Tracy, mia cognata, mi mostra la strada

900Report
Tracy, mia cognata, mi mostra la strada

Sono innamorato di Tracy, la sorella di mia moglie, sin dalla prima volta che l'ho incontrata. Era il 1989, un anno prima che io e mia moglie ci sposassimo. Eravamo solo amici e lei voleva che l'accompagnassi nella sua città natale nel Midwest per frequentare il diploma di scuola superiore di suo fratello.

Tracy e l'altra sua sorella sono venute a prenderci all'aeroporto. Ho notato Tracy, allora al college, una bellezza bionda del Midwest, e sono stato immediatamente attratto da lei. Siamo stati accompagnati a casa dei loro genitori e abbiamo pranzato. Durante il fine settimana ho conosciuto tutta la famiglia della mia futura moglie, inclusa Tracy. Tracy usciva con qualcuno al college e non era molto interessata a me, quindi non mi sono accorta che le stavo prestando la mia totale attenzione.

Mia moglie ed io ci siamo sposati nell'estate del 1990. Nel corso degli anni, Tracy e io ci siamo conosciuti e siamo diventati fratello e cognata. Non ho mai accennato alla mia attrazione per lei, né ho avuto la sensazione che fosse attratta da me.

Mia moglie ha sviluppato una malattia renale nel 2006 e l’ha combattuta senza dialisi fino all’inizio del 2017. Per 18 mesi ha sopportato la dialisi, per poi morire a causa della malattia nell’estate del 2019.

Sono rimasto vicino alla sua famiglia. Natale 2017 sono stato invitato a Natale a casa di mia suocera nel Midwest. La mia vita non sarebbe più stata la stessa.

Sono arrivato circa una settimana prima di Natale. Tracy è venuta a prendermi all'aeroporto. La morte di mia moglie ha colpito duramente Tracy. Ci siamo abbracciati all’aeroporto, per quella che è sembrata un’eternità: l’abbraccio più lungo che avessimo mai condiviso. Mi portò a casa di sua madre, dove sarei rimasto durante la mia visita.

Tracy è un'agente immobiliare, e una brava persona, che ha a che fare con clienti di alto livello. Case costose. Un giorno, Tracy mi ha invitato a partecipare a una chiamata di vendita.

Ho visitato una casa enorme e bellissima con un potenziale cliente. Tracy era qui e il cliente è stato venduto. I proprietari della casa erano in Europa per le vacanze.

Dopo la chiamata, Tracy mi ha chiesto se volevo uscire a bere qualcosa. Ho detto sicuro.

Siamo andati in un bar e abbiamo cominciato a parlare. Della morte di mia moglie Lynn. A proposito di Tracy, Lynn e dei loro fratelli che crescono. Poi Tracy ha rivolto la sua attenzione a me.

"Doug, sembra che tu stia bene, ma ho notato che sei ancora un po' giù".

"Sì, sono passati solo circa sei mesi e siamo stati sposati per così tanto tempo".

Poi Tracy è andata in una direzione che non vedevo arrivare.

“Lynn è stata malata per oltre dieci anni”

“Sì”, risposi “dieci anni, ma è andata abbastanza bene”.

Tracy: “Ma non poteva fare sesso”.

“Come lo sapevi?”, risposi.
“Ne ha discusso con me. Mi ha detto quanto le mancava, ma che sembrava cambiarti. Ti sei arrabbiato, frustrato e lei ha detto che sei diventato molto triste”.

"Si l'ho fatto. Per molto tempo non ho capito perché, ma la mia frustrazione sessuale cresceva”.

"Allora, hai mai cercato qualcun altro?".

“No, non l’ho fatto. Ci ho pensato, ma non volevo tradirla”.

Tracy fece roteare il suo drink. «Lynn mi ha detto che non ha mai pensato che tu l'avessi tradita. E ti amava per questo"

Ho sorriso. “Non potevo farle una cosa del genere”.

Tracy sorrise e mi abbracciò. "Ti amo per quello. Per aver protetto Lynn. Per non averla ferita. Non è stato facile. Sei stato con qualcuno da quando è morta?"

