Appuntato...

824Report
Appuntato...

Il mio ultimo anno abbiamo viaggiato per circa 2 ore per un ENORME torneo di wrestling nella speranza di acquisire molta esperienza e forse un trofeo. Questo era diverso dalla fine del primo periodo della mia prima partita.

Bene, abbiamo attraversato il primo senza che accadesse nulla di importante e ho toccato il fondo nel secondo periodo. Immagino che questo lo abbia reso un po' "eccitato" trovandosi in quella posizione di fronte a lui. Ho fatto un tiro e l'ho messo sulla schiena proprio al fischio. Suppongo che sia stato preso alla sprovvista e subito dopo si è reso conto di essere stato bloccato. beh, mi alzo per stringergli la mano e lui sfoggia un ENORME erezione. Imbarazzo totale per lui immaginavo visto che tutti ridevano di lui ma tutto quello a cui riuscivo a pensare era che il suo cazzo era piuttosto enorme. Quindi, dato che questo torneo è stato enorme, non ho dovuto lottare per un altro paio d'ore, quindi sono andato a trovarlo e gli ho chiesto se gli sarebbe piaciuto lasciare la palestra per un po'. Era un po' titubante e all'inizio non voleva andare, ma alla fine l'ho convinto.

Avevo uno spogliatoio separato ovviamente essendo una ragazza, quindi gli ho detto che saremmo tornati di nascosto lì solo per un po'. Suppongo che fosse una stanza della squadra per la squadra di basket femminile, perché i ragazzi avevano legato la stanza della squadra di basket maschile e lo spogliatoio normale della palestra maschile, così come lo spogliatoio normale della palestra femminile.

Ad ogni modo, siamo entrati lì attraverso il corridoio una volta che nessuno stava guardando e siamo tornati alle panchine.

Disse: "Guarda, se sei qui per prendermi in giro e scherzare su quello che è successo là fuori, allora posso andarmene ora e farla finita".

Ho guardato indietro e gli ho detto che si trattava di quello che è successo là fuori, ma sicuramente non era una brutta cosa, quindi forse dovrebbe calmarsi e venire a parlarmi. Ha accettato e penso che stesse ottenendo ciò a cui stavo accennando. Gli ho afferrato la mano e l'ho trascinato nell'area aperta dove si trovavano i portapalle e li ho spinti di lato. Sono sceso nella stessa posizione in basso in cui mi trovavo prima di bloccarlo. È subito sceso nella posizione di partenza dietro di me. Invece di aspettare di andare, ho solo spostato i miei fianchi all'indietro e proprio contro i suoi. Si dondola sui talloni e cerca di adattarsi in modo che non lo veda iniziare a diventare duro.

"Va bene, ... aspetta... come ti chiami in primo luogo?" Ho detto.

"Sam" fu tutto ciò che riuscì a mormorare mentre mi fissava.

"Questo è il motivo per cui ti ho riportato qui, Sam. L'ho notato subito sul tappeto là fuori e voglio sapere quanto diventa grande."

Cominciò a borbottare mentre allungavo la mano e strofinavo la mano su di esso attraverso la canottiera. Potrei vederlo diventare più grande immediatamente. La cosa migliore che potevo immaginare era lunga circa 8 pollici ed era perfetto perché aveva anche un aspetto paffuto e succoso. Ha raggiunto il mio punto debole e ho capito che mi stavo davvero bagnando, il che non era difficile perché indossavo una canottiera e niente mutande, quindi ovviamente si sarebbe visto. Si è strofinato una o due volte e questo è stato tutto ciò che gli è servito, immagino. Si sfila la canottiera, afferra le spalline e me le tira giù sopra le braccia e comincia a muoversi dietro di me e me la fa scivolare sulla schiena e continua a scendere sul mio sedere. Ho pensato che si sarebbe fermato lì, ma me lo stacca completamente dalla gamba destra.

Ho chiesto perché ha fatto quello a cui ha risposto: "Potresti aver bisogno di allargarli un po 'qui in un secondo".

"Sdraiati sulla schiena, allarga le gambe il più possibile e afferra le caviglie!"

