Innocente ragazza asiatica si è trasformata in una schiava Capitolo 3

1.2KReport
Innocente ragazza asiatica si è trasformata in una schiava Capitolo 3

“Indossa una gonna domenica. Niente reggiseno o mutandine".

Sophia lesse il breve messaggio e sospirò. Era stata essenzialmente costretta a rinunciare a tutto il resto della sua vita solo per far piacere al Maestro Liam. Invece di andare al club culinario giovedì durante il pranzo, ha passato il tempo a succhiargli le palle nella Tesla. Invece di andare a prendere Boba con le sue amiche domenica, avrebbe perso la verginità con un anziano che aveva incontrato solo due settimane prima.

Sophia era terrorizzata dal dolore di perdere la sua verginità. Ha letto online di quanto sia stata dolorosa la rottura dell'imene, quindi era comprensibilmente nervosa.

Sophia era un po' nerd. A volte le piaceva travestirsi, ma non si truccava mai. Nel suo tempo libero, ha guardato molti anime, quindi per Halloween l'anno scorso si è vestita come una graziosa scolaretta giapponese. Era passato solo un anno, ma da allora la pubertà l'aveva colpita. L'abito era già diventato troppo piccolo per lei. Il suo top era così stretto che non poteva nemmeno indossare un reggiseno se avesse voluto. È servito per accentuare i suoi piccoli seni però. La maglietta era così piccola che presentava il suo grazioso ombelico. Si è messa la gonna che le copriva appena il culo leggermente ammaccato.

Liam ha sentito bussare alla sua porta e ha aperto la porta a una bambina asiatica sexy. Un piccolo asiatico di 14 anni alto 5 piedi con le tette rotonde accentuate stava di fronte a lui. Non vedeva l'ora di prendere la verginità della ragazza innocente nella sua adorabile gonnellina.

"Vieni dentro"

Sophia entrò con riluttanza nel suo soggiorno.

“Hai imparato molto piccolo schiavo, ma hai molto da imparare. Ogni domenica, inizieremo con la tua punizione settimanale per varie trasgressioni che hai commesso durante la settimana. Allora ti fotterò fino a quando non sarò soddisfatto. Comprendere?"

"Sì, maestro" Sophia ha risposto a bassa voce

"Buono. Mettiti in ginocchio e toglimi la cintura. E portamelo tra i denti come se fossi un cane».

Sophia si mise in ginocchio e iniziò a togliergli la cintura. Lo mise goffamente tra i denti e guardò gli occhi azzurri di ghiaccio di Liam.

La vista di una piccola adolescente asiatica innocente che gli presenta lo strumento con cui sarebbe stata punita ha acceso Liam. Lei lo guardò con occhi lucidi e acquosi per la paura. Il suo cazzo è diventato duro, ma ha dovuto avere un po' di autocontrollo per addestrare adeguatamente il suo schiavo.

“Voltati e premi la tua faccia sul tappeto. Alza la gonna e tira fuori il culo. Tienilo lì” ordinò Liam.

Sophia obbligata si sporse in avanti sulle ginocchia finché il suo viso non fu spinto nel tappeto. Girò il viso a sinistra in modo che potesse respirare e tirò la gonna verso l'alto per presentare il suo bel culetto. La maggior parte dei lividi era ormai guarita, ma c'erano ancora dei punti che le facevano male quando li toccava. Era terrorizzata da quante volte sarebbe stata sculacciata e quanto più le avrebbe fatto male dato che non era completamente guarita.

Liam guardò nel suo culo nudo e non poté fare a meno di notare il suo piccolo buco del culo e le adorabili labbra della figa calva. Era la prima volta che vedeva una fica pelata dato che le sue preziose fidanzate erano molto più grandi di lei. Era entusiasta di infilare il suo enorme cazzo nella sua figa, ma i desideri più forti richiedono la volontà più forte.

"Ho bisogno di mostrare il dominio" pensò tra sé e sé.

