Senza Dio e Senza Fede: 2 Cap 1

1.3KReport
Senza Dio e Senza Fede: 2 Cap 1

Boccali di vetro pieni di acqua del diavolo sferragliavano l'uno contro l'altro, riempiti da donne e ragazze adorabili e poco vestite con sorrisi promettenti sui volti. Gli ufficiali della Coalizione al bar applaudirono, alzando i boccali per celebrare la loro vittoria a Ridgehill sulle forze di Inimi un mese prima.

Nel bordello ormai affollato, Axel sedeva con il suo boccale pieno di acqua del diavolo, rimuginando sugli eventi da quando era stato convocato in questo mondo. Quasi dall'inizio, lui e il suo migliore amico Rayner erano stati coinvolti in conflitti, combattendo goblin, soldati Inimi, banditi e persino draghi. Tutto quello che voleva ora era scivolare nell'oscurità e mantenere un basso profilo. Troppa attenzione ha portato il tipo sbagliato di controllo. La gente inizierebbe a fare domande pericolose su di loro. Domande a cui non potevano rispondere con sicurezza.

Domande su da dove venissero, chi fossero e, soprattutto, perché gli dei non ritenessero opportuno fornire loro alcuna forma di benedizione. Perché senza i poteri degli dei per conferire benedizioni, i loro adoratori non sono in grado di usare il loro mana per abilità che li aiutino nella vita e nel combattimento. Axel non avrebbe detto loro che lui e Rayner detenevano i titoli eretici: senza Dio e senza fede. Potrebbe significare il loro destino.

Ora che aveva il suo desiderato anonimato, si prendeva gioco della noia della sua vita ultraterrena. Trascorreva la maggior parte del suo tempo inattivo quando non addestrava o maneggiava gli ufficiali della coalizione che ora frequentavano il bordello.

Un adolescente biondo e muscoloso con gli occhi di un azzurro mattutino prese una sedia accanto ad Axel. Rayner era tornato dalla sua pattuglia con il capitano della guardia cittadina, Evans. «Sei tornato presto», disse Axel. "Tutto bene?"

Gli occhi di Rayner indugiarono sulla sua tazza prima di rispondere. "Sto bene. Noi siamo tutti. La caccia ai mostri non era l'obiettivo della pattuglia. I rifugiati ci hanno chiesto di perquisire le loro vecchie case alla ricerca di eventuali oggetti di valore rimasti e della sepoltura dei loro morti”.

“Entrambi abbiamo già attraversato le loro case quando abbiamo viaggiato con Tessa. Gli Inimi hanno preso tutto ciò che non hanno distrutto a titolo definitivo.

“L'ho detto a Evans, ma voleva esserne sicuro. Abbiamo cercato di evitare problemi durante la ricerca, quindi potremmo esserci persi qualcosa. Inoltre, avrebbero dovuto esserci molti corpi da seppellire.»

"Che cosa? Ce n'erano meno di quanto ti aspettassi? Potrei avertelo detto. I mostri o gli animali selvatici devono essere arrivati ​​a loro. Axel non aveva visto un mostro mangiare un cadavere, ma dopo tutti quelli contro cui aveva combattuto lo guardava affamato.

Rayner si sporse verso di lui e parlò a voce bassa. «Non abbiamo trovato corpi, Axel. Non uno. Evans ci ha persino ordinato di scavare nei luoghi in cui i corpi potevano essere sepolti, compresi i siti che sapeva per certo essere stati cimiteri e ancora non sono stati rinvenuti corpi.

Axel mise da parte la sua acqua del diavolo. "Quello è strano. Oh, e ricorda che non lavori per Evans. Non può darti ordini.»

“Non mi dispiace. Sono fortunato che mi lasci in queste missioni.

“Lui è il fortunato. Tu e quel tuo martello probabilmente farete tutto il lavoro.

Axel si sporse di lato per vedere che il martello che normalmente pendeva comodamente dalla vita di Rayner era assente. "Il tuo martello si è rotto di nuovo." Quanto Rayner l'ha usato per spingerlo di nuovo oltre la sua durabilità? Dian Powin, il proprietario del negozio di armi, ha detto loro che le loro armi, sebbene nella media, dovrebbero durare mesi con un uso limitato.

“Sono stato molto fuori. Voglio abituarmi a combattere.

“Pensavo che ne avresti avuto abbastanza. Abbiamo combattuto un drago per l'amor di Dio.

