Mia suocera

441Report
Mia suocera

Ok, è ora di mettere giù questa storia e condividere qualcosa che mi è successo parecchi anni fa. Anche se è passato tanto tempo, me lo ricordo come se fosse ieri.

Ero stato via al lavoro per 3 settimane e stavo arrivando alla fine di un viaggio di 16 ore verso casa. Avevo chiamato la mia compagna Cathy circa 5 ore fa e le avevo detto che sarei dovuto tornare a casa intorno a mezzanotte. Lei ha risposto: “A quel punto dormirò bene, non svegliarmi quando torni a casa. Guida sicuro ti amo"

Sono arrivato a casa poco dopo mezzanotte e ho parcheggiato il mio furgone nel cortile sul retro. Vivendo in un blocco d'angolo avevo un cancello laterale nel cortile sul retro e con il veicolo ben chiuso sono entrato in casa attraverso la porta della lavanderia. Mi sono fermato in cucina e ho preso un veloce bicchiere di oj prima di andare a letto. Mi sono spogliato e sono scivolato nel letto accanto a Cathy dandole un bacio sulla guancia. Era sdraiata su un fianco con la schiena rivolta a me perfetta per il cucchiaio. Sdraiata lì con la mia signora tra le mie braccia e sentendo la sua pelle morbida e liscia contro la mia e dopo essere stata lontana da casa per 3 settimane il sangue ha cominciato a scorrere. Potevo sentire il mio cazzo iniziare a muoversi e prima da solo il mio cazzo duro stava premendo il corpo caldo e liscio che giaceva accanto a me. Non preoccupandomi delle formalità, ho spinto indietro le coperte per esporre la sua estremità posteriore, spostandomi in posizione inginocchiata, ho messo solo un po' della mia saliva sulla punta del mio cazzo e ho lavorato con l'estremità a campana del mio cazzo nella sua calda figa bagnata. Quasi istintivamente Cathy si portò le ginocchia al petto ampio per permettermi di picchiarla da dietro. Ho avuto 3 settimane di tensione sessuale, quindi tutto è finito in un breve periodo di tempo con me che le venivo dentro, mi sono sdraiato per addormentarmi con Cathy che borbottava un "mmmmmm bentornato a casa" ed entrambi ci siamo addormentati .

Mi sono svegliato la mattina dopo a letto da solo, ho guardato l'orologio e ho visto che erano le 8:30 e ho pensato che Cathy fosse partita per accompagnare i bambini a scuola mentre andava al lavoro. Mi sono sdraiato lì e ho dato al mio legno mattutino un paio di colpi lenti e ho sorriso a me stesso mentre ripensavo al sesso veloce che avevo fatto prima di andare a dormire. Decisi che mi sarei alzato e avrei messo su il bollitore per fare una tazza. Visto che Cathy se n'era andata con i bambini, non mi preoccupai di vestirmi. Eccomi qui che esco in cucina nudo come il giorno in cui sono nato sfoggiando un legno mattutino piuttosto impressionante sentendomi libero come un uccello. Ho acceso il bollitore e sono rimasto lì a fare il buon vecchio tratto mattutino. Devo aver emesso un piccolo gemito mentre mi stiracchiavo, sentii un rantolo, mi guardai intorno e vidi la madre di Cathy, Jenn, in piedi nella stanza degli ospiti. Era china di fronte a me mentre si infilava le mutande. Lì si stava tirando su le mutandine e altrimenti nuda, lì mi stavo allungando verso il soffitto con le mie braccia e il mio cazzo.

Girai l'angolo fuori dalla sua vista e sentii la porta della camera da letto chiudersi sbattendo. L'ho preso come spunto per andare a vestirmi. Mi sono precipitato nella mia camera da letto pensando "oh cazzo, questo renderà la vita un po' imbarazzante per un po'", poi l'immagine del corpo nudo di Jenn mi è venuta in mente. Inculami se mia suocera non ha un corpo sexy. Voglio dire, non è sicuramente una donna poco attraente. Ma non avrei mai pensato che stesse scuotendo un corpo così bene a 58 anni. Jenn è alta circa 5 piedi e 5 ha i capelli color sabbia, ha lineamenti attraenti ma con segni di aver trascorso un bel po 'di tempo al sole. Non male, intendiamoci. A guardarlo vestito puoi vedere che ha una figura ragionevolmente in forma. Seni larghi, fianchi sinuosi e vita snella. Vederla nuda……. Le sue tette erano uno spettacolo da vedere. (In seguito ho scoperto che erano 12e) grandi tette rotonde e sode con solo il minimo accenno di abbassamento, giù su uno stomaco quasi piatto con carne appena sufficiente per non avere un corpo duro. I suoi fianchi….. “oh mio dio” come si suol dire, i bei fianchi rotondi si adattavano perfettamente alla sua forma. Ma l'unica cosa che mi ha lasciato senza fiato di più è stata la sua vag. Liscio come la seta e solo uno spacco perfetto. In piedi nella mia stanza ho potuto vedere precum iniziare a fare e apparire sulla punta del mio cazzo solo a pensarci. Ho indossato velocemente un paio di pantaloncini e una maglietta e sono tornato in cucina.

Ho chiamato Jenn per chiederle se voleva un caffè con la voce più calma che potessi trovare e lei ha risposto con un "sì, purché tu abbia dei vestiti addosso" con una specie di voce felice. Jenn e io sono sempre andato d'accordo ma non si è mai veramente affezionata a me in quanto tale.Mi ha sempre parlato in un modo che mi ha fatto sentire come se non fossi abbastanza bravo per sua figlia, ma Cathy ha scelto di stare con me, quindi acconsentirà. cattivo ragazzo, lavoro sodo, offro a Cathy e ai suoi 2 figli un buon stile di vita, una bella casa, belle macchine e soprattutto la tratto quasi come una regina.

Jenn esce con una gonna blu navy con una camicia bianca e una giacca blu. Sembrava molto professionale. Jenn si toglie la giacca e la mette sullo schienale di una sedia al tavolo da pranzo e mentre la guardo mi rendo conto che la sto guardando in un modo completamente diverso ora. Seguo la linea se la sua gonna si alza e sopra il sedere, prendendo tutto dentro e penso tra me e me che ha un bel sedere rotondo. Come ho fatto a non accorgermene prima. Jenn poi si siede al bancone della colazione e prende il suo caffè in mano e non dice molto, quindi mi sono preso la briga di dire "hey um guarda, mi dispiace per quella Jenn. Non mi ero reso conto che qualcun altro fosse qui. Pensavo che con Cathy e i bambini se ne fossero andati la casa fosse tutta mia, quindi non mi sono preoccupata dei vestiti "Jenn aveva un debole accenno di sorriso sul viso mentre rispondeva" è quello che pensavo anch'io. Non ti ho sentito tornare a casa ieri sera". Mi alleno dopo essermi trasferito in campagna qualche mese fa guidando ogni giorno in città per lavoro Jenn si sentiva sempre più affaticata ogni settimana così Cathy ha offerto a sua madre l'uso della nostra stanza libera durante la settimana Jenn aggiunge "Spero non sia un problema". Dato che lavoro fuori la maggior parte del tempo, ho pensato che non fosse una cattiva idea dato che è più compagnia per Cathy mentre sono via.

