Mia nipote Mary Jane, parte 2 domenica mattina

1.4KReport
Mia nipote Mary Jane, parte 2 domenica mattina

Sfortunatamente, erano circa le nove di domenica quando mi sono svegliato, per scoprire che ero ancora solo nel mio letto, e i sogni bagnati che avrei potuto fare erano proprio quei sogni bagnati. Ho notato che la porta della camera degli ospiti era chiusa, quindi sono andato a fare i miei affari mattutini e sono sceso in cucina per preparare il caffè. Sembrava che sarebbe stata una luminosa e calda giornata di sole mentre portavo la mia prima tazza sul ponte e mi sistemavo. Non è stato prima di aver finito la mia seconda tazza di java che ho sentito dei movimenti in cucina, mia moglie è uscita con la caffettiera chiedendomi se volevo un rifornimento di ciò che era rimasto o se volevo aspettare che lei ne preparasse una nuova . Mia moglie di solito indossa un set completo di pigiami da ragazza a letto, quindi la maggior parte delle volte non deve indossare un abito per essere adeguatamente coperta. Stamattina però è uscita sul ponte scoperto vestita della più succinta e più corta camicia da notte, se così si può chiamare. Era legato liberamente ai suoi glutei, permettendomi di vedere quasi tutto il meraviglioso corpo nudo che c'era sotto. Non che fosse così importante, dato che il materiale era così sottile, la luce del sole aveva trasformato l'abito in quasi nessuna copertura, mia moglie avrebbe potuto anche essere completamente nuda, nonostante tutta la protezione che l'abito le dava.

Fui molto lento con la mia risposta, non volendo che rientrasse di soppiatto in casa, decisi che avrei accettato una ricarica del vecchio caffè, anche se poteva essere un po' stantio, dopotutto l'avevo preparato molto prima quella mattina. Tuttavia, ero abbastanza intelligente da lasciare la mia tazza sul tavolino completamente di fronte a mia moglie. Quando ha appoggiato il suo corpo sul mio, per riempire la tazza, sono riuscito a tirare il laccio della cravatta, allentando la stoffa del vestito in modo da poter allungare la mano e afferrare la sua tetta sinistra nuda. Mia moglie non mi rimproverava né si tirava indietro come faceva in passato, mi permetteva di giocare con la sua tetta, di accarezzarla, di strizzarla, di pizzicarle il capezzolo e di dargli vita, facendolo emergere dalla sua areola ed estendersi abbastanza fermamente. Con mia grande sorpresa, mia moglie posò la caffettiera e si voltò verso di me, allargando le gambe ai lati delle mie. Piegò il corpo in avanti offrendo libero accesso alla sua nudità, si chinò ulteriormente cercando di unire le sue labbra alle mie, lasciando allo stesso tempo che la vestaglia corta scivolasse dal suo corpo al pavimento del ponte.

Era passato molto tempo dall'ultima volta che avevo avuto mia moglie all'aperto, nuda com'era allora, molto tempo da quando avevamo goduto del semplice piacere del corpo dell'altro. Non capivo bene cosa stesse alimentando il suo appetito sessuale, ma non avrei cercato di capirlo, avrei colto ogni opportunità per godere di ciò che mi stava offrendo. Mentre continuavamo a baciarci, mia moglie mi ha afferrato la mano libera e l'ha fatta scivolare tra le sue gambe, dove invece di entrare in contatto con i suoi adorabili peli setosi della figa, ho trovato le mie dita che sfioravano le sue labbra pelate. Questo contatto inaspettato ha fatto sì che il mio cazzo raggiungesse le sue dimensioni massime, facendomi dimenare sulla sedia per eliminare un po' di disagio. Mia moglie approfittando di questo movimento ha infilato la mano nel mio pigiama e ha tirato fuori la mia rigida virilità all'aria aperta. Ha usato le sue dita sottili per accarezzarlo in modo tale che è riuscita a farlo salire a una lunghezza ancora maggiore.

Soddisfatta dei suoi sforzi per estrarre il massimo della mia appendice, è scesa tra le mie gambe e ha preso il mio cazzo in bocca e ci ha provato con la lingua. Ho appoggiato la testa contro la sedia, ho messo le mani sulla testa di mia moglie e ho lasciato che il mio corpo reagisse alle sue meravigliose manipolazioni. Prendendosi il suo tempo, mia moglie mi ha portato al limite diverse volte, facendomi flettere e grugnire con grande passione, sicuramente con soddisfazione di mia moglie. Alla fine, con la massima cura, ho sentito mia moglie tirare la fascia del mio pigiama, cercando di strapparmela dalla parte inferiore del corpo, quindi ho sollevato il sedere dalla sedia permettendole di farglielo scivolare intorno alle caviglie. Con questo completato ha raggiunto la mia sacca per le palle e ha proceduto ad accarezzarla dolcemente dapprima poi con maggiore vigore. Ho sentito l'accumulo del mio seme scendere, all'inizio era una sensazione di formicolio, poi è diventata una sensazione più urgente, poi improvvisamente ho sentito il dito di mia moglie inserirsi nel mio retto, producendo una potente esplosione che mi ha fatto evacuare un una grande quantità di liquido bianco caldo, versandolo con forza nella bocca in attesa di mia moglie.