“No, non l’ho fatto. La sua scomparsa sembrava distrarmi dalla mia mente, e non mi sembrava giusto che fosse venuta subito dopo”.

Tracy si voltò verso di me e mi mise una mano sul ginocchio. “Qualche anno fa, Lynn mi ha chiesto consiglio su come aiutarti. Voleva che ti dicessi che per lei andava bene se ti allontanavi. Le ho detto di no, non sarebbe stato giusto nei tuoi confronti. Non lo faresti e ti confonderebbe e ti frustrerebbe”.

Ho fatto una pausa, ho guardato in basso. "Wow, non sapevo che le importasse così tanto".

“Ti amava moltissimo. Circa un mese prima di morire, mi ha chiesto di mettermi in contatto con te, per essere sicuro che trovassi qualcun altro, tu continuassi a vivere”.

Ho sorriso.

Tracy abbassò lo sguardo, poi mi guardò negli occhi. “Doug, so che sei fuori circolazione ormai da un po’”.

Ho riso. "Sì, immagino di essere un vecchio idiota adesso".

Tracy non rise. «No, Doug, non lo sei. Sei una persona affettuosa e premurosa, che soffre e che ha bisogno di stare con qualcuno. Qualcuno che ti ama. Qualcuno che vuole farti sentire meglio. Qualcuno che vuole che tu possa goderti di nuovo il sesso”.

Ho guardato Tracy. “Wow, ti ha fatto cadere un carico enorme sulle spalle. Non viviamo nemmeno nella stessa città. Come mi collegherai?"

Tracy mi teneva la mano. "Doug, voglio essere quella persona".

"Tracy, sei sposata"

“Doug, Kyle e io ci stiamo allontanando da circa un anno ormai. Non lo amo più”

Ero sbalordito. “Lo hai tenuto segreto”.

"La mamma lo sa."

Ho guardato Tracy. "Sei sicuro di volerlo... lo sai".

“Sì, molto sicuro. Il giorno in cui sono venuto a prenderti all'aeroporto la prima volta che sei stato in città, vent'anni fa, ho capito che mi trovavi attraente".

“Non ne ero consapevole”.

“I ragazzi di solito non lo sono. Pensavo che fossi molto carino. Sapevo anche che Lynn era pazza di te. Non volevo mettermi tra voi due”.

"Allora, qual è il prossimo?"

“Torniamo alla casa che ho appena mostrato. Rimarranno fuori dal paese fino a febbraio”.

Quindi tornammo a casa.

Siamo entrati. Tracy ha detto "andiamo di sopra", mi ha preso la mano e mi ha lasciato di sopra.

Mi condusse nel bagno padronale, con un'enorme vasca da bagno. Cominciò a fare un bagno, a metterci un bagnoschiuma.

"Spogliati" disse. Così ho fatto.

Tracy rimase vestita. Sono entrato nella vasca e lei ha preso una luffa e ha cominciato a lavarmi.
Dopo circa cinque minuti, Tracy lasciò la stanza e ritornò in accappatoio. Lasciò cadere la vestaglia. Per la prima volta ho visto il bellissimo corpo di Tracy. Seno coppa D, corpo perfetto, figa rasata. Entrò nella vasca e si adagiò sul mio corpo. Ho preso la luffa e ho fatto il bagno a Tracy.

Dopo circa mezz'ora, Tracy uscì dalla vasca e mi condusse in camera da letto.

Siamo andati a letto. Ci siamo abbracciati, baciati e accarezzati. Tracy poi spinse indietro le coperte, si mise in ginocchio e cominciò a massaggiare il cazzo e le palle. Lentamente, così lentamente. Ha preso l'olio da massaggio e me lo ha fatto entrare. Così lento, così gentile, così sensuale.

Tracy poi si asciugò la lozione, prese il mio cazzo in bocca e mi venne addosso. Mentre mi veniva addosso, Tracy ha preso un massaggiatore prostatico, lo ha lubrificato, lo ha inserito nel mio ano e ha iniziato a massaggiarmi la prostata mentre mi faceva un pompino.

Non potevo sopportarne troppo. Le sensazioni erano incredibili. Era la prima volta che qualcuno mi faceva qualche gioco anale. Le ho soffiato in bocca e lei ha deglutito. Abbiamo ripulito e siamo andati a dormire.