L'atmosfera nella stanza iniziò a migliorare mentre chiacchieravamo e i miei occhi cominciarono a vagare. Riuscivo a distinguere il reggiseno di pizzo bianco che cercava di contenere i seni di Jenn e la sua maglietta mi permetteva di vedere solo un accenno della sua scollatura. Stavo cercando di essere discreto mentre avevo il mio subdolo piccolo pervertito. Notando le piccole lentiggini che adornavano la sua scollatura e il modo in cui le sue tette si muovevano un po' mentre parlava, ho iniziato a eccitarmi un po' ancora una volta. Sono sicuro che mi ha sorpreso a guardare in una o più occasioni, ma stavo facendo del mio meglio per essere discreto. Ho offerto a Jenn un secondo caffè che ha accettato e sono abbastanza sicuro di averla vista guardare il rigonfiamento davanti ai miei pantaloncini mentre prendevo il latte dal frigo. Abbiamo chiacchierato ancora un po' mentre prendevamo il caffè, poi Jenn è andata al lavoro.

La mia giornata è stata piuttosto tranquilla e mi sono limitato a disimballare il mio furgone e fare alcuni lavori in casa. La sera Cathy e i bambini sono tornati a casa e lei mi ha informato che sua madre stava con noi e come era successo. Jenn è arrivata a casa poco prima di cena e ci siamo seduti tutti a chiacchierare e metterci in pari. Non è stato detto nulla sulla mattinata, quindi ho lasciato perdere. Cathy e io siamo andati a letto verso le 22:00 con Jenn che diceva che avrebbe letto per un po'. Sdraiati nel letto accanto a Cathy abbiamo chiacchierato un po' accarezzandoci dolcemente. Le nostre labbra si sono incontrate e la lingua di Cathy si è fatta strada nella mia bocca. Le mie mani risalirono lungo il corpo di Cathy e le presi il seno destro nella mia mano. Come sembra funzionare in famiglia, Cathy ha anche un bel paio di tette. Ha un paio di seni 12dd che sono di un bel colore bianco crema con dei bei capezzoli rosso scuro con un'areola di circa 2 pollici di diametro. Il suo stomaco non è del tutto piatto ma vicino ad esso. Ha una carnagione cremosa con una pelle liscia e morbida. Le sue gambe sono lunghe e molto formose e portano a un bel sedere rotondo. Non così fermo come una volta, ma non mi lamento.

Rompo il nostro bacio e mi avvicino al suo collo baciandolo e mordicchiandolo dolcemente mentre vado. Cathy guida lentamente la mia testa verso il basso finché la mia bocca non è sul suo seno destro. Prendo il suo capezzolo in bocca mentre la mia lingua fa un piccolo cerchio attorno al suo capezzolo. Le prendo il capezzolo sinistro tra il pollice e per dito tirandolo delicatamente e torcendolo. Sento il petto di Cathy alzarsi e abbassarsi mentre il suo respiro si fa più pesante e lo prendo come spunto per continuare a sud lungo il suo corpo. Le bacio la pancia mentre vado, poi arrivo alla familiare striscia di capelli che mi guida verso la sua figa. Mentre le bacio la striscia di capelli, lei mi afferra la testa e me la spinge giù. Sta diventando impaziente. Trovo il suo clitoride con la mia lingua e inizio a fare dei piccoli cerchi attorno ad esso, Cathy risponde spingendo i suoi fianchi contro il mio viso. Posso assaggiare i suoi succhi e sentirli iniziare a fluire mentre il suo corpo inizia a irrigidirsi. Comincia a gemere forte mentre si copre il viso con un cuscino per attutire il rumore. Dopo qualche secondo il suo corpo si rilassa e lei ridacchia un tranquillo "whoops mamma è qui". mia signora. Lentamente scopiamo nella posizione del missionario mentre ci baciamo dolcemente. I suoi fianchi iniziano a piegarsi. "Aspetta, prendimi da dietro prima che venga di nuovo" dice Cathy tra respiri pesanti. Rotoliamo in posizione Cathy sulle mani e sulle ginocchia con lei gambe divaricate in modo che possa giocare con la sua clitoride.Entro da dietro le prendo i fianchi e comincio a spingere.Mentre la colpisco da dietro mi inumidisco il pollice con un po' di saliva e lo spingo delicatamente nel suo culetto stretto.Lei comincia a buck e gemere un po 'più forte. Seppellisce la faccia nel materasso mentre sta per venire cercando di attutire il suono del suo orgasmo imminente. Il piccolo diavolo dentro di me prende la mia mano libera gliela fa scivolare sulla schiena e afferra un pugno pieno di Mentre inizia a ululare all'inizio del suo orgasmo, le tiro i capelli quanto basta per sollevarle la faccia dal materasso. Mentre la sua figa si stringe sul mio cazzo, sento il mio orgasmo ribollire con due belle spinte dure che scarico nella figa tremante di Cathy. Poco tempo dopo stiamo cucchiando mentre ci addormentiamo.

Mi sveglio la mattina con Cathy che mi bacia sulla fronte, è vestita e ha i bambini pronti per la scuola e sta uscendo dalla porta. Ci auguriamo una buona giornata ei ragazzi gridano “ci vediamo Mark” io rispondo con “buona giornata ragazzi. Ci vediamo stasera"

Mi alzo dal letto e salto sotto la doccia, il mio cazzo è puntato verso di me come per dire "buon lavoro ieri sera amico". Considero l'idea di masturbarmi sotto la doccia, ma decido di lasciar perdere, togliermi l'asciugamano e indossare un paio di pantaloncini. Fuori in cucina Il bollitore è acceso e grido "Ti piace un caffè Jenn" Ricevo una risposta soffocata dal bagno di riserva. Quindi preparo le tazze. La porta del bagno si apre ed esce mia suocera avvolta in un asciugamano con un altro legato intorno ai suoi capelli. Camminando verso la sua stanza si sta aggiustando l'asciugamano sulla testa mentre le chiedo "era un sì per il caffè" si ferma a metà del passo per dire "sì, per favore", con le mani occupate sulla testa l'asciugamano attorno al suo corpo cadde dritto sul pavimento.

Il mio cervello è impazzito "si si alleluia si si" mi sono detto. Non le ho staccato gli occhi di dosso. Facendo appello a tutto il mio coraggio ho detto "quindi siamo nudisti qui adesso"?

Afferrando freneticamente il suo asciugamano, Jenn risponde "no, non lo siamo" con voce severa. "Hai dei vestiti addosso" mentre inizia a coprirsi con il suo asciugamano.

"Fanculo" pensai mentre afferravo i miei pantaloncini e li mandavo a terra. "È molto più rilassante così" dissi con un sorriso.

Il mio cuore batteva all'impazzata aspettando che lei rispondesse con tono focoso. Ma tutto ciò che è arrivato è stato un "attenzione a non versare l'acqua bollente. Esco tra un secondo"

"Santa merda" ho pensato. Jenn potrebbe davvero essere d'accordo con questo. E un secondo dopo se ne va con solo i due asciugamani che aveva sul braccio.

Appendendo gli asciugamani umidi sopra la sedia mi dice "In realtà sono stato seduto qui nudo a godermi la colazione da quando sono qui. E ben dopo ieri e poi di nuovo stamattina mi hai beccato nudo immagino di non aver davvero niente da nascondere. E ieri con te nudo e tutto il resto e la tua sfacciata caduta dei pantaloncini ho pensato perché no.

"Ieri è stato uno shock, non sapevo che fossi qui, ma stamattina quando hai lasciato cadere l'asciugamano ho pensato perché no" dissi strizzando l'occhio.

"Non ho lasciato cadere l'asciugamano, è caduto" è tornata con

Mentre preparavo i caffè mi sono offerto di fare dei toast a Jenn e lei ha accettato con un sorriso. Chi avrebbe mai pensato che stare nuda vicino a mia suocera avrebbe ammorbidito il tono con cui mi parlava. Mentre preparavo i drink e cucinavo il toast, sentivo che mi guardava.