Ho aperto gli occhi, volevo vedere mia moglie prendere il mio seme, beh volevo vedere quanto stavo sparando, quanto lei riusciva a trattenere. Volevo vedere il mio seme gocciolare dalla piega delle sue labbra, volevo vederla deglutire. Quando ho aperto gli occhi, tuttavia, sono rimasto quasi scioccato nel vedere Mary Jane in piedi accanto a noi che guardava mia moglie che mi succhiava. Era in piedi, vestita con quasi lo stesso abito che indossava mia moglie, o almeno aveva indossato prima. Era slegato, aperto. Mary Jane stava giocando con se stessa, aveva una mano che si lavorava le tette, tirando i suoi piccoli capezzoli, mentre l'altra mano era molto occupata a lavorare la sua fica. Ha inserito almeno tre dita da quello che ho potuto vedere nel suo buchetto. Mary Jane era così vicina a noi che potevo vedere i suoi succhi scorrerle lungo le gambe, quasi nella stessa quantità che stavo emettendo.

È stato molto difficile dividere la mia visione tra loro, volevo davvero vedere mia moglie che si prendeva il mio seme in gola, ma Mary Jane era anche uno spettacolo delizioso in piedi lì a masturbarsi il suo giovane corpo. Il dilemma è stato risolto piuttosto rapidamente, una volta che mia moglie si è resa conto che non c'era più niente da succhiare dal mio cazzo, si è alzata e ha schiacciato il suo corpo con quello di Mary Jane. Mia moglie ha avvicinato le sue labbra a quelle di Mary Jane e da quello che ho potuto dire ha proceduto a spingere un po' del mio sperma nella bocca ricettiva di Mary Jane, spingendo allo stesso tempo l'abito completamente fuori dal suo corpo. Ho visto le mani di mia moglie sostituire quelle di Mary Jane mentre procedeva a portare Mary Jane all'orgasmo mentre erano esposte sul ponte posteriore quella bella domenica mattina. In breve tempo mia moglie ha avuto Mary Jane al punto che desiderava, ho visto Mary Jane sobbalzare e vibrare, rabbrividire e tremare, quasi al punto di crollare tra le braccia di mia moglie. Quando le è stato permesso di liberarsi, ha urlato così forte che ero preoccupato che avremmo potuto disturbare i vicini, o almeno averli indotti a chiedersi cosa diavolo stesse succedendo a casa nostra. Tuttavia, non sembrava affatto turbare mia moglie, poiché continuava a lavorare le parti del corpo di Mary Jane senza concederle alcuna tregua. Era quasi come se mia moglie fosse diventata sadica e si stesse divertendo ad approfittare della sua giovane nipote.

Alla fine mia moglie non riuscì più a tenere in piedi il corpo di Mary Jane e le permise di scivolare sul pavimento del ponte. Poi è tornata da me e ha fatto sedere il suo corpo sudato e splendente sul mio grembo, mi ha messo le braccia intorno al collo e ha cercato la mia bocca con le sue meravigliose labbra sexy. Dobbiamo esserci appisolati tutti nelle nostre posizioni perché la cosa successiva che ho capito è stata che avevo davvero bisogno di pisciare, quasi al punto di averlo fatto involontariamente mentre ero seduto sulla mia sedia a sdraio tenendo mia moglie in grembo. Mescolando con cura, ho scosso delicatamente mia moglie, svegliandola da qualsiasi sogno in cui era stata coinvolta e le ho detto del mio problema. Lei ha risposto dicendomi che era una buona cosa che non mi fossi liberato sul ponte perché avevamo già gocciolato abbastanza liquidi corporei sul ponte per così dire. Mia moglie mi ha spinto in direzione di Mary Jane, che giaceva distesa nel punto in cui era caduta, suggerendo di prenderla in braccio e portarla dentro in modo che non si scottasse. Mia moglie mi ha detto di portarla su e di metterla nella vasca perché aveva bisogno di essere risciacquata un po'.

Ho portato questo povero corpo nudo esaurito dal ponte e l'ho depositato con cura nella nostra vasca, poi mi sono trasferito in bagno per occuparmi del mio problema. Mia moglie che ci aveva seguito, mi ha guardato poi ha iniziato dicendo che forse potevo, fare qualcosa per lei. Poi ha continuato dicendo che forse era un po' troppo presto per lei per portare Mary Jane così lontano, ma ha aggiunto che le sarebbe piaciuto tenere il tubo mentre rilasciavo il liquido nella ciotola. La pipì scorreva con grande forza dal mio tubo mentre mi rendevo conto che mia moglie mi aveva quasi suggerito di fare una doccia dorata a Mary Jane mentre giaceva esausta nella nostra vasca. Speravo forse che quello che mia moglie aveva avuto con Mary Jane non fosse solo un affare una tantum e ci potesse essere un'altra opportunità lungo la strada per rilasciare il mio piscio caldo su questa adorabile giovane ninfa nuda.

Una volta che ebbi finito il mio lavoro, mia moglie insistette per scuotere le ultime gocce dal mio cazzo sulle sue dita che le furono immediatamente portate in bocca. Sono stato accompagnato fuori dalla stanza e mi è stato detto di lavarmi nelle strutture al piano di sotto. Era quasi l'una quando tutti si ritrovarono in cucina. Mia moglie afferma che forse sarebbe meglio se uscissimo per il brunch perché erano troppo esausti per fare qualcosa da mangiare. Questo ovviamente mi andava bene. Non avevo obiezioni a portare in città ragazze adorabili, soprattutto dopo il regalo che mi avevano offerto. Mia moglie ha chiesto ancora qualche minuto per prepararsi, riportando Mary Jane al piano di sopra, dicendomi di chiudere a chiave e di avviare la macchina.

