Il mio cugino preferito

134Report
Il mio cugino preferito

Noi come persone tendiamo a lasciare che molte cose scivolino finché è a nostro favore. Di solito la gilda e l'orgoglio ci impediscono di fare cose sbagliate. Quelle o emozioni che ci vengono date per tenerci sotto controllo. La maggior parte delle volte funzionano, ma a volte falliscono... miseramente. Per me il senso di colpa è stato un po' troppo tardi per impedirmi di fare quello che ho fatto, e sono un po' contento.

Fin da piccola ho sempre creduto che ci fosse una ragazza per me. È stato più o meno perforato nella mia testa da quanto posso ricordare da mia madre. Non avere un padre mi ha portato ad ascoltare tutto ciò che mia madre aveva da dire. Ero figlio unico, quindi ho ottenuto quasi tutto ciò che volevo. Sono stato viziato per la maggior parte del tempo e mi sono comportato molto per ottenere l'attenzione che volevo. Mia madre è stata licenziata dal suo lavoro, quindi ha dovuto prenderne uno nuovo. Mio zio ha vissuto con noi e ha iniziato a drogarsi, quindi mia madre ha deciso che dovremmo trasferirci da casa e prenderci una casa nostra. Così abbiamo fatto e abbiamo ottenuto questo piccolo appartamento. Mia madre ha deciso di trasferirsi lì perché avevamo dei cugini che vivevano a due strade da noi. Andavamo a casa loro ogni fine settimana. Mia madre portava le pizze e io e i miei cuginetti giocavamo ai videogiochi e cose del genere insieme.
Avevo 2 cugini maschi e una cugina femmina. Il più vecchio era un po' strano. Si chiama David ed era il tipo di ragazzo che pensavi sarebbe diventato gay. Era intelligente, quindi aveva questo per lui, ma nel reparto dell'aspetto gli mancava a Dio. Ha la mia stessa età, ma è più vecchio di alcuni mesi. La seconda più grande è la ragazza. Il suo nome è Mia. Era un maschietto. Avrebbe giocato a calcio e basket con noi. Era anche quella con tutte le palle della famiglia. Non ha preso un cazzo e ti avrebbe detto in un minuto cosa non avrebbe fatto. Infine c'era il mio cugino Mike. Mike era un idiota. Non molto altro potrebbe descriverlo. Era solo il seme cattivo fuori dal gruppo. Non era abbastanza cattivo da frequentare come una scuola militare, ma era molto provocatorio e pigro.
Quando eravamo piccoli passavo la notte tutto il tempo e mi piaceva passare il tempo con loro. Io e Mia non andavamo d'accordo, perché io ero un bullo e lei non sarebbe rimasta in piedi e sarebbe stata vittima di bullismo. Cercava sempre di convincere i suoi fratelli a tenermi testa, ma io ero più grande e più forte di entrambi, quindi di solito facevano quello che dicevo, ma non lei. Non ho mai provato a prenderla in giro. Voglio dire, era una ragazza e probabilmente potrebbe prendermi a calci in culo se lo volesse. Crescendo, io e lei abbiamo iniziato a scontrarci. Una notte però le sue amiche parlavano di sesso e io e i suoi fratelli eravamo nella stanza con loro. Bene, i loro genitori sono rigidi, quindi non hanno insegnato loro nulla sul sesso, ma lo sapevo. Mi ha chiesto rapidamente delle cose in modo che potesse suonare come se sapesse di cosa stava parlando, e gliel'ho detto volentieri. L'ho fatto principalmente per essere cattivo, e anche perché mia madre mi ha sempre detto che se sei abbastanza grande per chiedere, allora sei abbastanza grande per ottenere una risposta.
Va bene, è successo tutto prima che avessimo 15 anni. Quando ho raggiunto i 15 le cose sono cambiate. Stavo solo facendo sesso. Sapevo di avere un grosso cazzo e volevo usarlo. Sapevo che non era il più lungo. (Circa 7 pollici), ma sapevo che era il più largo di tutti i miei amici. Avevo un fottuto amico, ma era solo per me essere bravo quando ho avuto una vera ragazza. Avevo smesso di andare a casa dei miei cugini, perché io e i miei cugini maschi non ci vedevamo più negli occhi. Per qualche motivo però, probabilmente perché a nessuno importava davvero del mio compleanno quell'anno, ho deciso di andare a casa loro. Non sarei mai dovuto andare. La casa era normale. Sembrava sempre, i miei cugini maschi sembravano tutti uguali e si comportavano maleducati come sempre, ma Mia era diventata una top model.
