Zia maria_(0)

1.6KReport
Zia maria_(0)

Inizierò questa storia affermando che il mio nome è Dominick ma il mio nome femminile è Jessica. Ho 18 anni, stavo compiendo 17 anni quando è successo questo. occhi azzurri, capelli biondi, belle curve per un maschio. da quando sono nata sapevo che dovevo essere femmina ma Dio mi ha fatto maschio ma questo non mi ha impedito di essere femmina.

era il mio 17esimo compleanno, molti dei miei amici erano venuti, soprattutto ragazze, mentre cercavo di individuare i loro modi femminili. ci stavamo divertendo molto, parlavamo di pettegolezzi, di ragazzi attraenti, non mangiavamo torta al cioccolato anche se troppo dolce , guardavamo film, praticamente facevamo qualunque cosa farebbe una ragazza adolescente. Ovviamente tutta la mia famiglia era alla festa, beh non esattamente mia zia Maria non si è presentata, è il tipo che non si presenta alla festa di compleanno di un parente.

Verso le 12:00 in lutto tutti se ne andarono lasciando me e il mio migliore amico soli in casa. Eravamo abituati a stare in casa da soli perché facevamo pigiama party come tutti i giorni. Abbiamo parlato di altri pettegolezzi e ho sollevato la questione di dove avrebbe potuto essere mia zia. l'ultima volta che abbiamo dovuto festeggiare un compleanno in famiglia, abbiamo trovato mia zia in camera da letto nuda e tutta fradicia di sudore. nemmeno 5 minuti dopo squilla il telefono. ho preso il telefono e mia zia era dall'altra parte, si è scusata dicendo che non poteva venire, ho notato che respirava affannosamente e a lungo. mi ha detto di andare a casa sua domani perché mi avrebbe fatto il regalo di compleanno.

il lutto successivo mi sono svegliato con un forte mal di testa. prese una ciotola di cereali e andò di sopra a cambiarsi. Volevo apparire speciale tanto per cambiare, perché mia zia di solito aveva ragazzi sexy a casa sua e io ho sempre desiderato apparire carina. ho preso il mio paio preferito di calzini rosa con fiori sopra, un perizoma rosa sexy che mi stava perfettamente anche se avevo un cazzo in mezzo, ho anche indossato un reggiseno push up blu e argento, collant neri che mi sarebbero caduti le curve, il mio sedere grosso e il mio perizoma, oltre a una maglietta rosa che era attillata tutt'intorno per mettere in mostra il mio seno.

Stavo andando a casa sua, quando sono arrivato lì ho visto un'auto parcheggiata nel vialetto che di solito non vedevo. ho suonato il campanello e lei ha risposto alla porta. zia Maria era una donna meravigliosa, aveva tutto ciò che ho sempre desiderato, sapeva che ero un travestito ed era gay perché mi aveva visto in palestra mentre mi cambiavo nello spogliatoio femminile con un altro ragazzo. poi mi ha fatto entrare e ho visto altri 2 uomini in piedi nel soggiorno che non avevo mai visto prima. mi ha fatto entrare nella sua stanza e abbiamo parlato lì. mi ha detto che le dispiaceva di non poter venire alla festa e ho capito perché ma ovviamente mi ha detto una bugia, mi ha detto che doveva andare in clinica ma ovviamente stava facendo sesso.

ha tirato fuori una grande scatola e mi ha detto di aprirla, doveva essere il mio regalo di compleanno, l'ho aperta con molta eccitazione ma solo per trovare la sua vecchia biancheria intima, reggiseni, altri vestiti e i suoi due giocattoli sessuali preferiti, un vibratore e una grande macchina del sesso. lei ha riso così forte che è quasi caduta, mi sono alzato, l'ho buttato a terra e l'ho rimproverata. si è arrabbiata e mi ha dato uno schiaffo in faccia. Non volevo iniziare a litigare con lei, ma sapevo che avrebbe chiamato quei ragazzi e lo ha fatto.