Liam prese la sua scarpa sporca e gliela premette contro la guancia sinistra. Rimase in piedi con il piede sinistro sulla sua guancia con la cintura nella mano destra, in modo che potesse essere facilmente sculacciata per qualsiasi motivo.

“Allora, come ci si sente ad essere dominati dal tuo superiore padrone bianco? Essere onesti." Liam ha preso in giro.

Il cervello di Sophia ha funzionato. Aveva paura di cosa sarebbe successo se avesse mentito, quindi ha detto "non... non sembra andare—AIEEE" ha urlato quando le è stata colpita la guancia destra. Ha usato rapidamente la sua mano destra per coprirlo. Anche la sua mano è stata prontamente schiaffeggiata.

"OWW" Sophia gridò di nuovo.

"PUGNETTA non OSARE provare a coprirti il ​​culo mentre vieni sculacciato. Lo pagherai più tardi” urlò Liam, “permettimi di ripetere la domanda, come ci si sente ad essere dominati dal tuo padrone bianco?”

"E '... è... si sente bene" Sophia disse esitante disse tra i singhiozzi. Rimise la mano al suo posto, tenendosi l'orlo della gonna sulla schiena.

WACK

"MIAAAA" ha urlato Sophia. Adesso era terrorizzata e confusa. Se avesse risposto che si sentiva male, sarebbe stata sculacciata. Se avesse risposto che si sentiva bene, sarebbe stata sculacciata anche lei.

"Non sembra che sia una bella sensazione..." disse Liam mentre le posava la cintura sul culo e le accarezzava dolcemente il culo.

“Oh oh per favoreeee maestro. È così bello essere dominati. Amo il tuo grosso cazzo bianco. Sì, per favore, domina il tuo... il tuo piccolo schiavo cinese", riuscì a gridare tra i singhiozzi.

"Buono." Liam ha detto: “Ora inizia la punizione ufficiale. Conta in cinese e dì mi dispiace papà seguito da grazie maestro dopo ogni colpo. Inteso?"

"Scusa papà?" Sophia pensò: "Di cosa mi devo scusare? Sei tu quello che mi sta picchiando il culo per il tuo piacere. Voi-"

SCHIAFFO

"UGHHH" gridò.

"Ho detto. Capisci?"

"Sì signore, grazie signore."

WACK Liam l'ha attaccata ancora più forte la seconda volta.

“AIIIIEEEEEEE OWWWW OH Oh oh” Sophia continuò a singhiozzare.

"Cosa ti ho appena detto di dire?"

La mente di Sophia era annebbiata, ma ha lavorato velocemente per trovare le parole giuste. “Mi-mi-scusa papà. Th-grazie m-master” riuscì a gridare.

“La tua punizione inizia ora. Oggi sei arrivato con due minuti di ritardo.»

WHAP

“OHHH yi mi dispiace papà. Grazie Maestro."

"Giovedì hai schivato un po' del mio sperma."

SMACK

“AHHH ehm mi dispiace papà. Grazie m-master."

"Lunedì, non ti sei presa per i gomiti quando ho iniziato a fotterti in faccia."

SPLAT

“AIIIEEEEE san mi dispiace papà. Grazie Maestro."

“Hai provato a coprirti il ​​culo quando ti ho sculacciato oggi. Per questo, sarai sculacciato tre volte. "

SCHIAFFO.

“KYAIII oh ow huh s-si mi dispiace papà. Grazie Maestro."

COLPO.

“AAHHHHH oh oh wu mi dispiace. Grazie-"

SCHIAFFO. Liam le diede una pacca sul sedere rosa prima che potesse anche solo finire la sua confessione.

“UIIEEEEE ohhh ooh ah liu mi sc-scusa. Il-"

CRACK CRACK CRACK

“OWW”

Liam ha frustato la sua schiava così forte e così velocemente che le sue ginocchia scivolarono sul pavimento in un inutile tentativo di fuga. Le sue braccia si agitarono intorno a lei, e la sua testa cercò di muoversi in avanti per abbassare il sedere. Sfortunatamente per lei, il piede di Liam era ancora appoggiato sul suo viso. Il suo culetto cercò di scivolare verso il basso ma non ci riuscì.

