Febbre alta, mamma

1KReport
Febbre alta, mamma

La mamma mi teneva il cazzo e lo muoveva da un lato all'altro mentre puliva delicatamente l'area tra le mie gambe... proprio come aveva fatto nell'ultima settimana o più. Dopo essere sopravvissuto a un grave caso di scarlattina, la febbre è scesa e ora avevo queste tasche di gatto sotto le braccia e tra le gambe che dovevano essere mantenute pulite. Il primo giorno o giù di lì, ero a malapena consapevole di quello che stava facendo, ma dal secondo giorno stavo iniziando ad avere un'erezione, come ogni 16 anni. il vecchio lo avrebbe fatto, ogni volta che allattava. Nessuno di noi ha commentato la cosa, anche se all'inizio ero imbarazzato. Il giorno prima che il dottore dicesse che potevo alzarmi dal letto, mi stava lavando, come al solito. Invece di mettermi subito i pantaloni del pigiama, ha esitato mentre si sedeva tenendomi il cazzo molto rigido.

"Sai, hai fatto molto bene a sopportare questo".......mentre mi ha stretto leggermente il cazzo...."ogni giorno, ma hai molta tensione nel tuo corpo perché questo non è successo mi sono preso cura di me. Non voglio che tu soffra altri mali a causa di questo, quindi rivivrò quella tensione." Ho detto: "Mamma....io..." Lei ha detto: "Adesso non importa! Ti ho aiutato a superare questa malattia e so come sbarazzarti di questa tensione, quindi rilassati e lasciala fluire fuori dal tuo corpo." corpo." A quel punto, ha iniziato a farmi una sega e io mi sono rilassata con la mente vorticosa e ho iniziato a ricordare come era cambiata dopo che mio fratello era entrato in servizio.

Innanzitutto, i parenti si sono trasferiti in un appartamento. Poi mio fratello entrò in servizio e all'improvviso eravamo rimasti solo io, mia madre e mio padre. La prima cosa che ho notato è che la mamma era negligente nel suo stato di spogliarsi poiché avrei dovuto passare attraverso la sua zona spogliatoio (corridoio dove si trovava il registro del calore). Papà usciva presto per andare al lavoro, ma quando era a casa di tanto in tanto, non mi sembrava mai di accorgermi che si vestiva. La sua esposizione era molto casuale e naturale, non sexy. Vedevo abbastanza regolarmente il suo seno e brevi scatti del suo cespuglio. Quale ragazzo non sembrerebbe, anche se fosse sua madre.

Un giorno, mentre passavo davanti al bagno, la porta era aperta e ho sentito mia madre chiamarmi dal bagno. Pensando che si stesse pettinando o qualcosa del genere, ho guardato nella sua direzione e sono rimasto sorpreso nel vederla alzarsi dal sedile del water, girarsi leggermente verso di me e strofinarsi vigorosamente la fica con la carta igienica, mentre continuava a blaterare qualcosa su tornavo a casa subito dopo la scuola per qualunque cosa. Ero scioccato, ma ho cercato di non darlo a vedere perché si comportava in modo molto disinvolto e continuava a parlare come se fosse completamente vestita.

Una mattina scesi le scale e lei era in vestaglia, completamente chiusa. Ha detto che i suoi muscoli del collo e delle spalle erano tesi e che li avrei massaggiati. Ovviamente ho detto di sì e lei mi ha voltato le spalle, si è slacciata la vestaglia e ha abbassato il colletto fino alla parte bassa della schiena, quindi l'unica cosa che teneva la vestaglia sul corpo erano le braccia attraverso le maniche. Dato che potevo vedere come la vestaglia le pendeva addosso e potevo vederla con la schiena nuda... senza reggiseno, ho iniziato davvero a fantasticare. Lei era tremante e tremante mentre la massaggiavo, ma io fantasticavo che se fossi stato di fronte a lei, che vista avrei avuto. Mi chiedevo ad alta voce cosa potesse aver causato la tensione dei suoi muscoli. Ha detto: "Anche i tuoi muscoli sarebbero tesi se avessi questi grandi seni che li tirano". Mentre diceva questo si voltò verso di me e disse: "Senti quanto sono pesanti questi seni!" e mi ha afferrato le mani e le ha infilate sotto le sue tette. Mi ha tolto il fiato. Un momento prima stavo fantasticando di vedere i suoi seni e il secondo dopo li tengo tra le mani.

