che accada. Ti riempirà e penserai che esploderai, ma si adatterà e ti piacerà.

Andrea era un mucchio di figa sudata mentre Max la stava letteralmente fottendo a sangue. Stava gemendo e non ho idea di quante volte abbia avuto sperma, ma le scorreva lungo le cosce e gocciolava dalla fessura del suo culo. Abbiamo osservato attentamente come il nodo di Max ha iniziato a farsi strada nella sua dolce figa. All'improvviso è scivolato fino in fondo e Andrea ha gridato di piacere. Max smise di scopare velocemente e potevi vedere il suo cazzo che la pompava piena di sperma di hot dog. Tutto quello che Andrea poteva fare era sdraiarsi lì e gemere. Stava tremando per un altro orgasmo e Max la leccò sulla nuca come per ringraziarla.

Ho guardato Georgia e si era girata sul serpente nero di Al e stava guardando la sua ragazza avere lo sperma di una vita. Questo è stato il momento in cui ho finalmente notato quanto fosse bellissima. Non era alta come Andrea ma aveva un corpo fantastico. Potevo vedere la sua pancia stretta e increspata mentre rimbalzava sul cazzo di Al. Le sue tette erano quasi perfette (credo circa 32°C) ei suoi capezzoli erano lunghi e duri. La sua figa era ben rasata e le sue gambe erano lunghe e abbronzate. Aveva questo aspetto innocente, ma sapevo anche che era una ragazza sporca.

Naomi mi stava davvero fottendo forte e sapevo che tutta questa eccitazione mi avrebbe fatto venire. Le ho sussurrato all'orecchio che stavo per esplodere e lei mi ha detto di sborrarle addosso. Si è chinata ed era sulle mani e sulle ginocchia e io la stavo scopando da dietro. Stavo guardando il mio cazzo bianco schiaffeggiare contro quel grosso culo nero ed era tutto ciò che potevo sopportare. La prima esplosione di sperma è stata dentro la dolce Naomi e le successive sono state su tutta la schiena e sul collo e in quei lunghi meravigliosi capelli. Avevo praticamente coperto quella bellissima pelle nera con il mio seme bianco.

Ho sentito Al dire a Georgia che stava per esplodere e lei è saltata giù dal suo cazzo e gli ha detto che voleva ingoiare il suo sperma. Si inginocchiò, prese quel mostro nero tra le mani e se lo segnò. L'ho sentito gemere e Georgia stava deglutendo il più velocemente possibile, ma era semplicemente troppo e ha tirato fuori il suo cazzo dalla bocca e lo ha lasciato spruzzare su tutto il viso e sul petto. La poveretta era ricoperta di sperma e rideva e lo amava!

Max si mosse e cercò di tirare fuori il suo cazzo da Andrea. Pianse di piacere e dolore e all'improvviso il grosso cazzo rosso di Max spuntò dalla sua figa stretta. Un flusso di sperma di cane lo seguì e Max le annusò la figa e la leccò per pulirla. Questo le fece provare un altro orgasmo sconvolgente. Andrea crollò sul pavimento e rimase lì con il succo di cane che colava dalla sua figa sciatta.

Georgia aveva ripulito tutto lo sperma dal cazzo di Al e lo stava solo segando mentre guardava lo spettacolo che la sua coinquilina aveva organizzato per noi.

Max era venuto da Naomi e lei lo accarezzò e gli disse "Buon cagnolino". Ha proceduto a leccare il mio sperma dalla schiena e dal collo.

Naomi ha detto alle ragazze di succhiare il cazzo di Max ora e lui le avrebbe ricompensate. Entrambi la guardarono e lei mostrò loro cosa fare. Si sdraiò sulla schiena e Max rimase lì e lei gli succhiò il lungo cazzo di cane rosso. Mentre lo faceva, sprizzava sperma dappertutto. Ha fatto cenno alle ragazze di provarlo ed entrambi si sono messi sotto Max e si sono alternati a succhiare il suo grosso cazzo. Ridacchiavano mentre lui sparava sborra su di loro e in un paio di minuti erano ricoperti di sperma di cane.