"Devi smetterla di ansimare e lamentarti così tanto o non sarò in grado di sentire le tue scuse, bambina." disse Liam con il tono di un cattivo malvagio.

Questi tre colpi pungono così forte che Sophia ha voluto massaggiarsi il culo, ma sapeva che sarebbe stato meglio farlo. Porterebbe solo a più punizioni.

Questo continuò per un paio di minuti. Sophia sentiva che questi erano ingiusti. Ad esempio, non ha schivato il suo sperma. Invece, a Liam è mancato quando si è tirato fuori dalla sua bocca e una parte è finita sul suo cruscotto. In realtà, Liam voleva solo sentire urlare il suo piccolo schiavo asiatico, quindi ha punito il culo della povera ragazza per qualsiasi trasgressione minore.

Alla fine, Liam ha finito le cose per cui punirla. Sophia annusava e piangeva costantemente mentre le faceva una domanda, "come ti chiami?"

"S-Sophia?"

THWAP “AAAAAA eh eh” ansimò.

"Il tuo VERO nome" ha sottolineato Liam.

Sophia esitò e pensò, quindi fu sculacciata di nuovo.

WACKKK

“AHEEEE. Sofia Chan! Il mio vero nome è Sophia Ch—“

SCHIAFFO

“KYAAAA uh uh. Attesa! Per favore"

THWACK

“AIEEEEAAIEE” Sophia urlò ad alta voce. Deve volere il mio nome cinese! Sì è quello. Vuole sapere il mio nome cinese. "Chen xiao-lan!" lei pianse

CREPA. Liam ne emise uno particolarmente duro. Il suo braccio si stava stancando di batterle il culo così tanto. Non pensava affatto al suo dolore.

"No. Sei il vero nome, troia".

“AHHH!” Poi capì cosa intendeva. Voleva che lei fosse la sua piccola schiava asiatica, dopotutto. Aveva bisogno di un soprannome. La sua mente corse a trovare qualcosa, qualsiasi cosa per soddisfarlo. Proprio quando Liam ha alzato di nuovo la cintura per schiaffeggiarla, Sophia ha gridato.

"CHINA DOLL" Sophia non sapeva davvero cosa significasse, ma una volta ha sentito un ragazzo inquietante sull'autobus chiamarla così quando era più giovane. Liam finalmente le tolse la scarpa dalla guancia. Sophia rimase al suo posto tenendosi la gonna e presentando a Liam il suo culo arrossato e contuso. Per tutto questo tempo, ha singhiozzato e voleva solo che finisse. Era disposta a fare TUTTO oltre a prendere più botte. Questo è esattamente quello che voleva Liam.

Liam le accarezzò dolcemente il culo arrossato, "vuoi che smetta di sculacciarti, bambola cinese?"

"Sì! Sì! Farò qualsiasi cosa tranne essere sculacciato di nuovo. Per favoreeee!" lei implorò

"Grande. Togliti la maglietta e succhiami il cazzo."

Sofia felicemente obbligata. Praticamente è saltata in ginocchio e ha guardato il suo padrone mentre si buttava la maglietta sopra la testa e abilmente gli slacciava i pantaloni e gli tirava giù le mutande. Ha immediatamente ingoiato il suo cazzo e ha preso cinque pollici in una volta. A differenza di prima, non aveva più alcuna riluttanza a succhiargli il cazzo. Era meglio che farsi sculacciare di nuovo.

Liam gemette mentre Sophia gli imbavagliava il cazzo. Amava guardare la sua piccola schiava sottomessa, il suo culo rosa, le guance rosee e le piccole tette. Dopo alcuni minuti in cui lo succhiava, Liam sapeva che era ora.