Rimasi lì per un momento, non sapendo cosa fare, ma poi cominciai a togliermi le mani, ma lei le afferrò e le rimise a posto dicendo: "Oh, tesoro, per favore tienile solo per qualche istante, per favore. È così bello" per togliermi il peso dalle spalle". Quindi sono rimasto lì per almeno un paio di minuti tenendole le sue bellissime tette. (Per curiosità, mia madre era una dirigente di un'azienda nazionale che vendeva reggiseni e corsetti attraverso addette alle vendite che venivano a casa tua e ti tagliavano su misura. La mamma era coinvolta nei progetti e viaggiava per il paese tenendo riunioni con questi venditrici, l'idea era che poiché la mamma usava se stessa come modella, il merito del suo seno ampio ma ben fatto era dovuto a questi reggiseni. Posso dirvi che anche questi pochi anni dopo, quando si toglieva il reggiseno, le sue tette non si accasciava a malapena. In realtà indossava un reggiseno solo per modestia. Aveva i capezzoli prominenti e l'areola attorno ai capezzoli era molto rosa)

Varie altre situazioni mi attraversarono la mente mentre cercavo di pensare a qualcosa di diverso dal fatto che mia madre mi stava facendo una sega. Era così bello che non volevo che finisse e pensando ad altro, avevo prolungato l'inevitabile, anche se lei faceva le fusa......"Non è bello..... .Oh tesoro, sarà così bello lasciare scorrere quella tensione... adoro aiutarti in questo modo". Alla fine, all'improvviso, mi sono reso conto che c'era una sensazione diversa laggiù, quindi ho aperto gli occhi e ho alzato leggermente la testa per guardare. Aveva aperto la vestaglia e si era chinata in avanti sul mio cazzo e stava spingendo la testa del mio cazzo contro il suo capezzolo. Lei mi ha visto guardare e ha detto: "Pensavo che questo ti avrebbe aiutato a lasciarlo fluire". Deve aver pensato che fossi teso e che avessi difficoltà a eiaculare. Sono venuto alla grande su tutto il suo seno e lei era incredula per tutto il tempo in cui stavo venendo e ha citato la quantità di eiaculato come giustificazione di cui avevo bisogno per rilasciare quella tensione. Lei si raddrizzò e cominciò a spalmare il mio sperma sulle tette dicendo: "È proprio come una lozione con molte proteine ​​ed è meraviglioso per la pelle". Mi ha persino fatto toccare il suo seno per vedere come uno fosse molto più morbido dell'altro. Non saprei davvero dirlo, erano entrambi fantastici.

Il giorno dopo, avrei potuto fare il mio primo bagno in un paio di settimane. Ancora piuttosto debole, la mamma mi ha aiutato a scendere le scale. Volevo farmi una doccia e anche se pensava che avrei dovuto fare un bagno nella vasca, ha ceduto. Quando entrai nella vasca, non portai il peso direttamente sul piede e scivolò leggermente. Ha avuto un attacco e mi ha chiesto di aspettare mentre andava a fare la doccia con me per non farmi cadere. Io dovevo aggrapparmi al portasciugamani e alla maniglia della doccia e lei avrebbe fatto tutto il bucato..."come ho fatto comunque nell'ultima settimana". Puoi immaginare il lavaggio e il risciacquo, il dover allungare la mano intorno a me per farlo e tutto lo sfregamento dei nostri corpi. Si avvicinava ancora alla cosa come se stesse semplicemente facendo il suo lavoro, ma le sue tette e la sua fica mi massaggiavano addosso in ogni modo immaginabile e, ovviamente, avevo un'erezione mostruosa per tutto il tempo e dovevo pensare ad altre cose quando lei lo insaponava. e continuavo ad accarezzarlo per..."essere sicuro di essere buono e pulito". Quando siamo usciti, ha insistito di nuovo per asciugarmi mentre mi aggrappavo ai portasciugamani. Ovviamente ha notato più tensione e dato che eravamo entrambi nudi mi ha suggerito che sarebbe stato un buon momento per liberarsi di nuovo di quella tensione, quindi sono rimasto di fronte a lei mentre si sedeva sul sedile del water e mi faceva una sega sulle sue tette .

