Pompino da 10 miliardi di dollari Capitolo 3: una storia di Frankel/Lisa

1.5KReport
Pompino da 10 miliardi di dollari Capitolo 3: una storia di Frankel/Lisa

Pompino da 10 miliardi di dollari, capitolo 3

Storia originale di Lisa. Frankel si è ritirato a causa di una malattia e Lisa ha scritto lei stessa alcune storie. Ha basato il suo personaggio sulla ragazza di questa storia; il suo vero nome non era Lisa. Ho di più su Lisa nel primo paragrafo di "Il Negromante e Lisa".


Lisa era piena di idee.

Se non fosse stato per lei, probabilmente sarei rimasto seduto per un anno a ricevere pompini illimitati da cheerleader di 18 anni fino a quando non ne avrei scelto uno a cui dare il premio in denaro di 10 miliardi di dollari e poi sarei tornato tristemente alla mia patetica vecchia vita senza niente ma anche un anno di ricordi da masturbarsi.

Ma lei aveva acconsentito a lasciarmi tenere tutti i soldi del signor Potter tranne qualche milione di dollari e mi stava facendo i migliori dannati pompini che avessi mai fatto.

"Non so cosa ho fatto per meritarti," le dissi mentre ingoiava un altro carico del mio sperma.

"Non sto facendo niente di tutto questo per te," disse senza mezzi termini mentre rimetteva le tette nella camicia. "Si tratta solo di vendetta."

Lisa aveva passato un brutto momento per mano di altre donne per tutta la vita. Erano stati gelosi della sua bellezza naturale e dei suoi talenti sessuali e l'avevano maltrattata e isolata finché non ce l'aveva più fatta. Quando ha saputo dell'offerta di 10 miliardi di dollari, ha capito che non ci sarebbe stata fine alle donne che cercavano il premio e l'ha vista come un'opportunità per vendicarsi di tutte le donne facendo un patto segreto con me.

"Tutte quelle donne non hanno alcuna possibilità di ottenere quei soldi", ha detto. "Ma loro non lo sanno. Lo trovo così delizioso che potrei urlare."

Eravamo sulla mia veranda anteriore e potevo vedere la prima ragazza della giornata che aspettava impaziente davanti al mio cancello mentre Lisa si alzava in ginocchio e si sedeva accanto a me.

"Un'altra studentessa," dissi guardando il file che la mia agenzia mi aveva inviato su di lei.

"Ieri ho compiuto 18 anni", ha detto Lisa leggendo da sopra la mia spalla. "Scommetto che questo è il suo primo pompino in assoluto. Non può davvero aspettarsi di vincere."

"Dovrebbero insegnare la fellatio a scuola," dissi scherzando. "Per dare una possibilità a queste povere ragazze."

Lisa rise e poi si fermò di colpo.

"Mio Dio, perché non ci ho pensato prima?" lei disse. "Scuola di pompini. Dovremmo farlo. Una scuola dove questi diciottenni possono imparare a farlo prima di venire qui. Mi vergogno che alcuni di loro li guardino addosso."

"Potresti essere il loro insegnante", dissi.

"Oh che geniale," disse Lisa. "Potrei indossare uno strapon e scoparle in faccia finché non sapessero come farlo per davvero. Sarebbero ancora vergini quando venissero da te, ma vergini con esperienza. È perfetto!"

"Ma non lo farebbero mai," dissi. "Pensano tutti di essere degli esperti."

"Non ci credi," disse Lisa. "Questa è spavalderia. In fondo sono totalmente insicuri al riguardo. Inoltre diciamo semplicemente al tuo agente che ora è un prerequisito per ogni ragazza che vuole succhiarti il ​​cazzo che deve prima andare al liceo dei pompini. Una settimana di allenamento. Il mio Dio, è un servizio alla comunità".

Una volta che Lisa ha un'idea in testa, non c'è modo di fermarla. Era arrivata all'agente in pochi minuti e alla fine della giornata si era assicurata l'affitto di un vecchio liceo chiuso ai margini della città.

Nel giro di una settimana la sua scuola era aperta e piena di iscritti con le più belle ragazze di 18 anni del paese.

"Non ci posso credere", dissi mentre Lisa mi succhiava prima di partire per andare al suo primo giorno di scuola. "Qualche mese fa ero un perdente disoccupato e ora ho una ragazza che ha aperto una scuola superiore per addestrare i diciottenni a succhiarmi in modo che possano competere per 10 miliardi di dollari che segretamente non hanno alcuna possibilità di vincere".