"In piedi." Liam ha ordinato.

Sofia obbligata. Liam l'ha presa in braccio come una bambina e l'ha portata nella sua stanza. La fece sedere sul letto e iniziò a baciarla dolcemente. Stava lentamente diventando una baciatrice migliore giorno dopo giorno, e ha anche iniziato a godersi la sensazione di essere amata da Liam. Afferrò le sue tette grandi come una pesca e le strinse mentre pomiciava con lei. Spingendo Sophia verso il basso in modo che si sdraiasse sul suo letto, Liam la baciò sul collo e si fece strada fino alle sue piccole tette. Infilò il dito sotto la gonna nella sua piccola figa stretta mentre succhiava e mordicchiava i suoi piccoli capezzoli, suscitando un gemito dall'asiatica. La sua figa era senza dubbio il buco più stretto che avesse mai toccato prima. Ancora più stretto dell'ano della sua precedente ragazza. Sophia gemette e gli afferrò la testa in risposta. Adorava la sensazione delle sue tette e della sua figa che venivano stimolate.

"Hai mai saputo che questo era qui?" disse Liam mentre le toccava il clitoride

"No. Non mi masturbo, Maestro”

Liam ridacchiò, lo succhiò e lo morse mentre le penetrava la piccola figa con un dito.

Sophia quella volta urlò e gemette davvero. Le sue dita dei piedi si piegarono mentre provava un piacere che non aveva mai provato prima. Come trombettista, Liam ha imparato l'arte della lingua e ha fatto impazzire Sophia. Il suo giovane corpo è venuto in meno di un minuto attraverso l'uso abile della sua lingua.

Liam si è alzato. Il suo furioso nove pollici era più duro che mai e coperto di precum. Ha messo il suo cazzo all'ingresso e ha guardato i grandi occhi marroni di Sophia mentre si spingeva dentro di lei.

Lei gemette e si contorse leggermente per il disagio finché lui non raggiunse il suo imene. Liam le afferrò le mani e le appuntò sopra la sua testa perché sapeva quanto le avrebbero fatto male.

"Sei pronto per diventare un adulto?" Chiese

Sofia si limitò a scuotere la testa. Aveva sempre immaginato di perdere la verginità con dolcezza quando si era sposata con un dottore o un ingegnere intelligente, proprio come volevano i suoi genitori. Ora, veniva immobilizzata e costretta da un bruto diavolo bianco.

La sua disobbedienza lo fece arrabbiare. Liam strinse i denti, si tirò indietro e infilò il suo cazzo il più lontano possibile nella sua figa. Solo sei pollici ce l'hanno fatta.

"AIIIIIIIEEEE-" Sophia emise il grido più forte della sua breve vita. Liam le mise rapidamente la mano davanti alla bocca e fissò quegli adorabili grandi occhi pieni di lacrime. Ha lottato e ha cercato di far uscire il suo pitone invasore dal suo piccolo tunnel di 15 anni, ma Liam l'ha immobilizzata e le ha tenuto strette le mani in difficoltà. Le lacrime iniziarono a cadere dai suoi occhi quando la sua infanzia la lasciò. Il sangue colava dalla sua giovane figa. Sophia ora era per sempre proprietà di questo uomo bianco.

Liam si tirò lentamente fuori e spinse dentro, suscitando un altro strillo da parte di Sophia. Cominciò a pompare lentamente avanti e indietro mentre il sangue lubrificava la sua colonizzazione del suo giovane corpo stretto.

Mentre Sophia inizialmente soffriva, ha iniziato a urlare un po' più piano ogni volta, e alla fine ha cominciato a gemere. Liam liberò le mani dai suoi polsi e le prese invece il seno piccolo. Le baciò le piccole labbra imbronciate per farla gemere un po' più silenziosamente. Ogni volta che smetteva di baciarla, la fissava negli occhi e la guardava sussultare e guaire ogni volta che entrava in lei.