Il sabato successivo dormivo come fanno i bambini e pensavo di fare un sogno erotico. Mentre mi svegliavo lentamente, il mio cazzo veniva accarezzato davvero e potevo sentire la voce di mia madre che mi chiedeva di svegliarmi. Era a letto con me ed era su un fianco, sul gomito e si era fatta scivolare la spallina della camicia da notte e aveva esposto la sua tetta che ora era appoggiata sulle mie labbra. Quando mi svegliai, mi resi conto che questo era il primo approccio sessuale esplicito che aveva fatto con me. Tutti gli altri eventi sono stati considerati eventi naturali e non un grosso problema. Questo era diverso. Quando ho iniziato a succhiarle delicatamente il seno, era quasi in lacrime mentre continuava a parlare di quanto fossimo diventati intimi e intimi a causa della mia malattia e di come non volesse perdere quella vicinanza e di come avesse bisogno della stessa cosa. tipo di attenzione intima che mi aveva dato e mi sarei sentito a mio agio con quello. Ormai, completamente sveglio, ho capito cosa significava. Allo stesso tempo, con la parte superiore della gamba piegata al ginocchio e il piede appoggiato sul letto, le ha aperto le cosce e lei mi ha liberato il cazzo e stava guidando la mia mano verso la sua fica. Allargò leggermente le mie dita e incastrò il mio dito medio nella fessura e le altre dita su ciascun lato delle labbra della sua fica e iniziò un lento movimento della mia mano. Quando ha sentito i miei movimenti, ha tolto la mano e ha afferrato di nuovo il mio cazzo

Ciò ha dato inizio alla nostra stretta relazione che è durata nei successivi 8-9 mesi. Eravamo molto intimi. Le piaceva quando preparavo la colazione, infilavo la mano nella sua vestaglia e giocavo con la sua fica. Abbiamo fatto la doccia insieme e lei è persino venuta nella mia stanza mentre mio padre era giù per le scale, sapendo che potevamo sentire la sua salita su per le scale e lungo il corridoio, con tutto il tempo per coprirci. Sembra che mio padre, che aveva undici anni più di mia madre, avesse perso interesse per l'intimità diversi anni prima e si fosse rifiutato di fare qualsiasi cosa a livello sessuale. Ha ammesso che aveva deciso di esistere solo con la masturbazione dato che papà era l'unico uomo con cui aveva avuto intimità e non aveva alcun desiderio di cercare un altro uomo, ma quando mi ha assistito durante la mia malattia e ha dovuto lavarmi il cazzo e zona delle palle, cominciò a chiedersi... Perché no!
Comunque, i miei nonni andarono a vivere con mio nonno malato terminale. Naturalmente, questo pose fine ai nostri piaceri. Dopo la morte di mio nonno, mia nonna rimase con noi e alla fine andai nell'aeronautica militare per tre anni.

Quando sono uscita dal servizio era venuta a mancare la nonna, ma stranamente io e mamma non abbiamo più rinnovato la nostra intimità....allora. Ero impegnato con gli appuntamenti, con i miei amici e così via, quindi non ero molto a casa, ma nel giro di un anno mi sono sposato. Nel primo anno di matrimonio è accaduta una cosa strana che ha rimesso insieme me e mia madre, per così dire. Questa volta non si è trattato solo di masturbazione reciproca, ma molto di più!
(continua)

Storie simili

Stefano

Ho incontrato Stephanie in un club un paio di anni fa. Stavamo entrambi sbavando per lo stesso ragazzo sexy che sapevamo di non avere davvero alcuna possibilità. Dopo che Mr. Hot Guy se n'è andato abbiamo iniziato a parlare, a spettegolare davvero, della ragazza con cui se n'era andato. Si è piuttosto ubriacata. Non so perché, ma per qualche motivo mi sarei sentito malissimo se l'avessi lasciata al club, avrebbe potuto guidare da sola a casa- l'ultima cosa che volevo era leggere di un guidatore ubriaco che colpisce un albero e uccide lei stessa nell'edizione mattutina del giornale. Invece l'ho fatta...

879 I più visti

Likes 0

...

395 I più visti

Likes 0

L'autista(#4)......Tina e quei pazzi clienti

L'autista…. Tina e quei pazzi clienti Scritto da: PABLO DIABLO Diritto d'autore 2018 CAPITOLO 1 Quando io e Tina lasciammo l'ufficio mano nella mano, sorrisi. Sapevo di essere in una posizione molto più forte prendendomi cura del signor e della signora Jaxson. Erano persone meravigliose. A questo punto, stavo ricapitolando, nella mia testa, cosa mi è successo da quando sono entrato a far parte della Happy, Happee Limo Company: • Ho fatto sesso con Sasha, il mio capo, Tina, la sua assistente, Paula, una collega nella sala telefonica, e Jill, la migliore autista dell'azienda. • Ho ricevuto una mancia di $...

956 I più visti

Likes 0

Venditore ambulante e cameriera del motel.

Sono un venditore ambulante e sono stato in viaggio lontano da mia moglie e tre figli adolescenti per una settimana senza molto successo. L’economia fa sì che molti dei miei clienti facciano marcia indietro negli acquisti su cui normalmente posso contare. Di solito trascorrevo circa una settimana in viaggio e il resto del mese in ufficio a fissare appuntamenti e gestire le vendite. Quel giorno pensavo di aver fatto una vendita di $ 50.000 a un'azienda con cui lavoravo da sei anni. All'ultimo minuto mi hanno detto che non avrebbero effettuato l'ordine. Ero schiacciato e arrabbiato, arrabbiato con l'azienda, arrabbiato con...

