Seduta in Casa_(1)

495Report
Seduta in Casa_(1)

Il suo nome è Melanie. Non è la ragazza più bella della scuola, ma sicuramente non è nemmeno la peggiore. Lei è alta circa un metro e settanta, ha tette molto grandi, lunghi capelli biondi e fianchi abbastanza larghi.
Durante la lezione di inglese mi ha detto che sarebbe stata house sitting per qualcuno che vive a non più di 2 isolati di distanza da dove abito io tra circa un mese o giù di lì. Ciò significava che sarebbe rimasta da sola in una grande casa per 2 giorni. Le ho detto di farmi sapere esattamente quando sarebbe stato e che mi sarei fermato a "visitare" per qualche ora circa. Mi ha detto che sarebbe stato un venerdì e sabato sera.
Circa un mese dopo, un venerdì in inglese, Melanie mi disse che sarebbe stata a casa quella notte e quella successiva. Le ho fatto sapere che sarei passato quella sera intorno alle 9:30. Mi ha detto di fermarmi al videoteca e prendere dei film da guardare. Sono andato al negozio di video e ho preso American Wedding, Scream, e lei mi ha fatto fare un film per ragazze.
Sono arrivato a casa un po' presto. Ha detto che era sorpresa che mi fossi presentato. Abbiamo guardato tutti i film e ho fatto per andarmene, ma lei ha detto che aveva paura di restare lì da sola dopo aver visto Scream. Le ho detto che sarei rimasto lì per un'altra mezz'ora. Durante quella mezz'ora ha bevuto una birra e sembrava piuttosto ubriaca. Ha iniziato ad attaccarmi dappertutto e all'improvviso ha cominciato a togliersi i vestiti. In poco tempo si ridusse al reggiseno e alle mutandine nere abbinate. Le ho chiesto cosa stesse facendo e lei ha risposto togliendomi la maglietta e i pantaloni esponendo i miei boxer che avevano fiamme hot rod su di essi. Ha iniziato slacciandosi il reggiseno ed esponendo le sue valorose tette rotonde. Ho subito avuto difficoltà a sbirciare attraverso i miei boxer. Fece una risatina leggera e tirò giù le mutandine che mostrarono una figa ben rifinita con succhi che le gocciolavano tra le gambe. Solo questo era quasi sufficiente a farmi esplodere dappertutto. Si inginocchiò davanti a me e mi abbassò i boxer oltre il mio pene completamente eretto. Immagino che non abbia potuto resistere alla tentazione di succhiarlo perché è esattamente quello che ha fatto non appena è stato completamente esposto. Lo stava succhiando mentre lo colpiva con la lingua dentro la bocca. Non potevo trattenermi oltre e le ho detto che sarebbe successo ma lei non ha mosso la testa. Quindi non ho avuto altra scelta che soffiarglielo in bocca. quando ciò accadde, lei succhiò fino all'ultima goccia mentre dalle sue labbra usciva lo sperma. Dopo aver finito si è alzata con i succhi che le gocciolavano ancora lungo le gambe e mi ha detto di tenerlo su (come se avessi il controllo) in modo che potesse sedersi sopra. Si sedette sulle mie ginocchia, rivolta verso di me. Ho iniziato baciandole e succhiandole i capezzoli. Poi ha sollevato la sua figa dal mio stomaco e si è spostata indietro per lasciare che il mio cazzo entrasse nella sua figa bagnata fradicia. Ho continuato a succhiare i suoi capezzoli eretti e a stringerle il culo mentre lei si muoveva su e giù sul mio pene eretto scivolando sulle labbra scivolose della sua figa. Non passò molto tempo prima che finisse per venirmi in grembo. quando lo ha fatto, i suoi succhi mi sono usciti in grembo e questo è stato lo stimolo per farmi venire nel suo buco del cazzo gocciolante.
Quando ho alzato lo sguardo era completamente svenuta proprio lì sulle mie ginocchia. Il solo fatto di vederlo, in qualche modo, ha messo fuori combattimento anche me. Mi sono svegliato con lei che urlava e mi diceva di uscire di casa. Quindi ho fatto come lei aveva richiesto.
La settimana successiva a scuola le ho chiesto perché fosse così invadente quella mattina e lei mi ha informato che sapeva solo che la famiglia sarebbe stata fuori città e lei non avrebbe dovuto essere lì.