Lisa gemette soddisfatta e il pensiero della mia fortuna bastò a farmi venire di nuovo nella sua bocca.

Come sempre ha continuato a succhiare finché l'ultima goccia di sperma non ha lasciato il mio cazzo, poi ha deglutito e si è seduta.

"Verrai il primo giorno?" lei chiese.

"Anche a me piacerebbe," dissi.

Avevo un appuntamento alle 8 del mattino con un'infermiera di 19 anni che mi stava aspettando davanti al cancello mentre uscivamo di casa.

Quell'infermiera era qualcos'altro. Se non fosse stato per Lisa, avrebbe potuto avere una vera possibilità di guadagnare soldi. Fantastico set di tette naturali e profondi occhi blu e capelli biondi.

"Vieni con noi" dissi prendendola per i capelli e trascinandola in macchina. "Puoi succhiarmi in macchina."

Lisa si è seduta al posto di guida e io mi sono seduto al posto del passeggero anteriore con l'infermiera in ginocchio ai miei piedi che mi succhiava il cazzo mentre guidavamo.

Avevo le dita strette tra i suoi capelli e le sbattevo la testa su e giù sul mio cazzo mentre guidavamo.

"Quante ragazze nella scuola?" ho chiesto a Lisa.

"97", disse Lisa. "Prendilo più a fondo, cagna", aggiunse all'infermiera. "Gli piace sentirlo in fondo alla gola."

L'infermiera ha imbavagliato quando Lisa si è allungata e mi ha aiutato a spingere la testa verso il basso finché il suo naso non è stato sepolto tra i miei peli pubici. Le abbiamo tenuto la testa laggiù finché non abbiamo raggiunto la scuola.

Scesi delicatamente dall'auto, trascinando con me l'infermiera riluttante, la sua testa ancora su e giù sul mio cazzo mentre camminavamo nel cortile della scuola.

C'erano studentesse ovunque fuori, tutte vestite con la camicia bianca attillata e la gonna a quadri rossi e blu che Lisa aveva scelto come uniforme.

Era un'uniforme scolastica abbastanza tipica, fatta eccezione per le manette che tenevano sempre le mani legate dietro la schiena.

"Niente mani, niente schivate di sperma", era in realtà il logo della scuola.

L'infermiera e io seguimmo Lisa nell'edificio scolastico e nell'aula magna principale. Ho fatto inginocchiare l'infermiera davanti a me mentre suonava la campanella della scuola per l'inizio della giornata scolastica.

Le ragazze entrarono in fila finché la stanza non si riempì delle studentesse ammanettate di 18 anni più sexy che avessi mai visto.

Lisa si fermò davanti alla sala e disse a tutti di inginocchiarsi, cosa che fecero.

La vista era troppo per me e ho gridato quando un intenso orgasmo mi ha squarciato il corpo e sono entrato nella bocca dell'infermiera, le mie mani costringendo la sua testa verso il basso finché non ha ingoiato ogni goccia di sperma.

"Buongiorno, ragazze," disse Lisa.

L'infermiera si alzò. "Come sono andato?" chiese, ma io ignorai la sua domanda e passai alla prima fila di ragazze. Era come guardare uno spettacolo dei migliori seni del mondo.

La ragazza alla fine della fila mi guardò nervosamente mentre le slacciavo la maglietta e le tiravo fuori le tette alla luce. Erano semplicemente perfetti, così perfetti che ho dovuto strizzarli e poi succhiarli mentre la ragazza cercava di ascoltare il discorso di apertura di Lisa.

"Come puoi vedere," disse Lisa. "Mentre sarai uno studente in questa scuola, il tuo corpo apparterrà a lui. Non lo conoscerai con nessun altro nome che Signore e mi conoscerai solo come Signora. Se seguirai tutte le istruzioni e ascolterai quello che abbiamo da dire, per alla fine della settimana avrai imparato a fare un pompino e sarai in una buona posizione per vincere i 10 miliardi di dollari".

Non potevo superare questa prima ragazza. Era semplicemente troppo perfetta con grandi occhi scuri e capelli neri raccolti in una coda di cavallo. L'infermiera non era ancora uscita dal corridoio e io ero già disperato per il mio prossimo pompino.