Amico, quando l'ho vista non potevo crederci. Il mio cugino a torso piatto, senza culo, aveva un petto di taglia D e un culo su cui potevi sederti. Avevo una dura che avrebbe squarciato l'acciaio... letteralmente, ma non dovresti provare una sensazione simile per tuo cugino di secondo grado. Si stava facendo buio e stavo per tornare a casa quando l'ho vista fuori e sembrava depressa. Stavo solo per andare a casa dato che io e lei non andavamo molto d'accordo comunque, ma aveva solo questo sguardo sul viso come se avesse bisogno di aiuto. Così mi sono avvicinato a lei e ho cercato di farla ridere. Mi ha appena chiamato sciocca e stava per entrare in casa quando le ho chiesto cosa c'era che non andava. Mi ha guardato e aveva questo sguardo sul viso come il motivo per cui gli importa. Mi sono seduto lì ed ero come se potessi dirmi se vuoi non importa. Si sedette in veranda e iniziò a raccontarmi la sua storia.
Aveva questo ragazzo da circa 2 anni ormai, e lo amava davvero, ma non si è mai mosso. Si sono baciati e abbracciati, ma questo è tutto. Bene, un giorno questo ragazzo che io e lei conoscevamo è venuto a casa sua quando era solo lei da sola. Una cosa tira l'altra e lei è solo in mutande e reggiseno con questo ragazzo, e lui le sta strofinando il clitoride attraverso le mutandine. Una volta che ha messo insieme la testa, gli ha detto di smetterla e ha dovuto combatterlo per convincerlo a smettere di provare a toccarla. Mi ha detto che si sentiva in torto per averlo fatto alle spalle del suo uomo, e sapeva che era sbagliato per quasi fare sesso, ma quella sensazione che le stava dando era semplicemente incredibile. L'ho guardata e ho capito che non sapeva come si chiamava, quindi gliel'ho chiesto. Ha appena scosso la testa verso di me. Le ho detto che aveva un orgasmo. E abbiamo appena parlato di sesso per altre 3 ore.
Sono andato a casa e ho iniziato a masturbarmi. Ma non mi sono masturbato solo una volta. Sarebbe stato troppo semplice, mi sono masturbato tipo 5 volte quella notte e quella mattina solo pensando a lei, e la cosa triste è che aveva dei vestiti addosso. Dopo un po' io e lei abbiamo iniziato a parlarci tutti i giorni. Passano due anni e io e mia madre iniziamo ad avere problemi e ho deciso di scappare. Avevo tutto pianificato, ma divertente come i piani non funzionino mai come li vuoi anche tu, e sono finito per sedermi sul portico di mio cugino finché i loro genitori non si sono svegliati e hanno capito che ero lì. Mi hanno accolto per un paio di giorni. L'ultimo giorno ero lì sdraiato sul pavimento mezzo sveglio e mezzo addormentato. Ho sentito un bacio sulle mie labbra. Non mi sono mosso in modo che la persona non si fermasse, ma in fondo alla mia mente speravo che non fosse David. La persona si è alzata ed è uscita dalla stanza, e prima che se ne andassero ho aperto gli occhi ed era Mia. È tornata circa 10 minuti dopo e l'ha fatto di nuovo, e poi mi ha svegliato per dirmi che la cena era pronta.
Il giorno dopo sono tornato a vivere con mia madre ed è andato tutto bene. Una settimana dopo ricevo una sua telefonata. Sta piangendo e tutta sconvolta al telefono. Ha appena scoperto che il suo ragazzo l'ha tradita. Ora sto pensando tra me e me... perché... come... è stupido... è stupido... è cieco e non riesce a vedere quanto sta bene? Sono andato a casa per confortarla. Ha iniziato a dirmi che non ha mai voluto che me e lei fossimo l'uno contro l'altra quando eravamo più giovani, e che mi ha sempre ammirato, e che era bello essere in giro quando non litigavamo. Ho solo pensato che fosse gentile dato che ero lì nel momento del bisogno. Posò