Pranzo in intimo

1.2KReport
Pranzo in intimo

Un giorno, durante la pausa pranzo, Sandi e Lori entrano in un esclusivo negozio di biancheria intima. Esaminano casualmente gli scaffali finché non vedono un orsacchiotto di pizzo rosso sexy e trasparente. Lanciano una moneta per vedere chi la proverà. Lori vince il sorteggio e si sorridono mentre vengono scortati nel camerino da un'anziana signora tipo matrona che li guarda con sospetto. Il vecchio pipistrello apre la porta e lascia l'area, ma continua a guardare indietro per vedere cosa sta succedendo. Mentre Sandi si guarda un po' intorno, Lori si infila nel piccolo camerino e si toglie i vestiti. Ammira la sua immagine allo specchio prima di provare l'orsacchiotto e infine se lo infila. L'elegante numero rosso accentua la sua pelle bronzea, abbraccia le sue curve e risveglia i suoi sensi. Passando le mani sulle calze autoreggenti, fa un passo indietro nelle sue stelletos nere per ottenere il massimo effetto. Il suo riflesso la emoziona mentre si gira lentamente, poi le sue mani si spostano sui fianchi fino al seno. I suoi capezzoli diventano duri e praticamente saltano attraverso il materiale sottile mentre la sua eccitazione aumenta. Afferra i suoi seni pieni e li strofina per far fluire le sensazioni ancora di più, poi sente una fitta di desiderio vibrare in lei e la sua mano scende sul suo clitoride palpitante. Mentre si strofina il clitoride attraverso il pizzo, nota che l'orsacchiotto si bagna. Dopo pochi minuti, Lori fa capolino per chiedere a Sandi di venire a dare un'occhiata.

Mentre si masturbava, Lori era totalmente all'oscuro del fatto che stava anche eccitando il vecchio nella stanza sul retro che la guardava sul suo schermo privato. Si sta godendo lo spettacolo e mentre c'è una pausa nell'azione, si toglie il cazzo duro dai pantaloni e inizia ad accarezzarlo. Può dire che sarà un giorno speciale e continua a guardare. Adora il suo lavoro al negozio di biancheria intima, perché vede le donne spogliarsi ogni giorno, ma questo è un vantaggio: di solito non se la cavano! In attesa di Lori, Sandi decide di provare un orsacchiotto nero e proprio mentre lo indossa, sente Lori che la chiama. Entra nella stanza di Lori e i suoi occhi si illuminano alla vista davanti a lei. "Sembri CALDA, Lori!" Lori sorride e dice: "Lo so! Guarda com'è bagnata questa cosa!". Lori appoggia la gamba sullo sgabello in modo che Sandi possa vedere l'umidità che si è accumulata. Lori sente un altro zampillo di umidità alla vista di Sandi con il pizzo nero che delinea incredibilmente le sue curve. Lori allunga la mano e fa scorrere leggermente il dito lungo il pizzo che copre la parte superiore del seno di Sandi. Questo cattura l'attenzione del vecchio e lui spegne velocemente le luci e chiude a chiave la porta, poi si accomoda sulla sedia per guardare queste due adorabili.