"Capisci?" chiese Lisa alle ragazze.

La ragazza è andata a dire "Sì, signora", con tutti gli altri, ma non ha superato "Sì", prima che il mio cazzo fosse sepolto nella sua bocca. Lei mi guardò infelice mentre afferravo la sua coda di cavallo e spingevo il mio cazzo all'interno della sua guancia sinistra, facendolo gonfiare a forma del mio cazzo.

"Il signore ha deciso di darti una dimostrazione gratuita di come gli piacciono i suoi pompini", disse Lisa. "Suggerisco a tutti voi di prestare molta attenzione."

La ragazza è diventata rossa come ogni occhio nella sala si è concentrato su di lei mentre le picchiavo incessantemente la bocca con il mio cazzo oberato di lavoro. Per quanto ci provasse, non aveva abbastanza esperienza per trattenersi dal conati di vomito mentre il mio cazzo si spostava dalla sua guancia alla parte posteriore della sua gola, i suoi grandi occhi scuri su di me per tutto il tempo.

"Ora," disse Lisa avvicinandosi. "Questa ragazza ha delle belle tette ma non riesce a farne un uso efficace. Il signore trova molto stimolante vedere dei movimenti nei seni di una donna mentre le scopa il viso. Se lei dovesse scuotere leggermente il suo corpo a tempo con le sue spinte potrebbe creare un livello di rimbalzo nei suoi seni che si aggiungerebbe al divertimento di Sir."

E Lisa iniziò a scuotere leggermente il corpo della ragazza per lei e infatti le sue tette iniziarono a rimbalzare al ritmo perfetto con le mie spinte.

Ho sentito un altro orgasmo crescere e la ragazza ha trasalito quando lo sperma è esploso dal mio cazzo nella sua bocca.

"Ingoialo!" ordinò Lisa, intuendo che la ragazza stava per sputare, e con uno sforzo enorme riuscì a ingoiare il mio sperma.

"Non male come prima volta," disse Lisa. "Anche se sono sicuro che il signore avrebbe tutte le ragioni per sentirsi offeso dal disgusto che ha dimostrato per il suo sperma. A meno che non venga rettificato, non vincerai mai i soldi."

E così è iniziata la giornata scolastica.

Devo ammettere che non ho idea di come abbia fatto Lisa. Aveva pianificato e messo in funzione l'intera scuola in una sola settimana. Avevo deciso che Lisa aveva ragione, ero un po' incazzato per lo sguardo di disgusto sul volto di quella ragazza quando ha ingoiato il mio sperma così l'ho seguita nella sua classe.

C'erano cinque lezioni al giorno, ciascuna seguita da un insegnante specializzato in porno star che avevamo accettato di pagare dieci milioni di dollari alla fine della competizione. Erano alcune delle pornostar femminili più in voga del settore, tutte abbastanza intelligenti da sapere che c'erano modi più semplici per fare soldi piuttosto che inseguirli in una gara. Insegnerebbero alle ragazze in:

Gola profonda

Deglutizione

Leccata di palle

Gioco di ruolo

Spagnoletta

Dato che le ragazze dovevano vivere sul posto per tutta la settimana, la fine della giornata non era in realtà l'ora di casa. Questo era ciò che Lisa chiamava The Open Range in cui le ragazze erano libere di muoversi nel sito ma erano lì per essere usate da me o da lei come ritenevamo opportuno. Dovevano dormire in tre dormitori di una stanza di cui avevamo le chiavi e ogni volta che ne sentivo il bisogno potevo prenderli come ritenevo opportuno.

La vera bellezza di tutto questo era che ognuno di loro poteva andarsene quando voleva. Non era uno stupro perché tutti potevano dire di no. Ma con 10 miliardi di dollari come esca non abbiamo mai perso una ragazza.

Quella prima mattina ho camminato dietro la mia nuova ragazza preferita (oltre a Lisa che amavo profondamente) e ho accarezzato i suoi morbidi seni mentre camminavamo.

Ci siamo seduti in un'aula e l'insegnante (che deve rimanere anonima per motivi legali) è entrata nella stanza con un dildo legato alla vita come un cazzo.

Era così calda e le tette della ragazza nelle mie mani così belle che ero già di nuovo duro. Mi sono seduto a una scrivania e ho diretto il bel viso della povera ragazza sul mio cazzo in crescita.

