Prendendola - Parte 2

531Report
Prendendola - Parte 2

Prendendola - Parte 2 - Colazione

Ti svegli con l'acqua fredda che ti soffia addosso. Ti sta lavando via. "Dio, puzzi come una puttana seccata. " Ti tira fuori i dildo dalla figa e dal culo, poi infila il tubo a tutto volume in uno e poi nell'altro. Quando ha finito ti mette delle manette ai polsi e alle caviglie, tagliandoti fuori dalla gabbia. Ti incatena le mani dietro la schiena e un colletto e un guinzaglio intorno al collo. "È ora di fare un po' di esercizio, puttana inutile." Ti conduce di sopra e fuori dalla porta sul retro. Il suo cortile è enorme e completamente circondato da alberi. C'è un sentiero intorno al cortile e alcune panchine, che sembrano basse staccionate e un ceppo nel mezzo. Ti conduce sul sentiero e urla "JOG!" L'improvviso ti fa sussultare e inizi a correre. Il suo raccolto ti colpisce il culo. "Prendi quei piedi e muoviti!" Ti colpisce di nuovo, e ancora finché non stai correndo in stretta approssimazione al galoppo di un cavallo. Continua così per 2 ore ogni volta che rallenti, ti colpisce di nuovo con il raccolto. Il tuo culo è in fiamme e le tue gambe sono consumate, alla fine dice basta e cadi a terra piangendo. "Per favore, smettila, io... non voglio più farlo." dici tra le lacrime. Sembra preoccupato mentre si accovaccia accanto a te. "È più di quanto ti aspettavi? È andato oltre i tuoi limiti?" annuisci vigorosamente. Ti afferra per il mento e ti costringe a guardarlo. Ogni sguardo preoccupato è sparito. "Peccato. Hai fatto un patto puttana del cazzo e ne farai l'altezza. Che tu lo voglia o no. " Cominci a tremare. Puoi sentire te stesso bagnarti di nuovo.

Lui tira il guinzaglio, "Alza il culo, troia." Cerchi di alzarti mentre lui continua a tirarti il ​​guinzaglio. Ogni volta che fai qualche passo lui tira di nuovo e tu cadi di nuovo. Ti trascina così dentro. In cucina ordina: "Con la faccia a terra. A meno che non ti venga detto diversamente, è così che ti vuoi. Capisci?" Attraverso le lacrime e l'eccitazione borbotti, "sì" Il raccolto ti scende attraverso la schiena e urli. "Mi dispiace di non averti sentito. " Urli, "SI! LO LO LO VORREI!" Il raccolto scende sulla tua schiena lasciando un'altra linea rossa. "Sì cosa?" Singhiozzi a squarciagola "SI SIGNORE!" ancora ed ancora. Il calore nella tua schiena è intenso. Poi senti una freschezza diffondersi sulle tue piaghe, lui ti sta strofinando delicatamente un unguento. "Quella è una brava puttanella." Ti tocca, bastano pochi secondi per avere uno dei migliori orgasmi che tu abbia mai avuto. "Brava ragazza." Ti accarezza la testa mentre scendi.

Ti smanetta le mani e dice "Sei troia affamata?". "Si signore." Lui annuisce: "Pensavo che lo avresti fatto, hai avuto un grande giorno". mette una ciotola di farina d'avena e acqua sul pavimento davanti a te. Inizi a mangiare fuori dalla ciotola come un cane. Stai ricevendo cibo su tutto il viso. "Hai fino a quando non ho finito di mangiare la tua troia a sazietà." Ti chiedi cosa voglia dire, ma non perdi tempo cercando di mangiare il più possibile. È allora che senti le sue mani sul tuo culo. Con una spinta seppellisce il suo cazzo fino in fondo nella tua figa. Inizi a gemere all'istante, la tua colazione dimenticata. Ti martella la figa senza pietà, tutto ciò che puoi fare è urlare in estasi mentre sei tormentato da orgasmi dopo orgasmi. Con un'ultima fiducia ti spinge la faccia nella farina d'avena mentre arriva. Si tira fuori lasciandoti ansimare il tuo sperma misto che gocciola dalla tua figa. Ti prende per i capelli. "Quando sborro è il tuo lavoro pulirmi, capisci troia?" Ti giri velocemente dicendo "Sì signore" Affondi rapidamente la tua faccia nel suo inguine leccandogli il cazzo. Ti afferra di nuovo i capelli e ti strappa la testa di dosso. "Stupida troia, guarda che casino stai facendo." indica la farina d'avena sul suo inguine. "Ora fallo bene." "Sì, signore. Scusa, signore." dici mentre lecchi con cura la farina d'avena e sborra.

