Il gigolò del re

1KReport
Il gigolò del re

Il gigolò del re (Un'avventura medievale)

Sono sempre stato un po' appassionato di epoca medievale. Non sono affatto quello che chiameresti un appassionato di storia, mi piace la moda primitiva, in particolare le scollature e i seni gonfi e il comportamento barbaro, ma soprattutto gli intermezzi romantici che sono collegati a così tanti eroi e leggende.

Su scala ridotta, sono sempre stato, diciamo, divertito più che interessato all'idea del viaggio nel tempo e del teletrasporto fin dalla tenera età da quando ho iniziato a leggere Le cronache di Narnia, ma immagino che ogni bambino lo sia in una certa misura.

Forse è la combinazione di entrambi che mi ha spinto nella realtà della storia che sto per raccontare o forse ero predestinato, forse sono stato semplicemente fortunato, e posso dirlo perché ne sono uscito vivo. Qualunque cosa fosse, gli sarò eternamente grato.

Quindi, senza ulteriori indugi, vi presento The King's Gigolo …………..


Un bel pomeriggio di sole mi sono seduto a bordo piscina sorseggiando uno scotch and dry e leggendo un'esilarante storia di finzione basata su Carlo Magno ma davvero molto inverosimile. Devo essere stato nel mezzo di una scena di orgia quando mi sono addormentato e mi sono ritrovato a un raduno in mezzo a ogni sorta di dissolutezza che ha scioccato persino me. Ero a faccia in giù in una piccola ragazza bionda e una bellezza dalla pelle scura e dai capelli scuri era sotto di me a succhiarmi il cazzo. Mi sono svegliato improvvisamente con uno spruzzo d'acqua in faccia e ho alzato lo sguardo per vedere chi aveva disturbato il mio sogno celeste e ho visto Kevin Adams, il ragazzino della porta accanto appeso al recinto sul retro con una pistola ad acqua. Mi abbassai lentamente accanto a me e alzai la pressione dell'acqua sul rubinetto, poi afferrai il tubo, lo puntai su Kevin e girai la punta rilasciando un onnipotente getto d'acqua su di lui mentre ridevo. Era un bravo ragazzo; ci siamo divertiti insieme nonostante la convinzione dei suoi genitori che la mia influenza da scapolo su di lui lo avrebbe portato fuori strada.

Mi sono diretto verso il capanno della piscina per prendere il kit di test per i livelli chimici, volevo avere l'acqua perfetta per la festa che avrei organizzato nel fine settimana. Ho aperto la porta del capannone ed ero a metà strada quando ho visto la vista posteriore di un solido uomo nudo peloso che martellava una minuscola rossa a un centimetro dalla sua vita su un mucchio di hey. Indietreggiai fuori dalla porta e la chiusi sbattendo. Che cazzo? Mi stropicciai gli occhi incredulo, poi mi voltai e guardai dall'altra parte del mio cortile. Tutto sembrava perfettamente normale. Forse avevo bevuto più di quanto pensassi. Ho aperto di nuovo la porta in tempo per sentire la rossa urlare mentre veniva mentre il signore peloso grugniva e le soffiava dentro il suo carico. Mi sono indietreggiato contro il muro e ho fatto un passo laterale dietro alcune balle di fieno, non le mie balle di fieno ovviamente, ma tutto ciò di cui ero preoccupato era non essere visto dalla coppia che si stava riprendendo dal loro gioco. Tornai a guardare la porta, ma non c'era più e la porta del fienile alla mia sinistra sembrava essere l'unica via d'uscita.