Le ragazze uscivano di casa, tutte agghindate, quasi con lo stesso vestito, certo potevano passare per madre e figlia, anche sorella maggiore e sorella minore, non proprio nemmeno della loro età, ma abbastanza vicine per quanto riguardava i miei occhi interessato. Entrambi indossavano camicette leggere senza maniche, bermuda e sandali che erano allacciati fino a metà delle gambe, due bellezze erano, era ovvio. Quando mia moglie è salita in macchina è stato facile vedere che indossava un reggiseno, quindi ho guardato nello specchietto retrovisore per vedere se potevo dire lo stesso di Mary Jane, purtroppo ho potuto confermare i miei timori, anche lei indossava Un reggiseno. Ho pensato che se indossavano i reggiseni molto probabilmente avevano anche le mutandine e che qualsiasi divertimento e gioco che pensavo potesse essere giocato fosse annullato.

Il ristorante che avevo scelto per il brunch era affollato, quindi potevamo scegliere tra stare in fila o sederci al bar, dove ovviamente dovevi ordinare una bevanda alcolica. Dato che non mangiavamo dalla sera prima, suggerii di ordinare una rosina leggera, che non interferisse troppo con la nostra mancanza di cibo, e potesse anche aiutare a preparare i nostri stomaci per le delizie che sentivamo provenire dalla sala da pranzo. . Quando finimmo il nostro secondo bicchiere, circa metà della bottiglia fummo chiamati a sederci. La fortuna volle che fossimo indirizzati verso un sedile laterale, situato in una parte della stanza simile a un'alcova, leggermente discosta dal flusso principale delle cose, decorato con grandi piante frondose. Potrebbero esserci stati sei o otto di questi tipi di posti e ci è stato offerto il terzultimo posto, facendo la passeggiata dal centro di ristorazione al nostro posto non tanto quanto i clienti seduti negli ultimi posti, ma non così vicino al cibo che una persona affamata potrebbe desiderare di essere. Era comunque un posto comodo, con una finestra che dava sul parco, era un po' accogliente, era pubblico ma privato proprio quello che il dottore aveva ordinato per tre persone affettuose e vivaci.

All'inizio ci sistemammo con una ragazza accanto a me mentre osservavamo la situazione in cui ci trovavamo, commentando l'incantevole scena aperta che la finestra forniva, così come la privacy dell'area fornita dalle grandi piante simili a foglie. Era quasi come se fossimo tutti soli, isolati, isolati dal mondo esterno, eppure eravamo circondati da ciò che accadeva nel ristorante. Ho lasciato che le ragazze andassero a prendere i loro piatti prima perché volevo vedere le mie due adorabili signore sfilare avanti e indietro dal tavolo. Era davvero uno spettacolo vedere quei due culi stretti dimenarsi mentre camminavano verso i banchi del cibo. Inutile dire che mia moglie ha accentuato i suoi movimenti mentre camminava verso di me, mettendo in scena un grande spettacolo, per tutti quegli avventori seduti ai tavoli nelle prime alcove. Per un uomo non avrei potuto desiderare di più, mia moglie era fantastica, più che fantastica, ero sicuro che lo sapessero anche tutti quelli che guardavano dalla sua parte.

Una volta che si fu seduta, me ne andai per andare a riempire il mio piatto, incontrando Mary Jane che stava tornando. L'ho tenuta sollevata quel tanto che bastava per posarle un bacio tipo zio sulla guancia e dirle quanto fosse bella e quanto fossero gelosi gli altri uomini che lei fosse con me e non con loro, facendola arrossire in faccia. Le ragazze erano in una conversazione profonda quando sono tornato al tavolo, entrambe mi hanno regalato un sorrisetto subdolo mentre prendevo posto alla sinistra di mia moglie. Mi è stato permesso di far scivolare la mia mano sulla parte superiore della coscia di mia moglie e lasciarla riposare tranquillamente senza lamentarmi. Infatti, quando ho iniziato a massaggiare una piccola area sulla sua coscia, ho notato che aveva appoggiato la mano sinistra sulla coscia destra di Mary Jane e stava copiando i miei movimenti. Non ero sicuro se fosse pianificato o se si fosse semplicemente sviluppato in quel modo, ma ho pensato di testare le cose per vedere. Ho aumentato le dimensioni dell'area che stavo strofinando e allo stesso tempo mi sono appoggiato a mia moglie e l'ho baciata appena sotto l'orecchio. Non appena ebbi interrotto il bacio, la sentii inclinare il corpo verso Mary Jane e fare lo stesso.

Queste azioni di imitazione che immaginavo potessero significare solo una cosa, i giochi erano ancora attivi. Poi ho pensato che forse era solo una situazione casuale, quindi ho smesso e ho continuato a finire il cibo nel piatto, mentre cercavo di prendere parte alla conversazione del momento. Ho deciso di spingere le cose un po' di più, rendendo le mie azioni un po' più audaci, così ho tolto la mano sinistra dalla coscia di mia moglie e le ho messo il braccio intorno alle spalle. A quel punto non è stato fatto nulla per fermarmi, quindi ho abbassato le dita della mano sinistra davanti alla parte superiore del corpo di mia moglie. Li infilai sotto l'apertura della manica della camicetta e le strofinai la pelle nuda. Non so come abbia fatto mia moglie, ma è riuscita a mettere il braccio sinistro intorno a Mary Jane e ha copiato il mio movimento esatto.
Eureka Ho pensato che fosse divertente, avrei portato le cose il più lontano possibile, prima di essere fermato, o essere beccato dalla cameriera, o forse da un cliente del ristorante.