Sophia ha continuato a piangere in silenzio per il dolore. Fa MALE avere il suo cazzo nella sua piccola figa asiatica. Le fighe asiatiche come le sue sono state progettate per i cazzi più piccoli, non importa il fatto che aveva solo 15 anni. Poteva sentire ogni vena e la sua testa bulbosa che le pompava dentro. Ogni volta che entrava per più di un paio di centimetri, lei emetteva un guaito acuto, come un cane colpito.

Questi piccoli guaiti erano musica per le orecchie di Liam. Le grida del suo piccolo schiavo sottomesso gli hanno dato l'energia per continuare a scoparla. Si rese conto subito e là che le fiche vergini, giovani e asiatiche erano senza dubbio il tipo migliore. Era liscio e facile da scopare dai suoi succhi e sangue, ma era anche più stretto di qualsiasi stronzo che avesse mai scopato prima. Il piacere celestiale che provava non aveva eguali.

Liam si rese presto conto di un problema. Nonostante tutti i succhi della giovane figa di Sophia che scorressero, riusciva solo a far entrare circa la metà del suo cazzo di nove pollici nella sua figa. Smise di scoparla e la sollevò gentilmente.

Sophia non si rendeva proprio conto di cosa stesse facendo, ma comunque gli avvolse le gambe intorno. Si sentiva stranamente al sicuro e amata quando era in questa posizione. Le sue braccia si avvolsero attorno alle ampie spalle muscolose di Liam.

"EEEEE" ha urlato mentre Liam la lasciava cadere rapidamente sul suo cazzo. Sette pollici del suo cazzo bianco hanno invaso la sua piccola figa straniera. Sophia voleva il doloroso pitone fuori dalla sua piccola figa, ma si rese conto che se si fosse lasciata andare, tutto il suo corpo sarebbe caduto sul suo cazzo senza nient'altro che l'avrebbe fermata. Invece, ha abbracciato il collo di Liam ancora più forte e si è aggrappato per tutta la vita. Ha iniziato a urlare ea urlare davvero mentre provava il maggior dolore in tutta la sua vita finora.

"aaaaAAIIIEEE ah eh eh UIEEE ahuh eh AHHHH eh ah" ha urlato quando Liam ha penetrato la sua piccola figa e ansimava tra le penetrazioni. Liam non ha avuto pietà in questa sessione di stupro. Grugnì e ringhiò mentre usava con la forza tutta la sua velocità e forza su questa povera ragazza asiatica indifesa. Ogni centimetro della sua figa era in un'intensa sensazione di dolore. Ora, la sua cervice veniva costantemente attaccata. Aveva bisogno che lui fosse più gentile.

Sophia si avvicinò alle orecchie di Liam in uno dei tratti off e sussurrò "Ti amo". Liam la spinse via leggermente e la guardò negli occhi. Sembrava così genuina quando ha detto quelle parole, così Liam si è chinato per baciarla. Mentre la baciava, spinse lentamente il suo cazzo nella sua figa centimetro per centimetro. Sophia gemette un po' all'inizio mentre lui la violentava lentamente. Poi cominciò a calmarsi.

Smise di baciarla e guardò in quei grandi occhi innocenti. Per la prima volta, Liam ha pensato al piacere che Sophia stava affrontando nelle loro sessioni di stupro. Ha iniziato a scoparla lentamente e metodicamente. La lasciò appoggiarsi all'indietro sul suo braccio sinistro mentre iniziò ad accarezzarle il piccolo clitoride con il pollice destro.

Sophia iniziò a gemere un po'. Per la prima volta, le piaceva davvero quello che le stava facendo Liam. Sophia urlò, questa volta di piacere, mentre sperimentava il secondo orgasmo in tutta la sua vita. Questo ha spremuto il cazzo di Liam che ha suscitato un gemito anche da lui. Liam prese lentamente velocità mentre Sophia continuava a gemere e lamentarsi. Senza che Liam glielo ordinasse, Sophia iniziò a lamentarsi "sì papà, sì papà, per favore padrone ohhh che si sente così bene".