Ora ero sicuro che stavo sognando, questa era sicuramente una fantasia d'infanzia. Ho cercato Aslan o il signor Tumnus o uno qualsiasi degli altri personaggi di Narnia, ma non c'erano. All'improvviso ho notato i miei calzoni e la mia tunica, che cazzo indossavo? E quando sono cambiato? Mi schiaffeggiai forte sperando di svegliarmi. Quando i miei occhi si sono aperti non c'è stato alcun cambiamento tranne che ora l'uomo peloso si stava vestendo e poi è sceso da una scala in mezzo al pavimento che non avevo notato prima. Sono andato alla porta ma ho calpestato qualcosa e sono inciampato. Mi sono girato in tempo per vedere qualcosa che cadeva verso la mia faccia e poi "bang" ero spento come una luce.

Quando sono arrivato, la testa rossa si è librata sopra di me agitando qualcosa di vile sotto il mio naso. La mia tunica era aperta e la rossa mi sorrideva raggiante. Le sue tette stavano quasi cadendo dal suo corpetto scollato.

"Bene ciao mio signore, non sei un bel tipo"

Disse mentre si avvicinava e iniziava a baciarmi selvaggiamente il petto. Ancora un po' intontito dal colpo alla testa, ero indifeso contro il suo attacco frenetico. Mi ha slacciato i calzoni, li ha tirati giù e ha ingoiato avidamente il mio cazzo e l'ha succhiato finché non è diventato duro come una roccia e pronto per essere montato. Non ha perso tempo a cavalcioni su di me e scivolando lungo la mia asta mentre si slacciava il corpetto e la camicia e lasciava che le sue tette fuoriuscissero dalla parte superiore. Proprio mentre stavo tornando alla normalità e iniziando davvero a godermi questa piccola scappatella sessuale, l'uomo peloso è tornato di sopra ora vestito con un'armatura e con un'arma in mano. Nel momento in cui mi vide, estrasse la spada, ruggì di rabbia e si precipitò contro di noi. Armeggiai con i miei calzoni mentre correvo verso l'estremità aperta del soppalco e mi tuffavo fuori. Atterrai su un morbido mucchio di fieno e riuscii ad allacciarmi i calzoni e poi, vedendo un cavallo legato, slacciai la corda e ci saltai sopra. Il cavallo è decollato e io sono andato fuori di testa da dietro, chi diavolo stavo cercando di prendere in giro? Non avevo mai cavalcato un cavallo prima.

Corsi dal fienile in strada e vidi un mercato un paio di centinaia di metri lungo la strada. Corsi e trovai una bancarella del pane con dietro una tenda in cui nascondermi e mi infilai dietro alcuni sacchi di pane. Ho sentito l'uomo e gli altri che aveva raccolto per la caccia correre e andare avanti. Dopo alcuni minuti il ​​mio respiro era tornato normale e mi sono seduto e mi sono chiesto quale sarebbe stata la mia prossima mossa. Proprio in quel momento una giovane donna entrò nella tenda e afferrò del pane dall'angolo opposto della tenda dove mi ero nascosto. Pensavo di essere passato inosservato, ma poi si è fermata ed è venuta dove mi nascondevo sotto dei sacchi vuoti. Poi si alzò e mi sorrise, mi rimise addosso i sacchi e corse fuori. Mi sono seduto un po 'sconcertato dalle sue azioni per un secondo prima che entrasse e rimuovesse di nuovo i sacchi. Mi afferrò la mano e mi condusse fuori dal retro della tenda e dentro un'altra tenda. Ha iniziato a togliersi i vestiti finché non è rimasta nuda davanti a me e poi ha iniziato a togliersi i miei.

Non ero abituato ad essere così fortunato, ma ho lasciato volentieri che questa bellissima nubile dalla pelle scura mi togliesse i vestiti e mi devastasse il corpo. Ho iniziato a banchettare con le sue bellissime tette e poi l'ho sdraiata su un tessuto e ho iniziato a leccarle la figa. Lei gemette mentre allargavo la sua figa con le mie labbra e la mia lingua affamate e poi la lingua la scopava. È venuta ancora e ancora quando ho trovato il suo punto G con il dito e l'ho strofinato mentre succhiavo il suo clitoride palpitante. L'ho piegata su una balla di fieno coperta di lenzuola e l'ho picchiata da dietro. Questa volta sono riuscito a esplodere sparando un flusso dopo l'altro di sperma nella sua pancia prima che i soldati irrompessero nella stanza e mi catturassero.