la testa sulla mia spalla, poi girò la testa e mi guardò. Le ho detto che sarebbe andata bene, ed è allora che è iniziato. Mi baciò, e non un bacio morbido e un bacio lungo e profondo. Mi sono alzato e non sapevo cosa dire o pensare. Si è appena alzata la gonna e c'era la sua figa, senza mutandine e tutta rasata. Ora la maggior parte di voi sta pensando che abbiamo dormito insieme quella notte. Beh, ti sbagli, sono corsa là fuori il più velocemente possibile, perché conoscevo il suo programma di papà. Voglio dire, ha fatto lo stesso lavoro per anni e sarebbe stato a casa non appena l'avessimo guardato, inoltre quello che stava per accadere era sbagliato... vero?
Quella notte mi girai e mi girai. Non riuscivo a togliermela dalla testa, o forse solo la sua figa. Non importava in entrambi i casi, non riuscivo a dormire molto. Intorno alle 10 quella mattina sento bussare alla mia porta. È lei. Mia madre l'ha fatta entrare prima che andasse al lavoro. Si sedette sul bordo del mio letto. È stata molto diretta con me. Ha iniziato a chiedermi se non era abbastanza brava per me. Le ho detto di no (ovviamente), ma che è mia cugina e questo è sbagliato. Si è appena avvicinata a me e mi ha baciato di nuovo, e mi ha chiesto se era così sbagliato perché ero ancora così duro da ieri sera. ero bloccato; Non potevo nemmeno mentirle apertamente. Mi ha messo le mani sui pantaloni dove c'era il mio cazzo e l'ho quasi perso. Abbiamo iniziato a baciarci di più. Poi si è tirata indietro e si è sdraiata sul mio letto. L'ho seguita velocemente. Questa volta aveva dei pantaloncini con una canotta. Ho spostato la canotta rivelando le sue tette. Ho iniziato a succhiarli. Erano così grandi, così morbidi che non potevo farne a meno. Ha iniziato ad allacciarsi i pantaloni e io ho finito di toglierli. Le sue mutandine erano inzuppate. Potevo sentire l'odore dei suoi succhi di figa. Non voleva perdere tempo, si è tolta velocemente i pantaloni. Mi sono sdraiato tra le sue gambe. Ha iniziato a respirare pesantemente. Le ho detto che questo farà male. Mi ha detto che non le importava, mi amava solo. Mi amava? Mi amava? Come potrebbe amarmi? Non ho capito né volevo. Ho preso la punta del mio cazzo e l'ho messo proprio tra le sue labbra. Piano piano ho iniziato a spingere. Non passò molto tempo prima che raggiungessi la sua ciliegia. Ho deciso di non essere morbido con lei e l'ho rotto con una spinta veloce, lei ha urlato e le lacrime le scorrevano lungo la guancia. Non mi sono fermato, ho iniziato a pompare sempre più velocemente e penso che una parte di me volesse che mi odiasse per questo. Ha solo tenuto gli occhi sui miei ogni volta che poteva tenerli aperti. Ho sentito il mio dado venire così ho cercato di tirare fuori ma lei aveva bussato con le gambe intorno a me. Quindi l'unica cosa a cui riuscivo a pensare era di smettere.
Mi ha chiesto cosa c'era che non andava e le ho detto che stavo per venire. Mi ha appena detto di sborrarle dentro. Se fossi stato sano di mente avrei detto di no, ma ero nel mezzo di una pazzia. Sono dannatamente sicuro che non l'avrei capito. Così ho ricominciato a perforare. Alla fine è arrivato il dado. Rimase lì immobile per un po', poi prese le sue cose e se ne andò. Mi sentivo così male, così orribile per quello che avevo fatto. Mi ha detto che mi amava e l'ho semplicemente scopata come se fosse una puttana di strada. Voleva che la amassi ed è quello che le ho dato, solo una brutta scopata. Che mi divora dentro per settimane. Non riuscivo nemmeno a vederla oa chiederle scusa. Dovevo fare qualcosa e ho finito per far sapere a mia madre cosa era successo. Mi ha guardato come potresti, ma quando ha visto come ero divorato dentro ha deciso di darmi un consiglio. Mi ha detto che non puoi sempre decidere di chi innamorarti. Ha detto che lei e lei avevate un legame da quando me lo ricordavo per la prima volta. Voi due avreste litigato perché non sapevi come esprimere l'amore, ma sapevo che dal guardarti c'era qualcosa che non andava. Poi mi ha guardato e mi ha detto che sapevo cosa dovevo fare.