Mentre le porgevo il caffè, Jenn mi guardò con un sorriso sornione e chiese "quella cosa va mai giù" guardando dritto verso il mio cazzo rivolto verso l'alto. " ieri puntava verso il soffitto e ora di nuovo "

Mi ero completamente dimenticato del mio cazzo ed ero troppo impegnato a cercare di giocare alla grande mentre osservavo la vista di fronte a me. Con le guance calde ho risposto "ehm, mi dispiace. Sai, mattina, essere vicino a una donna nuda e tutto il resto. Scenderò presto"

Jenn sembrava quasi un po 'triste e ha detto "non essere dispiaciuto. È bello da vedere. Non ne vedevo uno così difficile da molto tempo. È entrata per dirmi che lei e suo marito Ned non sono stati nudi l'uno accanto all'altro negli ultimi dieci anni. Aveva guadagnato molto peso dopo un incidente e non l'ha mai perso. Non che lei lo trovasse poco attraente, era la sua mancanza di energia e aveva qualche problema a esibirsi quando si trattava di questo. E a causa del suo russare dormivano in stanze separate.

Non sapendo se complimentarmi con Jenn per le sue doti, diedi un'occhiata casuale al suo corpo mentre sorseggiava il suo caffè. "vedi qualcosa che ti piace del vecchio corpo" chiese con occhio interrogativo.

Arrossendo un po' "cosa c'è che non va" ho risposto "hai una figura sbalorditiva. E a dire il vero ci vorrà un po' prima che vada giù" guardando il mio cazzo

Con un sorriso genuino e un tocco di rosso sulle guance “Sono contenta. Mi piace guardarlo.

Continuammo a fare colazione ea non scambiarci sguardi sornioni. Con le sue tette appena sopra il bancone della colazione non riuscivo a vedere bene il resto del suo corpo. Morivo dalla voglia di vedere di più. Potevo sentire la mia rigidità lasciare lentamente il mio cazzo e pensavo di poter quasi vedere un tocco di delusione sul viso di Jenn. Ho preso un po' di coraggio e ho detto "Ho notato che ieri eri completamente calvo laggiù" annuendo sotto il piano di lavoro "perdonami se te lo chiedo ma se tu e Ned non lo siete..." Feci una pausa.

Jenn ha fatto scivolare leggermente indietro la sedia e con le gambe leggermente divaricate, si è passata la mano sul tumulo pubico, mi ha guardato e ha detto: “Non è per Ned. Non gli piace molto calvo. Ma quando invecchiamo e i capelli iniziano a diventare grigi, non mi piace molto vedere i grigi laggiù.

Guardando Jenn passare le mani sul suo liscio tumulo pubico, il mio cazzo torna alla massima attenzione. Mentre la sua mano scivola avanti e indietro, le sue labbra si aprono quel tanto che basta per farmi vedere i suoi succhi luccicanti. Ovviamente si sta godendo l'intera scena o forse solo il suo tocco. Trovo la mia mano sul mio cazzo e mi sta accarezzando guardando mia suocera che mi mostra la sua figa pelata. Lei mi guarda e chiede "ti piace" poi abbassa lo sguardo per vedermi accarezzare il mio cazzo pulsante e increspato.

balbetto "questo è il micio dall'aspetto più gustoso su cui penso di aver mai avuto il privilegio di posare gli occhi"

Non credo che mi abbia ascoltato mentre i suoi occhi erano fissi sulla mia mano che scorreva avanti e indietro lungo la mia asta. Allo stesso tempo il suo dito medio si fece strada nella sua piccola fessura perfetta. È stata di gran lunga la cosa più eccitante che abbia mai visto. Potevo sentire una piccola quantità di precum iniziare a piangere dall'occhio del mio cazzo e ho visto gli occhi di Jenn iniziare a brillare. Non vengono pronunciate parole mentre ci guardiamo mentre iniziano a masturbarsi più velocemente e più forte. Jenn alza la mano sinistra e inizia a giocare con il seno sinistro, massaggiando delicatamente la spremitura del capezzolo. I suoi occhi sono fissi sulla mia mano che ora è quasi sfocata mentre scivola avanti e indietro. Come anche il dito medio di Jenn. Un basso gemito inizia a provenire da mia suocera mentre inizia a muovere i fianchi avanti e indietro. Si morde il labbro mentre il suo dito medio gira sul suo clitoride.

Sono inebriato dalla vista di fronte a me, questa splendida donna di 58 anni che si strofina freneticamente davanti a me. Comincio a sentire quella sensazione familiare mentre le mie palle iniziano a stringersi. Sono sicuro che anche Jenn lo percepisce mentre il suo cazzo diventa più intenso. I suoi fianchi tremano, il labbro inferiore trema, la sua figa e la sua mano sono ricoperte dai suoi stessi succhi. I suoi gemiti diventano più forti ma per tutto il tempo è concentrata sul mio cazzo. Non sono sicuro di poter durare molto più a lungo quando sento "sborra per me". Voglio vederlo". E questo è tutto. La prima corda ha attraversato quasi completamente il bancone della colazione atterrando proprio di fronte a Jenn. In quel preciso momento ho sentito Jenn ululare di piacere, il suo dito era sfocato mentre la lavorava clitoride, i suoi fianchi stavano sgroppando selvaggiamente mentre mi guardava con gli occhi spalancati sparare corda dopo corda del mio seme sopra il bancone della colazione.

Quando il mio orgasmo ha iniziato a diminuire, ho dovuto afferrare la panca per mantenere l'equilibrio. Ho guardato oltre e Jenn era seduta ansimando pesantemente a fissare il carico di sperma che era stato sparato sopra il bancone della colazione. Stava tremando con solo le più piccole gocce di sudore sulla fronte. Pochi istanti dopo ci siamo guardati.

"cazzo che è stato intenso" era tutto quello che potevo dire.

Jenn mi ha guardato e ha risposto “ehm sì, potresti dirlo. Sembra che le cose siano un po' sfuggite di mano"

Ho potuto resistere "no, penso che essere nelle mani fosse il problema" con un sorriso timido.

"Forse dovremmo ripulirci un po'" si offrì Jenn.

"Dovremmo fare una doccia" ho chiesto

“Non credo sia una buona idea Mark, le cose sono andate un po' troppo lontano così com'è” fu la risposta che mi rimise al mio posto. “Posso per favore avere un altro caffè mentre mi preparo per il lavoro?” fece per alzarsi.

Mi sono mosso per accendere il bollitore mentre lei si alzava, mentre mi volto per dare un'altra occhiata alla forma nuda che sta per andarsene, ho visto Jenn raccogliere un carico del mio sperma dalla panca e leccarsi il dito per pulirlo. Alzò lo sguardo vedendomi guardare, il suo viso passò da scioccato a un occhiolino sfacciato in un secondo. Ho guardato dove era seduta e ho notato una piccola macchia bagnata sulla sua sedia. Jenn è apparsa 2 minuti dopo vestita più o meno come il giorno prima proprio mentre stavo per pulire il disordine che avevo lasciato sul bancone. Mi prese il panno e iniziò ad asciugarlo, non prima di averci immerso di nuovo il dito.

«È un gran casino quello che hai fatto, considerando quello che hai combinato con Cathy ieri sera.» Disse con un sorriso.

“Che ne sai di ieri sera?” ribattei

"Non molto, ma sembrava che tu avessi reso felice mia figlia prima di andare a dormire", ha osservato Jenn.

Abbiamo finito il nostro caffè con qualche occhiata maliziosa l'una verso l'altra, poi Jenn si è alzata dicendo "è ora che io vada al lavoro". Si è avvicinata a me e mi ha dato il primo abbraccio uniforme condiviso tra noi due. premette forte contro di me. Con un rapido bacio sulla guancia uscì dalla porta dicendo "Ci vediamo domenica sera. Buon fine settimana" e poi se ne andò.