Mi sono svegliato con un mal di testa in una buia cella di prigione con mani e piedi incatenati. Quando le guardie si accorsero che ero sveglio, mi trascinarono di sopra e mi gettarono a terra davanti al re.

"È questo il mascalzone che osa svergognare la famiglia reale?"

“È Vostra Altezza”

"Allora lasciateci, mi occuperò io stesso di lui"

Le guardie tutte tranne una, la guardia personale del re, lasciò la sala del trono. Il re parlò

“Capisco che ti piace molto la compagnia della signora. Beh, dammi una buona ragione per cui non dovrei toglierti la testa qui e ora per aver disonorato la principessa"

"Non l'ho fatto"

"Ti rivolgerai al re con il dovuto rispetto o ti toglierò la lingua"

tuonò la guardia.

"Umm, non ho fatto niente del genere vostra altezza?"

"Come osi mentire al re, sei stato colto in flagrante nelle stalle"

Vedendo i suoi lunghi capelli rossi e la sua barba mi resi conto ora che la rossa nella stalla era davvero sua figlia.

“Ho una proposta per te che se sei d'accordo sarà l'unico modo in cui la tua testa non sarà separata dal tuo collo. Visto che preferisci la compagnia delle donne e sembrerebbe che anche loro apprezzino la tua compagnia, potresti soddisfare una particolare esigenza che ho qui nel mio regno. Ho bisogno di qualcuno che serva le mogli reali e le concubine al mio posto. Se riesci a soddisfare la mia prima moglie, la signora Francis, supererai il test e diventerai idoneo per questo ruolo. Quindi accetti questa sfida o ti taglio la testa in questo momento?

“Ma cosa succede se non posso... e se lei non lo fa...

"Allora non mi servirai, vero?"

Ruggì.

"Porta subito quest'uomo dalla regina"

La guardia del re ha mandato a chiamare alcuni dei suoi uomini per scortarmi dalla regina mentre il re stesso si dirigeva lì per incontrarci. Una volta lì le guardie mi gettarono a terra davanti alla Regina, una giovane donna bella e voluttuosa dalla pelle chiara e lunghi capelli dorati.

"Cosa stai facendo portando questo disgraziato nella mia camera da letto?"

Lei sbottò.

"Mio caro, posso assumere quest'uomo per essere al tuo servizio se la sua abilità soddisfa le tue esigenze"

“Hmmm... ok allora. Le guardie ci lascino per favore"

Ordinò e rimasero solo il re e la sua guardia personale. Non appena le guardie ebbero chiuso la porta, la regina si alzò e con mia sorpresa si spogliò lasciandola completamente nuda. Immediatamente la tenda nei miei pantaloni divenne evidente a tutti nella stanza.

"Chiedo scusa a Vostra Maestà"

Ho detto.

“Non scusarti, non sei bravo a farne a meno, vero? Altrimenti ti toglierei subito la testa, a tutti e due! Parlando della tua testa, la guardia si tolga subito i vestiti"

La guardia mi ha tolto i vestiti dal corpo lasciandomi in piedi davanti alla regina che punta dritto alla sua figa succulenta con la mia possente erezione.

"Avvicinati"

Lei fece cenno. Immediatamente attraversai la stanza e mi fermai davanti a lei con le mani lungo i fianchi. La regina ha guardato su e giù la mia figura nuda, sembrando compiaciuta di ciò che ha visto. Ha camminato intorno a me ancora ammirandomi e proprio mentre un leggero sollievo ha iniziato a tramontare in "crack", mi ha schiaffeggiato forte il culo. Potevo sentire la mia faccia diventare rossa come immagino che il mio culo fosse andato e il mio battito cardiaco fosse salito alle stelle. La regina rise maliziosamente.