Ho scelto un giorno e ho deciso che le avrei chiesto scusa e che anche io l'amavo. Ho avuto fortuna, quasi come se il destino mi avesse aiutato, ed è stato un giorno in cui era tutta sola in casa. Ho bussato alla porta e lei mi ha chiesto chi fosse, non ho risposto pensando che se l'avessi fatto non avrebbe aperto la porta. Ha aperto la porta e quando mi ha visto l'ha lasciata aperta ed è tornata in casa. L'ho seguita e ho chiuso la porta. È andata in camera sua e io l'ho seguita. Mi ha guardato e mi ha detto che andava bene, prima che potessi aprire bocca per scusarmi. Le ho detto che non andava bene e che…..e quello….e che l'amavo. Ha appena girato la testa e l'ha inclinata verso terra. Mi sono alzato e mi sono spostato al suo fianco. Avevo cominciato a baciarla. All'inizio ha resistito un po', ma non abbastanza da farmi fermare. Poi ha iniziato a baciarmi di rimando. Ci siamo baciati per tipo 30 minuti. Poi ho iniziato a baciarle il collo. Aveva un buon odore. Deve aver avuto una qualche forma di profumo. Le ho sollevato la camicia sopra la testa e ho cominciato ad accarezzarle il seno. Questa volta gemette. Le ho avvolto il capezzolo con la lingua. Assicurati di leccare e baciare ogni centimetro di entrambi. Poi mi sono fatto strada fino al suo stomaco. Ho prestato molta attenzione ai dettagli. Ho tirato giù la gonna che aveva e poi le ho baciato il monticello. Mi ha dato automaticamente una risposta. Poi ho iniziato a piacermi febbrilmente il suo clitoride. Inarcò la schiena ed emise un lungo gemito. Ha iniziato a parlare con il respiro affannoso. Ha iniziato a dirmi che mi amava. Ho iniziato a leccare ancora più forte e più velocemente finché alla fine i suoi succhi sono stati su tutta la mia bocca, sul mio naso e sul mio mento. Continuavo a leccarla, perché so quanto è bello avere ancora quel contatto anche dopo aver finito di avere un orgasmo. Poi mi asciugai la faccia e mi alzai in piedi di fronte a lei. Adesso era seduta sul bordo del letto. Mi ha tolto i pantaloni e mi ha sollevato la maglietta. Si sdraiò sul letto e lasciò le gambe alzate. Sono tornato ancora una volta tra le sue gambe. Questa volta ho strofinato la testa del mio cazzo contro il suo clitoride e la sua fessura in modo che potesse sentirmi prima che entrassi. Sono entrato lentamente nella sua figa bagnata. L'ho presa molto lentamente; Mi sono assicurato che sentisse ogni centimetro della mia erezione furiosa. Alla fine i nostri corpi si sono incontrati e abbiamo iniziato a muoverci insieme. Teneva la bocca aperta e urlava liberamente a Dio mentre lavoravo il mio cazzo come un pistone. Sempre più in profondità ho cercato di raggiungere. A quel punto non si trattava più di me. Volevo solo accontentarla. Volevo che si sentisse bene, che sapesse com'era il mio amore. Sapevo che il mio orgasmo stava arrivando quando ho iniziato a ricevere quei segnali elettrici nelle palle. Così l'ho girata e sono tornato dalla pecorina. Non avrei mai immaginato che questa fosse la sua debolezza. Quasi dopo la mia 4a pompa, la sua figa ha iniziato a sbavare di sperma. Ha creato una macchia bagnata sul suo letto delle dimensioni di un segnale di stop. Ha iniziato a darsi da fare come una matta, e a urlare così forte che giuro che i morti sarebbero venuti a farla tacere. Alla fine è venuto il mio pazzo, e ho emesso un profondo gemito basso mentre le afferro la vita, solo per cercare di tenermi in piedi. Ero esausto e sono caduto sul letto vicino al punto bagnato. Si sdraiò a pancia in giù. Eravamo entrambi caldi e appiccicosi, ma non ci importava di aver iniziato a baciarci comunque. Poi l'ho guardata e le ho detto... lo sai che sei sempre stato il mio cugino preferito.