Alla menzione degli dei, lui e Rayner interruppero la loro conversazione per guardarsi intorno e poi verso il cielo come se dovessero essere colpiti da una divinità. I loro titoli impedivano loro di essere benedetti o maledetti dagli dei, lasciandoli protetti da qualsiasi cattiva intenzione da parte degli esseri superiori, ma erano comunque preoccupati.

Una voce matura e sensuale parlò accanto a entrambi. "Voi due siete ragazzi strani."

«Madam Grace, buongiorno a lei», disse Rayner. Axel fece un cenno di saluto, avendo già visto molto della donna oggi.

“Spero che il soffitto non crolli. Poi di nuovo, forse lo faccio. Significherebbe che le mie adorabili ragazze stanno scopando finché il tetto non crolla.

Madame Grace, che era anche consigliere comunale, aveva scommesso su di loro e su questa città. La sua idea era che quando il conflitto si fosse placato, gli affari sarebbero tornati a fiorire nel suo bordello. Si era dimostrata preveggente. I soldati dei tre eserciti accampati fuori dalla città di Ridgehill frequentavano incessantemente il suo bordello, tenendo occupate le puttane dal giorno alla notte. Se non fosse per la benedizione della divinità del bordello che attutisce i suoni del sesso, Axel non riuscirebbe mai a dormire.

«Sono contento che le vostre fortune siano cambiate, Madam Grace. Una marea in aumento fa sollevare tutte le barche ", ha detto Rayner.

"Così, così fa, così fa", rispose Grace, sedendosi in mezzo.

Rayner si riferiva ai loro aumenti di stipendio mentre il bordello aumentava rispettosamente i suoi guadagni. Mentre il suo lavoro di guardia del corpo lo annoiava, gli forniva denaro facile per gestire soldati ubriachi.

Una ragazza si presentò per riempire il suo bicchiere vuoto e lui non fece nessuno sforzo per resistere a sbirciare la parte superiore dei suoi seni nudi mentre si chinava. Distolse gli occhi. Grace stava cercando di indurlo a usare di nuovo gli altri vantaggi del bordello. Aveva mandato la ragazza a riempirgli la tazza per metterlo in vena di prosciugarsi le palle. Ad Axel non piaceva la manipolazione ma capiva che così andava il mondo e, onestamente, cosa si aspettava quando ha scelto di vivere in un bordello?

Ringraziando la ragazza, condusse la conversazione al punto. «Grace, c'è qualcosa che non va, vero? Sei stato troppo impegnato per sederti con noi in questo modo di recente, quindi che succede?

«Non mi piace il tuo gergo», disse. “Ma hai ragione. Ridgehill sta affrontando numerosi problemi.

"Sta arrivando un'altra battaglia?" disse Rayner. I suoi occhi erano preoccupati ma il suo corpo si fletteva, impaziente mentre i suoi grandi muscoli si tendevano ei pugni si serravano.

«Non che io abbia sentito. Dopo le frustate che le forze combinate della Coalizione, della milizia e degli eserciti di Alta hanno inflitto agli Inimi, non mi aspetto che ci disturbino presto.

Finendo velocemente la sua tazza, Axel chiese: “E allora cosa? Attacco di mostri? La maledizione di un dio meschino?

"Dovremmo essere così fortunati. No, affrontiamo la microcriminalità, l'aumento dei prezzi del cibo e peggio. Quelle piccole troie rifugiate sono in competizione con le mie ragazze.

"Non riesco a immaginare nessuno che possa competere con il tuo bordello." Essendo l'unico bordello di Ridgehill, la competizione non era possibile. Grace non si è mai preoccupata di nominarlo.

«Non da un altro bordello. L'orda di povere troie che si offrono in cambio di cibo sta abbassando i prezzi.

"È orribile", disse Rayner, posando una mano confortante sulle spalle nude di Grace.

Grace accarezzò gentilmente la mano di Rayner in segno di ringraziamento. "Sì." Si tamponò gli occhi. Sconosciuto a Rayner, il proprietario del bordello era sconvolto per diversi motivi oltre alla difficile situazione delle povere ragazze.

"Cosa vuoi che facciamo?"

«Non tu, Axel. È Rayner che può aiutare. Vai a parlare con quella donna con i bambini piccoli. È la rappresentante dei rifugiati che sono venuti con te. Durante la sua permanenza qui non sembrava una donna da tollerare la prostituzione. Falla parlare con le profughe che si prostituiscono. Sono sicuro che quella donna prudente può convincerli a non macchiarsi i lombi per soldi.

«Vuoi dire Tessa», disse Rayner.

«Sì, lei.»

«Stavo comunque andando a trovarla oggi.»