Al mattino Tracy mi ha svegliato con un profondo bacio alla francese. Ci siamo baciati e abbracciati per mezz'ora.

"Fai l'amore con me, Doug". Prendo la pillola, non c'è bisogno del preservativo.

Le sono andato sopra e sono entrato in lei. Lei sussultò. Abbiamo fatto l'amore appassionato. Si stava emozionando moltissimo.

“Scendi su di me”.

Sono andato sulla sua figa. Iniziò a gemere. Poi tirò fuori un set di Ben Wa Balls da sotto il cuscino. “C'è del lubrificante sotto il letto. Mettimi queste su per il culo”.

Così ho fatto. Ho litigato di nuovo con Tracy. Cominciò a venire. Le ho tirato fuori le palle dal culo. Urlò in estasi mentre veniva.

Abbiamo dormito insieme per un po', poi abbiamo fatto la doccia e siamo andati a fare colazione.

A colazione Tracy mi ha detto “La coppia che vive lì è appassionata di BDSM. Il loro seminterrato è una prigione. Quando avremo finito con la colazione, ti punirò per essere un ragazzo molto, molto cattivo.

Più da venire.

Storie simili

Venerdì_(1)

Venerdì è arrivato e non sapevo come ce l'avrei fatta. Con ogni file sulla mia scrivania dovevo chiedermi se stavo provando a rivedere Sara o se ne valeva la pena e se dovevo fare la differenza cercando di passare davanti al bar di Lisa mentre tornavo a casa. Inseguire due conigli significava perderli entrambi, inseguire nessuno dei due significava anche perderli entrambi, quindi dovevo pensare a qualcosa. Ho mollato. Tornai a casa, da solo, puntuale. --- Sara si fermò in uno squallido bar non lontano dal lavoro, un locale che non visitava da un po'. Quando si è seduta in un...

1.3K I più visti

Likes 0

Chiamami Giovanna

Chiamami Giovanna È successo tutto così tanto tempo fa che sembra non solo di essere stato in un posto diverso in un momento diverso, ma così diverso come se non fosse quasi mai esistito. Ma lo ha fatto. Tutto ebbe luogo nelle zone rurali del sud dell'Inghilterra in quel periodo meraviglioso dopo la fine della guerra (per noi la guerra significava e significa tuttora la seconda guerra mondiale), nello sbiadito bagliore dorato dell'impero, prima che spiacevoli realtà si intromettessero e spingessero il mondo avevamo conosciuto in una forma nuova e sconosciuta. Le rivoluzioni degli anni Sessanta – sociali, sessuali, politiche –...

937 I più visti

Likes 0

Da: Jeff bisessuale? Regole per commentare le mie storie!

Jeff bisessuale ... Regole per commentare le mie storie! A giudicare dalle decine di migliaia di volte che tutte le mie storie sono state lette, la maggior parte di voi le ha apprezzate. Alcuni no e anche questo va bene, non sto cercando di accontentare tutti, o davvero nessuno, sto scrivendo quello che a volte mi ronza in testa. Divertiti, non divertirti ... dipende totalmente da te. Ma NON lasciare commenti di merda su qualcuno che conosci morto di AIDS, per favore, QUESTO non è il sito adatto. Tutti leggono le storie, i titoli praticamente ti dicono qual è la storia...

1.5K I più visti

Likes 0

Il Dio e la ragazza

Avevo il respiro pesante, le gambe stanche. Stanco per tutta quella corsa. Da quanto tempo correvo? Venti minuti? Un'ora? I miei passi cadevano veloci producendo uno scricchiolio sulle foglie e sui legni sotto i miei piedi. Non ero sicuro di dove fossi a questo punto. Quei boschi non mi erano familiari e le forti grida dei miei aggressori si facevano più vicine. Non lasciatela scappare! Ho sentito un grido in lontananza. In cosa mi ero cacciato questa volta? Tutto quello che volevo era rubare un paio di cose dal tempio dei Blood Clan in modo da poter avere del cibo per...