Ha ordinato a quei grandi ragazzi di mettermi a terra e loro lo hanno fatto e mi hanno legato le gambe e le mani e subito dopo la bocca. mi sussurrò all'orecchio di non piangere ma che avrei avuto una giornata selvaggia. mi hanno portato in questo posto dove tutto quello che ho visto erano uomini e donne con me, sapevo che la maggior parte di loro erano amiche di mia zia, poi ha ordinato ai due ragazzi di spogliarmi, ho provato a respingerli ma ero legato. ora ero nudo in una stanza con almeno 20 persone. presto quei due grandi ragazzi sono tornati e mi hanno appeso in aria con i piedi e le mani. mia zia poi mi ha detto che avrei sentito che sarebbe stato come farsi scopare nel culo. ha tirato fuori la grande macchina del sesso e l'ha messa proprio vicino a me. la macchina aveva all'incirca le dimensioni di una grande tastiera, aveva 2 dildo attaccati e aveva un vibratore incorporato. la folla poi ha urlato di farle una doppia penetrazione. avevo paura di non averlo mai capito. appena ho visto quei vibratori avvicinarsi ho provato a lanciare un grido ma non ci sono riuscita. i vibratori mi hanno inserito entrambi nel culo contemporaneamente. e uno mi è venuto direttamente in bocca. la gente rideva e si limitava a guardare la povera Jessica che soffriva con 2 vibratori che mi piantavano nel culo e uno che mi scendeva in gola. ero sul punto di crollare, quando mia zia spense la macchina e mi lasciò respirare. ma poi ha ordinato ai ragazzi di lasciarmi scendere e di farmi stare a quattro zampe in una vasca da bagno. ha fatto mettere in fila la gente e uno dopo l'altro sono arrivati ​​tutti i ragazzi e ho dovuto succhiare tutti i cazzi mentre uno mi inculava. soffrivo così tanto, e uno dopo l'altro venivano in una tazza e la lasciavano lì, dopo che tutti gli uomini avevano superato le 5 tazze riempite e ho dovuto berla tutta, cosa che ho fatto ed è stato terribile. dopo è stato il turno delle donne, ovviamente non potevano sperma, ma a ciascuna è stata data la possibilità di scegliere se cagarmi addosso o pisciarmi addosso, come puoi immaginare, tutte hanno scelto di cagarmi addosso. dopo che tutto è stato fatto, mi hanno lasciato lì a vomitare sperma e merda che mi scorrevano in gola.

Storie simili

Il debito di Rachel (Capitolo 3 - Il passato e il dolore)_(0)

Sabato è arrivato e non avevo ancora sentito Rachel. Inoltre non ero ancora pronto a chiamarla per il nostro prossimo appuntamento. Certamente volevo. Prima di Rachel, dall'ultima volta che ero stato con una donna, sembrava che il mio desiderio sessuale si fosse raffreddato. Stare con Rachel l'aveva riacceso, lo aveva portato da quasi dormiente a un inferno torreggiante. Per aspettare il momento, ho guardato i video dei nostri precedenti incontri. Era davvero magnifica. Avrebbe potuto essere una pessima scopata e comunque non avrebbe avuto importanza, il suo corpo giovanile e la sua mente lasciva hanno più che compensato. Non era male...

2.6K I più visti

Likes 0

La vita di un playboy capitolo 5

CAPITOLO 5 Rimasi in laboratorio, prestando teoricamente attenzione ai monitor davanti a me e masticando numeri. Ma in realtà, stavo controllando di nascosto le varie donne che entravano e uscivano dall'ufficio della signora Robinson. L'incarico era stato diffuso in tutto il college affinché le volontarie partecipassero a uno studio di biologia che riguardava la sessualità umana. Era uno studio retribuito, quindi c'erano molte più ragazze che si iscrivevano rispetto alle posizioni necessarie e la signora Robinson è stata in grado di selezionare solo le studentesse più in voga del campus. Più le belle ragazze entravano e uscivano, indossando abiti succinti e...

1.4K I più visti

Likes 1

Il nuovo vicino

“Cazzo, amico. Portare tutta questa merda su queste scale è una cagna ', si lamenta il mio amico, beh, ora compagno di stanza, Jack con me. È stata una tua idea trovare un posto al piano di sopra, cavillo in risposta. Sì, beh, non ho pensato alle scale. Io e il mio amico siamo una coppia di ragazzi che iniziano il loro primo anno all'Hillside College. Lo so, sembra piuttosto generico, giusto? Ma hey, è un buon inizio in un posto nuovo per noi. «Johnny, torna giù e prendi le ultime scatole.» Andiamo a metterli insieme, dico. No, amico. Perchè no?...

1.5K I più visti

Likes 0

Senza Dio e Senza Fede: 2 Cap 1

Boccali di vetro pieni di acqua del diavolo sferragliavano l'uno contro l'altro, riempiti da donne e ragazze adorabili e poco vestite con sorrisi promettenti sui volti. Gli ufficiali della Coalizione al bar applaudirono, alzando i boccali per celebrare la loro vittoria a Ridgehill sulle forze di Inimi un mese prima. Nel bordello ormai affollato, Axel sedeva con il suo boccale pieno di acqua del diavolo, rimuginando sugli eventi da quando era stato convocato in questo mondo. Quasi dall'inizio, lui e il suo migliore amico Rayner erano stati coinvolti in conflitti, combattendo goblin, soldati Inimi, banditi e persino draghi. Tutto quello che...