"Di nuovo?" disse Axel.

“Sì, di nuovo. Sarebbe utile se i rifugiati avessero posti migliori in cui vivere, denaro e cibo”.

Grace tirò fuori un ventaglio dall'incavo del suo grande petto appena coperto e lo agitò verso il suo viso truccato. “Oh, lo so. Non pensare che l'abbia dimenticato. I fondi del bottino che hai ottenuto dai banditi sono finiti da tempo e i prestiti erano a breve termine. Sebbene fossero a basso interesse, molti fanno ancora fatica a pagarli.

Axel osservò un ufficiale della Coalizione con i capelli arruffati nella sua uniforme grigio-bianca diventare un po' ruvido con il sedere di una ragazza. Evidentemente la leggera sculacciata accettata sul sedere non gli bastava. L'ufficiale indicò il simbolo d'ottone di due mani con le dita intrecciate che aderiva con orgoglio al suo petto come se la ragazza non sapesse che era della Coalizione. Axel avrebbe tenuto d'occhio quello.

Riportò la sua attenzione sulla conversazione. “Con gli eserciti qui e Rayner ed Evans che escono così spesso, i mostri non dovrebbero essere una minaccia e nemmeno i banditi. I commercianti dovrebbero poter viaggiare liberamente, quindi perché la carenza di cibo e l'aumento dei prezzi?

Il ventaglio di Grace aumentò il suo battito. “È a causa dei tre eserciti che i prezzi stanno aumentando. Quasi tutte le fattorie della regione di Alis sono state bruciate e ora tre eserciti famelici sono qui".

"Portando alla carenza di cibo che causa l'aumento dei prezzi e l'aumento della criminalità".

Grace annuì. "Voi due dovete fare qualcosa."

"Tipo cosa? Evocare cibo?"

«Conosco il ruolo che voi due avete avuto negli ultimi eventi. Puoi farlo di nuovo.

Rayner mostrò i suoi palmi vuoti. “Per quanto io voglia risolvere questi problemi, Madam Grace, non posso. Anche se ho esperienza nell'organizzazione della distribuzione del cibo. Anche così, non è abbastanza. Il mio martello e il coltello di Axel non possono risolvere questo problema.

Axel rivolse a Rayner uno sguardo duro. Dare informazioni sul loro vero passato era un grande no-no. Era improbabile che Grace capisse che provenivano da un altro mondo tramite il rituale di evocazione di Yazid, il negromante. Tuttavia, voleva ancora andare sul sicuro.

Gli occhi di Grace si acuirono come un uccello pronto a catturare una preda. Aveva notato il lapsus e aveva già memorizzato le informazioni per un uso futuro. La signora ha scambiato informazioni come attività secondaria. Una parte importante del loro accordo con Grace era che lei fornisse loro informazioni per non farsi prendere alla sprovvista da nemici sconosciuti, ma ogni volta che dava loro informazioni, li sondava sulle loro origini.

Andò a cercare la sua acqua del diavolo per trovarla accanto a Rayner, sfidandolo a riprendersela. Non volendo iniziare un'altra discussione sulle sue abitudini nel bere, Axel fece marcia indietro e riprese a parlare con Grace. "Se c'è qualcosa che potremmo fare, lo faremmo".

Uno schiaffo risuonò intorno al bar. La ragazza che l'ufficiale della Coalizione con i capelli arruffati stava palpando aveva schiaffeggiato l'uomo, lasciandogli la guancia rossa per la puntura e il viso rosso di rabbia. I suoi colleghi ufficiali risero del suo rifiuto. Sarebbero guai.

Afferrando la ragazza per il polso, l'ufficiale ha alzato il pugno per colpirla.

Axel si era alzato dalla sedia e teneva l'uomo per il polso prima che qualcuno se ne rendesse conto. «Lasci andare, agente.» Ha sottolineato il rango dell'uomo in modo che ricordasse il suo posto. La Coalizione aveva i suoi difetti, ma cercava di apparire nobile in contrasto con gli Inimi.

I suoi sforzi furono vani. L'ufficiale si arrabbiò per la sfida. Invece di indietreggiare, scrutò la stanza per vedere tutti i clienti che cominciavano da lui. Non volendo ritirarsi con gli occhi su di lui, i suoi occhi si strinsero e una mano andò alla sua spada, solo per sentire la mano di Axel già lì che lo fermava.

"Tempo di andare." Axel ha appreso durante il mese che questi ragazzi non rispettavano l'accattonaggio. Avrebbe chiesto educatamente una volta e solo una volta. Poi li avrebbe cacciati via.