648 I più visti

Likes 0

La baby-sitter parte 2

Tutti gli eventi in questa storia sono fittizi e tutte le persone in questa storia hanno più di 18 anni. Qualsiasi somiglianza con persone o eventi presenti in questa storia è puramente casuale e dovrebbe essere considerato tale, divertiti. La babysitter parte 2 Ho aspettato qualche minuto finché non sembrava tutto tranquillo in cucina, poi ho fatto capolino dietro l'angolo della cucina, Darcy era seduta sulle ginocchia di mamma e si stringeva a lei, la mamma mi ha teso un braccio così mi sono avvicinata e mi sono messa accanto a lei mentre ci coccolava entrambi, la mia erezione era diminuita...

581 I più visti

Likes 0

Porta del cane

Porta del cane Immagina la mia sorpresa quando stavo lavando i piatti della colazione e ho guardato oltre per vedere un bambino che strisciava attraverso la porta del mio cane. La porta era per il mio cane Skippy. Era morta un anno prima insieme a mia madre e mio padre in un incidente automobilistico. Skippy all'epoca aveva tredici anni in termini umani e adorava viaggiare in macchina. Ero al college quando accadde. Ora, quasi un anno dopo, mi mancavano ancora tutti. Sembrava che il bambino avesse qualche problema a mettere le ginocchia sopra la tavola in fondo, quindi mi sono inginocchiato...

576 I più visti

Likes 0

Senza Dio e Senza Fede: 2 Cap 1

Boccali di vetro pieni di acqua del diavolo sferragliavano l'uno contro l'altro, riempiti da donne e ragazze adorabili e poco vestite con sorrisi promettenti sui volti. Gli ufficiali della Coalizione al bar applaudirono, alzando i boccali per celebrare la loro vittoria a Ridgehill sulle forze di Inimi un mese prima. Nel bordello ormai affollato, Axel sedeva con il suo boccale pieno di acqua del diavolo, rimuginando sugli eventi da quando era stato convocato in questo mondo. Quasi dall'inizio, lui e il suo migliore amico Rayner erano stati coinvolti in conflitti, combattendo goblin, soldati Inimi, banditi e persino draghi. Tutto quello che...

1.7K I più visti

Likes 0

Aprile - Parte II

Grazie a tutti per i bei commenti e le valutazioni generalmente positive. Mi scuso per il fatto che la parte 2 abbia richiesto così tanto tempo, ma volevo assicurarmi che fosse il migliore possibile prima di pubblicarla. Spero che questa parte vi piaccia e cercate una parte 3 nelle prossime settimane. Per favore continua a valutare e commentare, e se non ti piacciono gli elementi del mio racconto, per favore fammi sapere nei commenti come pensi che potrei migliorare. Rob e April giacevano nel letto di April, persi nei loro pensieri post-coito. Si erano assicurati l'un l'altro che questa sarebbe stata...

1.3K I più visti

Likes 0

La festa_(14)

Parte 1 Gesù, faremo di nuovo tardi, penso tra me e me mentre mi siedo sul divano in soggiorno, con la testa appoggiata su una mano. Era sabato, la notte della festa di Doonsberg e non c'era modo di uscirne. I vicini in fondo alla strada ci avevano invitato nella loro villa mesi fa. Erano state fatte le risposte, i calendari controllati e ricontrollati, le telefonate fatte. Insomma, era un affare fatto. Se mai c'era stata una serata per una festa, quella era quella. La luna piena della vigilia di fine estate guarda pigramente la comunità rurale. Una leggera nebbia si...

2.4K I più visti

Likes 2

Schiavo per un giorno parte 3

Liz guarda Chris per istruzioni, e lui sorride alla sua obbedienza. Si sta divertendo nel vedere sua moglie rinunciare al controllo e lei potrebbe quasi prendere a calci se stessa per aver ceduto senza nemmeno pensarci. Sta davvero iniziando a divertirsi a cedere il controllo a suo marito? Vai ad aprire la porta e manda i miei amici in soggiorno, vado a mettere il gioco. Chris comanda. Liz va verso la porta e mentre la apre sente il vibratore che inizia a vibrare dentro la sua figa. Si gira per fissare Chris ma lui è già in soggiorno, quindi si ricompone...

2.2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.