Il fine settimana è stato piuttosto tranquillo e consisteva nel solito giro di corsa e lavori in casa. Domenica pomeriggio Cathy ha chiesto "cosa dovremmo fare per cena"

“Non sono sicuro, se usciamo tua mamma verrà con noi” risposi

"Nessuna mamma non sarà qui fino a domani, va dritta al lavoro il lunedì e poi viene qui di notte", ha detto Cathy

"Ha detto di vederci domenica mentre usciva dalla porta venerdì" risposi

Cathy sembrava un po' perplessa, si strinse nelle spalle e continuò a gingillarsi per casa. Ho deciso di andare in garage per un po' e fare un po' di lavoro sulla mia macchina. Un paio di birre e qualche ora dopo Cathy chiama la cena sarà pronta in mezz'ora. Raccolgo il mio attrezzo e poi entro a farmi una doccia. Mentre passo in cucina vedo che Jenn sta aiutando Cathy con la cena. Cathy indossa un paio di pantaloncini di cotone e una maglietta senza maniche. Posso vedere che non ha il reggiseno dal modo in cui le sue tette ondeggiano mentre si muove. Non è niente di insolito dato che normalmente lo scarta quando è a casa. Jenn indossa quasi gli stessi pantaloncini ma indossa anche una canottiera ampia senza reggiseno. Mi prendo un secondo per ammirare entrambe le donne in piedi e le spoglio mentalmente. Entrambe sono donne di bell'aspetto e Jenn è praticamente una versione leggermente più vecchia di Cath. L'unica differenza è che le tette di Jenn sono un po' più grandi e un po' più vivaci.

Vado a fare la doccia, quando ho finito, ceno con il resto della famiglia. Guardiamo la tv tutti insieme e ne approfitto per dare un'occhiata alle tette di Jenn mentre guarda la tv. Decidiamo tutti che è ora di andare a letto, mentre io e Cathy ci accoccoliamo e faccio la mia mossa per fare un po' l'amore. Mi informa che ha le mestruazioni quindi è fuori questione. Sono sdraiato lì con una semi-erezione e mi sento arrapato dopo aver visto le tette di Jenn e sembra che me ne vada senza sollievo. Avrei potuto invece chiedere a Cathy un pompino, ma quella era una delle cose che non avrebbe fatto. Nei 5 anni in cui siamo stati insieme ho ricevuto solo un totale di quattro pompini. Sono andato a dormire cazzo semi duro nella mia mano.

Lunedì mattina mi sveglio con Jenn che grida "il caffè è pronto dormiglione"

Scendo dal letto, mi infilo un paio di pantaloncini e vado in cucina. Jenn è in cucina a versare il latte nei caffè, indossa la stessa canottiera di ieri sera ma indossa un paio di pantaloncini di seta. Osservo lo spettacolo davanti a me. Anche se il suo vestito mostra le curve del suo corpo e sembra dannatamente bello, sono ancora un po' delusa dal fatto che abbia scelto di indossare dei vestiti.

"Ti sei vestita stamattina" ho chiesto "Speravo che te ne saresti andata di nuovo senza"

Mi ha sorriso dicendo "Ci ho pensato, ma poi di nuovo penso che le cose siano andate un po' troppo oltre venerdì mattina. Devi averlo fatto anche tu altrimenti non ti saresti messo i pantaloncini".

"Posso aggiustarlo" dissi "considerali spariti"

"Aspetta un secondo" disse Jenn alzando la mano. "Vuoi un brindisi" chiese cercando di cambiare argomento.

“si grazie” risposi cercando di nascondere il mio disappunto

Mentre Jenn si chinava per prendere il tostapane dalla credenza, io sedevo lì fissando il suo bel sedere rotondo coperto di seta. I suoi pantaloncini si sollevarono un po' per rivelare un accenno delle sue labbra lisce tra le sue gambe. In quasi un istante il mio cazzo prese vita formando una tenda davanti ai miei pantaloncini. Jenn si gira con il tostapane in mano e mi vede subito in piedi lì con il caffè in mano con il cazzo che si sforza di liberarsi dai pantaloncini. Lei guarda un po' più a lungo di uno sguardo poi mette il tostapane sulla panca.

"Cosa diavolo ti è preso?" chiede con voce severa ma uno sguardo addolcito sul viso

“Beh, è ​​stato quando ti sei chinato poco fa, e anche quello che indossi non aiuta molto” fu tutto ciò che riuscii a dire.

“Accidenti” dice Jenn “quella cosa sembra essere sempre puntata, o non ci vuole molto per farla puntare. Hai bisogno di regolarlo o qualcosa del genere, non sembra molto comodo "

Infilo la mano nei miei pantaloncini e sposto la testa del mio cazzo verso l'alto in modo che la punta punti verso la mia pancia senza premere contro i miei pantaloncini. Il risultato è che la testa sporge chiaramente sopra la fascia in vita e in bella vista. Sembra che Jenn stia cercando di non guardarlo mentre fa il brindisi, ma i suoi occhi continuano a tornare sulla parte superiore dei miei pantaloncini. Mi siedo sullo sgabello in fondo al bancone e con la fascia in vita che mi stringe il cazzo al corpo La testa comincia a ficcarmi la pancia.

Jenn guarda e fa una piccola risatina e afferma l'ovvio “ti sta colpendo la pancia, sembra ancora più a disagio di prima. Per l'amor di Dio, toglili già"

Mi alzo e mi tolgo i pantaloncini. Il mio cazzo si libera e punta felicemente dritto verso Jenn. I suoi occhi sembrano quasi paralizzati mentre fissano una delle migliori erezioni della mia vita, poi quasi si riprende con un piccolo scuotimento della testa.

"hey um Jenn, sono qui il più nudo possibile" ho iniziato

“Non sono cieca” interviene prima che finisca

“Sentirsi un po' tagliati fuori” finii. "Non ti unisci a me"

“Non credo sia una buona idea dopo quello che è successo venerdì” è stata la breve risposta

Jenn mi porge il mio toast e si avvicina a me mangiando il suo. Mi guarda, poi il mio cazzo, poi di nuovo me e dice semplicemente “è ancora in piedi. Non è minimamente diminuito”.

"No, non ce l'ha" osservai "ed è duro come un mattone" mentre prendo la mano destra e cerco di piegarla per mostrare quanto sia davvero dura.

"Smettila" Mia suocera quasi urla "ti farai qualche danno" mentre mi prende la mano per cercare di fermarmi.

La sua mano è sulla mia, non posso resistere e faccio scivolare velocemente la mia mano da sotto la sua, poi usando la mia mano libera guido la sua sul mio cazzo. Lei cerca di allontanarsi ma io la tengo lì e dico "abbastanza difficile non è vero"

Dopo tre o quattro bracciate Jenn allontana la mano e dice “sì, sì, è molto difficile. E come osi metterci la mano sopra in quel modo"

"Mi dispiace, pensavo fosse quello che stavi cercando, stavo solo cercando di aiutare" è stato tutto ciò che sono riuscito a pensare

"Hahaha" Jenn rise. “Pensi davvero che ti allungherei e ti afferrerei in quel modo. Voglio dire andiamo davvero"

"beh, sembra che ti piaccia guardarlo, mi hai anche detto di togliermi i pantaloncini, e per di più l'hai preso" dissi interpretando il meglio che potevo la vittima confusa.

