Il fiasco indiano

691Report
Il fiasco indiano

Tutto inizia al liceo.

All'età di 16 anni il mondo sembra cambiare per noi adolescenti, il sesso e la droga si presentano davanti a noi come mezzi per sperimentare.

Per me "sballarsi" significava stare seduto accanto alla mia migliore amica, Kerri. Kerri e io siamo amici dal giorno dell'orientamento in terza media, andiamo molto d'accordo. Kerri viene dall'India ma ha un accento australiano che rende le cose interessanti.

C'è sempre stata tensione sessuale tra noi, ma nessuno dei due ha avuto il coraggio di ammetterlo.
Era intelligente, discretamente popolare e un po' paffuta (più cuscino per la spinta). Sono totalmente opposto a lei, popolare, nella media e in forma come un cavallo. "Ehi Sean (io) vuoi venire a casa mia per studiare per questo test di biologia per lunedì prossimo", ha chiesto Kerri.

"Sì, certo", ho risposto. Volevo segretamente rilassarmi con i miei amici stasera venerdì di calcio, ma volevo concludere l'accordo con Kerri stasera.

-------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ------------

Prima di uscire di casa per andare a casa di Kerri, ho preparato alcune cose per questa notte: preservativi, sacchetto di erba e ovviamente libri di biologia per studiare (Sì, giusto).

Erano le 17:00 prima che me ne rendessi conto, quindi sono andato subito a fare una sega prima di partire per il vero spettacolo.

-------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ------------

"Ding-Dong" "Ehi sean, pronto per studiare un po'" chiese Kerri Mentre seguivo Kerri su per le scale, potevo appena vedere la sua gonna scolastica che aveva ancora addosso, indossava biancheria intima nera. Il mio preferito.

-------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ------------

"Affinché questa cellula si rompa, dovremo trovare una formula completamente nuova", ha affermato Kerri. Era esausta quindi le ho detto di fare una pausa sul letto mentre guardo alcuni siti.

Aveva la testa sotto il cuscino che gemeva perché non riusciva a capirlo, mentre lei non guardava, ho sbirciato sotto la sua gonna. "EHI". colto con le mani nel sacco. "Cosa stai guardando Sean" "Ok, sto per dirlo, mi piaci, potrei anche amarti e non riesco a dimenticare il tuo corpo, mi masturbo sopra ogni notte e voglio davvero prendere la nostra amicizia" al livello successivo se....."

Lei mi ha interrotto baciandomi le labbra, abbiamo iniziato a pomiciare entrambi. "Anch'io Sean, ti sogno ogni notte, ti voglio, ho così tanto bisogno di te, ti voglio dentro di me. ADESSO" La stanza cominciò a diventare più calda, i nostri corpi divennero più caldi, il sudore dell'altro colava sulle nostre corpi.

L'ho messa sulla schiena e ho iniziato a baciarla pesantemente dal collo, giù fino alla clavicola, fino al seno nero a coppa C. le ho strappato la maglietta della scuola e sono andato a sud fino alle sue mutandine.

le ho sbottonato la gonna e poi ho iniziato a massaggiarle il clitoride con le dita e la lingua. "ooooo che sensazione così bella, toglimi tutti i vestiti e violentami" Le ho tolto lentamente le mutandine nere di cotone per rivelare il suo interno rosa e lussuoso che voleva essere affollato dal mio sperma.

mentre le toglievo le mutandine dai piedi, le sollevavo la gamba per baciarle l'interno dei piedi, fino all'interno della coscia spessa. Le ho afferrato entrambe le parti esterne delle gambe e le sono caduto addosso.

La sua vagina era leggermente pelosa, ho strofinato delicatamente il mio naso esterno sulle sue labbra vaginali, facendola ridacchiare piano. T

Poi ho posizionato la lingua, assaporando l'umidità della sua parete vaginale, e poi ho aperto la sua parte esterna nera per rivelare il suo interno morbido quando la mia lingua avrebbe stimolato il suo clitoride più velocemente fino a renderlo insensibile.

Dopo che mi sono alzato dal letto per togliermi i vestiti il ​​più velocemente possibile e appena mi sono spogliato, ho potuto vedere Kerri completamente spogliata sotto le coperte, sono salito e ho iniziato a baciarla ovunque, finché lei non mi ha chiesto "Hai fatto?" tu porta i preservativi" e appena me lo ha detto ho capito di averli lasciati sul lavandino del bagno.

"No, non l'ho fatto, ma tu hai la pillola, vero?" "Sì, ce l'ho, non preoccuparti" Kerri gettò via le lenzuola per rivelarsi reciprocamente le tenerezze. "Ooooo, vedo che ti sei allenato", ha detto.