Prende il guinzaglio e inizia a camminare verso il corridoio. Inizi ad alzarti in piedi, senti lo schiocco improvviso del raccolto sulla schiena, il dolore improvviso ti fa cadere a terra ansimando. “Non ti alzi in piedi a meno che non te lo dica a te puttana senza valore. Camminerai sulle mani e sulle ginocchia come la puttana senza valore che sei, a meno che non ti venga detto diversamente. Piangi e scuoti, "sì.. sissignore.." Lui annuisce e ti guida lungo il corridoio. Ti conduce in un ampio bagno con doccia e vasca separate. La doccia ha un gancio vicino alla porta a cui ti lega il guinzaglio. È ora della mia troia mattutina. Apre l'acqua e ti porge un panno e del sapone. Provi a camminare con le mani e le ginocchia nella doccia ma lui ti ferma. “Ho detto che era l'ora della MIA troia sotto la doccia. starai lì e mi laverai». Tu dici "Sì signore". mentre ti alzi esitante. Ti volta le spalle mentre inizi a insaponarti le spalle e la schiena lavando delicatamente ogni centimetro mentre scendi. Quando inizi a lavorare verso il suo buco del culo, dice "No. Non te la cavi così facilmente. Allarga le guance. "Assicurati di mettere la tua lingua nel loro bello e buono." Quasi vomiti al pensiero di leccargli il buco del culo. "No signore, per favore non costringermi a farlo!" Si gira e ti dà il rovescio così forte che non lo vedi nemmeno muoversi. È così difficile che ti butta a terra e offusca la tua vista. Si appoggia proprio sulla tua faccia mentre ogni cosa nuota. Quasi sussurra: “Non puoi dire quella parola. Ti possiedo, farai quello che dico quando lo dico senza esitazione e senza parlare indietro. Capisci?" Puoi sentire il calore nella tua guancia e sapere che ci sarà un enorme livido. "Si signore." Ti prende per il viso. "Non abbastanza buono, dimmi ESATTAMENTE cosa capisci." Inizi di nuovo a piangere, non puoi credere che stai dicendo questo o che ti stia bagnando così tanto. “Io sono tua proprietà, farò quello che dici quando lo dici. Non ti dirò mai di no né esiterò durante nessuno dei tuoi ordini. Si alza e incrocia le braccia sul petto. “Non lo so... non credo che tu capisca veramente il tuo posto. D'ora in poi non ti riferirai mai a te stesso come a me. D'ora in poi sei una puttana senza valore. Capisci?" Annuisci, "Sì signore, Worthless Slut capisce. Worthless Slut è proprietà di Sir e lui farà quello che vuole con Worthless Slut. Worthless Slut non esiterà quando riceve un ordine.

Sorride: "Forse c'è ancora speranza per te". Rimane sotto la doccia e si gira. "Ora finisci". Salti in piedi e seppellisci la lingua nel suo culo. Lecchi ogni punto assaporando il suo sudore e la sua merda. Si gira, esce dalla doccia e comincia ad asciugarsi. "Va meglio." Comincia a camminare verso la porta e dice: "Ripuliti ora e assicurati di pulire ogni parte". Esce dal bagno e richiama: "Oh, e se vieni lì dentro sarai punito".

Piangi sentendoti come se non facessi qualcosa per la sensazione nella tua figa presto esploderai.

Storie simili

3alcune fantasie

Incontriamo un'altra donna in un bar per un paio di drink, indossa un vestitino e si vede che non ha la biancheria intima sotto, io indosso una gonna molto corta, top scollato e calze. Dopo un paio di drink torniamo tutti nella camera d'albergo che abbiamo prenotato, fermandoci lungo la strada per prendere altri drink. Mentre versi da bere io e lei ci sistemiamo di nuovo sul letto e iniziamo a baciarci, prendendoci il nostro tempo perché sappiamo che stai guardando. Comincia a muoversi lungo il mio corpo, iniziando con il baciarmi il collo, le mie mani sulle sue tette, a...

255 I più visti

Likes 0

Sesso nel ristorante dello Sri Lanka

Suneetha si asciugò il sudore dalla fronte e appoggiò la matita sulla pad. Gli idioti seduti allo stand non riuscivano a decidersi, e lei stava diventando davvero impaziente. Ehm, disse il ragazzo. Non sono molto sicuro. Si è lasciato scappare l'ultima parola dalle sue labbra come se non sapesse decidere se dirlo o meno. Suneetha ha dovuto sforzarsi manualmente per evitare che il suo piede picchiettasse contro il pavimento di piastrelle dure. Si strofinò i palmi delle mani sul grembiule, come i 90 il caldo soffocante la metteva a disagio. L'aria condizionata era di nuovo su un battito di ciglia, e...

219 I più visti

Likes 0

Figa su l'albero

Quando sono diventato Vigile del fuoco, ho capito che sarei stato chiamato a gestire una serie di servizi per il pubblico. Le pubbliche relazioni sono 3/4 del lavoro. Ho sempre a che fare con il pubblico, da piccole crisi a grandi disastri. Di solito un grazie o un sorriso è sufficiente gratitudine per un lavoro ben fatto. In alcune occasioni durante la mia carriera, ho ricevuto biscotti fatti in casa o altre prelibatezze come forma di gratitudine. Nulla è necessario, come sottolineo continuamente a coloro che aiuto. Conclusione: la città mi paga bene per fare il mio lavoro. Non fui sorpreso...