"Beh, non lo ero" era tutto ciò che le era rimasto "ora mangia il tuo toast"

Mangiamo in silenzio. Jenn stava praticamente fissando la panchina con una specie di espressione per metà pensierosa e per metà sognante sul viso. Io, d'altra parte, stavo facendo scorrere gli occhi su e giù per il suo corpo osservando ogni piccolo dettaglio, fino all'ampia quantità di tette laterali che potevo vedere attraverso il braccio della sua canottiera. Mentre Jenn era concentrata sul pensare a qualunque cosa stesse pensando, mi sono dato un paio di battute furbe solo per mantenere le cose intatte. Adoro il modo in cui gli occhi di Jenn sembrano brillare quando guarda il mio cazzo.

Per rompere il silenzio ho chiesto "stiamo bene"

Con un sorriso caloroso ha detto "sì, certo che siamo bravi"

“Bene, in tal caso, cosa ne pensi. Ti è piaciuto?" chiesi con un gran sorriso, sperando che se la mia domanda l'avesse fatta pensare avrebbe pensato che stavo solo prendendo alla leggera la situazione.

La sua testa si voltò verso di me con un'espressione concisa, poi vedendo il mio sorriso stupido ammorbidirsi. Un sorriso sfacciato comparve sul suo viso e disse "questo è il cazzo più duro che ho avuto tra le mani da anni, è stato molto bello e se sei fortunato potrei anche farlo di nuovo"

Deve essere stato detto per il valore dello shock perché sono sicuro che le mie espressioni facciali erano di assoluta sorpresa, e con il suo sorriso come se avesse avuto la reazione che voleva, sono tornato con "ah, credo che parliate tutti, ma se quindi scegli di sentirti libero di andare avanti"

Sembrò pensarci per un secondo, poi sono sicuro che si morse il labbro inferiore mentre allungava la mano e prendeva il mio cazzo duro tra le mani. La sua mano era incredibilmente morbida, gentile e la sua presa era perfetta mentre iniziava ad accarezzarla lentamente. Entrambi guardammo la sua mano scivolare su e giù lungo la mia asta come se fossimo ipnotizzati. Dopo circa un minuto circa mi ha guardato con un sorriso e ha alzato le sopracciglia e ha detto "Tutti parlano ehi" mentre mi lasciava andare. Ha agitato una mano davanti al viso come per farsi aria e ha detto "uff si sta facendo caldo qui dentro"

Ho suggerito "Forse è tutto quel vestito che indossi"

A cui sono tornato "non hai finito il tuo caffè"

"Penso che sarebbe la cosa più bella nella stanza adesso" da parte mia

"Sii un tesoro e metti su il bollitore allora, devo solo andare in bagno", ha chiesto Jenn

Mi giro, accendo il bollitore e risciacquo le tazze sentendomi un po' strappato via. Qui stavo pensando che avrei fatto un lavoro manuale in piena regola da mia suocera, poi lei se ne va. Sento lo sciacquone mentre verso il latte nelle tazze fumanti e mentre mi giro vedo Jenn che rientra nella stanza. È tornata tenendo la mano tesa accanto a sé completamente nuda con un semplice "happy now"

"Cazzo sì" sbotto "Non so cosa sia meglio la sensazione della tua mano o la vista davanti a me"

Come risposta ottengo un piccolo rossore. Jenn si avvicina e mi prende la sua tazza dandomi una leggera stretta al cazzo con la mano libera. Si volta per avvicinarsi al bancone e io riesco a strofinarle velocemente la guancia destra verso l'alto mentre si allontana.

Lei si gira e dice "Pensi di avere libero sfogo per andare in giro a toccarmi adesso"

"Non ho potuto resistere" sorridendole "in più non era neanche lontanamente quello che stavi facendo tu"

"Non è un gioco da ragazzi" mi è stato detto in un certo senso.

La guardo dritto negli occhi, prendo il cazzo in mano e comincio ad alimentarlo. I suoi occhi vanno dritti ad esso. Lei si avvicina, il suo seno nudo tocca il mio braccio. La sua mano scivola giù e spinge via la mia dal mio cazzo. Comincia ad accarezzare lentamente. La mia mano destra trova la sua pancia e scivola fino a toccare il seno sinistro di Jenn.

“Cosa pensi di fare?” chiede a bassa voce

rispondo facendo scorrere la mano sul suo seno. Il suo capezzolo è duro e sporge dritto in fuori, lo prendo tra il pollice e l'indice dandogli un leggero strattone. Le massaggio il seno per un po' prima di diventare più audace e far scorrere la mano lungo la sua pancia. Nel momento in cui il mio dito tocca il suo tumulo, rilascia il mio cazzo, mi afferra il polso e dice di no, non dovremmo farlo. Continuo a fare piccoli movimenti di sfregamento sul suo tumulo liscio e spingo leggermente verso il basso. Dopo qualche secondo le mie dita trovano la fessura di Jenn e una piccola spinta più in basso, Jenn sente il mio dito toccare la sua clitoride per la prima volta. Mi tiene ancora per il polso e sembra che tenga la mia mano sulla sua figa molto bagnata. La sua testa torna indietro mentre geme piano. Guardo per vedere il suo grande petto che inizia a sollevarsi mentre faccio dei piccoli cerchi sul suo clitoride con il mio dito medio. Mi chino e le prendo in bocca il capezzolo destro. La sua mano libera mi afferra la testa e la tiene sul suo petto mentre delicatamente lecco, succhio e mordo i suoi capezzoli passando dall'uno all'altro. Il suo corpo comincia a sentirsi un po' tremante e le sue gambe cominciano a cedere. La sto quasi tenendo su e decido di sollevarla sulla panca.

Jenn chiede "cosa stai facendo, non posso più raggiungerti"

"Rilassati" dissi mentre iniziavo a piegarmi in avanti.

Aprendole le gambe, metto la mano sul suo basso ventre e faccio scivolare il pollice nella sua piccola fessura ordinata. Trovo la protuberanza che sto cercando e faccio dei piccoli cerchi con il pollice. Jenn riposa con le mani sulla panca, inclina la testa all'indietro emettendo un piccolo gemito. Mi chino in avanti e sostituisco il pollice con la lingua.

La figa di Jenn è bagnata fradicia e il sapore è incredibile, lei inizia a gemere più forte mentre le sue cosce iniziano a chiudersi intorno alla mia testa. I suoi fianchi iniziano a sgroppare e io sono caduto uno di lei afferrandomi la parte posteriore della testa. She lets out one god oh mighty moan and I feel her juices begin to saturate my face. After a second or two her body goes limp. Her hand gently pushes my face away and almost whispers “ fuck I have never had an orgasm so quick before"

“ look at you face” Jenn says as she opens her eyes and grinning like a loon. “Swap places with me" she instructs as she gently slides off the bench.

She wobbles a bit as her legs take her weight and I reach out to steady her. “ Go on get up" she says.

I climb up on the bench sitting with my legs dangling over the side. She walks up to me, takes my cock in her hand. Stoking it she looks my in the eye and with a shrug leans forward and runs her tongue over the head of my cock. Her tongue circles the head a few times. The warmth of her tongue is amazing. And quick as a flash she takes my whole length into her mouth. I feel her throat throbbing around the head of my cock. I hear her start to gag a little, then her head comes back up. Jenn sucks my cock like I've never been sucked before. She cups my balls jerks my cock with her hand and take whole length time and time again. This woman is an expert cock sucked I surmise. I let her know that I'm not far off cumming and she seems to double her efforts. This is too much for me and I begin to unload into her mouth. I hear her gag a little as shoot what feels like the biggest load I have ever shot.