Eravamo tutti abbastanza ben consumati per un giorno e ci siamo seduti lì e abbiamo parlato di quello che era successo. Tutti erano d'accordo che doveva essere il nostro piccolo segreto e che forse lo avremmo rifatto. Le ragazze volevano sapere dove abitava Naomi e pensavano che forse avrebbero potuto stare insieme nei fine settimana. Penso che anche Max abbia pensato che fosse una buona idea.

Al e io abbiamo pensato che fosse meglio aprire un fondo per le vacanze per la prossima estate. So che dovremo tornare per più di questo.

Abbiamo deciso di fare la doccia e uscire a cena perché avevamo tutti un grande appetito. Dissi che pensavo che anche Max avesse fame e Andrea disse che gli avrebbe portato una bistecca come compenso per un lavoro ben fatto.

Questo è stato solo il nostro primo giorno in spiaggia e non so se sopravviverò un'intera settimana a tutto questo. Ma diavolo, qualcuno deve farlo.

Destra?

Storie simili

QUALCOSA DI NUOVO_(0)

Sei pronta, chiese Debbie alla sua amica Maureen mentre si fermava alla scrivania della sua migliore amica, Non vedo l'ora un altro minuto, sono quasi pronta per scoppiare!?! Anch'io, rispose Mo mentre dava gli ultimi ritocchi a un rapporto che il signor Bently le aveva chiesto di preparare prima del suo viaggio a New York più tardi quel pomeriggio, lasciami lasciare questo nell'ufficio del capo, è stato sul mio caso tutta la mattina per farlo prima di mezzogiorno!!!” Nessun problema, ha risposto Debbie mentre si dirigevano verso l'ufficio del signor Bently, il tuo è pieno, il mio sembra che stiano per...

947 I più visti

Likes 0

Il debito di Rachel (Capitolo 3 - Il passato e il dolore)_(0)

Sabato è arrivato e non avevo ancora sentito Rachel. Inoltre non ero ancora pronto a chiamarla per il nostro prossimo appuntamento. Certamente volevo. Prima di Rachel, dall'ultima volta che ero stato con una donna, sembrava che il mio desiderio sessuale si fosse raffreddato. Stare con Rachel l'aveva riacceso, lo aveva portato da quasi dormiente a un inferno torreggiante. Per aspettare il momento, ho guardato i video dei nostri precedenti incontri. Era davvero magnifica. Avrebbe potuto essere una pessima scopata e comunque non avrebbe avuto importanza, il suo corpo giovanile e la sua mente lasciva hanno più che compensato. Non era male...

838 I più visti

Likes 0

Un consiglio da ricordare

Sal, prendi il tavolo 12, ho sentito dire dalla padrona di casa. A poco a poco mi voltai e sbirciai laggiù. «Una bella bruna sulla trentina da sola con un vestito rosa un martedì sera? E wow, non sta nemmeno cercando di nascondere quella rastrelliera, mi sta facendo venire un'erezione ora,' ho pensato prima di iniziare con calma a camminare verso di lei. I miei occhi non si sono mai staccati da lei mentre per il momento si limitava a guardare il menu. Anche se, sono ancora andato da lei. Ciao come stai stasera? Posò il menu e mi guardò. Sto...

1.3K I più visti

Likes 0

Secondo lavoro

Secondo lavoro Mancavano circa 30 minuti alla chiusura quando mi è stato detto che la signora Ochoa voleva vedermi dopo la chiusura. Anche se indossavo un cercapersone per i suoi ordini, non l'ho mai acceso. Fanculo lei. Prima di tutto, se i soldi di questo lavoro non avessero aiutato mio figlio al college, non sarei qui. In secondo luogo, sono un supervisore nel mio vero lavoro, quindi non prendo bene gli ordini. In terzo luogo, da quando la piccola messicana permalosa, la signora Ochoa, è diventata supervisore, ha avuto questi piccoli ordini pignoli che erano solo cazzate. Infine, a dire il...