Rimuovendo la spada dalla vita dell'ufficiale, la lanciò dietro di sé perché Rayner la prendesse lasciandogli la mano libera per estrarre il pugnale. Con una rapida e superficiale puntura del pugnale e l'attivazione della sua abilità, Pain Knife, inondò l'ufficiale di dolore. L'abilità ha avuto l'effetto di un numero infinito di minuscole punture del pugnale che hanno causato un grande disagio all'ufficiale. La ragazza si liberò dalla presa dell'ufficiale e corse da Rayner, abbracciandolo per consolarlo.

Tutti quelli che sono rimasti al bordello abbastanza a lungo hanno riconosciuto la foschia rossa e malaticcia che proveniva dal pugnale e sapevano cosa significasse. Gli amici dell'ufficiale rimasero seduti, riluttanti ad aiutare lo sciocco a tirarsi fuori dal pasticcio della sua stessa creazione.

Gli occhi dell'ufficiale lampeggiarono prima di rilassarsi. Anche gli effetti di Pain Knife avevano una qualità che fa riflettere; le persone che ha pugnalato con esso che erano ubriache o sotto l'effetto di droghe si sono svegliate dal dolore. Axel ha pensato che fosse così che Vix è sfuggita all'influenza del miasma. L'ufficiale fece marcia indietro.

La voce di Grace risuonò da dietro Axel. “Ho detto che se fosse successo di nuovo ci sarebbe stata una punizione. Axel, portalo in prigione.» Grace amava i soldi, ma non avrebbe accettato che le sue ragazze venissero maltrattate. Almeno non senza il loro consenso.

Axel condusse l'uomo fuori dal bar, tornando a guardare il tavolo per vedere se gli altri ufficiali avrebbero sollevato un problema, ma aveva già combattuto contro alcuni di loro quando erano arrivati ​​​​quando pensavano di essere i proprietari del posto. Ha mostrato loro il contrario.

Soddisfatto, portò via l'uomo e nelle strade.

La pelle scura di Axel bruciava sotto il calore del sole mentre trascinava l'ufficiale della Coalizione per le strade e fino alla prigione. Una volta che l'uomo si era reso conto che la sua prigionia non era un bluff, aveva rinnovato le sue lotte. Axel doveva minacciare l'uomo con il suo pugnale ogni volta che le sue lotte diventavano troppo fastidiose.

In aggiunta al problema di tenere in riga l'ufficiale, il crimine di cui Grace aveva avvertito si era insinuato nella sua consapevolezza. Bambini scalzi si aggiravano dietro ignari passanti, sperando di prendere il portamonete. Due uomini hanno lottato per una pagnotta in fondo a un vicolo fino a quando uno degli uomini ha iniziato a mangiare il suo pezzo piuttosto che combattere il concorrente.

Le condizioni del quartiere dei bassifondi si stavano diffondendo nella parte rispettabile della città. Gli effetti di questa ondata di criminalità non lo toccarono; il suo alto livello significava che le persone potevano sentire il mana che esercitava inconsciamente e spaventava i potenziali aggressori.

Mentre si avvicinava al carcere, un edificio noioso con un'insegna di sbarre e catene che ne indicava lo scopo, ebbe luogo un'altra rissa in mezzo alle strade. Un uomo vestito con l'uniforme grigia dell'esercito della Coalizione teneva la spada davanti a sé, pronto a colpire. Si trovava di fronte a un soldato Altan armato di una lancia corta vestito con abiti che sembravano essere stati avvolti intorno a lui da un unico panno marrone incredibilmente lungo. Si imprecarono l'un l'altro e sfidarono l'altro a colpire per primo, ognuno voleva una scusa per combattere.

Dopo la battaglia di Ridgehill, le tensioni crebbero quando gli eserciti si accamparono. L'unità si è manifestata quando la lotta contro un nemico comune era scomparsa come fumo per essere sostituita dalle braci della sfiducia, dell'odio e dell'intolleranza. La milizia originaria della regione di Alea aveva buone ragioni per diffidare del nuovo esercito Alta. Dov'erano quando i mostri assediavano le loro case e chi era questo cosiddetto Primo Ministro che ora governava Alta? Per quanto riguarda l'esercito degli Altan, bruciavano alla presenza di un esercito straniero che si era sistemato nelle loro terre.