L'illuminazione non è eccezionale nella piccola stanza, quindi Sandi si china per dare un'occhiata più da vicino. Il profumo di Lori la riempie e lei ne è entusiasta. Appoggia la mano sulla coscia di Lori, poi fa scorrere le dita sul tessuto inzuppato per sentire da sé quanto sia davvero bagnato. Sente Lori ansimare e sente Lori che le preme contro le dita. Sandi alza lo sguardo sul viso di Lori e si incrociano negli occhi, scambiandosi uno sguardo consapevole che sono arrivati ​​troppo lontano per fermarsi ora - un accordo silenzioso sul fatto che entrambi sono a loro agio con questo. Sandi stacca la gamba di Lori dallo sgabello e la guida per i fianchi a sedersi. Le mani di Sandi si muovono dai fianchi di Lori, lungo le sue gambe. Sandi apre le gambe di Lori e si muove in mezzo a loro, sganciando l'inguine dell'orsacchiotto nel processo. La stanza è così piccola che Lori mette i piedi sullo specchio inconsapevolmente dando al vecchio una visione completa. Sandi fa scorrere le mani lungo l'interno delle cosce setose di Lori e tira su l'orsacchiotto per rivelare una morbida figa rasata. Si tocca il clitoride, inviando increspature di gioia attraverso Lori. Sandi si sente bagnata dall'attesa. Più umidità scorre da Lori e Sandi fa scorrere il dito nel succo e lo lecca, facendo in modo che la sua figa implori attenzione. Si allunga sotto di lei e fa scattare l'orsacchiotto che le stava abbracciando la figa umida in modo che possa infilare il dito dentro. Mentre Lori le sta stringendo le tette, Sandi fa scorrere dolcemente la sua lingua sulla figa di Lori, scuotendole il clitoride e inizia a leccare i succhi che stanno versando fuori dalla sua figa. Lori rilascia un leggero gemito di piacere e spinge la testa di Sandi più a fondo nella sua figa. Sandi è felice di obbligarla e la lingua febbrilmente per ottenere più del dolce sperma. La sua fica è così calda che inizia a martellarla selvaggiamente con le dita finché non sente che l'umidità inizia a gocciolare. Non può più aspettare e trascina Lori dallo sgabello al suo posto. Lori è più che pronta a prendere un po' di sperma per se stessa e allarga rapidamente la figa di Sandie per farle entrare la lingua. Lori spinge i piedi di Sandi sopra la sua testa dandole pieno accesso alla figa sensuale che brama. Sandi si dimena mentre Lori fa scorrere la lingua sul clitoride, poi si tuffa nella sua figa. Lori infila le dita nella scatola calda e gocciolante di Sandi facendola strillare. La vecchia matrona bussa alla porta per vedere se è tutto a posto. Mormorano che stanno bene e che usciranno tra un minuto. Sandi fa scattare l'inguine e sistema l'orsacchiotto, sbircia fuori per vedere se la direttrice è occupata, poi torna in camera sua per vestirsi. Lori si veste e si incontrano alla cassa e decidono che devono avere quegli orsacchiotti! L'anziana signora dà loro un'occhiata curiosa mentre i loro odori si alzano dal tessuto, ma è troppo adatta per fare domande. Il vecchio esce barcollando dalla stanza sul retro e fa loro l'occhiolino. Si sorridono l'un l'altro e se ne vanno. Tornano al lavoro se ne vanno!

Storie simili

QUALCOSA DI NUOVO_(0)

Sei pronta, chiese Debbie alla sua amica Maureen mentre si fermava alla scrivania della sua migliore amica, Non vedo l'ora un altro minuto, sono quasi pronta per scoppiare!?! Anch'io, rispose Mo mentre dava gli ultimi ritocchi a un rapporto che il signor Bently le aveva chiesto di preparare prima del suo viaggio a New York più tardi quel pomeriggio, lasciami lasciare questo nell'ufficio del capo, è stato sul mio caso tutta la mattina per farlo prima di mezzogiorno!!!” Nessun problema, ha risposto Debbie mentre si dirigevano verso l'ufficio del signor Bently, il tuo è pieno, il mio sembra che stiano per...

947 I più visti

Likes 0

Il debito di Rachel (Capitolo 3 - Il passato e il dolore)_(0)

Sabato è arrivato e non avevo ancora sentito Rachel. Inoltre non ero ancora pronto a chiamarla per il nostro prossimo appuntamento. Certamente volevo. Prima di Rachel, dall'ultima volta che ero stato con una donna, sembrava che il mio desiderio sessuale si fosse raffreddato. Stare con Rachel l'aveva riacceso, lo aveva portato da quasi dormiente a un inferno torreggiante. Per aspettare il momento, ho guardato i video dei nostri precedenti incontri. Era davvero magnifica. Avrebbe potuto essere una pessima scopata e comunque non avrebbe avuto importanza, il suo corpo giovanile e la sua mente lasciva hanno più che compensato. Non era male...

838 I più visti

Likes 0

Un consiglio da ricordare

Sal, prendi il tavolo 12, ho sentito dire dalla padrona di casa. A poco a poco mi voltai e sbirciai laggiù. «Una bella bruna sulla trentina da sola con un vestito rosa un martedì sera? E wow, non sta nemmeno cercando di nascondere quella rastrelliera, mi sta facendo venire un'erezione ora,' ho pensato prima di iniziare con calma a camminare verso di lei. I miei occhi non si sono mai staccati da lei mentre per il momento si limitava a guardare il menu. Anche se, sono ancora andato da lei. Ciao come stai stasera? Posò il menu e mi guardò. Sto...

1.3K I più visti

Likes 0

Secondo lavoro

Secondo lavoro Mancavano circa 30 minuti alla chiusura quando mi è stato detto che la signora Ochoa voleva vedermi dopo la chiusura. Anche se indossavo un cercapersone per i suoi ordini, non l'ho mai acceso. Fanculo lei. Prima di tutto, se i soldi di questo lavoro non avessero aiutato mio figlio al college, non sarei qui. In secondo luogo, sono un supervisore nel mio vero lavoro, quindi non prendo bene gli ordini. In terzo luogo, da quando la piccola messicana permalosa, la signora Ochoa, è diventata supervisore, ha avuto questi piccoli ordini pignoli che erano solo cazzate. Infine, a dire il...