La sua dolce vocina asiatica acuta era troppo per lui. Finalmente, dopo tutte queste ore. Liam ha bloccato il suo cazzo fino alla sua cervice facendo urlare la piccola asiatica. È venuto più duro di quanto non abbia mai avuto in tutta la sua vita. Un torrente di sperma scorreva nel fiore innocente di Sophia. Il suo utero si riempì del suo succo per fare il bambino che continuò a spremere lentamente fuori dalla sua vagina. Liam ha messo Sophia sul letto con il suo cazzo morbido ancora dentro. Le mise la mano sotto la vagina mentre tirava fuori. Un torrente di sperma ha riempito la sua mano una volta che si è tirato fuori completamente.

Ha preso questa manciata di sperma e l'ha spalmata su tutto il bel faccino di Sophia. Poi ne ha spalmato un po' sulle sue tette, pancia e cosce. La possedeva completamente.

Gli occhi di Sophia erano ancora una volta incollati al suo sperma, ma riuscì comunque a dire "Grazie, papà" con una dolce vocina da scolaretta.

Liam fece un passo indietro per ammirare il suo lavoro. Per tutto questo tempo, Sophia aveva indossato la sua graziosa gonna da scolaretta. Il suo viso era coperto dal suo stesso sperma e dallo sperma di Liam. Anche le sue tette erano coperte dal suo sperma e la sua figa rossa e cruda stava ancora perdendo una miscela del suo sangue, sperma e sperma di Liam. Sembrava una bambina così innocente con la sua nuovissima gonna, eppure era decisamente contusa, maltrattata e umiliata.

“Togliti la gonna e alzati. Girati lentamente”

Sophia obbedì e Liam ammirò ancora una volta il panorama. Prese il telefono dalla scrivania e iniziò a scattare foto del suo bel corpicino. L'area intorno alla figa era diventata rossa e cruda era la sborra che gocciolava su ogni parte del suo corpo. Mentre si girava lentamente, Liam prese nota del suo culo completamente frustato. Era rosso vivo con qualche sfumatura di viola. Rimaneva solo una cosa da colonizzare e fare sua: la sua dolce ciliegina anale.

“Ti lascio riposare domani. Martedì voglio succhiarmi il cazzo durante il pranzo. Perderai la tua ciliegia anale venerdì sera. Ti suggerisco di usare una lozione e di esercitarti ad allentare il culo, o sarà ancora più doloroso del solito”

"Sì signore, grazie maestro." Sophia ha detto con gli occhi incollati chiusi dallo sperma.

"Brava ragazza" disse dolcemente Liam mentre le asciugava lo sperma dagli occhi con i pollici. "Ora ti puliamo e ti accompagno a casa."

La sua schiava era molto obbediente oggi, quindi ha pensato che meritasse una ricompensa. Sophia e Liam si sono fatti la doccia insieme e si sono ripuliti a vicenda. Liam ha deciso di aver fatto abbastanza sesso per la giornata, il suo uccello deve aver espulso una settimana di sperma in una volta sola. Gli piaceva toccarla e insaponarla però. Sophia ha pulito anche il corpo del suo padrone, assicurandosi di prestare maggiore attenzione al suo cazzo, alle sue palle e al suo culo. Sentiva i suoi muscoli tonici e li amava.

Liam ha portato Sophia a casa sua e le ha dato un grande bacio prima che lei lasciasse l'auto. Sonya Lee stava tornando dal loro viaggio programmato e ha visto Sophia uscire da un'auto misteriosa.

Sonya vide Sophia e gridò "Ehi! Sofia!» E iniziò a correre verso di lei. Sophia chiuse rapidamente la portiera della macchina e Liam se ne andò a coda alta.

"Ehi Sonya, che succede?"

“Cosa stavi facendo al posto di Boba? Pensavo avessi i compiti da fare?"