Jenn continues to keep my cock in her mouth after I have come cleaning up every drop of my jizz. As I begin to soften in her mouth she draws her head back letting my cock fall with an audible plop. I look down at my mother in laws face and see she has a small dribble of cum running down her chin. “you missed a bit" as I motion to her chin. She licks her lips then her finger wipes the small dibble of her chin then she sucks her finger clean.

“You look like you need a cup of coffee, and I will make you something to eat" Jenn says as I sit on the bench with my head still spinning. I watch Jenn move around the kitchen as she makes breakfast, I see the slick lines left over from her orgasm still shining on the inside of her leg. My head stops spinning as I slide of the bench and head to the bathroom. Once finished taking care of business I head back to the kitchen to find Jenn bending over looking in the dishwasher, her smooth lips peeking out from between her thighs. Fuck me I haven't seen anything so hot in a long time, I feel the familiar feeling of blood beginning to flow back to my cock once again. Jenn turns as she hears me enter and tell me to take a seat. Her eyes drift down to my crotch. “Again" she say questioningly “You are hard again. I think I need to have some actual food in my stomach to get me through the day. Now have your breakfast"

As I sit and eat Jenn eats while cleans up the kitchen in between bites of her toast. Under the counter I give my cock slow gentle strokes as I watch Jenn move around. We share a bit of small talk trying to act as if nothing had happened between us, all the while I'm thinking I want to bury my cock in that smooth sweet pussy. Jenn finishes her breakfast and announces that she is going for a shower and walks off across the lounge room towards the bathroom. Once the water is running I head to the bathroom to join Jenn. I walk in and a greeted with a “And what do you think you are doing? You and that hard dick of yours can go away, I need to go to work today.”

“I will wash you back for you" I reply as I step into the shower.

Jenn turns her back to me and hands me the body wash. I wash her back then gently massage her shoulders then my soapy hands slide over and start to massage her tits, as I reach forward my hard cock nestles neatly in her soapy ass crack. He hand comes around and starts to stoke me. Jenn tilts her head back and says “Can you make it quick, I'm already late for work"

With bit of a shocked reaction a say a quick “Sure" as I push her to a bent over position . She guides my stiff cock to entrance of her pussy and I slowly push. I savor the feeling as all of my 8 and a half inches slowly slide into the warmth of my mother in laws pussy. Its warm wet and surprisingly a snug fit. I begin to thrust. Jenn tells me to go steady for a bit. I'm looking down at Jenn’s back as I watch myself disappearing inside her, I see her little asshole winking at me so I rub a little soap on my thumb then gently press it against her ass. Jenn starts to thrust back against me and I take it as my cue to pump harder and my free hand grabs her hip and I begin pound away on my mother in law adding more and more pressure to my thumb. In no time my thumb is buried in her ass as I pound her from behind. I look up and see she has one hand against the wall and the other look to be between her legs. She starts a deep moan from somewhere deep inside her and feel her pussy tighten around my cock, and my thumb feels like its about to get crushed as Jenn has her second orgasm for the morning. I remove my thumb grab hold as I feel the pressure in my ball begin to rise and then I feel the old familiar feeling. I'm pumping away as I start to cum shot after shot as I unload into Jenn’s pussy I start to wonder if I'm going to stop cumming. I don’t think I've ever cum that hard or that much before. My knees begin to buckle a little as the waves of my orgasm hit, l lean back a little and my cock slips from inside Jenn. We have a quick wash then get out of the shower.

Jenn heads off to her room to get dressed while I make myself a coffee, Jenn declined as she was already late for work. Once dressed she walks out comes up and gives me a kiss square on the lips the says “Thank you stud, I haven't felt this good in years" then she left for work. Later that day my boss called saying he needed me in the yard for the rest of the week, much to my dismay that meant early starts and late finishes. No more naked coffees with Jenn and no chance of a repeat of our shower together.

I work the next week in the yard as well, its hot as hell all week and I'm totally buggered. Friday afternoon I knock off early so that Cathy and I can take the kids to the airport. They are flying to Sydney to spend the school holidays with their father. Cathy and I get home around 6 with a pizza, movie and a few drinks and turn the aircon on. Fuck its blowing hot air, looks like its packed it in. I head out to the shed and grab an old fan as Cathy opens every window in the house. Sitting on the lounge feeling hot Cathy stands and strips all he clothes off and says" we are alone, the kids aren't here so why not". I agree and stand up and do the same. Cathy gets up and takes our clothes to our bedroom then come back to the lounge. Being in front of the fan naked sure helps cool us down. Half way through the movie I hear the front door open and I hear Jenn call out “hello". Cathy is in the kitchen making drink and comes walking into the lounge at the same time as her mother and tries to cover herself and spills the drinks. Jenn looks around and notices we are naked and starts to apologize, while I tell her that the aircon broke and its hot.

Cathy looks at me and says" Your not even going to cover yourself"

To which I reply “ Nar you've both seen it all before, I got nothing to hide, plus its to hot to be covered"

“What do you mean we both seen it all before. When has mum ever seen you naked" Cathy asks in a confused manor

I go on to tell Cathy about the first morning I got home and add how embarrassed we both were and not saying anymore about our mornings together. Having had a few drink under her belt Cathy finds the story hilarious and asks why I hadn't said anything before. I told her I didn't think it was worth mentioning. I look over a Jenn and ask if she would prefer us to put our clothes on and she answered with “ its your house, I cant really ask you too can I. I don’t want to intrude on you night so I might head home"

Its unusual for her to come to our house on a Friday night and after asking what brings her here we find out her husband Ned was leaving early in the morning to go on a fishing trip with some mates, so she thought she might call in a see what we had planned as she didn’t feel like being in the country by herself. I told Jenn she wasn’t intruding and she was welcome to stay, we have pizza and a movie. Cathy says to her mother” Put your things in your room and I will pour you a wine" while looking at me “ and we will just put some clothes on'

From Jenn's room we hear “ don’t worry about clothes, Mark is right its to hot. That is as long as you don’t mind if I join you.”

Cathy looks at me as if to ask my thought as I casually shrug as if to say I don’t care. She calls out to her mum “ Um I guess why not.” While heading to make some more drinks.

Jenn walks in and takes a seat on the lounge and asks again that she is not interrupting out night, then her and I make a bit of small talk about our day. Cathy returns with our drinks and we start the movie again for Jenn. After a while I get up to make another round of drinks and when I return I can feel both women looking. I hand out the drinks take a seat and watch the movie. Then its Jenn’s turn to make drinks Cathy leans over and whispered with a little giggle “ Mum keeps looking at your cock, it like she cant take her eyes off it"

I get a cheeky grin and whisper in her ear “Give it a few stroke and see if you can get it hard before she comes back in.” Cathy being a little tipsy by now thinks it pretty funny and grabs my cock and begins to stroke it. A couple of strokes later and its standing to full attention ready to be seen. Cathy leans in a whispers “ You know that’s probably the first hard cock mum has seen in a decade” and goes on to tell me about her parents sleeping arrangements, pretty much the same as Jenn had told me a couple of weeks ago. Jenn walks in and hands us our drinks and as she hands me mine her eyes seem to grow larger as they wander down to my stiff cock she seems to pause for a second then heads back to the kitchen for her drink.

“You see her eyes, they nearly popped out of her head” Cathy giggles.

Jenn comes in and takes her seat and after a few minutes Cathy asks “Can we swap seats hon, I'd like to lay down with my head on the arm rest if you don’t mind"

I stand up to let Cathy move over and as she move says “ careful you will take someones eye out with that" with a giggle. “ Mum watch out you could loose an eye" . Jenn put her and up a to mockingly protect herself as I turn and her hand is in just the right spot for my cock to fall tight into it. She gently pushes it away while feigning a little gasp. “Oh my god mum, you right are you? See a penis and you have to grab it" Cathy says while in a fit of laughter.