“Beh, sicuramente sembra la parte; vediamo se riesce ad andare lontano"

Lei disse. La guardia gettò un cuscino a terra di fronte a me e lei si inginocchiò e avvolse la sua piccola mano attorno a quattro dei miei nove pollici e la strinse forte costringendo il sangue a scorrere verso l'estremità gonfiando la mia protuberanza fino alle dimensioni di una piccola mela.

"Immagino che tu non sia in grado nemmeno di sopportare oltre il tempo necessario al tè per bollire"

Ha deriso prendendo il mio cazzo in bocca. Rimasi senza fiato pensando che potesse avere ragione mentre la sua lingua vorticava attorno al mio nodo gonfio e la sua mano pompava la mia asta. Si aggrappava fermamente a ogni spinta in avanti in un movimento di mungitura ogni volta forzando dolorosamente il sangue nella testa e poi portando conforto alla punta pulsante con la sua bocca talentuosa. Chiusi gli occhi e pensai a mio fratello, mio ​​padre, il mio cane, loro tre a letto insieme, qualsiasi cosa potesse aiutarmi a trattenere un orgasmo. Si sentiva incredibile e stava facendo del suo meglio per farmi perdere la testa in più di un modo. Ho superato la fine del suo tempo previsto e lei si è fermata e mi ha guardato infastidita e poi un sorrisetto le è caduto sul viso mentre si alzava sulle ginocchia e avvolgeva il mio cazzo tra le sue bellissime tette e iniziava a dondolare su e giù. Oh dio, sembrava caldo e si sentiva benissimo, i suoi seni grandi e morbidi contro il mio cazzo palpitante. Abbassò la bocca e leccò o succhiò la punta ogni volta che saltava fuori dalle sue tette succulente verso il suo viso fantastico. Ho immaginato la mia testa mozzata su un piatto d'argento e ho lottato di nuovo contro l'orgasmo.

"Guardia, i miei servi per favore"

La guardia uscì e rientrò con due bellezze orientali e due mediorientali. Si tolsero immediatamente i vestiti e iniziarono a baciarsi in un'orgia come la scena di un film di Bollywood. Il pensiero di non assaggiare mai un'altra fica, di non sentire mai un altro seno e di non trattenere mai il corpo in preda alle convulsioni di un'altra donna mentre veniva dall'estremità del mio cazzo spintone mi ha aiutato a continuare a tenere a bada il mio orgasmo. I servitori alzarono il fuoco cominciando a leccare e baciare il mio corpo dappertutto. Sentivo capezzoli e labbra e polpastrelli morbidi danzare su tutto il mio corpo dolorante. Ho considerato che quando finalmente sarei arrivato, quello sperma sarebbe potuto fuoriuscire da ogni poro della mia pelle, che il mio corpo sarebbe esploso coprendo la stanza con il mio succo appiccicoso. Ero un'enorme bomba jizz che aspettava solo di esplodere.

“Se mi privi del tuo seme virile ancora per un momento, farò in modo che tu rimanga vivo e mi assicurerò che tu soffra con il sesso a malapena oltre la punta delle dita per il resto del tempo libero. Morirai con un'erezione inestinguibile; Me ne assicurerò ora CUM!

Ho aperto gli occhi proprio mentre le sue labbra si chiudevano attorno al mio cazzo, un capezzolo scuro mi è stato spinto in bocca, labbra, lingue e dita hanno lavorato ferocemente sul mio corpo. Le mie palle si agitarono e cominciai a pompare forte mentre la regina faceva inginocchiare i suoi servitori accanto a lei. Ho spruzzato sperma sui loro volti e tette mentre sua maestà dirigeva la mia fontana di sperma a suo piacimento. Le mie gambe tremavano e mi inarcai all'indietro spingendo fuori le ultime gocce di sperma sperando di aver fatto la cosa giusta.