Decisi di vedere fino a che punto mi sarebbe stato permesso di spingermi, quindi girandomi sul sedile ho messo la mano destra sul ginocchio di mia moglie e l'ho stretta forte, ma con una gentilezza che potevo permettermi, dopotutto andare piano era la chiave a questa corsa di prova. Mi girai per guardarla in faccia, poi mentre applicavo pressione con la mano sinistra sulla parte superiore del suo petto, infilai la mano destra sotto il materiale dei suoi pantaloncini il più possibile, quindi trascinai indietro le unghie delle dita sopra l'interno della parte superiore della coscia. Fatto questo, ho riportato il mio corpo nella normale posizione seduta e ho finito di pulire il mio piatto. Immediatamente mia moglie si è voltata verso Mary Jane, e sicuramente deve aver fatto la stessa cosa, solo che potrebbe aver messo la mano più in alto sulla gamba nuda di Mary Jane quando ho sentito un rantolo distinto uscire dalle sue belle labbra, proprio nel momento in cui la cameriera si è fermata per riempire le nostre tazzine da caffè.

Mia moglie non ha prestato alcuna attenzione alla cameriera e si è semplicemente riposizionata al suo posto. Dicendo a Mary Jane che era ora di tornare al banco del cibo e vedere quali altre prelibatezze potevano trovare, se ne andarono lasciandomi ad affrontare qualsiasi situazione che potesse essere sollevata. La cameriera, devo dire, era molto professionale. Non ha accennato, né sembrava che stesse per affrontare la questione. Si è offerta di tornare quando le signore sono tornate per riempire le loro tazze, piuttosto che lasciare una tazza piena per raffreddarsi, quindi è uscita velocemente dall'area. Quando le ragazze tornarono, capii che c'era qualcosa di diverso nel modo in cui si muovevano, ma fu solo quando furono quasi al tavolo che notai che diversi bottoni superiori delle loro camicette erano stati slacciati. Se era evidente per me, lo era certamente per tutti gli altri clienti, mostravano una grande quantità di petto nudo, infatti si vedeva chiaramente che i loro reggiseni colorati stavano mostrando. A un esame più attento, che forse solo a me era concesso quando raggiunsero il tavolo, potei dire che entrambi indossavano reggiseni con il fermaglio sul davanti.

Li ho lasciati ridacchiare insensatamente per andare a prendermi un altro piatto del più meraviglioso cibo da ristorante che avessi visto da un po' di tempo. Ho dovuto però prendermi un momento per andare ad alleviare la pressione da tutto il caffè che avevo bevuto fino a quel momento. Passarono forse le dieci forse quindici minuti prima che tornassi al tavolo. Riuscivo a rivedere le mie ragazze impegnate in una conversazione profonda, mia moglie che teneva tra le mani il viso di Mary Jane che parlava a bassa voce. All'inizio ho cominciato a scivolare di nuovo accanto a mia moglie, ma lei mi ha fatto cenno di scivolare dall'altra parte, stringendo efficacemente Mary Jane tra di noi. Ho pensato che in questa posizione non avrei potuto giocare altri giochi, perché mia moglie si era messa fuori dalla mia portata. Alzai le spalle, sentendomi bene di essere già riuscita a prenderne un po', e andai in giro a consumare le prelibatezze che avevo portato dal banco alimentare prestando poca attenzione alle due ragazze.

Erano passati circa quindici minuti quando all'improvviso sentii mia moglie allungarsi e toccarmi la mano destra, facendomi cenno di posare la forchetta. Una volta fatto ciò, tirò la mia mano destra sotto il tavolo e la posò sulla coscia sinistra di Mary Jane, spingendola nello stesso movimento di sfregamento che avevo fatto prima sulla sua coscia. Ora questo non era tranquillo quello che avrebbe dovuto fare uno zio gentiluomo, ma siccome era mia moglie che dirigeva davvero le cose, non l'ho fermata, né ho tirato indietro la mano, anzi ho cominciato a godermi la calda sensazione che stava salendo da La gamba di Mary Jane. Mia moglie ha lasciato la mia mano per continuare da sola, e ha spostato la sua sull'altra coscia di Mary Jane ancora una volta imitando i miei movimenti, facendo risuonare quella di Mary Jane con una serie di gemiti molto bassi. Abbiamo continuato queste buffonate forse per cinque o dieci minuti, prima che Mary Jane si spostasse leggermente sulla sedia, allargando le gambe più che poteva, spingendo con forza la gamba sinistra contro di me, come senza dubbio ha fatto con la destra contro quella di mia moglie. Questo ha aperto un'area completamente nuova su cui strofinare, tuttavia, con cautela, ho avvicinato le mie dita di sfregamento all'interno della sua coscia, spingendo verso l'alto verso il centro dei suoi giovani arti. Potevi sentire Mary Jane fare respiri profondi mentre le mie dita si avvicinavano sempre di più a quel suo punto speciale. Anche se si era allargata, non c'era molto spazio e quando le mie dita raggiunsero un certo punto entrarono in contatto con mia sorpresa con quelle di mia moglie, anche lei aveva fatto strisciare il dito lungo l'interno coscia di Mary Jane, non c'era da meravigliarsi la povera ragazza stava facendo quei suoni.