I soldati di Altan hanno anche incolpato la Coalizione per aver portato loro la guerra. E avevano ragione a pensarlo. Alta era solo un paese per procura in cui fare la guerra, la sua importanza pesava sulla volontà di altri che non volevano che cadesse nelle mani dei loro nemici. Poi c'era la Coalizione che si comportava come se l'intero paese dovesse baciare i loro stivali per averli salvati dagli Inimi mentre implorava di sottomettersi ai loro dei. Erano delusi, per non dire altro.

Tutte le emozioni represse hanno portato a frequenti discussioni e risse da taverna. Questa è stata la prima volta, tuttavia, che il conflitto è scoppiato nelle strade. Nessuno voleva apparire come il bullo alla gente. Voleva ignorarlo, ma se qualcuno fosse morto nel combattimento, avrebbe significato guai per Ridgehill e per lui, dato che chiamava questo posto casa. Ha scelto di intervenire.

"Ehi! Voi due. Non lasciate che questo sfugga di mano", disse Axel agli uomini.

"Vaffanculo!"

"Attento al tuo stufato, ragazzo."

Bene, fanculo questi ragazzi allora! Pugnale estratto, Axel si precipitò verso gli uomini, il suo pugnale coperto da una foschia nera minacciosa. Si erano già allontanati da lui e Axel glielo avrebbe fatto rimpiangere.

Colpì il soldato Altan, colpendo il soldato dell'uomo con il breve arco del suo fendente. Dimenticando il suo avversario di prestare attenzione ad Axel, l'Altan puntò la sua lancia in direzione di Axel, gli occhi duri.

Quegli occhi si spalancarono e saettarono sulla folla che li stava osservando. "Perchè mi stai guardando! Fermati, fermati, fermati. Scappa!" Il soldato Altan lasciò cadere la lancia e fuggì, urlando che gli occhi lo stavano inseguendo.

Fear Knife era un'abilità meravigliosa; i suoi effetti erano gli stessi del suo nome, generando paure che aumentavano con la gravità della ferita, a differenza di Pain Knife che aumentava il dolore con ogni ferita finché non guariva o l'effetto si esauriva.

"Che cosa hai fatto?" urlò il soldato della Coalizione, sconcertato dal tracollo del suo avversario.

“Hai messo fine al tuo stupido litigio. Ora che se n'è andato, puoi andare. Eppure l'uomo teneva la spada in mano. Inoltre, ha rafforzato la sua posizione e si è avvicinato ad Axel. Il motivo è diventato chiaro una volta che ha seguito gli occhi del soldato. L'ufficiale della coalizione aveva chiesto aiuto. “Quest'uomo andrà in prigione per aver malmenato una donna. Questa è la legge.

Era la cosa sbagliata da dire.

Il soldato caricò, colpendo con la spada il tronco di Axel. La spinta era abile e senza le sessioni di allenamento di Kevia lo avrebbe trafitto come se fosse un maiale allo spiedo. Non era lo stesso adolescente di un mese fa. Era un delinquente di livello 3 e l'ultima minaccia che aveva affrontato aveva artigli giganti e un corpo che si arricciava intorno alle colline. Quest'uomo non era una vera minaccia.

Axel lasciò che il suo mana divampasse, congelando l'uomo con la pressione del suo potere. Esita e muori. Ripeteva il suo motto preferito mentre affondava il pugnale nella coscia del soldato. Il coltello del dolore non era necessario quando un pugnale era conficcato in profondità nella coscia. Il soldato si afferrò il ginocchio e urlò dopo che Axel ebbe rimosso il suo pugnale e la pressione del suo mana.

La folla è rimasta a bocca aperta davanti allo spettacolo che ha messo in scena. I ragazzi e le ragazze sono stati contenti dell'eccitazione e altri si sono scambiati monete, dopo aver scommesso sul risultato. Si accigliò quando sembrava che si perdessero più soldi che guadagnati. Avevano scommesso contro di lui. E pensare che un mese fa hanno rallegrato il suo arrivo.

Volendo evitare guai ma invece provocarli, Axel sospirò e prese per le braccia il soldato e l'ufficiale. Ora con un prigioniero in più, li ha trascinati nel carcere ed è stato sorpreso da un volto familiare. “Dara, non ti vedo da un po'. Come sei stato?"

Dara sedeva su una sedia di fronte a una delle celle, le gambe incrociate e mangiava uno sconosciuto frutto viola. La sua uniforme da guardia di un nero sbiadito si adattava imperturbabile in netto contrasto con l'armatura toracica di pelle sporca che le avvolgeva il petto. Il fodero della spada inciso al suo fianco pendeva allentato, ma la sua mano strinse saldamente il manico mentre mangiava. Volgendo lo sguardo su di lui, disse: "Sono stata occupata".