"Bene bene. Sappiamo che puoi trattenere un orgasmo, ma quanto sei bravo a concederlo? Darai abbastanza piacere a tutti i miei servi prima di servirmi e lavorare rapidamente perché non sono dell'umore giusto per aspettare "

I miei anni di surf porno, donne adocchiate e sfruttamento delle donne stavano finalmente tornando a farmi il culo. Come sono arrivato qui? Mi sono sistemato tra le prime ragazze, ho aperto le gambe e ho fatto un respiro profondo. Ho iniziato a baciarle delicatamente l'interno coscia, lavorando da un lato all'altro e verso il basso verso la sua figa ben rifinita. Ho soffiato delicatamente sulla sua figa umida sapendo che l'avrebbe fatta impazzire. Toccandola appena, ho fatto il giro delle pieghe del suo manicotto con la lingua più volte. Mi ha implorato ora di mangiarla e farla venire. Ho spinto la mia lingua estesa in profondità nella sua figa e mi sono fermato facendola ansimare. Leccai su e giù allargando con forza le sue labbra e poi mi tuffai dentro e fuori. Ho sentito che si avvicinava all'orgasmo e ho cominciato a succhiarle il clitoride gonfio mentre le immergevo dentro prima uno e poi due dita. Rabbrividì durante uno e poi due e poi un terzo orgasmo mentre mi nutrivo avidamente di lei. Ho baciato la sua figa bagnata fradicia e poi mi sono leccato le labbra, una giù e quattro per andare.

La regina sedeva lì vicino toccandosi la fessura e massaggiandosi i seni mentre io mi facevo strada attraverso un altro poi un altro dei suoi servitori con abilità e determinazione. L'ultima è venuta spruzzandomi in bocca un flusso dopo l'altro del suo dolce liquido. Ho deglutito più che potevo e le ho leccato la fica pulita prima di girarmi per affrontare la mia sfida finale, The Queen.

"Ora prenditi il ​​tuo tempo e fai bene il tuo lavoro e convincerò il re a tuo favore"

Mi ha fatto un cenno con il dito, così sono sceso dal letto e ho iniziato a camminare

"Strisciare"

Lei ha ordinato. Subito strisciai tra le sue cosce aperte e cominciai a baciarla dolcemente. Premetti fermamente le mie labbra contro le pieghe della sua vagina e la baciai appassionatamente ruotando la testa da una parte all'altra mentre lo facevo. Come da istruzioni ho preso il mio tempo, l'istruzione non è stata difficile da obbedire poiché la sua deliziosa figa sapeva di petali di rosa freschi e profumo dolce. Ho sentito la sua mano afferrare la parte posteriore della mia testa mentre ora leccavo la sua figa e poi leccavo la sua fessura dal basso verso l'alto colpendo la piccola protuberanza turgida prima di ricominciare dal basso. A questo punto mi stava tirando la nuca così forte che pensavo di poter soffocare. Ho mordicchiato le sue pieghe fino al fondo della sua fessura e poi ho fatto una scommessa enorme; Ho fatto scivolare la lingua sulla pelle sotto la sua fessura e l'ho infilata nel suo buco del culo. Gettò indietro il braccio afferrando lo schienale della sedia e spinse i fianchi in avanti. Le ho scopato il culo con la lingua e lei ha urlato e ha spruzzato il suo dolce nettare sulla mia schiena e sul mio viso. Ho continuato a succhiare ma non così forte e l'ho succhiata e baciata finché il suo respiro non è tornato alla normalità.

Quando fu pronta si arrampicò sul letto a quattro zampe e spinse il suo splendido culo in aria e non mi guardò nemmeno. Sapendo cosa si aspettava, sono salito sul letto dietro di lei e le ho infilato il cazzo tra le natiche. Usando le mie mani ho stretto le natiche del suo culo attorno al mio cazzo e sono scivolato su e giù tra le sue guance più volte per farmi duro il più possibile. Volevo impressionarla con la mia taglia e non sapevo ancora contro chi o se c'era qualche concorrenza che avrei dovuto affrontare. Ho sputato tra le sue chiappe e ho continuato a scivolare su e giù tra di loro e in poco tempo ero quasi pronto per partire. Usando la sua tecnica di mungitura mi sono assicurato che la testa del cazzo fosse bella e gonfia prima di premerla contro le sue labbra bagnate della figa.