"Oh, non era niente... solo... andare a un'importante... riunione", riuscì a dire Sophia.

"Stai... non indossando un reggiseno?" Sonya ha interrogato.

Sophia corse a casa sua e lasciò Sonya nella polvere. Entrò rapidamente e chiuse a chiave la porta. Sonya rimase lì sconcertata. Perché la sua migliore amica dovrebbe comportarsi in modo così strano? Ha deciso che sarebbe stato il suo lavoro andare fino in fondo.

Storie simili

QUALCOSA DI NUOVO_(0)

Sei pronta, chiese Debbie alla sua amica Maureen mentre si fermava alla scrivania della sua migliore amica, Non vedo l'ora un altro minuto, sono quasi pronta per scoppiare!?! Anch'io, rispose Mo mentre dava gli ultimi ritocchi a un rapporto che il signor Bently le aveva chiesto di preparare prima del suo viaggio a New York più tardi quel pomeriggio, lasciami lasciare questo nell'ufficio del capo, è stato sul mio caso tutta la mattina per farlo prima di mezzogiorno!!!” Nessun problema, ha risposto Debbie mentre si dirigevano verso l'ufficio del signor Bently, il tuo è pieno, il mio sembra che stiano per...

947 I più visti

Likes 0

Il debito di Rachel (Capitolo 3 - Il passato e il dolore)_(0)

Sabato è arrivato e non avevo ancora sentito Rachel. Inoltre non ero ancora pronto a chiamarla per il nostro prossimo appuntamento. Certamente volevo. Prima di Rachel, dall'ultima volta che ero stato con una donna, sembrava che il mio desiderio sessuale si fosse raffreddato. Stare con Rachel l'aveva riacceso, lo aveva portato da quasi dormiente a un inferno torreggiante. Per aspettare il momento, ho guardato i video dei nostri precedenti incontri. Era davvero magnifica. Avrebbe potuto essere una pessima scopata e comunque non avrebbe avuto importanza, il suo corpo giovanile e la sua mente lasciva hanno più che compensato. Non era male...

838 I più visti

Likes 0

Un consiglio da ricordare

Sal, prendi il tavolo 12, ho sentito dire dalla padrona di casa. A poco a poco mi voltai e sbirciai laggiù. «Una bella bruna sulla trentina da sola con un vestito rosa un martedì sera? E wow, non sta nemmeno cercando di nascondere quella rastrelliera, mi sta facendo venire un'erezione ora,' ho pensato prima di iniziare con calma a camminare verso di lei. I miei occhi non si sono mai staccati da lei mentre per il momento si limitava a guardare il menu. Anche se, sono ancora andato da lei. Ciao come stai stasera? Posò il menu e mi guardò. Sto...

1.3K I più visti

Likes 0

Secondo lavoro

Secondo lavoro Mancavano circa 30 minuti alla chiusura quando mi è stato detto che la signora Ochoa voleva vedermi dopo la chiusura. Anche se indossavo un cercapersone per i suoi ordini, non l'ho mai acceso. Fanculo lei. Prima di tutto, se i soldi di questo lavoro non avessero aiutato mio figlio al college, non sarei qui. In secondo luogo, sono un supervisore nel mio vero lavoro, quindi non prendo bene gli ordini. In terzo luogo, da quando la piccola messicana permalosa, la signora Ochoa, è diventata supervisore, ha avuto questi piccoli ordini pignoli che erano solo cazzate. Infine, a dire il...

957 I più visti

Likes 1

Capitolo 4

Capitolo 4 Erano sicuri che un giorno si sarebbero sposati e Jeff ha sempre trattato Julie in modo speciale, lei significava molto per lui. Stava ricordando una volta in particolare che fece loro sapere che un giorno si sarebbero sposati. Erano al teatro all'aperto con l'auto dei suoi genitori, uno di quei tipi di famiglia che conosci il tipo spazioso. Bene, comunque, si erano seduti sul sedile posteriore per avere più spazio e comodità e si erano rannicchiati l'un l'altro. Jeff le teneva un braccio intorno alla spalla. Inoltre, la stava baciando sulla guancia. Questo li ha fatti iniziare perché si...