957 I più visti

Likes 1

Il maestro dell'orologio e l'inventore Parte 4_(1)

Eccoci... gemetti, posando la cassa sul tavolo. Sospirai guardandomi intorno nel ripostiglio; Ancora una volta ero solo in fabbrica, questa volta a organizzare le spedizioni. Gemendo inarcai la schiena. Allungamento; Ero più che dolorante per i giorni di travaglio. Scrap era in un angolo, in attesa dei miei ordini. Tempo di scarto per tornare a casa. In risposta, l'automa si raddrizzò leggermente, sibilò e si avviò con passo pesante verso la porta. L'ho aperto e ho seguito la mia invenzione nelle strade poco illuminate. Le strade erano semivuote, la maggior parte delle persone tornava a casa per la sera; ogni tanto...

516 I più visti

Likes 0

Capitolo 4

Capitolo 4 Erano sicuri che un giorno si sarebbero sposati e Jeff ha sempre trattato Julie in modo speciale, lei significava molto per lui. Stava ricordando una volta in particolare che fece loro sapere che un giorno si sarebbero sposati. Erano al teatro all'aperto con l'auto dei suoi genitori, uno di quei tipi di famiglia che conosci il tipo spazioso. Bene, comunque, si erano seduti sul sedile posteriore per avere più spazio e comodità e si erano rannicchiati l'un l'altro. Jeff le teneva un braccio intorno alla spalla. Inoltre, la stava baciando sulla guancia. Questo li ha fatti iniziare perché si...

1K I più visti

Likes 0

Game Over

Game Over. Chris ha camminato lungo il tappeto. Spinto dalla tentazione di tornare a guardare sua moglie e il suo amante, ma non lo fece, sapendo che era decisamente escluso dall'azione della loro camera da letto, sentendo gli strilli di gioia, i sospiri e i suoni del sesso provenienti dal la stanza a pochi metri ea un paio di porte da lui era puro tormento. La televisione giocava da sola, inosservata e ignorata mentre l'occhio della sua mente trasmetteva le visioni di ciò che sapeva stava succedendo lì dentro. Il corpo di Jacqui si contorceva nel suo modo flessibile, il sudore...

853 I più visti

Likes 0

Un piccolo servizio

Yorkshire, Inghilterra, qualche anno fa. Un piccolo servizio. Stavo lavorando in ufficio a capo pozzo quella mattina, il sole splendeva d'oro sul fumo del locale caldaia, gli uccelli tossivano, non pioveva da due giorni, e questa è ufficialmente una siccità nello Yorkshire. Qualsiasi strada intorno a cui mi stavo occupando della cera d'api quando arriva il capo. Blagthorpe. Sommat si sbagliava. Non era tutto audace come al solito. Era quasi nervoso. Ah giovane Allen, dice, tutto amichevole come quando vuole che i conti vengano manipolati. Chissà se potresti rendermi un servizio? Lo farò se posso gaffer, dico, Cosa sta succedendo? Ora...

1.3K I più visti

Likes 0

La fantasia di uno psichiatra

Essendo uno psichiatra, dovrei rispettare la massima riservatezza con i miei pazienti. Tuttavia, dovevo togliermi di dosso questa storia, ed è una storia che non potevo confidare nei miei college, quindi cambio i nomi per proteggere gli innocenti. Il mio soggetto è una ragazza che chiamerò Candy. Sono specializzato nel lavoro con i giovani, in particolare nei casi relativi al sesso. Essendo un uomo, di solito lavoravo con i ragazzi, ma trovavo alcune ragazze che si sentivano più a loro agio a parlare di sesso con un uomo per un motivo o per l'altro. Era un po' insolito, ma certamente non...

997 I più visti

Likes 0

Sotto la sua scrivania (Cap3)

L'equipaggio è qui. Li sento ridere e sbattere in giro in studio. Mi sembra di essere in ginocchio qui da molto tempo, ma l'arrivo dell'equipaggio significa che è passata solo un'ora da... beh, da... Da quando il mio padrone bianco mi ha piegato sulla sua scrivania e mi ha mostrato quello che sono Oh chiudi il becco, cervello. Dio cosa è successo?! Quando sono arrivato qui stamattina mi sono sentito così potente e feroce. Stavo prendendo il controllo, portando avanti la nostra relazione. Ora mi sento così indifesa e debole, inginocchiata nuda sotto la sua scrivania e gocciolando lacrime e sperma...

1.3K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.