732 I più visti

Likes 0

Volare alto_(0)

Gli altoparlanti nella sala partenze gracchiarono seguiti dal consueto “Ping pong” e una voce automatizzata annunciò che il volo per Sydney era ormai in fase di imbarco. “Ci siamo” pensò Rosa. Si chinò, infilò l'iPad nel borsone e chiuse la cerniera. Poi si alzò e si unì alla coda al gate d'imbarco. Si ritrovò in piedi dietro un uomo alto con spalle larghe e fianchi sottili. Non poté fare a meno di abbassare lo sguardo e fu ricompensata dalla vista di pantaloni attillati che incorniciavano le natiche tornite. Lei continuò a guardare mentre la coda avanzava strascicando i piedi e lui...

598 I più visti

Likes 0

La mia fidanzata e la guardia del corpo nera - Parti 04 - 05

Parte 4 Ok, questo aggiornamento è piuttosto lungo e non entrerà in azione fino al prossimo aggiornamento. Venerdì torno al lavoro in studio presto, preparandomi per la sessione e ripercorrendo gli eventi della settimana nella mia testa. Avevo scoperto che la mia fidanzata aveva mandato messaggi alla guardia del corpo nera alta 6'6 pollici che aveva incontrato mentre veniva a trovarmi al lavoro. La mia fidanzata è naturalmente socievole e civettuola, quindi questa non è stata quasi una sorpresa. Ciò che mi preoccupava era che i suoi messaggi venivano sempre cancellati quando controllavo il suo telefono il giorno dopo. La volta...

417 I più visti

Likes 0

3alcune fantasie

Incontriamo un'altra donna in un bar per un paio di drink, indossa un vestitino e si vede che non ha la biancheria intima sotto, io indosso una gonna molto corta, top scollato e calze. Dopo un paio di drink torniamo tutti nella camera d'albergo che abbiamo prenotato, fermandoci lungo la strada per prendere altri drink. Mentre versi da bere io e lei ci sistemiamo di nuovo sul letto e iniziamo a baciarci, prendendoci il nostro tempo perché sappiamo che stai guardando. Comincia a muoversi lungo il mio corpo, iniziando con il baciarmi il collo, le mie mani sulle sue tette, a...

1.4K I più visti

Likes 0

Ragazze di softball parte 2

Il sabato successivo si era svegliato presto per andare al lavoro e aveva una pausa pranzo di 2 ore (aveva beccato la sua cagna sposata di un capo a fare sesso con il box boy), e quando arrivò a casa sua c'erano due macchine il suo vialetto. Erano Laura e Jessi; erano qui per la loro abbronzatura quotidiana, perché si abbronzassero sempre a casa mia non ne sono sicuro, deve essere il facile accesso che le persone hanno alla piscina. Mark rimase a guardare attraverso la finestra della cucina quei due abbronzati, accanto alla sua sexy sorella. No, è sbagliato, si...

1.2K I più visti

Likes 0

Oh papà tutte e tre le parti!

Oh papà, parte 1, La mia lettera a papà A volte il dolore dei miei problemi di salute sconvolge la mia routine; tuttavia, non lascio che regni tutta la mia giornata. Come oggi, mi alzo troppo presto ma solo perché ieri ho fatto un pisolino. Non provo alcun dolore, sono solo arrapato da morire, e me ne sto seduto qui nudo a masturbarmi. Vedi, sono un po' esibizionista e mi piace giocare con me stesso, fantasticando sul mio nuovo amante John. Vorrei che stesse infilando il dito indice in profondità nella mia fica fradicia. Adoro il modo in cui mi fa...

965 I più visti

Likes 0

Un ragazzo e il suo...? 37 Sheeka

Jake stava ancora tenendo Akeesha ciascuno dei suoi Jinn riuniti attorno a entrambi. Nella stanza non si udiva altro che il suono di grandi pianti e singhiozzi. Ci fu un'altra enorme ondata di energia quando apparvero sia Nyrae che Inger. Inger volò verso Akeesha, le lacrime cominciarono a scendere dai suoi occhi. Perché? Perché sta morendo? Se muore, Padron Jake, ti prometto che ti farò soffrire! Inger stava ringhiando a Jake. Morirò presto in un modo o nell'altro Inger. Il legame che ho con i miei Jinn mi ucciderà quando lei morirà. Ho paura che ucciderà anche loro. Vorrei solo che...

651 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.