Storie simili

Gennaio e famiglia

Questa storia è immaginaria. L'unica somiglianza con la mia vita è che quando avevo 13 anni ho perso la mia ciliegina sulla torta per una donna di 23 anni. ………………….. Cosa sto facendo qui? Perché è andato tutto storto? Ricorda queste parole. Tutto è iniziato quando Jan, abbreviazione di Janice, ha iniziato nella nostra scuola. Le fu assegnato il banco accanto al mio nella classe di prima media della signora Briggs. Ero rapito. La mia prima impressione fu quella di una visione, una massa di lunghi riccioli biondi, un viso angelico e gambe lunghe: ne rimasi colpito. Avevo appena compiuto undici...

0 I più visti

Likes 0

Sesso nel ristorante dello Sri Lanka

Suneetha si asciugò il sudore dalla fronte e appoggiò la matita sulla pad. Gli idioti seduti allo stand non riuscivano a decidersi, e lei stava diventando davvero impaziente. Ehm, disse il ragazzo. Non sono molto sicuro. Si è lasciato scappare l'ultima parola dalle sue labbra come se non sapesse decidere se dirlo o meno. Suneetha ha dovuto sforzarsi manualmente per evitare che il suo piede picchiettasse contro il pavimento di piastrelle dure. Si strofinò i palmi delle mani sul grembiule, come i 90 il caldo soffocante la metteva a disagio. L'aria condizionata era di nuovo su un battito di ciglia, e...

1.2K I più visti

Likes 0

Circostanze diverse

Disclaimer: non possiedo Pokemon, nessun personaggio e Pokemon lì dentro. Sai, solo per coprirmi il culo in caso. Meglio prevenire che curare. Nota/e dell'autore: Onestamente, questa storia è stata parzialmente ispirata da un'altra storia di AbsolxHuman che ho trovato qui. Come dice il riassunto, questa storia contiene bestialità, quindi se non ti piace, è probabilmente meglio che tu trovi un'altra serie da perseguire, poiché la maggior parte degli incontri sessuali coinvolgerà Pokemon e il protagonista, anche se potrebbe esserci un pochi umani spruzzarono qua e là per cambiare le cose. Cambierò il codice per riflettere ulteriori modifiche nei capitoli successivi. Se...

2.9K I più visti

Likes 0

Buon vicino 5

Spero che tu abbia letto le parti da 1 a 4, per avere un'idea migliore di cosa sta succedendo. Luke, Maureen, Jessie e Mike si scambiano i regali la mattina presto di Natale e ci hanno offerto loro stessi come regalo bonus. Uno, direi, ha lasciato Mike senza parole per un po'. Anche Mike e io ci siamo scambiati dei regali, e poi abbiamo visto le ragazze decidere che dovevano provare il dildo. Si sedettero uno di fronte all'altro e iniziarono a baciarsi. Mentre lo facevano, mi sedetti e guardai. Mike era seduto e osservava queste due bellezze che si eccitavano...

2.4K I più visti

Likes 0

Sperma medicina 4

Capitolo 4 Si prega di leggere i primi 3 capitoli Kellie fece del suo meglio per sembrare sconvolta mentre Kristin si precipitava alla porta principale dalla sua macchina. Kellie aprì la porta d'ingresso prima che Kristin avesse la possibilità di bussare. “Oh mio dio Kellie? Che cosa sta accadendo?! Hai chiamato i servizi di emergenza??”, disse frettolosamente Kristin mentre entrava in casa. Kellie notò che i suoi capelli erano ancora bagnati dalla doccia. Ha anche notato che era truccata, il che non era da lei a quest'ora della notte. Non ancora! Potremmo averne bisogno se non riusciamo a risolvere il problema...