Kerri si sedette sulle ginocchia e iniziò a indurirmi il cazzo con le sue mani calde, finché non fui abbastanza duro, lei lo tenne fermo e sollevò lentamente una gamba sopra la mia gamba, inserendo lentamente il mio cazzo non protetto da 6 pollici nel suo grasso indiano nero la sua figa.

La punta del mio cazzo è diventata tutta fredda e bagnata dopo l'inserimento, tutto il mio cazzo era quasi dentro, Kerri ha espirato rumorosamente (per fortuna i suoi genitori non erano a casa) "È dentro" ha detto La pelle della sua coscia si è sfregata contro la mia, e si sentiva bene, il suo peso extra rendeva il viaggio ancora più confortevole.

lei si è tirata su e giù sul mio cazzo circonciso e ha cominciato a cavalcarmi, mentre le sue mani si piantavano sui miei baci, poi ho iniziato a giocare con il suo culo tremolante.

Le ho strofinato le dita attorno al culo, finché non ho tirato indietro le sue guance coperte da un piccolo strato di peli e ho infilato il mio indice nel suo stretto buco del culo indiano. "AAHHH, è così stretto" gemette.

Kerri si avvicinò, le nostre pance si toccarono, i suoi seni toccarono i miei pettorali, il suo respiro caldo si spezzò sulla mia bocca, con i suoi occhi che guardavano profondamente nei miei disse: "sto arrivando, sto arrivando, sto arrivando,

stavo per venire anche io "Sto Cumming ho espirato, non potevo più resistere, il mio stomaco si è lasciato andare e mentre lei continuava a rimbalzare su e giù sul mio cazzo, stavo venendo il mio sperma nella sua vagina e che è trapelato anche sul mio cazzo.

Kerri ha smesso di rimbalzare e ha lasciato il mio cazzo dentro di lei mentre ci sdraiavamo l'uno sull'altro, in quel momento in cui ogni cosa sembrava perfetta.

-------------------------------------------------- -------------------------------------------------- ------------

Storie simili

Il debito di Rachel (Capitolo 3 - Il passato e il dolore)_(0)

Sabato è arrivato e non avevo ancora sentito Rachel. Inoltre non ero ancora pronto a chiamarla per il nostro prossimo appuntamento. Certamente volevo. Prima di Rachel, dall'ultima volta che ero stato con una donna, sembrava che il mio desiderio sessuale si fosse raffreddato. Stare con Rachel l'aveva riacceso, lo aveva portato da quasi dormiente a un inferno torreggiante. Per aspettare il momento, ho guardato i video dei nostri precedenti incontri. Era davvero magnifica. Avrebbe potuto essere una pessima scopata e comunque non avrebbe avuto importanza, il suo corpo giovanile e la sua mente lasciva hanno più che compensato. Non era male...

2.6K I più visti

Likes 0

La vita di un playboy capitolo 5

CAPITOLO 5 Rimasi in laboratorio, prestando teoricamente attenzione ai monitor davanti a me e masticando numeri. Ma in realtà, stavo controllando di nascosto le varie donne che entravano e uscivano dall'ufficio della signora Robinson. L'incarico era stato diffuso in tutto il college affinché le volontarie partecipassero a uno studio di biologia che riguardava la sessualità umana. Era uno studio retribuito, quindi c'erano molte più ragazze che si iscrivevano rispetto alle posizioni necessarie e la signora Robinson è stata in grado di selezionare solo le studentesse più in voga del campus. Più le belle ragazze entravano e uscivano, indossando abiti succinti e...

1.4K I più visti

Likes 1

Il nuovo vicino

“Cazzo, amico. Portare tutta questa merda su queste scale è una cagna ', si lamenta il mio amico, beh, ora compagno di stanza, Jack con me. È stata una tua idea trovare un posto al piano di sopra, cavillo in risposta. Sì, beh, non ho pensato alle scale. Io e il mio amico siamo una coppia di ragazzi che iniziano il loro primo anno all'Hillside College. Lo so, sembra piuttosto generico, giusto? Ma hey, è un buon inizio in un posto nuovo per noi. «Johnny, torna giù e prendi le ultime scatole.» Andiamo a metterli insieme, dico. No, amico. Perchè no?...

1.5K I più visti

Likes 0

Senza Dio e Senza Fede: 2 Cap 1

Boccali di vetro pieni di acqua del diavolo sferragliavano l'uno contro l'altro, riempiti da donne e ragazze adorabili e poco vestite con sorrisi promettenti sui volti. Gli ufficiali della Coalizione al bar applaudirono, alzando i boccali per celebrare la loro vittoria a Ridgehill sulle forze di Inimi un mese prima. Nel bordello ormai affollato, Axel sedeva con il suo boccale pieno di acqua del diavolo, rimuginando sugli eventi da quando era stato convocato in questo mondo. Quasi dall'inizio, lui e il suo migliore amico Rayner erano stati coinvolti in conflitti, combattendo goblin, soldati Inimi, banditi e persino draghi. Tutto quello che...