Jenn clearly embarrassed stammers “ no no I didn't mean to. I was an accident” blushing as she speaks. I take my seat and feel a little back handed slap on the side of my leg from Jenn. Cathy puts her feet on my lap and we continue watching movie. From the corner of my eye I see Jenn who in seated beside me taking more than a few glances at my crotch. I feel my erection slowly starting to fade as I slide my hand out of Jenn’s sight, underneath Cathy's legs and with a finger pointing upward I I follow the gap between her legs until I find what im looking for. To my surprise her pussy is nearly dripping wet. I slowly push it inside her and she closes her legs hard on my hand as to tell me, no way. Then Cathy trying to be cheeky attempts to stroke my fading erection with her feet. “ what are you doing" I ask Cathy

“ You were starting to fade so I thought I'd help you out a bit" she replies

“ I don’t think it will work with your feet" I tell her. “ Anyway what makes you think I need help"

“ You were going soft and I want to see you hard. I'm sure mum likes too” Cathy blurts out sounding more tipsy than before.

Jenn takes this opportunity to get up and offer another round of drinks telling Cathy she should think about some water instead. I watch Jenn walk into the kitchen admiring her body as she walks. Cathy wants to know what I'm looking at and I tell her I'm just checking out the scenery with a grin. She leans up to me and whispers “if you had the chance would you fuck my mum?

A little taken back by her question I reply “ sure why not” thinking if only she knew I already have.

Jenn comes back in with the round of drink and hand them out. Standing in front of me, I eye her from head to toe and having her pussy at eye level I stop and stare at her smooth mound. Cathy from beside me says out loud “ see something you like hon" with a giggle.

“ Yes I do” I tell her “ your mum is stunning and look at her smooth pus"

Jenn takes her seat and says “just watch the movie you two"

We settle back and watch the movie and Cathy attempts again to rub my cock with her feet. Jenn looks over and says" for gods sake, get you feet off him you are going to do some damage. Why don’t you use your hands already"

“ I cant reach and I can't move I'm comfortable” Cathy states

Then to my surprise or more shock Jenn pushes Cathy's feet away and takes my cock in her hand and begins to stroke. Cathy is silent and slack jawed watching her mother stoking my cock as it grows in her hand. It takes only a few seconds and my cock its hard enough to break bricks and Jenn continues to stroke while watching the movie. Cathy has her hand over her mouth in shock so I take the opportunity to once again slide my hand up the inside of her legs. This time she spreads slightly and I find her opening. It is soaking wet. I slipped two fingers straight in, my thumb up to her clit and began to rub. It only takes a minute and Cathy is starting to buck her hips lightly try not to let her mother know what's going on. My hand is soaking wet as I hear Cathy muffling her moan as she cums in my hand. Jenn hasn't skipped a beat and is stroking away on my cock. Cathy regains her composure and says “ you look like you're enjoying yourself there mum".

“Not as much as you by the looks of it" Jenn replies with a sly grin.

Cathy seems to be trying to melt into the lounge from embarrassment.

“And are you enjoying yourself Mark" Jenn asks.

“How could anyone not enjoy themselves like this. I'm sitting with 2 naked women, one has just had an orgasm in my hand while the other is giving me an amazing hand job.” rispondo

“Well then everyone seems to be enjoying themselves them" Jenn says.

“So you are enjoying yourself too Mum" Cathy asks

“Well as I said, not as much as you but its ok" Jenn says

Cathy starts to get up and says “ I will make us all another drink.”

Cathy heads to the kitchen to make the drinks and Jenn looks at me for the first time since she has taken my cock in her hand. She smiles then leans forward and takes my cock into her mouth. I almost cum then and there. She only has it in her mouth for a couple of strokes then sits back up and her hand takes her mouths place. Feeling a little game I slide my hand up over her thigh, across her smooth mound until my middle finger finds it goal, I begin to rub Jenn's clit. She spreads her legs a little to allow my hand more room to move. She leans back and lets me pleasure her with my hand. Her hips are rolling slowly back and forth as if she is riding my hand. Softly moaning she rocks a little quicker and bits her bottom lip. Right as Jenn begins to cum Cathy walks back into the room with our drinks, she has a look of absolute shock on her face when she sees her mother start her orgasm with my hand between her legs. Jenn lets out a massive moan as the blissful feeling takes over her body. My hand is once again soaked.

Cathy speaks “ what the…. I mean I turn my back for a second and you're playing with my mums vag. What's next? You going to fuck her? I can't believe you just made my mum cum"

“ Oh shit sorry hun I didn't think you would mind. After all you didn't seem to mind her play with my cock while I played with you. And I thought it was only fair to return the favor" I replied a little worried Cathy was about to loose her mind.

She seems to think for a bit then smiles saying “ You are right, I guess I was just a little shocked. I mean who can ever say they watched their mother have an orgasm" and to Jenn who is slowly catching her breath “ and it looks like you didn't mind either mum"

Jenn looking a little embarrassed says “I think things may have gotten a little carried away. Im sorry dear”

“Meh it fine mum, don't worry about it” Cathy says “ to be honest I was half expecting Mark to be the one cumming with you playing with him"

“ Oh yes that right, poor Mark is still sitting here pointing that" Jenn nodding towards my erection.

With the drinks on the table Cathy reaches over and give me a kiss while stroking my cock a couple of times. She sits down and says “ well mum are you going to finish what you started or do I have to"

Jenn looks at my cock then Cathy and says “ oh as much as I was enjoying the feel of it I don't want to cause any problems. You go ahead dear. He is your man after all"

Cathy looks at her mum and says “ there will be no problems, and if it was anyone else I would not be happy, but you look like you're enjoying mum, go ahead"

Jenn reaches out and takes my cock in her hand and starts stroking. The feeling is amazing and sitting between my partner and her mother all three of us naked is one of the hottest things I have ever witnessed. I do all I can to stop myself from cumming and after about 10 minutes or so Jenn complains her wrist is getting sore. Cathy looks at me and asks" what's wrong hun, stage fright or you need something else?”

I try my luck with “ depends on what else is on offer, do I get to put my cock into someone?”

Cathy raises one eyebrow and says" someone? You didn't say get to put your cock in me, you said someone. Am I lead to believe that you are suggesting having sex with my mum"

“you or your mum I don't really care, you mums hand is getting sore and you suggested something else. I just went with it" I replied

Jenn was sitting there not knowing what to say then Cathy spoke “ tell me are you saying that you would have sex with my mum if she agreed” I nodded yes “ mum, would you"

Jenn looks at her feet and says “ I'm not sure"

I look at Cathy with raised eyebrow as if to ask “ well?” Cathy just shrugs with a smile as if to say why not then. I almost jump to my feet with excitement.

“Fuck it. Stand up Jenn and come here" I say trying to sound assertive. Jenn looks stunned and slowly stands. I take her in my hand and guide her to the arm of the lounge and push her to a bent over position.

She reaches for the arm of the lounge with her hands while her round ass is right in front of me. “ What here" She asks as if she expected to go off to a bedroom.

I say nothing as I take my hard cock and touch it to her opening. Her pussy is still slick with her own juices and I have no trouble sliding in. She take my entire length in one go with a gasp and groan all in one. Cathy sitting on the lounge with one leg up looks surprised and turned on at the same time. I begin to thrust long slow thrust making sure the inward thrust is done hard. Jenn moans with each thrust and I feel her move as her hand heads towards her clit. In the light from the tv I see Cathy has move and is starting to rub her own clit. I grab Jenn’s hips tighter and start to thrust faster and harder, Jenn's moaning is getting louder and louder, Cathy's hand is almost a blur as she starts her moans of pleasure.