Stava davvero andando avanti, quindi l'ho fatto molto volentieri e lì ho mostrato tutto per lui su quel pavimento dello spogliatoio. Mi ha strofinato la figa e ha giocato con il mio clitoride per un minuto prima di tuffarsi in faccia. Fatto molto sciatto, ma comunque soddisfacente. Si è fermato e ha iniziato ad accarezzarsi il cazzo guardandomi. Immagino che l'istinto abbia preso il sopravvento perché sicuramente non era così aggressivo quando è entrato qui per la prima volta. Mi sono alzato in ginocchio con la mia figa gocciolante e ho afferrato il suo cazzo. Mentre lo accarezzavo, è uscito un piccolo rivolo di pre-cum ed è stato allora che sono andato avanti e l'ho preso in bocca. Non volevo farlo venire così in fretta, quindi sono andato molto piano sul suo cazzo. Mi sono persino fermato in cima per far roteare la lingua intorno alla testa e dargli un piccolo bacio.

"Basta, ora torna in prima posizione" ha detto.

"Ma..." dissi.

"Fallo e basta!"

Quindi eccomi di nuovo sulla schiena, afferrandomi le caviglie, con le gambe spalancate. Entra e mette il suo cazzo proprio all'ingresso del mio culo. Mi solleva un po' il culo e strofina i succhi bagnati del mio inguine nel mio buco del culo e ci mette dentro un dito e poi due dita. scorrere liberamente. Mi scopa molto lentamente nel culo e ovviamente si sta divertendo dal modo in cui gemeva per diversi minuti mentre pompava lentamente. Dio solo sa cosa deve aver pensato di me, stavo cercando di contenere il mio volume, ma non so quanto bene stesse funzionando.

Si tira fuori e si mette a cavalcioni sulla mia faccia e dice: "Succhia questi", mentre mi fa cadere il sacco di noci sulla bocca. Sono andato avanti e l'ho preso in bocca. All'inizio non riuscivo a metterci dentro entrambe le noci, quindi ha forzato l'altra con il dito. Sono stato bene per un minuto e poi il modo in cui si muoveva non riuscivo a respirare. Quindi li sputo. Apparentemente gli è piaciuto quello che era successo ed è andato in giro per la mia figa. Strofina il cazzo lungo la fessura e spinge un po', non abbastanza per entrare, ma quanto basta per stuzzicare. A questo punto sono così fottutamente eccitato che dovevo averlo. Così ho appena afferrato il suo cazzo, l'ho messo proprio dove doveva essere e ho urlato: "ORA!"

Mi ha sbattuto dentro con forza e poi mi ha scopato dolcemente mentre mi infilava le dita nel culo. Più e più volte quel cazzo mi stava avvicinando sempre di più all'orgasmo.

"Mettiti in ginocchio e prendila come la puttanella che sei.. PREGA PER ME DI ANDARE FACILE."

A quel punto non sapevo cosa dire, quindi mi sono alzato in ginocchio, ho inarcato la schiena e mi sono preparato.

"Per favore sii calmo! Non devi farmi del male!" Ho detto.

"Continua a supplicarlo, puttanella magrolina! Ora ti possiedo! Fai quello che ti dico quando ti dico!"

Ha spinto il suo cazzo dentro di me più forte che poteva e il dolore era fuori dal mondo.

"Ho detto di continuare a chiedere l'elemosina!"

Ho cominciato a piangere e ho detto: "Per favore, non essere così rude! Perché non puoi essere gentile come eri all'inizio?"

Poi urla: "Perché sei la mia puttana! L'unica cosa per cui sei bravo è riempirti i buchi, non è vero?"

Continua a fottermi sempre più forte, sbattendoci dentro il cazzo e spingendo indietro i miei fianchi più forte ogni volta.

"RISPONDIMI, puttanella mia!"

Faceva così male e mi sentivo così bene allo stesso tempo. Stavo ancora piangendo e alla fine ho escogitato un "sì".

"Ora ammetti che sei stato fortunato che ti ho lasciato vincere", ha detto.

"Sono stato fortunato che mi hai lasciato vincere! Sono stato fortunato che mi hai lasciato vincere!" Ho urlato.

Ha tirato fuori e la mia figa era quasi cruda. Mi ha spinto su un fianco e io sono semplicemente crollato e sono rimasto sdraiato a piangere mentre lui si accarezzava il cazzo guardandomi.

"Tutto quello che volevo fare era permetterti di inchiodarmi in un modo un po' migliore," dissi. "Non dovevi farmi del male!"

"Oh, ti inchioderò proprio ora!"