"Vedo che alcuni di noi hanno iniziato presto," sorrise l'insegnante, guardando la testa che dondolava su e giù sulle mie ginocchia. Una ragazza bionda accanto a me si mosse a disagio sulla sedia mentre le aprivo la maglietta e le tiravo fuori le tette.

La ragazza che mi succhiava il cazzo era già molto migliorata e stava muovendo rapidamente la lingua intorno al mio cazzo mentre costringevo la sua testa su e giù.

È stato senza dubbio il momento più sexy della mia vita fino a quel momento, farmi succhiare il cazzo da una bellissima mora adolescente, mentre giocavo con le tette di una bionda e, dopo una breve chiacchierata introduttiva, guardavo una delle mie pornostar preferite scopare in faccia a una ragazza di 18 anni. con un dildo gigante.

In effetti ogni ragazza aveva un dildo, quindi tutt'intorno a me le ragazze stavano imparando nuove abilità orali - tutto in preparazione per il giorno in cui avrebbero potuto succhiarmelo.

È stato il momento più perfetto della mia vita e ho gridato in lode a Lisa mentre entravo di nuovo nella bocca ballonzolante della ragazza.

Non sapevo che le cose stavano per migliorare ancora...

Storie simili

Biker Lust... L'inizio

Era una calda giornata autunnale. Stavo guidando senza meta in giro per il paese sul mio Sportster. Tutta l'estate era da tanto che giravo su queste stesse strade e mi sentivo piuttosto annoiato. Stavo cavalcando, perso dentro pensai quando mi imbattei nella piccola valle boscosa con il cimitero lungo la strada. Questo è stato un buon momento come qualsiasi altro per fermarsi a bere un sorso d'acqua. Accostandomi sul ciglio della strada parcheggiai la bici e mi stiracchiai respirando a pieni polmoni il profumo boisé che ho sempre amato. Slacciare le cinghie della bisaccia. Tirai fuori una bottiglia d'acqua e una...

1K I più visti

Likes 0

The Witcher: La scena nascosta (TV-MA)

The Witcher: La scena nascosta (TV-MA) ATTO PRIMO: INTRODUZIONE Geralt di Rivia e il suo giovane protetto, Ciri, viaggiarono attraverso il terreno accidentato, allenandosi e affinando le loro abilità mentre procedevano. La voce roca dello strigo fendeva l'aria mentre parlava con Ciri, trasmettendo la sua saggezza. Ricorda, Ciri, disse Geralt, con i suoi capelli argentati che scintillavano alla luce del sole, devi essere sempre preparata, sempre pronta a combattere e sempre ad ascoltare. Il tuo istinto ti guiderà. Ciri annuì, con la determinazione impressa sul viso. Ma proprio quando Geralt finì di parlare, un ringhio minaccioso risuonò nella foresta. I due...

762 I più visti

Likes 0

Ex compagni di gioco di Playboy Parte 9: Il vero desiderio di Tiffanie_(1)

Nota dell'autore:  Questa è la seconda storia di Tiffanie, un ex compagno di giochi di playboy immaginario. Il suo primo è interrazziale. Non devi leggerlo se non vuoi, ma basti dire che nella parte 3 di questa serie, Tiffanie ha assistito a un atto incestuoso a casa sua che ha coinvolto sua sorella maggiore Diane. A differenza di Stephanie, (che ha anche assistito a un atto simile nella parte 3) ha incasinato Tiffanie, facendola impazzire. Ha fatto del suo meglio per evitare i suoi desideri incestuosi interiori, affogandoli con lo sperma degli uomini di colore. La prima e la seconda storia di...

2.6K I più visti

Likes 0

La festa_(14)

Parte 1 Gesù, faremo di nuovo tardi, penso tra me e me mentre mi siedo sul divano in soggiorno, con la testa appoggiata su una mano. Era sabato, la notte della festa di Doonsberg e non c'era modo di uscirne. I vicini in fondo alla strada ci avevano invitato nella loro villa mesi fa. Erano state fatte le risposte, i calendari controllati e ricontrollati, le telefonate fatte. Insomma, era un affare fatto. Se mai c'era stata una serata per una festa, quella era quella. La luna piena della vigilia di fine estate guarda pigramente la comunità rurale. Una leggera nebbia si...