Immagino che stavo per raggiungere l'epicentro delle cose quando mia moglie si girò sul sedile e strinse la sua mano destra sulla mia tenendola ferma con una presa salda. Poi si è girata di lato sul sedile, affrontando sia me che la piccola Mary Jane che ora era seduta tra di noi e ha allungato la mano per la mia mano sinistra. Lo fece scivolare sotto la stoffa della camicetta di Mary Jane, dove si posò sulla carne nuda, estraendo un basso gemito da qualche parte all'interno dei suoi polmoni. La mia mano è rimasta sospesa, appoggiata saldamente alla parte inferiore del busto di Mary Jane e lasciata sola mentre mia moglie armeggiava sul davanti della camicetta di Mary Jane. Potevo sentire il corpo di Mary Jane tremare mentre la mia mano giaceva lì sulla sua pelle morbida e nuda, tremando forse per l'anticipazione, forse tremando per un po' di ansia o paura di ciò che sarebbe potuto accadere non lo sapevo. Cominciavo ad essere ansioso di vedere quale sarebbe stata la prossima mossa di mia moglie. Avendo finito quello che stava facendo con il davanti della camicetta di Mary Jane, ho ritrovato la sua mano sopra la mia, facendo pressione, spingendo entrambe le nostre mani saldamente sul corpo di Mary Jane. Poi mia moglie ha mosso le nostre mani verso l'alto, non velocemente ma molto lentamente, quasi atrocemente lento. Mary Jane contrasse i muscoli del suo corpo, apparentemente quasi trattenendo il respiro. Ciò le ha fatto espandere la parte superiore del torace, spingendo ancora di più in fuori le sue tette, e immagino che questo fosse ciò che mia moglie stava aspettando, o si aspettava, mentre ha colto quel momento per dirigere la mia mano più in alto, finché non l'ho sentita aggrovigliarsi in un materiale sciolto. . Mia moglie ha alzato leggermente le nostre mani verso l'esterno, permettendo loro di scivolare più in alto e con mio immediato piacere sistemarsi abbastanza bene sulla tetta nuda di Mary Jane. Sembrava che mia moglie avesse slacciato il fermaglio anteriore che teneva insieme le coppe del reggiseno.

Mary Jane risuonò con un rantolo profondo quasi molto forte mentre mia moglie posava la mia mano sulla sua tetta sinistra, stringendo delicatamente le mie dita sul suo seno morbido e caldo. Mia moglie ha ritirato la sua mano lasciandomi continuare da solo. Ho provato a guardare entrambe le ragazze, le espressioni facciali di Mary Jane erano accattivanti, tuttavia ero molto curioso di sapere cosa sarebbe riuscita a fare mia moglie dopo. In effetti non ci vollero che pochi secondi prima che mi rendessi conto che mia moglie aveva spostato la sua mano ora libera sulla tetta destra di Mary Jane. Eccoci lì, due adulti maturi, seduti al tavolo in un ristorante non troppo vuoto, a giocare con, beh forse a sbranare il seno nudo di una ragazza, facendola dimenare per le sensazioni che stava provando mentre procedevamo ininterrotti.

Ero certo che mia moglie non avesse tolto l'altra mano dalla gamba di Mary Jane, si stava ancora massaggiando quella parte della sua anatomia. Non riuscivo a vedere, ma potevo intuire dai lamenti e dai gemiti che Mary Jane emetteva, che mia moglie aveva la mano molto più in alto della parte interna della coscia rispetto alla mia. Mary Jane doveva essere in preda all'estasi perché non solo stava spingendo la parte superiore del busto in avanti nel tentativo di mantenere costante la pressione delle nostre mani sulle sue tette, ma stava anche ruotando la parte inferiore del suo corpo, spostando il fondoschiena all'indietro e avanti lungo il sedile dove eravamo seduti. All'improvviso Mary Jane iniziò a emettere suoni diversi, suoni urgenti di “Uh! , Uh!, Oh!, Oh! Ah!, Ah! "da quello che posso ricordare, piccoli grugniti acuti che arrivavano sempre più veloci.

Fu in quel momento che mia moglie tirò la mano da dove era stata sotto il tavolo e si allungò e tolse la mia mano dal morbido e caldo seno di Mary Jane. Se Mary Jane è stata sorpresa, sono stato più che ripreso, all'inizio ho pensato che mia moglie avesse notato qualcuno a , o avvicinarsi al nostro tavolo nel nostro posto fuori mano, ma quando mi sono guardato intorno non ho visto niente. Ho guardato indietro a Mary Jane per vedere una povera ragazza che ansimava al rilascio, che voleva venire, che voleva continuare, pura disperazione mostrata sul suo viso. Mia moglie si è avvicinata al naso le dita della mano che era stata sotto il tavolo inalando, ne sono convinto, il dolce profumo del profumo di Mary Jane. Poi si è chinata verso Mary Jane e le ha sussurrato all'orecchio, ma niente che potessi decifrare.

L'espressione che comparve sul viso di Mary Jane, sembrava essere di pura paura, o quasi, il suo normale colorito rosa le si era svuotato dalle guance, era diventata di un bianco puro, come se fosse sotto shock. Passarono diversi minuti prima che rilevassi un movimento da parte di Mary Jane, si schiarì la gola, cercando di deglutire, pensai. Ho visto il colore tornare sul suo viso, trasformandolo in un rosa vivido. Ha abbassato le mani sotto il tavolo e ha giocherellato con quella che ho scoperto in seguito essere la sua cintura e la cerniera dei suoi bermuda. Mary Jane quindi sollevò il sedere e iniziò a tirare la stoffa dei pantaloncini, spostandola sopra e fuori dai fianchi e facendola scivolare lungo le cosce, oltre le ginocchia che poi gli permisero di ricadere intorno alle sue caviglie e di posarsi sul pavimento di l'alcova del ristorante. Una volta fatto questo, Mary Jane si sedette di nuovo sul sedile, aspettando che io e mia moglie continuassimo da dove ci eravamo interrotti, o trovando il coraggio di fare di più Questo ero io quello che pensavo, forse stava aspettando che mia moglie sussurrarle istruzioni ancora una volta.