Gemette alla sensazione della mia testa bulbosa che premeva contro le sue labbra e poi gemette di nuovo mentre facevo scivolare la punta su e giù per le sue labbra. Quando ho sentito che era pronta, l'ho colpita e mi sono fatto strada lentamente in avanti. Ad ogni mini spinta gemeva finché non ero quasi del tutto dentro. Ho toccato il fondo dentro di lei con un centimetro rimasto per andare, poi mi sono ritirato e ho iniziato a spingere lentamente, con grazia dentro la sua figa. Ha oooh e aaah mentre la pompavo senza cambiare ritmo per molto tempo. Sperando di non mettere a repentaglio la mia vita, ho morso il proiettile e l'ho speronata forte sentendo le mie palle schiacciarsi contro la sua ditta mentre ululava di dolore e, si spera, di piacere. La guardia è intervenuta

“No, no. Va bene"

Disse tendendo una mano per congedarlo. L'ho afferrata per i fianchi, l'ho girata e sono scivolata di nuovo dentro di lei immediatamente. Mi sono inginocchiato sotto il suo culo con le mie ginocchia attorno a lei e ho iniziato a martellarla.

“Sei così bella tua maestà”

dissi sperando di vincere qualche voto in più però non era difficile dirlo perché era vero. Ho impastato le sue bellissime tette e poi le ho lasciate libere e le ho guardate mentre rimbalzavano su e giù a tempo con le mie spinte.

"Oh vostra altezza verrò presto"

dissi non sapendo con certezza se avrebbe capito la mia terminologia. Le strofinai la clitoride con il pollice inumidito e sentii le sue labbra serrarsi sulla mia asta. Ho tentato di tirarmi fuori ma lei mi ha afferrato il culo e mi ha tenuto dentro e non mi ha lasciato andare fino a quando non ho svuotato tutto il mio carico nel profondo del suo stomaco.

“Oh dio ne avevo bisogno, puoi tenerti la testa caro amico. Guardia, accompagnalo nella sua stanza”

"Vostra maestà, posso chiedere, perché il re ha bisogno di qualcuno al servizio di una donna così gloriosa?"

Rise un po' e poi rise un po' più forte e poi mi condusse verso un pannello nel muro. Ha aperto la finestra segreta come meglio la descrive e non potevo credere ai miei occhi. Il re aveva davanti a sé un servitore maschio chinato su un tavolo e lo stava fottendo nel domani. Vedendo la mia bocca aperta e gli occhi che mi uscivano dalla testa, disse

“La corona deve rimanere in famiglia e ogni re ha bisogno di una regina. Spiegherò tutto in un secondo momento. Ora ho bisogno di un bagno e di sdraiarmi”

Non credo di aver bisogno di ulteriori spiegazioni. Ora che mi ero assicurato la mia posizione e mi ero salvato il collo, avevo alcune altre domande che mi avrebbero aiutato a decidere se ero felice di restare o di cercare una via d'uscita da questo posto.

Proprio allora il re mandò a chiamarmi. Stava allacciandosi il mantello e aggiustandosi i vestiti quando entrai e mi fermai davanti a lui.

«Ho deciso che dopo tutto potrei aver bisogno di te da queste parti. Deciderò in seguito una punizione adeguata per aver disonorato la principessa, ma per ora farai in modo che le mie mogli e concubine non mi manchino, capisci?

"Sì sua altezza"

"Avete domande?"

“Ah, sì vostra altezza”

"Beh, parla amico, che cos'è?"