Storie simili

QUALCOSA DI NUOVO_(0)

Sei pronta, chiese Debbie alla sua amica Maureen mentre si fermava alla scrivania della sua migliore amica, Non vedo l'ora un altro minuto, sono quasi pronta per scoppiare!?! Anch'io, rispose Mo mentre dava gli ultimi ritocchi a un rapporto che il signor Bently le aveva chiesto di preparare prima del suo viaggio a New York più tardi quel pomeriggio, lasciami lasciare questo nell'ufficio del capo, è stato sul mio caso tutta la mattina per farlo prima di mezzogiorno!!!” Nessun problema, ha risposto Debbie mentre si dirigevano verso l'ufficio del signor Bently, il tuo è pieno, il mio sembra che stiano per...

1.1K I più visti

Likes 0

Il debito di Rachel (Capitolo 3 - Il passato e il dolore)_(0)

Sabato è arrivato e non avevo ancora sentito Rachel. Inoltre non ero ancora pronto a chiamarla per il nostro prossimo appuntamento. Certamente volevo. Prima di Rachel, dall'ultima volta che ero stato con una donna, sembrava che il mio desiderio sessuale si fosse raffreddato. Stare con Rachel l'aveva riacceso, lo aveva portato da quasi dormiente a un inferno torreggiante. Per aspettare il momento, ho guardato i video dei nostri precedenti incontri. Era davvero magnifica. Avrebbe potuto essere una pessima scopata e comunque non avrebbe avuto importanza, il suo corpo giovanile e la sua mente lasciva hanno più che compensato. Non era male...

992 I più visti

Likes 0

Claudia Incarnata...Parte I

Il potere etereo insegue le anime al mare, il mare le sputa sulla soglia della terra, la terra alla luce del sole splendente e il sole le scaglia nell'etere vorticoso. - Empedocle di Akragas (V secolo a.C.) La prima cosa che hai notato di Claudia è che era bellissima. La sua era una bellezza raffinata e sofisticata e nel suo cuore c'era un'innata terrosità e un'aspra indipendenza che sicuramente provenivano dai suoi antenati siciliani. I suoi occhi castano scuro e i lunghi capelli neri fluenti brillavano nella chiara luce del mattino. Un sorriso giocava sulle sue labbra carnose, labbra tinte di...

1.4K I più visti

Likes 0

Figa su l'albero

Quando sono diventato Vigile del fuoco, ho capito che sarei stato chiamato a gestire una serie di servizi per il pubblico. Le pubbliche relazioni sono 3/4 del lavoro. Ho sempre a che fare con il pubblico, da piccole crisi a grandi disastri. Di solito un grazie o un sorriso è sufficiente gratitudine per un lavoro ben fatto. In alcune occasioni durante la mia carriera, ho ricevuto biscotti fatti in casa o altre prelibatezze come forma di gratitudine. Nulla è necessario, come sottolineo continuamente a coloro che aiuto. Conclusione: la città mi paga bene per fare il mio lavoro. Non fui sorpreso...