Mary Jane guardava dritto davanti a sé, guardando oltre il tavolo, sopra il cibo e i piatti che c'erano, attraverso l'area in cui eravamo seduti, oltre il verde frondoso delle piante che ci offrivano un po' di privacy dal resto del ristorante mecenati. Era come se avesse una visione a tunnel, cercando di fissare la vista su o su un punto in particolare. Poi, con cautela, lentamente, con cautela, raggiunse l'apertura della camicetta e iniziò a slacciare i bottoni rimanenti uno alla volta. Ho guardato mentre completava questo compito con grande ansia, qui stavamo lasciando che una ragazza si spogliasse nel bel mezzo della giornata, nel bel mezzo di un ristorante affollato. Sapevo per certo che il suo reggiseno era stato slacciato, quindi una volta slacciata la camicetta, rischiava di trovarsi in una situazione molto delicata, se la camicetta si fosse aperta troppo, tutta la sua parte superiore del corpo sarebbe stata davvero molto esposta.

Ora non avevo idea di cosa mia moglie avesse sussurrato in precedenza a Mary Jane, quindi non potevo credere ai miei occhi quando l'ho vista, mentre si slacciava l'ultimo bottone, si apriva completamente la camicetta, si spostava e il suo reggiseno largo dalle spalle e lasciava loro cadono dietro di lei sul sedile. Ero sbalordito, Mary Jane ora era nuda esposta in pubblico, le sue tette in mostra sopra il piano del tavolo, i suoi due capezzoli che spuntavano rigidi dalle sue areole. Non si mosse per coprire la sua bellezza, semplicemente abbassò le braccia lungo i fianchi e aspettò. Immediatamente mia moglie ha reagito, ha girato il suo corpo verso Mary Jane, mandando una mano sotto il tavolo, l'altra a pizzicare un capezzolo allungato facendo sussultare Mary Jane. Mia moglie poi mi ha parlato a bassa voce, mi ha detto che sarebbe andato tutto bene se avessi voluto giocare con la tetta sinistra di Mary Jane. Dovevo comunque tenere le mani lontane dalla parte inferiore del suo corpo. Immediatamente mi sono attaccato alla tetta di Mart Jane, non avrei perso questa opportunità. Ho iniziato a far rotolare il capezzolo sinistro di Mary Jane tra il mio dito e il mio pollice, godendomi la sensazione della sensazione gommosa di questa giovane ragazza. Mary Jane è impazzita con entrambi che ci pizzicavamo i capezzoli, mia moglie senza dubbio usando l'altra mano per stimolare il suo paese basso.

All'inizio ero un po' nervoso e preoccupato, ora che Mary Jane gemeva e gemeva molto forte. Ero certo che quelli seduti nei separé vicini potessero sentirla. Stavo per dire qualcosa a mia moglie, ma immagino che stesse osservando la mia reazione a tutto questo delizioso rumore, perché all'improvviso ha tirato fuori la lingua e mi ha fatto un gesto, poi ha rivolto la lingua verso Mary Jane. Non essendo troppo stupido, ho pensato che volesse che usassi la mia lingua per stimolare ulteriormente il capezzolo o l'intero seno di Mary Jane, quindi ho obbedito lasciando i miei pensieri di essere scoperto sospesi nell'aria. Una volta che ho fissato la mia bocca alla tetta di Mary Jane, mia moglie ha premuto la propria bocca su quella di Mary Jane, interrompendo efficacemente la maggior parte dei suoi suoni. Passarono secondi, forse minuti o giù di lì mentre continuavamo ad insultare Mary Jane lì al tavolo, prima che i suoi movimenti diventassero irregolari, incontrollabili. I suoi seni quasi nudi si muovevano in ogni modo rendendo difficile tenere la mia bocca fissa sulla sua tetta. Improvvisamente come aveva iniziato, si fermò, riportò la parte superiore del corpo sul sedile, sollevò la parte inferiore del corpo verso l'alto quasi raggiungendo una posizione prona e tremò o si chiuse, tutto il suo corpo si contorse, poi ricadde indietro, il suo corpo si afflosciò, tanto che abbiamo dovuto afferrarla per evitare che scivolasse dal sedile sul pavimento. Mary Jane aveva rilasciato il suo orgasmo, mi ha dimostrato almeno che era stato un inferno di sperma.

Abbiamo permesso a Mary Jane di sdraiarsi di lato tra di noi, in un certo senso togliendola da qualsiasi visuale diretta dall'interno del ristorante, lasciandola cavalcare, fuori dal resto dello spasmo che potevo vedere incresparsi attraverso il suo corpicino sudato. Soddisfatta che Mary Jane fosse ben sistemata per non rotolare giù dal sedile, mia moglie ancora una volta fece scivolare il suo dito delicato lungo l'interno coscia. Serpeggiando e scivolando sotto la fascia larga delle mutandine di Mary Jane, ho visto mia moglie fare la sua magia. Quando ha estratto le dita ho potuto vedere l'umidità luccicante dei fluidi corporei di Mary Jane che gocciolavano dalle estremità. Mia moglie si portò immediatamente le dita alla bocca e le succhiò per ripulirle da quei deliziosi succhi. Mia moglie ha avuto molta cura di esagerare i suoi movimenti, assicurandosi che non andasse persa una sola goccia di questo prezioso liquido, poi si è leccata le labbra in modo tale che ho rilasciato un basso gemito primordiale dal profondo. Restituendo le dita, ha tirato il materiale delle mutandine di Mary Jane esponendo la sua piccola fica nuda ai miei occhi e mi ha fornito una scena di visione dettagliata mentre le faceva scivolare ancora una volta in profondità nel tunnel dell'amore di Mary Jane. Mia moglie ha immerso le dita in modo non così delicato in quelle di Mary Jane, facendo sobbalzare il corpicino inerte diverse volte prima di tirarle fuori, questa volta coperte da uno strato forse più lucido di fluidi. Con mio grande piacere, invece di portarla più fine alla bocca, alzò la mano e mi portò il dito alle labbra. Inutile dire che non ho perso tempo se non prendendo le sue dita in bocca e assaporando il meraviglioso sapore esotico della nostra giovane Mary Jane.