1.7K I più visti

Likes 0

Aprile - Parte II

Grazie a tutti per i bei commenti e le valutazioni generalmente positive. Mi scuso per il fatto che la parte 2 abbia richiesto così tanto tempo, ma volevo assicurarmi che fosse il migliore possibile prima di pubblicarla. Spero che questa parte vi piaccia e cercate una parte 3 nelle prossime settimane. Per favore continua a valutare e commentare, e se non ti piacciono gli elementi del mio racconto, per favore fammi sapere nei commenti come pensi che potrei migliorare. Rob e April giacevano nel letto di April, persi nei loro pensieri post-coito. Si erano assicurati l'un l'altro che questa sarebbe stata...

1.4K I più visti

Likes 0

Venerdì_(1)

Venerdì è arrivato e non sapevo come ce l'avrei fatta. Con ogni file sulla mia scrivania dovevo chiedermi se stavo provando a rivedere Sara o se ne valeva la pena e se dovevo fare la differenza cercando di passare davanti al bar di Lisa mentre tornavo a casa. Inseguire due conigli significava perderli entrambi, inseguire nessuno dei due significava anche perderli entrambi, quindi dovevo pensare a qualcosa. Ho mollato. Tornai a casa, da solo, puntuale. --- Sara si fermò in uno squallido bar non lontano dal lavoro, un locale che non visitava da un po'. Quando si è seduta in un...

1.3K I più visti

Likes 0

L'autista(#4)......Tina e quei pazzi clienti

L'autista…. Tina e quei pazzi clienti Scritto da: PABLO DIABLO Diritto d'autore 2018 CAPITOLO 1 Quando io e Tina lasciammo l'ufficio mano nella mano, sorrisi. Sapevo di essere in una posizione molto più forte prendendomi cura del signor e della signora Jaxson. Erano persone meravigliose. A questo punto, stavo ricapitolando, nella mia testa, cosa mi è successo da quando sono entrato a far parte della Happy, Happee Limo Company: • Ho fatto sesso con Sasha, il mio capo, Tina, la sua assistente, Paula, una collega nella sala telefonica, e Jill, la migliore autista dell'azienda. • Ho ricevuto una mancia di $...

1.2K I più visti

Likes 0

Il gigolò del re

Il gigolò del re (Un'avventura medievale) Sono sempre stato un po' appassionato di epoca medievale. Non sono affatto quello che chiameresti un appassionato di storia, mi piace la moda primitiva, in particolare le scollature e i seni gonfi e il comportamento barbaro, ma soprattutto gli intermezzi romantici che sono collegati a così tanti eroi e leggende. Su scala ridotta, sono sempre stato, diciamo, divertito più che interessato all'idea del viaggio nel tempo e del teletrasporto fin dalla tenera età da quando ho iniziato a leggere Le cronache di Narnia, ma immagino che ogni bambino lo sia in una certa misura. Forse...

1K I più visti

Likes 0

Chiamami Giovanna

Chiamami Giovanna È successo tutto così tanto tempo fa che sembra non solo di essere stato in un posto diverso in un momento diverso, ma così diverso come se non fosse quasi mai esistito. Ma lo ha fatto. Tutto ebbe luogo nelle zone rurali del sud dell'Inghilterra in quel periodo meraviglioso dopo la fine della guerra (per noi la guerra significava e significa tuttora la seconda guerra mondiale), nello sbiadito bagliore dorato dell'impero, prima che spiacevoli realtà si intromettessero e spingessero il mondo avevamo conosciuto in una forma nuova e sconosciuta. Le rivoluzioni degli anni Sessanta – sociali, sessuali, politiche –...

952 I più visti

Likes 0

Un'intervista di sabato pomeriggio a Manhattan.

Un'intervista di sabato pomeriggio a Manhattan. -------------------------------------------------- ----------------- Seduto alla finestra di Southgate vicino a Central Park, guardando oltre il verde e le rocce del santuario cittadino; Irene sembrava rilassata, sorseggiando il suo caffè e sfogliando l'ottimo menu mentre parlava dei comportamenti più oltraggiosi. Era vestita in modo impeccabile di nero e pelliccia, ma mostrava una profonda scollatura e tacchi rossi ferocemente alti. Aveva accettato di incontrarmi quando l'avevo contattata per la sua ultima impresa, l'acquisto di un terreno nello stato di New York e verso gli Hamptons a Long Island. Volevo davvero informarmi sui suoi affari piuttosto che sui suoi...

945 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.