1K I più visti

Likes 0

Il maestro dell'orologio e l'inventore Parte 4_(1)

Eccoci... gemetti, posando la cassa sul tavolo. Sospirai guardandomi intorno nel ripostiglio; Ancora una volta ero solo in fabbrica, questa volta a organizzare le spedizioni. Gemendo inarcai la schiena. Allungamento; Ero più che dolorante per i giorni di travaglio. Scrap era in un angolo, in attesa dei miei ordini. Tempo di scarto per tornare a casa. In risposta, l'automa si raddrizzò leggermente, sibilò e si avviò con passo pesante verso la porta. L'ho aperto e ho seguito la mia invenzione nelle strade poco illuminate. Le strade erano semivuote, la maggior parte delle persone tornava a casa per la sera; ogni tanto...

516 I più visti

Likes 0

Game Over

Game Over. Chris ha camminato lungo il tappeto. Spinto dalla tentazione di tornare a guardare sua moglie e il suo amante, ma non lo fece, sapendo che era decisamente escluso dall'azione della loro camera da letto, sentendo gli strilli di gioia, i sospiri e i suoni del sesso provenienti dal la stanza a pochi metri ea un paio di porte da lui era puro tormento. La televisione giocava da sola, inosservata e ignorata mentre l'occhio della sua mente trasmetteva le visioni di ciò che sapeva stava succedendo lì dentro. Il corpo di Jacqui si contorceva nel suo modo flessibile, il sudore...

853 I più visti

Likes 0

Un piccolo servizio

Yorkshire, Inghilterra, qualche anno fa. Un piccolo servizio. Stavo lavorando in ufficio a capo pozzo quella mattina, il sole splendeva d'oro sul fumo del locale caldaia, gli uccelli tossivano, non pioveva da due giorni, e questa è ufficialmente una siccità nello Yorkshire. Qualsiasi strada intorno a cui mi stavo occupando della cera d'api quando arriva il capo. Blagthorpe. Sommat si sbagliava. Non era tutto audace come al solito. Era quasi nervoso. Ah giovane Allen, dice, tutto amichevole come quando vuole che i conti vengano manipolati. Chissà se potresti rendermi un servizio? Lo farò se posso gaffer, dico, Cosa sta succedendo? Ora...

1.3K I più visti

Likes 0

Notte in città

Una notte in città. Ciao, mi chiamo Chas e mia moglie non ne ha mai abbastanza. Si diverte davvero a essere nuda in pubblico e ad avere il suo corpo usato per il piacere degli uomini, scopata in tutti i suoi buchi, frustata, sculacciata, lo chiami lei ama, è così. Se qualcuno mi avesse detto otto mesi fa, che avevo una moglie sgualdrina e che presto avrei permesso a qualsiasi uomo, in effetti gruppi di uomini, di spogliarla nuda e abusare del suo corpo come voleva, di umiliarla, usarla come loro troia, avrei detto loro che erano fuori di testa. Comunque...

1.1K I più visti

Likes 0

Ex compagni di gioco di Playboy Parte 9: Il vero desiderio di Tiffanie_(1)

Nota dell'autore:  Questa è la seconda storia di Tiffanie, un ex compagno di giochi di playboy immaginario. Il suo primo è interrazziale. Non devi leggerlo se non vuoi, ma basti dire che nella parte 3 di questa serie, Tiffanie ha assistito a un atto incestuoso a casa sua che ha coinvolto sua sorella maggiore Diane. A differenza di Stephanie, (che ha anche assistito a un atto simile nella parte 3) ha incasinato Tiffanie, facendola impazzire. Ha fatto del suo meglio per evitare i suoi desideri incestuosi interiori, affogandoli con lo sperma degli uomini di colore. La prima e la seconda storia di...

815 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.