Cominciammo a notare che il sole si era spostato molto dalla posizione che aveva occupato nella finestra, così decidemmo che era meglio muoversi, se non volevamo incorrere in problemi al ristorante. Mia moglie ha rianimato Mary Jane gentilmente, dicendole che dovevamo prepararci a partire. Aprendo gli occhi, Mary Jane mi ha guardato direttamente e ha sorriso con uno di quei suoi caldi sorrisi, mi ha preso la mano e l'ha portata alla bocca, gli ha dato diversi baci affettuosi e poi me l'ha riposta in grembo. L'abbiamo aiutata a indossare la camicetta, mia moglie indicando che non aveva bisogno di sostituire il reggiseno poiché la giornata era ancora giovane, poi l'abbiamo aiutata con i suoi bermuda. La fortuna ha voluto che proprio mentre eravamo riusciti a ricomporci, la cameriera è arrivata con il nostro conto, dicendoci che la sala da pranzo sarebbe stata chiusa tra diversi minuti. Si è soffermata un po', apparentemente timida ma non potevo dirlo, così ho chiesto se andava tutto bene, il conto, i mezzi di pagamento, solo per ricevere una risposta un po' imbarazzata.

Non c'era stato niente di sbagliato in nessuna cosa, se in effetti eravamo stati clienti deliziosi, se in effetti lei ha continuato dicendo che aveva apprezzato la nostra visita più della maggior parte degli altri. Devo essere sembrato un po' confuso, perché la giovane donna ha continuato a dirci che aveva trascorso gran parte del suo tempo in piedi dall'altra parte di quelle grandi piante frondose. Voleva sapere se la prossima volta che avremmo scelto questo particolare ristorante, avremmo potuto chiederla come nostra cameriera. Ha detto che poteva organizzare le cose in modo da poter essere il nostro vero server personale, in un modo più privato, disposto a fare le nostre offerte in qualsiasi modo desiderassimo. Ha continuato, assumendo un colore rosso brillante, dicendoci che le erano piaciute molto le esposizioni della nostra giovane carica, il modo delicato in cui avevamo gestito le cose.

She wanted to let us know that she would be delighted to be included in such fun and games if we ever decided a repeat undertaking was necessary. She complimented Mary Jane on her lovely body telling her that she wished she had not been so far off so that she could have seen better and wished that she might be taken care of like that one day. Dianna, as she called herself, gave my wife her telephone number then whispered a few more sentences before she began to excuse herself for being so forward, as that was not really her style, but she really liked what she had seen and could not take the chance to miss an opportunity to speak with us.

All this time our Mary Jane was standing there listening, but fixed in a position that looked to me like she was shocked now knowing someone had been watching her perform , watching her undress, watching her cum, her face was just about a red as was Dianna’s. My wife looked at me for a moment, then told me to go speak with the Maitre d’ and tell him how pleased we had been with Dianna’s service, telling me she needed a few minutes alone with the girls. I did as I was told, but as I was real curious as to what was happening back at the table. I snuck back a bit quicker, stopping by the spot Dianna had pointed out as her spying position. I got back just in time to see Dianna breaking off from what it looked like where I was standing a real passion kiss with our Mary Jane. What surprised me even more was that Mary Jane was standing there with all her clothing at her feet she was bare naked, this time her panties had been taken off also . Dianna then moved away from Mary Jane allowing her to redress herself and began talking with my wife while she sucked on her fingers. Figuring I had missed all of the good stuff, I gave Mary Jane time enough to button up, then I eased myself back into the hall and entered the area of the alcove trying very hard not to let on that I knew the girls had had a little play time.

Dianna our kindly waitress escorted us to the front of the restaurant, all the time kindly expressing her gratitude of our patronage, while walking beside Mary Jane, one hand pressed to the small of her back, the other delicately stroking her bare arm. I was wondering if she was over compensating for the treat she had been allowed, was genuinely taken by Mary Jane, or simply wanted to keep sensations of the event in the forefront of things. It was easy to tell she wanted nothing better than another opportunity to kiss Mary Jane goodbye, unfortunately there were too many people at the entrance to do so, Dianna conveyed once again the message that she would be very pleased to serve our needs anytime we so chose and left us to return to her duties.

Storie simili

Stefano

Ho incontrato Stephanie in un club un paio di anni fa. Stavamo entrambi sbavando per lo stesso ragazzo sexy che sapevamo di non avere davvero alcuna possibilità. Dopo che Mr. Hot Guy se n'è andato abbiamo iniziato a parlare, a spettegolare davvero, della ragazza con cui se n'era andato. Si è piuttosto ubriacata. Non so perché, ma per qualche motivo mi sarei sentito malissimo se l'avessi lasciata al club, avrebbe potuto guidare da sola a casa- l'ultima cosa che volevo era leggere di un guidatore ubriaco che colpisce un albero e uccide lei stessa nell'edizione mattutina del giornale. Invece l'ho fatta...

879 I più visti

Likes 0

...