Aspettò che lei elaborasse e quando ciò fallì, glielo chiese. "Impegnato a fare cosa?"

Vedendo che non le avrebbe permesso di finire la sua frutta in pace, lo coinvolse in un discorso. «Non appena la puttana ha reclutato te e il tuo amico come guardie del corpo, un mercante ha assunto anche noi.»

“È quello che stai facendo in prigione, a guardia dei mercanti? E che fine ha fatto Garman?

Dara inclinò la testa verso le celle, piene zeppe di uomini e donne sporchi. Le celle erano così affollate che entrambi i sessi condividevano lo stesso spazio. “Alcuni di loro hanno cercato di intrufolarsi nella casa del nostro cliente. Quanto a Garman, chissà cosa sta combinando quell'uomo.

"Qualunque cosa stia facendo, probabilmente è redditizia."

Lei annuì d'accordo.

Uno dei prigionieri, con sua sorpresa, entrò nella conversazione. "Cos'altro dovremmo fare?" disse un uomo dalla faccia sporca, le braccia infilate tra le fessure delle sbarre della cella.

"Opera?"

"Quale lavoro? Ho provato con gli eserciti, ma non vogliono un uomo con le costole visibili.

"OK, che ne dici della pulizia delle strade o dei lavori forzati?"

"Tutto il lavoro è un duro lavoro", ha sottolineato il prigioniero. "E le strade sono già state pulite da persone come me che cercano qualcosa di utile."

“Giusto, allora che ne dici di...” Accidenti, non sapeva cos'altro potesse fare una persona povera per soldi in questo mondo. Per quanto disperato fosse il mondo da cui proveniva, c'erano enti di beneficenza e aiuti governativi di qualche tipo. “Hai ragione. Non significa che puoi andare in giro a rubare roba. Tutto ciò che fa è fornire lavoro a questa affascinante signora. Axel spinse il mento in direzione di Dara, che ora stava finendo il suo frutto viola, sporcandosi di succhi tutta la sua armatura di cuoio.

"Abbiamo tutti dei prestiti da pagare". Questa voce proveniva da una donna che non poteva vedere in una cella più in là nella stanza. Perché stava ascoltando queste persone? "Se non paghiamo, i delinquenti vengono a trovarci a casa nostra".

Teppisti. Le sue viscere si agitarono a quella parola. Le persone che scuotevano questi poveretti condividevano la sua stessa classe. Una classe che gli ha dato il potere della violenza. Le sue abilità, Pain Knife e Fear Knife, hanno avuto origine da questa classe.

Alzò la voce in modo che la donna potesse sentirlo chiaramente. "Questi teppisti sono adoratori del combattimento e hanno la classe del delinquente?"

"Alcuni di loro lo sono e altri lo fanno", ha risposto alle sue domande in ordine. "Quelli che mostrano i loro tatuaggi con arroganza per intimidirci."

Guardò il proprio tatuaggio, scrutando i disegni in trance finché le linee non si trasformarono in testo leggibile.

Nome: Axel, Livello: 3, Classe: Thug, Mana: 21, Abilità: Pain Knife(0.5) Fear Knife(0.5) Malice Seal(X), EXP: 47.

Solo la sua esperienza era cambiata rispetto all'ultima grande battaglia a cui aveva partecipato. L'unica nota degna di nota era che l'abilità di combinazione che lui e Rayner usavano appariva solo quando erano insieme. Le sue sessioni di allenamento, sebbene utili, si sono rifiutate di intaccare la sua EXP e, quindi, il suo livello.

Fissare troppo a lungo il proprio palmo era considerato un segno di vanità in questo mondo, così lo era esibirlo frequentemente come facevano i teppisti. Mise la mano in tasca prima che Dara oi prigionieri osservanti se ne accorgessero.

Nessuno ha parlato. Invece, gli occhi indagatori dei prigionieri incombevano su di lui. Anche Dara sedeva in silenzio, tutta la sua attenzione su di lui, in attesa.

"Posso aiutarti in qualche modo?" disse, chiedendosi perché riceveva tutti quegli sguardi strani.

"Fai qualcosa al riguardo", disse l'uomo dalla faccia sporca.

C'era di nuovo quella richiesta. "Cos'è questo qualcosa che vuoi che faccia e perché dovrei farlo?"

“Sei quel ragazzo che ha aiutato la carovana mercantile con i profughi. Allora hai fatto qualcosa. Fai qualcosa ora.

“Ancora una volta, non riesci a descrivermi questo qualcosa. Inoltre, anche altri hanno aiutato, come Dara qui.»