“Originariamente non sono di queste parti; esattamente quante donne sono le tue mogli e concubine?

"Ah sì, grazie per avermelo ricordato"

Batté le mani e due guardie aprirono le porte e in marcia una processione di belle donne provenienti dalle molte terre con cui aveva stretto alleanze. Dieci mogli e ventidue concubine. Potevo sentirmi diventare bianco come un fantasma. Certamente avevo il mio bel da fare per me. Mentre venivo scortato fuori dalla stanza, il re parlò di nuovo

"Oh e dato che sei un uomo così bello, un giorno potrei aver bisogno del tuo servizio"

Sorso.

"Certo che sei Altezza"

Storie simili

Venerdì_(1)

Venerdì è arrivato e non sapevo come ce l'avrei fatta. Con ogni file sulla mia scrivania dovevo chiedermi se stavo provando a rivedere Sara o se ne valeva la pena e se dovevo fare la differenza cercando di passare davanti al bar di Lisa mentre tornavo a casa. Inseguire due conigli significava perderli entrambi, inseguire nessuno dei due significava anche perderli entrambi, quindi dovevo pensare a qualcosa. Ho mollato. Tornai a casa, da solo, puntuale. --- Sara si fermò in uno squallido bar non lontano dal lavoro, un locale che non visitava da un po'. Quando si è seduta in un...

1.3K I più visti

Likes 0

In un batter d'occhio

. In un batter d'occhio. Mi siedo sulla panchina aspettando l'autobus sentendomi solo come al solito. Sono quasi sempre circondato da persone, inclusi amici e familiari, e provo la profonda e infinita sensazione di essere solo su questo pezzo di roccia che chiamiamo casa. Ho ascoltato molte conversazioni sulla possibile esistenza degli extraterrestri, e lascia che te lo dica, esistono, solo forse non nella forma e nella forma che pensi. Quando completerai questa voce, crederai che non sono umano, molti mi chiamano animale o disumano, ma credo davvero di essere una forma di vita aliena, intrappolata su questo pianeta, alla ricerca...

622 I più visti

Likes 0

Da: Jeff bisessuale? Regole per commentare le mie storie!

Jeff bisessuale ... Regole per commentare le mie storie! A giudicare dalle decine di migliaia di volte che tutte le mie storie sono state lette, la maggior parte di voi le ha apprezzate. Alcuni no e anche questo va bene, non sto cercando di accontentare tutti, o davvero nessuno, sto scrivendo quello che a volte mi ronza in testa. Divertiti, non divertirti ... dipende totalmente da te. Ma NON lasciare commenti di merda su qualcuno che conosci morto di AIDS, per favore, QUESTO non è il sito adatto. Tutti leggono le storie, i titoli praticamente ti dicono qual è la storia...

1.5K I più visti

Likes 0

Il nuovo vicino

“Cazzo, amico. Portare tutta questa merda su queste scale è una cagna ', si lamenta il mio amico, beh, ora compagno di stanza, Jack con me. È stata una tua idea trovare un posto al piano di sopra, cavillo in risposta. Sì, beh, non ho pensato alle scale. Io e il mio amico siamo una coppia di ragazzi che iniziano il loro primo anno all'Hillside College. Lo so, sembra piuttosto generico, giusto? Ma hey, è un buon inizio in un posto nuovo per noi. «Johnny, torna giù e prendi le ultime scatole.» Andiamo a metterli insieme, dico. No, amico. Perchè no?...

1.5K I più visti

Likes 0

La peggiore/migliore detenzione di sempre. 2

*c'è una prima parte in questo e ancora una volta la grammatica non è perfetta* Il pensiero della torcia del capezzolo mi ha fatto eccitare, ma non oso dirlo a Mr.B. Mi ha afferrato il braccio e mi ha detto di sbottonarmi la parte superiore e di togliermelo insieme al reggiseno e di mettermi la mano sopra la testa, quando ci ho messo troppo tempo ha sospirato scuotendo la testa e mi ha dato altri schiaffi sul culo. Ho accelerato per non turbarlo più. Ha preso la mia tripla D e i miei grandi capezzoli sorridendo tra sé come se avesse...