957 I più visti

Likes 1

Il maestro dell'orologio e l'inventore Parte 4_(1)

Eccoci... gemetti, posando la cassa sul tavolo. Sospirai guardandomi intorno nel ripostiglio; Ancora una volta ero solo in fabbrica, questa volta a organizzare le spedizioni. Gemendo inarcai la schiena. Allungamento; Ero più che dolorante per i giorni di travaglio. Scrap era in un angolo, in attesa dei miei ordini. Tempo di scarto per tornare a casa. In risposta, l'automa si raddrizzò leggermente, sibilò e si avviò con passo pesante verso la porta. L'ho aperto e ho seguito la mia invenzione nelle strade poco illuminate. Le strade erano semivuote, la maggior parte delle persone tornava a casa per la sera; ogni tanto...

516 I più visti

Likes 0

Capitolo 4

Capitolo 4 Erano sicuri che un giorno si sarebbero sposati e Jeff ha sempre trattato Julie in modo speciale, lei significava molto per lui. Stava ricordando una volta in particolare che fece loro sapere che un giorno si sarebbero sposati. Erano al teatro all'aperto con l'auto dei suoi genitori, uno di quei tipi di famiglia che conosci il tipo spazioso. Bene, comunque, si erano seduti sul sedile posteriore per avere più spazio e comodità e si erano rannicchiati l'un l'altro. Jeff le teneva un braccio intorno alla spalla. Inoltre, la stava baciando sulla guancia. Questo li ha fatti iniziare perché si...

1K I più visti

Likes 0

Game Over

Game Over. Chris ha camminato lungo il tappeto. Spinto dalla tentazione di tornare a guardare sua moglie e il suo amante, ma non lo fece, sapendo che era decisamente escluso dall'azione della loro camera da letto, sentendo gli strilli di gioia, i sospiri e i suoni del sesso provenienti dal la stanza a pochi metri ea un paio di porte da lui era puro tormento. La televisione giocava da sola, inosservata e ignorata mentre l'occhio della sua mente trasmetteva le visioni di ciò che sapeva stava succedendo lì dentro. Il corpo di Jacqui si contorceva nel suo modo flessibile, il sudore...

853 I più visti

Likes 0

Un piccolo servizio

Yorkshire, Inghilterra, qualche anno fa. Un piccolo servizio. Stavo lavorando in ufficio a capo pozzo quella mattina, il sole splendeva d'oro sul fumo del locale caldaia, gli uccelli tossivano, non pioveva da due giorni, e questa è ufficialmente una siccità nello Yorkshire. Qualsiasi strada intorno a cui mi stavo occupando della cera d'api quando arriva il capo. Blagthorpe. Sommat si sbagliava. Non era tutto audace come al solito. Era quasi nervoso. Ah giovane Allen, dice, tutto amichevole come quando vuole che i conti vengano manipolati. Chissà se potresti rendermi un servizio? Lo farò se posso gaffer, dico, Cosa sta succedendo? Ora...

1.3K I più visti

Likes 0

La fantasia di uno psichiatra

Essendo uno psichiatra, dovrei rispettare la massima riservatezza con i miei pazienti. Tuttavia, dovevo togliermi di dosso questa storia, ed è una storia che non potevo confidare nei miei college, quindi cambio i nomi per proteggere gli innocenti. Il mio soggetto è una ragazza che chiamerò Candy. Sono specializzato nel lavoro con i giovani, in particolare nei casi relativi al sesso. Essendo un uomo, di solito lavoravo con i ragazzi, ma trovavo alcune ragazze che si sentivano più a loro agio a parlare di sesso con un uomo per un motivo o per l'altro. Era un po' insolito, ma certamente non...

997 I più visti

Likes 0

Sotto la sua scrivania (Cap3)

L'equipaggio è qui. Li sento ridere e sbattere in giro in studio. Mi sembra di essere in ginocchio qui da molto tempo, ma l'arrivo dell'equipaggio significa che è passata solo un'ora da... beh, da... Da quando il mio padrone bianco mi ha piegato sulla sua scrivania e mi ha mostrato quello che sono Oh chiudi il becco, cervello. Dio cosa è successo?! Quando sono arrivato qui stamattina mi sono sentito così potente e feroce. Stavo prendendo il controllo, portando avanti la nostra relazione. Ora mi sento così indifesa e debole, inginocchiata nuda sotto la sua scrivania e gocciolando lacrime e sperma...

1.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.