Mi gira sulla schiena e si infila tra le mie gambe e inizia a fottermi nella posizione del missionario.

"OH! OH! MMMMM! È così fottutamente bello! Continua a scoparmi Sam! Ancora, ancora, ancora!"

Eccolo lì, un orgasmo attraverso un dolore così intenso da farmi piangere.

Il martellamento continuò mentre Sam iniziò a gemere e grugnire. Mi ha tenuto le spalle a terra, mi ha spinto fin dove poteva arrivare il suo cazzo ed è esploso. Era caldo, una sensazione di caldo bruciante, nel profondo della mia fica che quasi pulsava. Strofinava e strofinava, sempre più veloce e arrivò un altro orgasmo, intenso come il primo. Mi teneva ancora la spalla abbassata con l'altra mano.

"Credo di essere bloccato ora," piagnucolai.

È stato il primo ragazzo che mi sia mai stato detto di pulirgli il cazzo. Così mi sono sdraiato, le gambe spalancate, lui praticamente seduto sul mio petto con un cazzo di 8 pollici in faccia, leccandolo pulito.

Mi ha ringraziato per la rivincita e se n'è andato. Non l'ho più visto da allora. Alla fine mi sono alzato in piedi, mi sono vestito e sono tornato MOLTO LENTAMENTE verso le gradinate. Ho detto all'allenatore che non potevo più lottare quel torneo e sono andato all'autobus con la mia coperta e la mia borsa e mi sono sdraiato sul sedile. Potevo sentire dove i vestiti che indossavo erano umidi, ma fino a quel momento non mi ero reso conto che le mutandine ei pantaloni della tuta che avevo rimesso erano pieni di sperma. Non ero entrato nella doccia da dove sarebbe uscito, mi sono messo i vestiti addosso, quindi ho guidato per 2 ore su un autobus per tornare a casa con un paio di mutandine che avevano tutto lo sperma di Sam dentro.

Storie simili

Stefano

Ho incontrato Stephanie in un club un paio di anni fa. Stavamo entrambi sbavando per lo stesso ragazzo sexy che sapevamo di non avere davvero alcuna possibilità. Dopo che Mr. Hot Guy se n'è andato abbiamo iniziato a parlare, a spettegolare davvero, della ragazza con cui se n'era andato. Si è piuttosto ubriacata. Non so perché, ma per qualche motivo mi sarei sentito malissimo se l'avessi lasciata al club, avrebbe potuto guidare da sola a casa- l'ultima cosa che volevo era leggere di un guidatore ubriaco che colpisce un albero e uccide lei stessa nell'edizione mattutina del giornale. Invece l'ho fatta...

879 I più visti

Likes 0

Un ragazzo e il suo...? 37 Sheeka

Jake stava ancora tenendo Akeesha ciascuno dei suoi Jinn riuniti attorno a entrambi. Nella stanza non si udiva altro che il suono di grandi pianti e singhiozzi. Ci fu un'altra enorme ondata di energia quando apparvero sia Nyrae che Inger. Inger volò verso Akeesha, le lacrime cominciarono a scendere dai suoi occhi. Perché? Perché sta morendo? Se muore, Padron Jake, ti prometto che ti farò soffrire! Inger stava ringhiando a Jake. Morirò presto in un modo o nell'altro Inger. Il legame che ho con i miei Jinn mi ucciderà quando lei morirà. Ho paura che ucciderà anche loro. Vorrei solo che...

649 I più visti

Likes 0

Un'avventura sensuale dei sensi (Parte 1)

Un'avventura sensuale dei sensi Stava camminando per strada mentre andava al lavoro quando la vidi per la prima volta. Era l'epitome della bellezza e aveva l'aspetto della ragazza della porta accanto. Ero così incantato da lei che la fissai mentre entrava in questo piccolo bar all'angolo della strada. Ho aspettato fuori per vedere se sarebbe tornata fuori ma non l'ha fatto, quindi ho continuato per la mia strada. La volta successiva che l'ho vista stava andando nello stesso bar, quindi ho pensato che fosse lì che lavorava. Mi ci è voluto un po' prima di andare a prendere un caffè, ma...