395 I più visti

Likes 0

L'autista(#4)......Tina e quei pazzi clienti

L'autista…. Tina e quei pazzi clienti Scritto da: PABLO DIABLO Diritto d'autore 2018 CAPITOLO 1 Quando io e Tina lasciammo l'ufficio mano nella mano, sorrisi. Sapevo di essere in una posizione molto più forte prendendomi cura del signor e della signora Jaxson. Erano persone meravigliose. A questo punto, stavo ricapitolando, nella mia testa, cosa mi è successo da quando sono entrato a far parte della Happy, Happee Limo Company: • Ho fatto sesso con Sasha, il mio capo, Tina, la sua assistente, Paula, una collega nella sala telefonica, e Jill, la migliore autista dell'azienda. • Ho ricevuto una mancia di $...

956 I più visti

Likes 0

Volare alto_(0)

Gli altoparlanti nella sala partenze gracchiarono seguiti dal consueto “Ping pong” e una voce automatizzata annunciò che il volo per Sydney era ormai in fase di imbarco. “Ci siamo” pensò Rosa. Si chinò, infilò l'iPad nel borsone e chiuse la cerniera. Poi si alzò e si unì alla coda al gate d'imbarco. Si ritrovò in piedi dietro un uomo alto con spalle larghe e fianchi sottili. Non poté fare a meno di abbassare lo sguardo e fu ricompensata dalla vista di pantaloni attillati che incorniciavano le natiche tornite. Lei continuò a guardare mentre la coda avanzava strascicando i piedi e lui...

598 I più visti

Likes 0

La mia fidanzata e la guardia del corpo nera - Parti 04 - 05

Parte 4 Ok, questo aggiornamento è piuttosto lungo e non entrerà in azione fino al prossimo aggiornamento. Venerdì torno al lavoro in studio presto, preparandomi per la sessione e ripercorrendo gli eventi della settimana nella mia testa. Avevo scoperto che la mia fidanzata aveva mandato messaggi alla guardia del corpo nera alta 6'6 pollici che aveva incontrato mentre veniva a trovarmi al lavoro. La mia fidanzata è naturalmente socievole e civettuola, quindi questa non è stata quasi una sorpresa. Ciò che mi preoccupava era che i suoi messaggi venivano sempre cancellati quando controllavo il suo telefono il giorno dopo. La volta...

417 I più visti

Likes 0

3alcune fantasie

Incontriamo un'altra donna in un bar per un paio di drink, indossa un vestitino e si vede che non ha la biancheria intima sotto, io indosso una gonna molto corta, top scollato e calze. Dopo un paio di drink torniamo tutti nella camera d'albergo che abbiamo prenotato, fermandoci lungo la strada per prendere altri drink. Mentre versi da bere io e lei ci sistemiamo di nuovo sul letto e iniziamo a baciarci, prendendoci il nostro tempo perché sappiamo che stai guardando. Comincia a muoversi lungo il mio corpo, iniziando con il baciarmi il collo, le mie mani sulle sue tette, a...

1.4K I più visti

Likes 0

Ragazze di softball parte 2

Il sabato successivo si era svegliato presto per andare al lavoro e aveva una pausa pranzo di 2 ore (aveva beccato la sua cagna sposata di un capo a fare sesso con il box boy), e quando arrivò a casa sua c'erano due macchine il suo vialetto. Erano Laura e Jessi; erano qui per la loro abbronzatura quotidiana, perché si abbronzassero sempre a casa mia non ne sono sicuro, deve essere il facile accesso che le persone hanno alla piscina. Mark rimase a guardare attraverso la finestra della cucina quei due abbronzati, accanto alla sua sexy sorella. No, è sbagliato, si...

1.2K I più visti

Likes 0

Oh papà tutte e tre le parti!

Oh papà, parte 1, La mia lettera a papà A volte il dolore dei miei problemi di salute sconvolge la mia routine; tuttavia, non lascio che regni tutta la mia giornata. Come oggi, mi alzo troppo presto ma solo perché ieri ho fatto un pisolino. Non provo alcun dolore, sono solo arrapato da morire, e me ne sto seduto qui nudo a masturbarmi. Vedi, sono un po' esibizionista e mi piace giocare con me stesso, fantasticando sul mio nuovo amante John. Vorrei che stesse infilando il dito indice in profondità nella mia fica fradicia. Adoro il modo in cui mi fa...

965 I più visti

Likes 0

Un ragazzo e il suo...? 37 Sheeka

Jake stava ancora tenendo Akeesha ciascuno dei suoi Jinn riuniti attorno a entrambi. Nella stanza non si udiva altro che il suono di grandi pianti e singhiozzi. Ci fu un'altra enorme ondata di energia quando apparvero sia Nyrae che Inger. Inger volò verso Akeesha, le lacrime cominciarono a scendere dai suoi occhi. Perché? Perché sta morendo? Se muore, Padron Jake, ti prometto che ti farò soffrire! Inger stava ringhiando a Jake. Morirò presto in un modo o nell'altro Inger. Il legame che ho con i miei Jinn mi ucciderà quando lei morirà. Ho paura che ucciderà anche loro. Vorrei solo che...

651 I più visti

Likes 0

Venditore ambulante e cameriera del motel.

Sono un venditore ambulante e sono stato in viaggio lontano da mia moglie e tre figli adolescenti per una settimana senza molto successo. L’economia fa sì che molti dei miei clienti facciano marcia indietro negli acquisti su cui normalmente posso contare. Di solito trascorrevo circa una settimana in viaggio e il resto del mese in ufficio a fissare appuntamenti e gestire le vendite. Quel giorno pensavo di aver fatto una vendita di $ 50.000 a un'azienda con cui lavoravo da sei anni. All'ultimo minuto mi hanno detto che non avrebbero effettuato l'ordine. Ero schiacciato e arrabbiato, arrabbiato con l'azienda, arrabbiato con...

733 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.