Dara rispose scuotendo fermamente la testa. “Oh, no, questi ragazzi hanno fatto la maggior parte del lavoro. Pianificare la battaglia e guidare le cariche. Vero eroe questo. Stava sorridendo, un'espressione sconosciuta su di lei.

"Beh, quel qualcosa che ho intenzione di fare non è niente." Al che, i prigionieri si sono lamentati come se fosse un politico informandoli che, sì, ci sarebbe stato un aumento delle tasse. E qualcuno l'ha appena fischiato?

Prima che potesse vendicarsi con i suoi stessi piagnucolii, dall'esterno giunse un trambusto. Dara era già fuori dal suo posto e fuori dalla porta mentre lui la seguiva.

Le strade erano il caos. Uomini e donne, alcuni con bambini in braccio, sono scappati urlando.

Dara ha afferrato un uomo per chiedere cosa stesse succedendo. "Mostri", disse l'uomo, poi scappò.

«Stanno correndo nella direzione opposta rispetto alle mura», disse Axel. "Ciò significa che i mostri non sono ancora entrati a Ridgehill."

"Tu vai. Devo controllare il mio cliente e trovare Barny.»

"Adesso? potremmo usarti fuori.

“Tutti abbiamo un lavoro da fare. Combatto dentro. Combatti fuori. I cittadini in preda al panico non costituiscono una buona difesa.

Lei aveva ragione. La sua esperienza nel combattere l'assedio contro una città in cui soggiornò durante la sua prima ricerca portava questa verità. Accettando che doveva andarsene, le augurò buona fortuna e proseguì verso il suono delle urla e delle lame che si scontravano.

Storie simili

Pranzo in intimo

Un giorno, durante la pausa pranzo, Sandi e Lori entrano in un esclusivo negozio di biancheria intima. Esaminano casualmente gli scaffali finché non vedono un orsacchiotto di pizzo rosso sexy e trasparente. Lanciano una moneta per vedere chi la proverà. Lori vince il sorteggio e si sorridono mentre vengono scortati nel camerino da un'anziana signora tipo matrona che li guarda con sospetto. Il vecchio pipistrello apre la porta e lascia l'area, ma continua a guardare indietro per vedere cosa sta succedendo. Mentre Sandi si guarda un po' intorno, Lori si infila nel piccolo camerino e si toglie i vestiti. Ammira la...

2.7K I più visti

Likes 0

Figa su l'albero

Quando sono diventato Vigile del fuoco, ho capito che sarei stato chiamato a gestire una serie di servizi per il pubblico. Le pubbliche relazioni sono 3/4 del lavoro. Ho sempre a che fare con il pubblico, da piccole crisi a grandi disastri. Di solito un grazie o un sorriso è sufficiente gratitudine per un lavoro ben fatto. In alcune occasioni durante la mia carriera, ho ricevuto biscotti fatti in casa o altre prelibatezze come forma di gratitudine. Nulla è necessario, come sottolineo continuamente a coloro che aiuto. Conclusione: la città mi paga bene per fare il mio lavoro. Non fui sorpreso...

2.6K I più visti

Likes 0

Usando la sorella della mia migliore amica parte 3_ (1)

La pausa dal college mi porta nella mia città natale. Sto concludendo il mio ultimo anno di college, all'età di 22 anni, preparandomi ad entrare nel mondo reale. Apparentemente maturo, quasi pronto per essere un vero adulto. Ma non oggi. Oggi mi intrufolo nel seminterrato per una bella scopata a casa dei genitori della mia volgare Leah di 18 anni. Ero appena tornato a casa quella notte. Non ero nemmeno disfatto quando il telefono ha ronzato. Avevo scritto a Leah all'inizio della settimana, ma mi stava distraendo così tanto con i sesti che ho dovuto metterlo da parte per potermi concentrare...

3.5K I più visti

Likes 1

Perseguitato dal Futa Ghost 15: L'esorcismo cattivo di Futa Ghost

Perseguitato dal fantasma Futa Capitolo quindici: Il cattivo esorcismo di Futa Ghost Con il mio pseudonimo3000 Diritto d'autore 2017 No, gridai con dolore e rimpianto. No, Ōjo-sama! Le lacrime mi scesero dagli occhi mentre la vergogna mi sopraffaceva. L'avevo delusa. Fissai la sua bellissima forma di Mitsuko-hime che penzolava dal ramo del pino, ondeggiando nella brezza che gemeva attraverso i boschi maledetti. I suoi occhi si gonfiarono. Il suo viso dipinto di bianco macchiato dalle lacrime. Il suo sandalo era caduto. Ho afferrato il suo piede calzato di calzino. Slime ha inzuppato il suo calzino, mi ha coperto la mano. Ho...