625 I più visti

Likes 0

Il Dio e la ragazza

Avevo il respiro pesante, le gambe stanche. Stanco per tutta quella corsa. Da quanto tempo correvo? Venti minuti? Un'ora? I miei passi cadevano veloci producendo uno scricchiolio sulle foglie e sui legni sotto i miei piedi. Non ero sicuro di dove fossi a questo punto. Quei boschi non mi erano familiari e le forti grida dei miei aggressori si facevano più vicine. Non lasciatela scappare! Ho sentito un grido in lontananza. In cosa mi ero cacciato questa volta? Tutto quello che volevo era rubare un paio di cose dal tempio dei Blood Clan in modo da poter avere del cibo per...

365 I più visti

Likes 0

...

395 I più visti

Likes 0

L'autista(#4)......Tina e quei pazzi clienti

L'autista…. Tina e quei pazzi clienti Scritto da: PABLO DIABLO Diritto d'autore 2018 CAPITOLO 1 Quando io e Tina lasciammo l'ufficio mano nella mano, sorrisi. Sapevo di essere in una posizione molto più forte prendendomi cura del signor e della signora Jaxson. Erano persone meravigliose. A questo punto, stavo ricapitolando, nella mia testa, cosa mi è successo da quando sono entrato a far parte della Happy, Happee Limo Company: • Ho fatto sesso con Sasha, il mio capo, Tina, la sua assistente, Paula, una collega nella sala telefonica, e Jill, la migliore autista dell'azienda. • Ho ricevuto una mancia di $...

956 I più visti

Likes 0

Venditore ambulante e cameriera del motel.

Sono un venditore ambulante e sono stato in viaggio lontano da mia moglie e tre figli adolescenti per una settimana senza molto successo. L’economia fa sì che molti dei miei clienti facciano marcia indietro negli acquisti su cui normalmente posso contare. Di solito trascorrevo circa una settimana in viaggio e il resto del mese in ufficio a fissare appuntamenti e gestire le vendite. Quel giorno pensavo di aver fatto una vendita di $ 50.000 a un'azienda con cui lavoravo da sei anni. All'ultimo minuto mi hanno detto che non avrebbero effettuato l'ordine. Ero schiacciato e arrabbiato, arrabbiato con l'azienda, arrabbiato con...

732 I più visti

Likes 0

Joanne ha un disperato bisogno di gallo nero

Joanne era felicemente sposata con Mike da molti anni e aveva due figli sui vent'anni. La loro vita sessuale era sempre stata molto soddisfacente ma ultimamente la sua mente fantasticava più del solito. Si dava regolarmente piacere, la maggior parte delle volte usava un dildo nero ed era proprio questo che le occupava la mente di recente. Una mattina si era svegliata particolarmente arrapata e dato che Mike doveva andare al lavoro, una scopata era fuori discussione. Mentre faceva la doccia amava la sensazione di far scivolare un dito umido dentro di sé. Dovrebbe darsi piacere adesso o più tardi? Per...

768 I più visti

Likes 0

Volare alto_(0)

Gli altoparlanti nella sala partenze gracchiarono seguiti dal consueto “Ping pong” e una voce automatizzata annunciò che il volo per Sydney era ormai in fase di imbarco. “Ci siamo” pensò Rosa. Si chinò, infilò l'iPad nel borsone e chiuse la cerniera. Poi si alzò e si unì alla coda al gate d'imbarco. Si ritrovò in piedi dietro un uomo alto con spalle larghe e fianchi sottili. Non poté fare a meno di abbassare lo sguardo e fu ricompensata dalla vista di pantaloni attillati che incorniciavano le natiche tornite. Lei continuò a guardare mentre la coda avanzava strascicando i piedi e lui...

598 I più visti

Likes 0

La mia fidanzata e la guardia del corpo nera - Parti 04 - 05

Parte 4 Ok, questo aggiornamento è piuttosto lungo e non entrerà in azione fino al prossimo aggiornamento. Venerdì torno al lavoro in studio presto, preparandomi per la sessione e ripercorrendo gli eventi della settimana nella mia testa. Avevo scoperto che la mia fidanzata aveva mandato messaggi alla guardia del corpo nera alta 6'6 pollici che aveva incontrato mentre veniva a trovarmi al lavoro. La mia fidanzata è naturalmente socievole e civettuola, quindi questa non è stata quasi una sorpresa. Ciò che mi preoccupava era che i suoi messaggi venivano sempre cancellati quando controllavo il suo telefono il giorno dopo. La volta...

417 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.