1.3K I più visti

Likes 0

Circostanze diverse

Disclaimer: non possiedo Pokemon, nessun personaggio e Pokemon lì dentro. Sai, solo per coprirmi il culo in caso. Meglio prevenire che curare. Nota/e dell'autore: Onestamente, questa storia è stata parzialmente ispirata da un'altra storia di AbsolxHuman che ho trovato qui. Come dice il riassunto, questa storia contiene bestialità, quindi se non ti piace, è probabilmente meglio che tu trovi un'altra serie da perseguire, poiché la maggior parte degli incontri sessuali coinvolgerà Pokemon e il protagonista, anche se potrebbe esserci un pochi umani spruzzarono qua e là per cambiare le cose. Cambierò il codice per riflettere ulteriori modifiche nei capitoli successivi. Se...

1.5K I più visti

Likes 0

Ninfomane

Mi chiamo Pat e sono sposata con mio marito Ron da dieci anni. Lo amo ed è sempre stato buono con me. Non farei mai nulla per ferirlo, ma la scorsa settimana tutta la mia vita è cambiata. Sabato, mentre Ron era fuori a giocare a golf, cinque uomini si sono fermati a comprare le sue vecchie mazze e ho finito per fare sesso selvaggio con loro. Non so cosa mi sia preso, ma è stato come se un lato nascosto di me fosse finalmente uscito. Avevo spesso scherzato con Ron sul fatto che fossi una ninfomane e tutta quella pressione...

1.2K I più visti

Likes 0

Fucking the Pooch o Al's Vacation

Mentre ero seduto nella taverna a bere birra e sparare cazzate con Al, il proprietario di questo bel locale, stavamo parlando del suo problema. Sembra che la sorella di Al, Naomi, abbia vissuto in Romania e voglia che Al la visiti. L'unico problema è che Al ha paura di viaggiare da solo e vuole che qualcuno viaggi con lui. È qui che entro. Al, non posso credere che un ragazzo come te abbia paura di viaggiare da solo? Ho riso di lui. Semplicemente non mi piace andare in un posto dove le persone parlano un'altra lingua si lamentò Al. “Ma ho...

1.2K I più visti

Likes 1

Un consiglio da ricordare

Sal, prendi il tavolo 12, ho sentito dire dalla padrona di casa. A poco a poco mi voltai e sbirciai laggiù. «Una bella bruna sulla trentina da sola con un vestito rosa un martedì sera? E wow, non sta nemmeno cercando di nascondere quella rastrelliera, mi sta facendo venire un'erezione ora,' ho pensato prima di iniziare con calma a camminare verso di lei. I miei occhi non si sono mai staccati da lei mentre per il momento si limitava a guardare il menu. Anche se, sono ancora andato da lei. Ciao come stai stasera? Posò il menu e mi guardò. Sto...

1.5K I più visti

Likes 0

Chi vuoi baciare

Avevo circa 13 anni quando è successo, ero un bambino molto arrapato, ma per ora per qualche ragione non lo capisco più. L'ho inventato un po' : P Non vedo l'ora di baciare un ragazzo! disse Carolina mentre sfogliava la sua rivista Tiger Beat. Non voglio baciare Devin, il ragazzo della mia classe di matematica. Lo conosci vero? ha detto mentre mi guardava. uh uh. ho mormorato. Ero troppo impegnato a pensare al ragazzo che avrei voluto baciare per dire qualcos'altro. Non volevo dirglielo, ma pensavo che suo fratello di 16 anni fosse molto incantevole. Quasi tutte le sere di questo...

1.4K I più visti

Likes 0

Innocente ragazza asiatica si è trasformata in una schiava Capitolo 3

“Indossa una gonna domenica. Niente reggiseno o mutandine. Sophia lesse il breve messaggio e sospirò. Era stata essenzialmente costretta a rinunciare a tutto il resto della sua vita solo per far piacere al Maestro Liam. Invece di andare al club culinario giovedì durante il pranzo, ha passato il tempo a succhiargli le palle nella Tesla. Invece di andare a prendere Boba con le sue amiche domenica, avrebbe perso la verginità con un anziano che aveva incontrato solo due settimane prima. Sophia era terrorizzata dal dolore di perdere la sua verginità. Ha letto online di quanto sia stata dolorosa la rottura dell'imene...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.