1.7K I più visti

Likes 0

Aprile - Parte II

Grazie a tutti per i bei commenti e le valutazioni generalmente positive. Mi scuso per il fatto che la parte 2 abbia richiesto così tanto tempo, ma volevo assicurarmi che fosse il migliore possibile prima di pubblicarla. Spero che questa parte vi piaccia e cercate una parte 3 nelle prossime settimane. Per favore continua a valutare e commentare, e se non ti piacciono gli elementi del mio racconto, per favore fammi sapere nei commenti come pensi che potrei migliorare. Rob e April giacevano nel letto di April, persi nei loro pensieri post-coito. Si erano assicurati l'un l'altro che questa sarebbe stata...

1.4K I più visti

Likes 0

Venerdì_(1)

Venerdì è arrivato e non sapevo come ce l'avrei fatta. Con ogni file sulla mia scrivania dovevo chiedermi se stavo provando a rivedere Sara o se ne valeva la pena e se dovevo fare la differenza cercando di passare davanti al bar di Lisa mentre tornavo a casa. Inseguire due conigli significava perderli entrambi, inseguire nessuno dei due significava anche perderli entrambi, quindi dovevo pensare a qualcosa. Ho mollato. Tornai a casa, da solo, puntuale. --- Sara si fermò in uno squallido bar non lontano dal lavoro, un locale che non visitava da un po'. Quando si è seduta in un...

1.3K I più visti

Likes 0

L'autista(#4)......Tina e quei pazzi clienti

L'autista…. Tina e quei pazzi clienti Scritto da: PABLO DIABLO Diritto d'autore 2018 CAPITOLO 1 Quando io e Tina lasciammo l'ufficio mano nella mano, sorrisi. Sapevo di essere in una posizione molto più forte prendendomi cura del signor e della signora Jaxson. Erano persone meravigliose. A questo punto, stavo ricapitolando, nella mia testa, cosa mi è successo da quando sono entrato a far parte della Happy, Happee Limo Company: • Ho fatto sesso con Sasha, il mio capo, Tina, la sua assistente, Paula, una collega nella sala telefonica, e Jill, la migliore autista dell'azienda. • Ho ricevuto una mancia di $...

1.2K I più visti

Likes 0

Il gigolò del re

Il gigolò del re (Un'avventura medievale) Sono sempre stato un po' appassionato di epoca medievale. Non sono affatto quello che chiameresti un appassionato di storia, mi piace la moda primitiva, in particolare le scollature e i seni gonfi e il comportamento barbaro, ma soprattutto gli intermezzi romantici che sono collegati a così tanti eroi e leggende. Su scala ridotta, sono sempre stato, diciamo, divertito più che interessato all'idea del viaggio nel tempo e del teletrasporto fin dalla tenera età da quando ho iniziato a leggere Le cronache di Narnia, ma immagino che ogni bambino lo sia in una certa misura. Forse...

1K I più visti

Likes 0

Chiamami Giovanna

Chiamami Giovanna È successo tutto così tanto tempo fa che sembra non solo di essere stato in un posto diverso in un momento diverso, ma così diverso come se non fosse quasi mai esistito. Ma lo ha fatto. Tutto ebbe luogo nelle zone rurali del sud dell'Inghilterra in quel periodo meraviglioso dopo la fine della guerra (per noi la guerra significava e significa tuttora la seconda guerra mondiale), nello sbiadito bagliore dorato dell'impero, prima che spiacevoli realtà si intromettessero e spingessero il mondo avevamo conosciuto in una forma nuova e sconosciuta. Le rivoluzioni degli anni Sessanta – sociali, sessuali, politiche –...

952 I più visti

Likes 0

Un'intervista di sabato pomeriggio a Manhattan.

Un'intervista di sabato pomeriggio a Manhattan. -------------------------------------------------- ----------------- Seduto alla finestra di Southgate vicino a Central Park, guardando oltre il verde e le rocce del santuario cittadino; Irene sembrava rilassata, sorseggiando il suo caffè e sfogliando l'ottimo menu mentre parlava dei comportamenti più oltraggiosi. Era vestita in modo impeccabile di nero e pelliccia, ma mostrava una profonda scollatura e tacchi rossi ferocemente alti. Aveva accettato di incontrarmi quando l'avevo contattata per la sua ultima impresa, l'acquisto di un terreno nello stato di New York e verso gli Hamptons a Long Island. Volevo davvero informarmi sui suoi affari piuttosto che sui suoi...

945 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.