With a loud “ oh fuck I'm cumming" I feel Jenn’s pussy clamp down on my cock.

The extra pressure on my cock sets my over the edge and I feel my balls begin to boil. With a loud moan Cathy tell us “ I'm cumming too” and at the same time I let out a groan from somewhere within as I unload inside my mother in law. I keep thrusting until I'm sure I have given Jenn every drop of my seed.

Storie simili

Naruto: schiavo per te cap. 2

Hinata si svegliò al profumo della colazione. Lentamente, aprì gli occhi e fu sorpresa di non trovarsi nella sua stanza. Poi i ricordi della scorsa notte iniziarono ad emergere nella sua mente mentre cercava il collare intorno a lei. Dopotutto non era stato un sogno. Aveva detto alla persona che amava più di chiunque altro al mondo come si sentiva. Poi notò che Naruto non era nella stanza. Un senso di vergogna la riempì mentre ricordava le sue lezioni dall'accademia. Le era stato insegnato a svegliarsi prima del suo padrone. Per preparargli un pasto per iniziare bene la giornata. Aveva dimenticato...

462 I più visti

Likes 0

3alcune fantasie

Incontriamo un'altra donna in un bar per un paio di drink, indossa un vestitino e si vede che non ha la biancheria intima sotto, io indosso una gonna molto corta, top scollato e calze. Dopo un paio di drink torniamo tutti nella camera d'albergo che abbiamo prenotato, fermandoci lungo la strada per prendere altri drink. Mentre versi da bere io e lei ci sistemiamo di nuovo sul letto e iniziamo a baciarci, prendendoci il nostro tempo perché sappiamo che stai guardando. Comincia a muoversi lungo il mio corpo, iniziando con il baciarmi il collo, le mie mani sulle sue tette, a...

839 I più visti

Likes 0

Ragazze di softball parte 2

Il sabato successivo si era svegliato presto per andare al lavoro e aveva una pausa pranzo di 2 ore (aveva beccato la sua cagna sposata di un capo a fare sesso con il box boy), e quando arrivò a casa sua c'erano due macchine il suo vialetto. Erano Laura e Jessi; erano qui per la loro abbronzatura quotidiana, perché si abbronzassero sempre a casa mia non ne sono sicuro, deve essere il facile accesso che le persone hanno alla piscina. Mark rimase a guardare attraverso la finestra della cucina quei due abbronzati, accanto alla sua sexy sorella. No, è sbagliato, si...

746 I più visti

Likes 0

Voler essere una donna capitolo 4

Quando la polizia ha sfondato la porta della cabina del porno, sono naturalmente saltato in piedi. Ma avevo ancora la gonna alzata intorno alla vita. L'unico poliziotto ha detto: Questa puttana è un tipo. Mentre mi spingevano contro il muro, ho detto: Cosa ho fatto di male? Sei stato arrestato per prostituzione. “Ma io non sono una prostituta..” Sì, è per questo che hai due banconote da dieci dollari attaccate al tuo culo. Mi hanno schiaffeggiato le manette e hanno iniziato a trascinarmi fuori dal negozio di pornografia senza nemmeno tirarmi giù la gonna così uno dieci ha mostrato e il...

668 I più visti

Likes 0

LISSA C. Capitolo 2, Buon compleanno David

LISSA C. Capitolo 2, Buon compleanno David La giornata era andata meglio di quanto mi aspettassi. Tornando a casa, con Lissa al volante, mi ha dato l'opportunità di guardarla bene mentre guidava. Non c'era niente di questa ragazza che non mi piacesse. I suoi bei capelli biondi, che vorticavano in continuazione mentre il vento soffiava sul parabrezza, apportavano un certo grado di freschezza all'intera situazione. Rideva e ridacchiava alle mie stupide battute mentre chiacchieravamo, facendomi sentire sempre più a mio agio intorno a lei. Ma poi c'erano quei suoi seni dall'aspetto delizioso che si alzavano fermamente dal suo petto. Ho cercato...

550 I più visti

Likes 0

Aprile - Parte II

Grazie a tutti per i bei commenti e le valutazioni generalmente positive. Mi scuso per il fatto che la parte 2 abbia richiesto così tanto tempo, ma volevo assicurarmi che fosse il migliore possibile prima di pubblicarla. Spero che questa parte vi piaccia e cercate una parte 3 nelle prossime settimane. Per favore continua a valutare e commentare, e se non ti piacciono gli elementi del mio racconto, per favore fammi sapere nei commenti come pensi che potrei migliorare. Rob e April giacevano nel letto di April, persi nei loro pensieri post-coito. Si erano assicurati l'un l'altro che questa sarebbe stata...

616 I più visti

Likes 0

Aiden 5

America per il weekend di 5 giorni. Guardo Aiden attraversare la nostra stanza. Grace è sdraiata sul letto a guardare le Olimpiadi. David gioca con il suo telefono. Jett salta sul letto. Colin si sdraia accanto a Grace, abbracciandola. I miei occhi cadono su Aiden che mi guarda. Lo fisso di rimando. Si spazzola i capelli di lato e guarda dall'altra parte. Mi siedo con le coperte addosso. Digito sul mio computer. I miei occhi sbirciano di nuovo oltre il bordo. Questa volta Aiden è sdraiato sul pavimento e mi mostra i suoi addominali. Faccio finta di non accorgermene. Sa che...

603 I più visti

Likes 0

Biker Lust... L'inizio

Era una calda giornata autunnale. Stavo guidando senza meta in giro per il paese sul mio Sportster. Tutta l'estate era da tanto che giravo su queste stesse strade e mi sentivo piuttosto annoiato. Stavo cavalcando, perso dentro pensai quando mi imbattei nella piccola valle boscosa con il cimitero lungo la strada. Questo è stato un buon momento come qualsiasi altro per fermarsi a bere un sorso d'acqua. Accostandomi sul ciglio della strada parcheggiai la bici e mi stiracchiai respirando a pieni polmoni il profumo boisé che ho sempre amato. Slacciare le cinghie della bisaccia. Tirai fuori una bottiglia d'acqua e una...

413 I più visti

Likes 0

Capitolo 4

Capitolo 4 Erano sicuri che un giorno si sarebbero sposati e Jeff ha sempre trattato Julie in modo speciale, lei significava molto per lui. Stava ricordando una volta in particolare che fece loro sapere che un giorno si sarebbero sposati. Erano al teatro all'aperto con l'auto dei suoi genitori, uno di quei tipi di famiglia che conosci il tipo spazioso. Bene, comunque, si erano seduti sul sedile posteriore per avere più spazio e comodità e si erano rannicchiati l'un l'altro. Jeff le teneva un braccio intorno alla spalla. Inoltre, la stava baciando sulla guancia. Questo li ha fatti iniziare perché si...

2.1K I più visti

Likes 0

I 120 giorni di sodoma - 12 - parte 1, L'UNDICESIMO GIORNO

L'UNDICESIMO GIORNO Non si alzarono fino a tardi quel giorno e, rinunciando a tutte le solite cerimonie, andarono direttamente a tavola una volta alzati dai loro letti. Il caffè, servito da Giton, Hyacinthe, Augustine e Fanny, era in gran parte tranquillo, anche se Durcet non poteva fare a meno di alcune scoregge di Agostino, e il Duca infilò il suo coraggioso strumento tra le labbra di Fanny. Ora, poiché dal desiderio a ciò che il desiderio provoca non è che un solo passo con personaggi come i nostri eroi, andarono incrollabilmente verso la soddisfazione di se stessi; fortunatamente Agostino era preparato...

2K I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.