1.5K I più visti

Likes 0

Il maestro dell'orologio e l'inventore Parte 4_(1)

Eccoci... gemetti, posando la cassa sul tavolo. Sospirai guardandomi intorno nel ripostiglio; Ancora una volta ero solo in fabbrica, questa volta a organizzare le spedizioni. Gemendo inarcai la schiena. Allungamento; Ero più che dolorante per i giorni di travaglio. Scrap era in un angolo, in attesa dei miei ordini. Tempo di scarto per tornare a casa. In risposta, l'automa si raddrizzò leggermente, sibilò e si avviò con passo pesante verso la porta. L'ho aperto e ho seguito la mia invenzione nelle strade poco illuminate. Le strade erano semivuote, la maggior parte delle persone tornava a casa per la sera; ogni tanto...

875 I più visti

Likes 0

Ragazze di softball parte 2

Il sabato successivo si era svegliato presto per andare al lavoro e aveva una pausa pranzo di 2 ore (aveva beccato la sua cagna sposata di un capo a fare sesso con il box boy), e quando arrivò a casa sua c'erano due macchine il suo vialetto. Erano Laura e Jessi; erano qui per la loro abbronzatura quotidiana, perché si abbronzassero sempre a casa mia non ne sono sicuro, deve essere il facile accesso che le persone hanno alla piscina. Mark rimase a guardare attraverso la finestra della cucina quei due abbronzati, accanto alla sua sexy sorella. No, è sbagliato, si...

170 I più visti

Likes 0

Ottengo una copia delle foto

Era un venerdì pomeriggio e avevo finito presto il mio incarico nell'area di Boston. Mi sono diretto all'aeroporto per vedere se potevo prendere un volo precedente. Ho lasciato l'auto a noleggio e durante il viaggio in autobus fino al terminal ho ricevuto la temuta telefonata della compagnia aerea. Il mio volo è stato cancellato e sono dovuto andare allo sportello per prendere accordi alternativi. Normalmente mi hanno appena riprenotato sul prossimo volo disponibile, quindi non suonava bene. Ho mandato un messaggio a mia moglie e le ho detto che ero in ritardo e che l'avrei aggiornata più tardi. Scesi dall'autobus ed...

141 I più visti

Likes 0

SLut9 pt 22

CAPITOLO VENTIDUESIMO In alto nella vita Domenica 23 dicembre, Notte Per le due ore successive la casa fu organizzata nel caos mentre Jennifer coinvolgeva tutti nello sforzo di pulire e prepararsi per la festa. Dave ed Emily sono stati messi al lavoro per spolverare, passare l'aspirapolvere e pulire il soggiorno, Olivia e Hayley sono state arruolate come assistenti cuoche per Jennifer mentre lei preparava più cibo possibile per la festa di domani. Megan è stata mandata nella sua stanza per pulirla mentre Molly spazzava e lavava i pavimenti in legno nel corridoio principale. Una volta finite quelle faccende, Jenn mandò giù...

133 I più visti

Likes 0

Sotto la sua scrivania (Cap3)

L'equipaggio è qui. Li sento ridere e sbattere in giro in studio. Mi sembra di essere in ginocchio qui da molto tempo, ma l'arrivo dell'equipaggio significa che è passata solo un'ora da... beh, da... Da quando il mio padrone bianco mi ha piegato sulla sua scrivania e mi ha mostrato quello che sono Oh chiudi il becco, cervello. Dio cosa è successo?! Quando sono arrivato qui stamattina mi sono sentito così potente e feroce. Stavo prendendo il controllo, portando avanti la nostra relazione. Ora mi sento così indifesa e debole, inginocchiata nuda sotto la sua scrivania e gocciolando lacrime e sperma...

1.6K I più visti

Likes 0

Prima volta con il marito

Dove sei? disse la voce sexy all'altro capo della linea mentre guido. Torni a San Diego, vieni qui? ho chiesto indietro Non appena posso essere lì, lo farò. Okay tesoro, non vedo l'ora di stare da solo con te. Lo so bambola, non appena arrivo lì possiamo semplicemente goderci la reciproca compagnia. Il mio cuore batteva così veloce mentre sto conversando con mio marito (all'epoca era ancora solo il mio fidanzato). Stava per andare in macchina a San Deigo per passare la notte con me e io mi comportavo come una scolaretta infantile. Così vivace con eccitazione che trascorro del tempo...

1.1K I più visti

Likes 0

La figlia del capo, capitolo 1: L'inizio della follia

Sono cresciuto in una piccola città di montagna, per darti un'idea, la mia scuola elementare -8th aveva solo 58 bambini. Dire che tutti si conoscevano è un eufemismo. Ero un ragazzo medio, e tutti mi amavano per il mio cuore gentile e il mio grande umorismo. Crescendo sono stato molto con il mio amico Collin, il ragazzo che ha tutto. Eravamo sempre su moto da cross, quad, barche, lo chiami, l'abbiamo fatto. Sempre con noi c'era suo cugino più giovane Alexis. Era una ragazza carina, ma molto più giovane di me. Alexis ha avuto una grande cotta per me per molto...

308 I più visti

Likes 0

Ricerche popolari

Share
Report

Report this video here.