1.1K I più visti

Likes 0

Chiamami Giovanna

Chiamami Giovanna È successo tutto così tanto tempo fa che sembra non solo di essere stato in un posto diverso in un momento diverso, ma così diverso come se non fosse quasi mai esistito. Ma lo ha fatto. Tutto ebbe luogo nelle zone rurali del sud dell'Inghilterra in quel periodo meraviglioso dopo la fine della guerra (per noi la guerra significava e significa tuttora la seconda guerra mondiale), nello sbiadito bagliore dorato dell'impero, prima che spiacevoli realtà si intromettessero e spingessero il mondo avevamo conosciuto in una forma nuova e sconosciuta. Le rivoluzioni degli anni Sessanta – sociali, sessuali, politiche –...

936 I più visti

Likes 0

Appuntato...

Il mio ultimo anno abbiamo viaggiato per circa 2 ore per un ENORME torneo di wrestling nella speranza di acquisire molta esperienza e forse un trofeo. Questo era diverso dalla fine del primo periodo della mia prima partita. Bene, abbiamo attraversato il primo senza che accadesse nulla di importante e ho toccato il fondo nel secondo periodo. Immagino che questo lo abbia reso un po' eccitato trovandosi in quella posizione di fronte a lui. Ho fatto un tiro e l'ho messo sulla schiena proprio al fischio. Suppongo che sia stato preso alla sprovvista e subito dopo si è reso conto di...

1.1K I più visti

Likes 0

Tracy, mia cognata, mi mostra la strada

Sono innamorato di Tracy, la sorella di mia moglie, sin dalla prima volta che l'ho incontrata. Era il 1989, un anno prima che io e mia moglie ci sposassimo. Eravamo solo amici e lei voleva che l'accompagnassi nella sua città natale nel Midwest per frequentare il diploma di scuola superiore di suo fratello. Tracy e l'altra sua sorella sono venute a prenderci all'aeroporto. Ho notato Tracy, allora al college, una bellezza bionda del Midwest, e sono stato immediatamente attratto da lei. Siamo stati accompagnati a casa dei loro genitori e abbiamo pranzato. Durante il fine settimana ho conosciuto tutta la famiglia...

894 I più visti

Likes 0

Sperma medicina 4

Capitolo 4 Si prega di leggere i primi 3 capitoli Kellie fece del suo meglio per sembrare sconvolta mentre Kristin si precipitava alla porta principale dalla sua macchina. Kellie aprì la porta d'ingresso prima che Kristin avesse la possibilità di bussare. “Oh mio dio Kellie? Che cosa sta accadendo?! Hai chiamato i servizi di emergenza??”, disse frettolosamente Kristin mentre entrava in casa. Kellie notò che i suoi capelli erano ancora bagnati dalla doccia. Ha anche notato che era truccata, il che non era da lei a quest'ora della notte. Non ancora! Potremmo averne bisogno se non riusciamo a risolvere il problema...

1.6K I più visti

Likes 0

Inverno a Beech Mountain Capitolo 5

La giornata è passata velocemente mentre sono rimasto impegnato a lavorare con altri tre ospiti.. Erano signore anziane, che avevano passato tanto tempo sulle loro chiappe quanto sugli sci.. Erano lividi e doloranti, quindi ho fatto del mio meglio per aiutarli.. Le mie pietre calde hanno dato un po' di sollievo e ho usato la mia unità TENS per intorpidire temporaneamente alcune terminazioni nervose.. Sono uscito alle 16:00 e ho fatto la doccia, mi sono cambiato e mi sono diretto a casa di Sandra. Non appena sono entrato Donna mi ha fatto cenno al bar dei succhi.. ho visto la sua...

1.4K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.