2.2K I più visti

Likes 2

3alcune fantasie

Incontriamo un'altra donna in un bar per un paio di drink, indossa un vestitino e si vede che non ha la biancheria intima sotto, io indosso una gonna molto corta, top scollato e calze. Dopo un paio di drink torniamo tutti nella camera d'albergo che abbiamo prenotato, fermandoci lungo la strada per prendere altri drink. Mentre versi da bere io e lei ci sistemiamo di nuovo sul letto e iniziamo a baciarci, prendendoci il nostro tempo perché sappiamo che stai guardando. Comincia a muoversi lungo il mio corpo, iniziando con il baciarmi il collo, le mie mani sulle sue tette, a...

1.5K I più visti

Likes 0

Cyber-sesso con una dea

Ehi ragazzi, questa è la mia prima storia, quindi per favore tenete per voi le recensioni negative. Ok, quindi proprio ora ho avuto una conversazione sul cybersesso e ho pensato che sarebbe stato divertente postarla. Se vi piace, ne posterò un altro ma per ora, ecco qua. *Connessione riuscita* ????: Ciao Io: M o f ????: Ciao. tu? Io: ciao m La sua età Io: la tua prima vera età, niente bugie Suo: ** Io: non mi interessa se sei giovane Me: ** Lei: taglia? Io: 8 pollici (bugia totale tra l'altro) Lei: accidenti Io: sì Io: come la tua taglia...

2K I più visti

Likes 0

LA TROIA DEL CAPO 1: LA PROPOSTA_(1)

LA TROIA DEL CAPO - PARTE I: L'INIZIO CAPITOLO 1: LA PROPOSIZIONE È successo come è sempre successo. Il mio smartphone ha emesso un bip discreto. Mi sono allontanato dal monitor del computer sulla mia scrivania, ho riattivato il telefono e ho controllato l'ID di testo. Signore. Poteva essere molto di più. Avrebbe potuto essere il signor Charles Woodburn, amministratore delegato e presidente del consiglio di amministrazione. Ecco chi era Sir. Ho aperto il testo per trovare il messaggio che ricevevo spesso da lui. Ho bisogno di te nel mio ufficio. Sorrisi mentre mi alzavo immediatamente e recuperavo la mia giacca...

1.4K I più visti

Likes 1

Sarah, cosa hai fatto con il mais?

Questo è un primo tentativo, quindi qualsiasi critica costruttiva è più che benvenuta, anche qualsiasi lode sarebbe gradita. Se qualcuno ha idee per nuove storie, sentiti libero di lasciare le tue idee. Ho alcune idee che potrebbero utilizzare gli stessi personaggi nella sua storia. Godere. Sarah e Matthew Jones vivevano in una piccola villetta a schiera da qualche parte in una piccola città nel sud dell'Inghilterra, vivevano con la loro madre Elizabeth, ma lei non c'era mai. Aveva raggiunto una posizione elevata nella sua azienda e il suo lavoro significava che viaggiava molto tempo. Questo è stato un peccato ma necessario...

1.2K I più visti

Likes 0

Naruto: schiavo per te cap. 2

Hinata si svegliò al profumo della colazione. Lentamente, aprì gli occhi e fu sorpresa di non trovarsi nella sua stanza. Poi i ricordi della scorsa notte iniziarono ad emergere nella sua mente mentre cercava il collare intorno a lei. Dopotutto non era stato un sogno. Aveva detto alla persona che amava più di chiunque altro al mondo come si sentiva. Poi notò che Naruto non era nella stanza. Un senso di vergogna la riempì mentre ricordava le sue lezioni dall'accademia. Le era stato insegnato a svegliarsi prima del suo padrone. Per preparargli un pasto per iniziare bene la giornata. Aveva dimenticato...

1.1K I più visti

Likes 0

Stefano

Ho incontrato Stephanie in un club un paio di anni fa. Stavamo entrambi sbavando per lo stesso ragazzo sexy che sapevamo di non avere davvero alcuna possibilità. Dopo che Mr. Hot Guy se n'è andato abbiamo iniziato a parlare, a spettegolare davvero, della ragazza con cui se n'era andato. Si è piuttosto ubriacata. Non so perché, ma per qualche motivo mi sarei sentito malissimo se l'avessi lasciata al club, avrebbe potuto guidare da sola a casa- l'ultima cosa che volevo era leggere di un guidatore ubriaco che colpisce un albero e uccide lei stessa nell'edizione mattutina del giornale. Invece l'ho fatta...

1K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.