1.2K I più visti

Likes 0

LISSA C. Capitolo 2, Buon compleanno David

LISSA C. Capitolo 2, Buon compleanno David La giornata era andata meglio di quanto mi aspettassi. Tornando a casa, con Lissa al volante, mi ha dato l'opportunità di guardarla bene mentre guidava. Non c'era niente di questa ragazza che non mi piacesse. I suoi bei capelli biondi, che vorticavano in continuazione mentre il vento soffiava sul parabrezza, apportavano un certo grado di freschezza all'intera situazione. Rideva e ridacchiava alle mie stupide battute mentre chiacchieravamo, facendomi sentire sempre più a mio agio intorno a lei. Ma poi c'erano quei suoi seni dall'aspetto delizioso che si alzavano fermamente dal suo petto. Ho cercato...

926 I più visti

Likes 1

Rapimento_(2)

Mia si è svegliata all'improvviso. Guardò l'orologio. Era spento. Senza energia. lei ha pensato. La luce entrava dalle persiane della finestra, ma sembrava ancora che fosse notte fonda. Si alzò per andare alla finestra. Non appena si tolse le coperte, i brividi le percorsero il corpo. Era una fredda notte di novembre, e siccome il riscaldamento non era acceso, faceva freddo. Anche il fatto che indossasse solo una camicia da notte e le mutandine non aiutava. Incrociò le braccia mentre si avvicinava alla finestra. Aprì un po' le persiane e la luce era accecante, come se qualcuno stesse puntando un riflettore...

1K I più visti

Likes 0

La riluttante lap dance di Alison

Alison è entrata nella mia vita come parte di una cosa a tre con un'altra ragazza. Il trio è stato divertente, ma presto ci siamo separati. Abbiamo ricominciato a parlare qualche mese dopo, quando l'ho vista in uno strip-club in cui aveva appena iniziato a lavorare. Poco dopo, abbiamo avuto il nostro primo vero appuntamento. Un paio di drink veloci in un bar per immersioni e un pompino nel parcheggio è stato il massimo del romanticismo. Quando ha iniziato a venire a casa mia, sono stato il primo a farla squirtare quando raggiungeva l'orgasmo. Sono stato anche il primo a trattarla...

798 I più visti

Likes 0

Chiamami Giovanna

Chiamami Giovanna È successo tutto così tanto tempo fa che sembra non solo di essere stato in un posto diverso in un momento diverso, ma così diverso come se non fosse quasi mai esistito. Ma lo ha fatto. Tutto ebbe luogo nelle zone rurali del sud dell'Inghilterra in quel periodo meraviglioso dopo la fine della guerra (per noi la guerra significava e significa tuttora la seconda guerra mondiale), nello sbiadito bagliore dorato dell'impero, prima che spiacevoli realtà si intromettessero e spingessero il mondo avevamo conosciuto in una forma nuova e sconosciuta. Le rivoluzioni degli anni Sessanta – sociali, sessuali, politiche –...

588 I più visti

Likes 0

Una vita non così semplice: parte 4_(1)

La caffetteria è morta, in senso figurato ovviamente, ma dopo mi è sembrato di fissare un gruppo di fantasmi. Ovunque guardassi, incontravo volti pallidi e sbalorditi che facevo del mio meglio per ignorare mentre mi facevo strada tra la folla. Tenendo la testa bassa, sono riuscito a liberarmi dalla massa ea scappare dalla mensa, appoggiandomi al muro per cercare di riprendermi momentaneamente prima di dirigermi verso la mia classe. Quando ero circa a metà strada, ho sentito dei passi precipitosi dietro di me. Mi voltai per controllare chi fosse quando Shawn improvvisamente mi colpì a terra. Sei pazzo! mi gridò all'orecchio...

567 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.