2.5K I più visti

Likes 0

Capitolo 4

Capitolo 4 Erano sicuri che un giorno si sarebbero sposati e Jeff ha sempre trattato Julie in modo speciale, lei significava molto per lui. Stava ricordando una volta in particolare che fece loro sapere che un giorno si sarebbero sposati. Erano al teatro all'aperto con l'auto dei suoi genitori, uno di quei tipi di famiglia che conosci il tipo spazioso. Bene, comunque, si erano seduti sul sedile posteriore per avere più spazio e comodità e si erano rannicchiati l'un l'altro. Jeff le teneva un braccio intorno alla spalla. Inoltre, la stava baciando sulla guancia. Questo li ha fatti iniziare perché si...

2.5K I più visti

Likes 0

Ex compagni di gioco di Playboy Parte 9: Il vero desiderio di Tiffanie_(1)

Nota dell'autore:  Questa è la seconda storia di Tiffanie, un ex compagno di giochi di playboy immaginario. Il suo primo è interrazziale. Non devi leggerlo se non vuoi, ma basti dire che nella parte 3 di questa serie, Tiffanie ha assistito a un atto incestuoso a casa sua che ha coinvolto sua sorella maggiore Diane. A differenza di Stephanie, (che ha anche assistito a un atto simile nella parte 3) ha incasinato Tiffanie, facendola impazzire. Ha fatto del suo meglio per evitare i suoi desideri incestuosi interiori, affogandoli con lo sperma degli uomini di colore. La prima e la seconda storia di...

2.2K I più visti

Likes 0

La festa_(14)

Parte 1 Gesù, faremo di nuovo tardi, penso tra me e me mentre mi siedo sul divano in soggiorno, con la testa appoggiata su una mano. Era sabato, la notte della festa di Doonsberg e non c'era modo di uscirne. I vicini in fondo alla strada ci avevano invitato nella loro villa mesi fa. Erano state fatte le risposte, i calendari controllati e ricontrollati, le telefonate fatte. Insomma, era un affare fatto. Se mai c'era stata una serata per una festa, quella era quella. La luna piena della vigilia di fine estate guarda pigramente la comunità rurale. Una leggera nebbia si...

2K I più visti

Likes 2

Schiavo per un giorno parte 3

Liz guarda Chris per istruzioni, e lui sorride alla sua obbedienza. Si sta divertendo nel vedere sua moglie rinunciare al controllo e lei potrebbe quasi prendere a calci se stessa per aver ceduto senza nemmeno pensarci. Sta davvero iniziando a divertirsi a cedere il controllo a suo marito? Vai ad aprire la porta e manda i miei amici in soggiorno, vado a mettere il gioco. Chris comanda. Liz va verso la porta e mentre la apre sente il vibratore che inizia a vibrare dentro la sua figa. Si gira per fissare Chris ma lui è già in soggiorno, quindi si ricompone...

1.9K I più visti

Likes 0

Scopata su un tavolo da biliardo_(0)

Martha e Sharon hanno deciso di uscire e giocare a biliardo. Sapevano che potevano rimorchiare i ragazzi al pub locale ed entrambi amavano scopare. Quando sono entrati per la prima volta nel bar era vuoto tranne che per la cameriera. Sono quasi andati via, ma Martha ha suggerito di giocare a biliardo prima di andare avanti. Sharon acconsentì e raccolse le palle. Mentre Martha stava per rompere le palle, due ragazzi sono entrati nel bar e si sono seduti a un tavolo vicino al tavolo da biliardo. Martha ha rotto le palle guidando nella palla da dieci. Ha preso la mira...

1.6K I più visti

Likes 0

La figlia del capo, capitolo 1: L'inizio della follia

Sono cresciuto in una piccola città di montagna, per darti un'idea, la mia scuola elementare -8th aveva solo 58 bambini. Dire che tutti si conoscevano è un eufemismo. Ero un ragazzo medio, e tutti mi amavano per il mio cuore gentile e il mio grande umorismo. Crescendo sono stato molto con il mio amico Collin, il ragazzo che ha tutto. Eravamo sempre su moto da cross, quad, barche, lo chiami, l'abbiamo fatto. Sempre con noi c'era suo cugino più giovane Alexis. Era una ragazza carina, ma molto più giovane di me. Alexis ha avuto una grande cotta per me per molto...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.